Jump to content

Recommended Posts

in effetti,i genitori no manda i fioi col scuolabus o col bus, ma porta i fioi in macchian propria a scola. Coem sempre. Lassando imagino la macchina in seconda fila davanti de la scola.

E che contenta che son che el 10 no riva più in Piazza Venezia :# :# :# mi che lo ciolevo molto spesso propio al capolinea là...

Link to post
Share on other sites
Per non parlare della ridicola scena che si ripete ogni domenica quando i turisti che vogliono prendere il tram chiedono all'autista dove fare il biglietto e lui è costretto a dire "fatelo ad Opicina" perchè la stazione a valle è chiusa, tutte le edicole circostanti pure e la macchinetta automatica è rotta..per fortuna che siamo una città turistica! :angry:
non vorrei sbagliarmi, ma almeno tutta la domenica mattina l'edicola alla stazione di piazza Oberdan è aperta. Lo so perchè ci compro spesso i giornali di domenica.

ma esiste anche il pomeriggio :D e nelle ore pomeridiane di gente ne gira sempre tanta sul tram

Link to post
Share on other sites

verra' ripristinata la fermata davanti alla stazione marittima,dopo attenti studi durati mesi hanno deciso di togliere il semaforo tramviario........ovviamente per agevolare il trasporto pubblico

Link to post
Share on other sites
in effetti,i genitori no manda i fioi col scuolabus o col bus, ma porta i fioi in macchian propria a scola. Coem sempre. Lassando imagino la macchina in seconda fila davanti de la scola.

E che contenta che son che el 10 no riva più in Piazza Venezia :# :# :# mi che lo ciolevo molto spesso propio al capolinea là...

Saria de farghe multoni mega a quei davanti scola, lasarghe un biglieto del tipo "ara che esisti el scolabus" :D Dopo un mese, son sicuro che saria pien de fioi.

Cmq qua xe dele contradizioni. Certi disi che i xe svodi, altri che per reddito (?) no i ghe li ga fati usar.. me par sai mal gestida, la question, da cos' che sento..

(resta el fatto che l'indice de inciviltà de qualunque cità con una scelta del genere sali e po' bon)

Link to post
Share on other sites

Dal sito TT

Si comunica che, a partire da lunedì 14 settembre 2009, con l'entrata in vigore dell'orario Invernale, verranno adottati i seguenti provvedimenti di modifica ai percorsi di linea:

SERVIZIO FERIALE e FESTIVO:

LINEA 6 : ripristino del percorso precedente Piazzale Gioberti – Barcola.

LINEA 10 : da via Mazzini, limiterà il percorso in Piazza Tommaseo osservando il nuovo capolinea all’altezza della chiesa Greco Ortodossa.

LINEA 18 : da via Mazzini, transiterà per via Roma (nuova fermata) – Corso Italia.

LINEA 35: ripristino del capolinea in via Carducci (Regione).

LINEA 36: ripristino del percorso precedente Piazza Oberdan (Bar Harry’s ) – Grignano.

SERVIZIO FESTIVO:

LINEA 1: ripristino del percorso precedente Sottoservola – Stazione Centrale.

LINEA 4: ripristino del percorso precedente Villa Carsia – Piazza Oberdan.

LINEA 5: ripristino del percorso precedente Piazza Perugino - Roiano.

LINEA 15: ripristino del percorso precedente Piazza Oberdan – Campo Marzio.

LINEA 16: ripristino del percorso precedente Piazza Oberdan – Campi Elisi.

LINEA 17: ripristino del percorso precedente Piazza Tommaseo – San Cilino.

LINEA 18: ripristino del percorso precedente Corso Italia – via Cumano.

LINEA 28: ripristino del percorso precedente Piazza Tommaseo - Cologna.

LINEA 30: ripristino del percorso precedente via Locchi – Stazione Centrale.

LINEA 34: ripristino del percorso precedente Largo Barriera – via Paisiello.

