Jump to content

Il futuro della Pallacanestro Trieste (pensieri in libertà)


Recommended Posts

3 ore fa, Insider ha scritto:

Mi fa un po’ ridere che i giornalisti facciano i tifosi dopo aver detto mezze cose e allora facciano quelli che sanno ma non possono dire. La clausula di riservatezza esiste per il club e la societá interessata non certo per i giornalisti il Milan passa di proprietá da un fondo all’altro dopo mesi di gossip sui giornali mi rifiuto di credere che un’operazione da due milioni di dollari salti perché lo scrive uno su twitter o su youtube

 

2 ore fa, Veltro ha scritto:

Domanda da ignorante: ma l'interesse e convenienza dei possibili soci americani nell'investire nella Pall.Ts come "co-sponsor" ( e quindi senza nemmeno la visibilita' come main) quale sarebbe?

Se go capì Baldini... a parte "ginepraio" che xe el tormentone dell'estate, gli americani xe interessadi alla proprietà.

Invece la clausola de riservatezza... Baldini sa quel che ghe disi la società, non xe el tenente Colombo
(anche se in palazzetto stava in piccionaia).
Probabile no i ghe ga ditto niente e no sa niente de più.

 

 

Edited by Bubnic
  • Grazie 2
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Flaming ha scritto:


Ma anziché esser felici di quel che trapela si fa la punta? (Magari fraintendo io il tono e nel caso mi scuso in anticipo). Cmq si sta dicendo che:

- firmati due co-sponsor
- Americani seri e danarosi in procinto di entrare con la maggioranza
- naming e main sponsor ancora liberi (volutamente direi visto il punto sopra)

Eppure traspare solo critica. Certo nn bisogna stappare bottiglia finché nn sarà tutto nero su bianco e nn capiremo bene chi sono gli attori in gioco, ma allo stesso tempo nn comprendo perché esser critici per partito preso, soprattutto quando si vede la luce (che sembra pure forte) in fondo al tunnel


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Fleming, hai ragione tu. Il mio commento è figlio della diffidenza sugli attuali dirigenti. Se fosse vero che sono in  arrivo soldi freschi, co sponsor e ci sarebbe ancora spazio per trovare il nuovo main sponsor bisognerebbe solo festeggiare. Non vedo l'ora di farlo!

  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

Io trovo che l'interessarsi di più alle problematiche societarie rispetto a quelle di campo sia sintomatico dell'invecchiamento della popolazione. A Trieste è da sempre  che sento accomunate le parole vecio e brontolon, ed ora ve ne spiego il motivo. 😄

Le persone più in là con gli anni (a scanso di equivoci ci sono dentro anch'io...) non sono più brontolone dei giovani, semplicemente hanno meno impegni, lavorano di meno o sono in pensione, figli ormai grandi, minor predisposizione alla vita sociale, quindi devono necessariamente ingannare l'attesa tra un partita e l'altra, perciò esauriti in un paio di giorni i commenti alla partita, tutto il resto della settimana sono obbligati a discettare sugli aspetti societari che danno notevolissimi spunti, dalle quote azionarie ai contributi degli sponsor, dal marketing alla comunicazione, la chiusura dei bilanci, e poi, per chi non si accontenta, ci sono pure il colore della terza maglia, la twittata di Davis, le bombe di Saule, gli scazzi tra i consorzi, e chissà quante altre che mi sono perso. 

Ai tempi dell'Hurlingham ricordo che dei vari Saporito, Conti, Cosulich non si sapeva quasi niente, e neanche ci si chiedeva se saremmo arrivati a fine anno e se sì con quanti soldi in cassa. Però si aspettava sempre che ci acquistassero il giocatore giusto per fare il salto di qualità, senza preoccuparsi se ci fossero le coperture finanziarie o da chi arrivassero.

Bei tempi... ...soprattutto perché eravamo giovani!