A proposito del spostamento del capolinea della 10 in piazza Tommaseo fronte ciesa grega, sul Piccolo l'altro giorno iera scrito che xe perché la pavimentazion nova de piazza Venezia no xe adatta a regger el passaggio dei bus... O|

Link to post
Share on other sites

me piasi sta frase:

"LINEA 10 : da via Mazzini, limiterà il percorso in Piazza Tommaseo osservando il nuovo capolinea all’altezza della chiesa Greco Ortodossa."

cioè:

l'autobus osserverà el nuovo capolinea?

l'autobus osserverà la chiesa Greco Ortodossa?

l'autista osserverà el nuovo capolinea?

l'autista osserverà la chiesa Greco Ortodossa?

entrambi osserverà o una o l'altra cosa?

o le persone osserverà l'autobus, l'autista, el novo capolinea e la chiesa Greco Ortodossa da piazza venezia?

vaben...smetto :p

Link to post
Share on other sites
A proposito del spostamento del capolinea della 10 in piazza Tommaseo fronte ciesa grega, sul Piccolo l'altro giorno iera scrito che xe perché la pavimentazion nova de piazza Venezia no xe adatta a regger el passaggio dei bus... O|

come te vol che reggi ,i fa sempre el stesso sbaglio,i ga messo le piere a secco sora a un strato de sabbia.......con la piova succedi el patratac, come davanti p.unita,in viale ecc.ecc

Link to post
Share on other sites

Dal Piccolo de oggi:

DA PIAZZA VENEZIA A PIAZZA TOMMASEO, TORNANO FUORI LE 4200 FIRME DI PROTESTA

Rivolta per lo spostamento del capolinea della ”10”

L’amministratore delegato di Trieste Trasporti Paparo: «Seguiamo le indicazioni di Provincia e Comune»

I cittadini non ci stanno. Contro lo spostamento del capolinea della “10” da piazza Venezia a piazza Tommaseo, che scatterà lunedì, è già iniziata una mini rivolta, con la benedizione del consigliere regionale triestino, Bruno Marini, esponente di Forza Italia. I residenti dell’area delle Rive ripropongono con decisione le 4.200 firme raccolte già un anno fa, con le quali avevano chiesto la conferma della collocazione del capolinea della “10”, ottenendo una risposta positiva dalla Trieste Trasporti e dal Comune, in quel momento impegnato con l’ultimazione dei lavori di ripavimentazione di piazza Venezia. «Vengono in tanti da me – spiega il dottor Guido De Biasio, titolare della farmacia le cui vetrine si affacciano sulla piazza, a pochi passi dal capolinea – come avevano fatto un anno fa, per ribadire che sono contrari allo spostamento in piazza Tommaseo. E stavolta – aggiunge – la rabbia è ancor più marcata, perché finora Trieste Trasporti e Comune hanno ascoltato le richieste dela popolazione, lasciando qui il capolinea, salvo cambiare idea in vista dell’autunno».

Bruno Marini sintetizza così le ragioni del “no” alla proposta di spostamento: «Innanzitutto va detto che, da piazza Venezia a piazza Tommaseo c’è quasi un chilometro, distanza che non può essere percorsa a piedi – sottolinea – e poi va considerato che limitando il percorso della ‘10’ si taglia fuori da una serie di collegamenti col resto della città una zona molto popolosa e caratterizzata dalla presenza di persone anziane. Le 4.200 firme raccolte nel 2008 – ricorda Marini – devono essere prese in considerazione. Di questo spostamento – precisa – si parlava da tempo, ma sembrava che oramai la strada presa fosse quella definitiva, con la collocazione del capolinea in piazza Venezia. Se poi il problema, come qualcuno sostiene – conclude il consigliere regionale – è quello della conservazione del masegno, si può pensare di asfaltare il tratto di strada che serve da sosta ai bus, operazione che pare fattibile». «La scelta di spostare il capolinea non dipende da noi – replica Domenico Paparo, amministratore delegato della Trieste trasporti – ma da precise indicazione della Provincia, in base alle quali è necessario rispettare i parametri relativi ai chilometri percorsi indicati nel contratto che ci lega a palazzo Galatti. Il Comune in particolare poi ci ha chiesto di spostare il capolinea per non danneggiare il masegno con bus da 18 metri».

Ugo Salvini

Link to post
Share on other sites

vabbè ma i xè anche mona

a parte che la 10 servi scole come Carli, Nautico e Carducci... se ghe mettemo vicin tutta la popolazion della zona diventa un bel casin

piuttosto che i se inventi qualcosa... gavemo le rive no? perché no spostar el capolinea la?

Edited by Ikeya
Link to post
Share on other sites

Secondo mi xe solo per scurtar le percorrenze e rientrar nel chilometraggio.

La 10 i podesi slongarla inveze che scurtarla. La fa za un giro bel longo... i podesi trasformarla in circolare e far la circolare interna e quela esterna, serando el percorso lungo le Rive, c.po Marzio, c.pi Elisi, via D'Alviano, via Svevo, via Baiamonti.

Link to post
Share on other sites
Secondo mi xe solo per scurtar le percorrenze e rientrar nel chilometraggio.

La 10 i podesi slongarla inveze che scurtarla. La fa za un giro bel longo... i podesi trasformarla in circolare e far la circolare interna e quela esterna, serando el percorso lungo le Rive, c.po Marzio, c.pi Elisi, via D'Alviano, via Svevo, via Baiamonti.

si ma in via Baiamonti te apposti i cecchini che ghe spari a tutti quei che se ferma in doppia fila :D

Link to post
Share on other sites
si ma in via Baiamonti te apposti i cecchini che ghe spari a tutti quei che se ferma in doppia fila :D

Quel saria za de far adesso con 1, 8 e 29 :D

Tra l'altro, adesso me xe venu' in mente che qua periodicamente torna fora la "pedana de nonno Berto" che a Barcelona go visto esser piuttosto comune :D

Link to post
Share on other sites

la fermata del bus trasformada in scalin per no far parcheggiar le macchine?

quela no la go capida nianca mi... che poi davanti xè el parcheggio della banca, e uscir de la xè pericoloso... za no te vedi se riva qualchedun da zo verso su, figuremose se te ga anche un bus fermo in mezzo alla strada :D

Link to post
Share on other sites

Da "Il Piccolo":

INTERVENTO DA 140MILA EURO

Via Valerio, inaugurata la nuova area per i bus

Una nuova area riservata agli autobus in via Valerio, al capolinea di San Cilino della 17 e 17/, con sistema semaforico ”intelligente” e doppia corsia di sosta capace di accogliere mezzi da 18 metri di lunghezza. A fianco, sulla strada, l’attraverso pedonale con semaforo richiesto già «12 anni fa dai residenti», come ha ricordato il presidente della VI circoscrizione, Gianluigi Pesarino Bonazza. I frutti di questo intervento da 140mila euro (100mila assicurati dal Comune, 40mila dalla Provincia) sono stati salutati così ieri dal sindaco Roberto Dipiazza: «Abbiamo risolto dopo 50 anni il problema della capienza della 17, migliorando il servizio anche per gli studenti universitari», ha dichiarato Dipiazza all’inaugurazione, la sua prima uscita da titolare della delega ai Lavori pubblici dopo il divorzio da Franco Bandelli. (m.u.)

Link to post
Share on other sites

bel lavor e del resto iera anca ora :)

:bye::bandieraalabarda:

[OT] E con questo post, annunzio vobis gaudium magnum che son a 1400 mesagi de quando son in sto forum benemerito (2007 zirca) :)

Grazie ancora a tuti per soportarme :salta::oleeeee: [/OT]

Edited by Renè
Link to post
Share on other sites

Più sacrifici con il gestore unico»

Più dipendenti in tempi di crisi (dal primo gennaio l’organico complessivo è salito di dieci unità, di cui otto autisti) e meno assenteisti rispetto all’anno scorso (il tasso è sceso dal 13% al 9,8%). Trieste Trasporti battezza la stagione degli sforzi straordinari in vista di un cambio epocale atteso a fine 2010 ma che potrebbe essere prorogato (l’inizio del gestore unico regionale per il trasporto pubblico locale gomma-mare) quando al sacrificio supplementare saranno chiamati anzitutto i lavoratori. «Perché - come ammette l’amministratore delegato Cosimo Paparo - dobbiamo prepararci a fare efficienza, a un piano industriale innovativo». «Che non significa licenziamenti - precisa - bensì produttività e flessibilità. È chiaro che qualche mal di pancia sui turni concordati, che magari scenderanno, potrà esserci».

L’INCONTRO La Spa del trasporto locale accetta la sfida sindacale sul presente ma rilancia a sua volta quella del domani. Capita così che alla delegazione sindacale di Filt Cgil, Fit Cisl Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferrotranvieri - che aveva richiesto un incontro con i vertici aziendali al completo, andato in scena giovedì, per parlare della disdetta dell’accordo sulle manutenzioni, di aumenti e nuovi ”bonus” di produttività visti i due milioni e 700mila euro di utile netto d’esercizio 2008 - Trieste Trasporti motivi le sue posizioni invitando però tutti a guardare già oltre.

LE PLUSVALENZE «Ai rappresentanti sindacali - riferisce Paparo - abbiamo spiegato che quei due milioni e 700mila euro di utile netto non sono il risultato di una normale contabilità industriale ma il frutto di poste straordinarie: i due milioni e 400mila euro inseriti nel calcolo di bilancio tra sopravvenienze e plusvalenze, derivanti in particolare dalla vendita dei bus usati previsti dal contratto di servizio con la Regione attraverso la Provincia. Se si andrà in regime di proroga verso la gara per il gestore unico non è detto ci siano obblighi di comprare ogni anno mezzi nuovi e rivendere i vecchi. In altre parole già nel 2011 il saldo potrebbe diventare negativo».

«E in realtà - interviene il direttore generale Pier Giorgio Luccarini - una quota c’è ed è il premio di risultato». «Quello per il 2008 - prosegue Paparo - è stato di 1400 euro lordi di media, con parecchie punte di 1830. Un intervento mirato dopo un’analisi su presenze, assenze, provvedimenti disciplinari o incidenti per colpa accertata, tanto che alla fine non ne hanno beneficiato 230 dipendenti, circa il 25% dell’organico».

IL CONSORZIO Poi il balzo in avanti. «Abbiamo detto ai sindacati - così Paparo - che dobbiamo diventare, tra le quattro aziende provinciali consorziate nella Scarl che presenteranno al momento dovuto l’offferta per la gestione unica, un punto di eccellenza, un valore aggiunto. Nella Scarl siamo rappresentate tutte e quattro al 25% ed è intuibile che la Regione chiederà un ribasso rispetto al totale dei quattro contratti di servizio, del 5% o giù di lì. Bene, ogni azienda dovrà adeguare la propria offerta in maniera paritaria. E siccome noi siamo, per le caratteristiche territoriali triestine, l’unica vera azienda che fa vero trasporto pubblico urbano, pressoché metropolitano, con bassa velocità commerciale e altissima frequenza, saremo quelli che ne soffriranno di più. Non in termini di servizio alla cittadinanza, né di sicurezza. Ma in termini di flessibilità lavorativa nei turni, questo sì».

LA MULTA Trieste Trasporti, tuttavia, non gioca in questo caso d’anticipo solo sugli scenari futuri, ma brucia sul tempo «nel nome della trasparenza» pure una certa quota di sindacati più battaglieri su un affare che, mediaticamente, scotta. L’incontro di giovedì, in effetti, era stato chiesto pure per conoscere l’esito della lunga visita dell’Ispettorato del lavoro. E alla fine il rospo è uscito. «È vero - chiude lo stesso Paparo - abbiamo subito una sanzione amministrativa da 40mila euro per mancata applicazione sul 2008 di alcune normative sui turni di lavoro degli autisti, che in certi casi sono risultati più lunghi e sostenuti. Teniamo però a precisare che, come hanno riferito agli ispettori i diretti interessati, gli autisti che hanno lavorato di più l’hanno fatto su base volontaria perché, a fronte di un aumento delle prestazioni, aumentava la retribuzione straordinaria. Ed è stata una situazione contingente dovuta dal fatto che, proprio nel 2008, ogni giorno mancava mediamente il 13% del personale. La nostra buona fede è stata compresa».

(Piero Rauber, il Piccolo)

piu' sacrifici....per i lavoratori ovviamente

Link to post
Share on other sites

Dopo un'estate fracagnado su 6 e 36 me xe vegnudo de rifletter su alcuni punti. All'inizio go notado la roba piu ovvia, cioe che la gente ga el vizio de montar e restar accalcada attorno all'entrata, quindi se qualchedun ga de montar trova tutto pien mentre al centro el bus xe spesso svodo. Pero poi, riflettendo meio...no ve par che tutti i bus de deso gabi i sostegni progettadi mal? Xe due sbarre sora i sedili lungo tutto el bus, quindi la gente se allinea su due file e quei al centro no ga dove tenirse. Mentre me ricordo che i veci bus che circolava co iero picio gaveva anche delle traverse per chi sta al centro. Quindi xe anche logico che co el bus inizia a impinirse alla gente no ghe resti altro che pozarse sulle porte.....Voi cosa dise? :D

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


  • advertisement_alt
  • advertisement_alt
  • advertisement_alt


×
×
  • Create New...