Edited by Mex
  • Mi piace 1
  • Grazie 3
Link to comment
Share on other sites

40 minuti fa, Mex ha scritto:

Io trovo che l'interessarsi di più alle problematiche societarie rispetto a quelle di campo sia sintomatico dell'invecchiamento della popolazione. A Trieste è da sempre  che sento accomunate le parole vecio e brontolon, ed ora ve ne spiego il motivo. 😄

Le persone più in là con gli anni (a scanso di equivoci ci sono dentro anch'io...) non sono più brontolone dei giovani, semplicemente hanno meno impegni, lavorano di meno o sono in pensione, figli ormai grandi, minor predisposizione alla vita sociale, quindi devono necessariamente ingannare l'attesa tra un partita e l'altra, perciò esauriti in un paio di giorni i commenti alla partita, tutto il resto della settimana sono obbligati a discettare sugli aspetti societari che danno notevolissimi spunti, dalle quote azionarie ai contributi degli sponsor, dal marketing alla comunicazione, la chiusura dei bilanci, e poi, per chi non si accontenta, ci sono pure il colore della terza maglia, la twittata di Davis, le bombe di Saule, gli scazzi tra i consorzi, e chissà quante altre che mi sono perso. 

Ai tempi dell'Hurlingham ricordo che dei vari Saporito, Conti, Cosulich non si sapeva quasi niente, e neanche ci si chiedeva se saremmo arrivati a fine anno e se sì con quanti soldi in cassa. Però si aspettava sempre che ci acquistassero il giocatore giusto per fare il salto di qualità, senza preoccuparsi se ci fossero le coperture finanziarie o da chi arrivassero.

Bei tempi... ...soprattutto perché eravamo giovani!

Io sono uno di quelli che mi preoccupo di più di avere una proprietà solida che di avere giocatori buoni. Vecchio ? Certamente sì, ma non credo sia questo il motivo. Se hai una proprietà solida sai che mano a mano prenderanno giocatori più forti e rinforzeranno la squadra. Se hai una proprietà quasi inesistente sai che anche gli eventuali giocatori buoni verranno lasciati liberi per prenderne di più scarsi. Ecco il vero motivo. Se vuoi motivare il tifoso non serve avere una squadra in Eurolega, basta avere una proprietà che faccia pensare in una crescita. Ricordi quando arrivò Stefanel. Retrocedemmo in B. Ma non ci scomponemmo più di tanto perché c'era un progetto, c'era uno stuolo di componenti dello staff tecnico di grande livello e stavano ingaggiano I migliori 17-18enni d'Europa (Fucka e Bodiroga). Fece molto più scandalo quando Stefanel ci lasciò si in A1 ma senza più una proprietà 

  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, Torniamo su ha scritto:

Se hai una proprietà solida sai che mano a mano prenderanno giocatori più forti e rinforzeranno la squadra. Se hai una proprietà quasi inesistente sai che anche gli eventuali giocatori buoni verranno lasciati liberi per prenderne di più scarsi. Ecco il vero motivo. 

Tipo via Fayne dentro Spencer? ;)

 

 

 

Edited by Shatterd Backboard
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Bubnic ha scritto:

Me spieghé invece perché xe tutti stufadizi de questa dirigenza?
Quale xe el peccato originale?

El peccato originale xe che chi porta lo sponsor o la proprietà (cioè i bori) vol comandare.e fin qua niente de scandaloso,anzi.  Lo "scandalo" xe che invece de far El bene della società,della pall.trieste e della città xe 2 "fazioni" contrapposte che vol comandar e se fa la "guerra" a scapito del bene comune. Questo xe ovviamente El mio pensiero, che non se scosta tanto dalla realtà.

Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, Mex ha scritto:

Io trovo che l'interessarsi di più alle problematiche societarie rispetto a quelle di campo sia sintomatico dell'invecchiamento della popolazione. A Trieste è da sempre  che sento accomunate le parole vecio e brontolon, ed ora ve ne spiego il motivo. 😄

Le persone più in là con gli anni (a scanso di equivoci ci sono dentro anch'io...) non sono più brontolone dei giovani, semplicemente hanno meno impegni, lavorano di meno o sono in pensione, figli ormai grandi, minor predisposizione alla vita sociale, quindi devono necessariamente ingannare l'attesa tra un partita e l'altra, perciò esauriti in un paio di giorni i commenti alla partita, tutto il resto della settimana sono obbligati a discettare sugli aspetti societari che danno notevolissimi spunti, dalle quote azionarie ai contributi degli sponsor, dal marketing alla comunicazione, la chiusura dei bilanci, e poi, per chi non si accontenta, ci sono pure il colore della terza maglia, la twittata di Davis, le bombe di Saule, gli scazzi tra i consorzi, e chissà quante altre che mi sono perso. 

Ai tempi dell'Hurlingham ricordo che dei vari Saporito, Conti, Cosulich non si sapeva quasi niente, e neanche ci si chiedeva se saremmo arrivati a fine anno e se sì con quanti soldi in cassa. Però si aspettava sempre che ci acquistassero il giocatore giusto per fare il salto di qualità, senza preoccuparsi se ci fossero le coperture finanziarie o da chi arrivassero.

Bei tempi... ...soprattutto perché eravamo giovani!

Pol esser la veciaia... ma la veciaia abbinada ai social xe la pezo roba. Oltre all'effetto bar sport che ga i social
el brontolar vivi de vita propria, all'interno de una bolla. Se vedi solo brontoloni e se se accoda al brontolar.
Se leggi el Piccolo brontolando, se va in palazzetto e se brontola col vicin.
Infatti mi me chiedo spesso (non solo qua sia ben chiaro, anche su altri social)... "ma sti qua tifa Trieste o cossa?"
e vedo che le varie bolle reagissi... per no sciopar.
 

8 ore fa, Torniamo su ha scritto:

Io sono uno di quelli che mi preoccupo di più di avere una proprietà solida che di avere giocatori buoni. Vecchio ? Certamente sì, ma non credo sia questo il motivo. Se hai una proprietà solida sai che mano a mano prenderanno giocatori più forti e rinforzeranno la squadra. Se hai una proprietà quasi inesistente sai che anche gli eventuali giocatori buoni verranno lasciati liberi per prenderne di più scarsi. Ecco il vero motivo. Se vuoi motivare il tifoso non serve avere una squadra in Eurolega, basta avere una proprietà che faccia pensare in una crescita. Ricordi quando arrivò Stefanel. Retrocedemmo in B. Ma non ci scomponemmo più di tanto perché c'era un progetto, c'era uno stuolo di componenti dello staff tecnico di grande livello e stavano ingaggiano I migliori 17-18enni d'Europa (Fucka e Bodiroga). Fece molto più scandalo quando Stefanel ci lasciò si in A1 ma senza più una proprietà 

Ah, mi me par che dopo el buso lassà con la fine ingloriosa de Alma... (e nel mezzo xe sta el covid!)
La società ga pensà a sanar el bilancio. No lassar busi... esser appetibili per eventuali compratori o ingressi in società.
Za nissun investi a Trieste e in generale nissun investi nel basket, che no ga alcun ritorno.
Se in più una società ga busi... campa caval.

L'austerity no piasi a nissun... Comunque qualche risultato sportivo se lo ga ottenudo.
La crescita xe stada costante dai tempi de Dalmasson... all'insegna della continuità: da coach, a vice coach promosso a coach.
I nomi dello staff e in società xe più o meno sempre quei, senza scassoni e spargimenti de sangue.
Gavemo giovani italiani bravi che xe rimasti e altri che iera troppo bravi per rivar a tegnirseli.
Forsi la mentalità xe da squadra de provincia, non diversa da molte altre. Partimo ogni anno con
l'obiettivo salvezza. Poi quel che riva xe tutto ciapà.
Volemo restar nello show...

Se questo porta disafezion, no go idea
Go capì el tuo punti de vista, ma xe effettivamente quel?
Tutta sta voia de cambiamenti de aria... e arrivi de chi sa chi... buh?
 

7 ore fa, MangiafuocoMcrae ha scritto:

El peccato originale xe che chi porta lo sponsor o la proprietà (cioè i bori) vol comandare.e fin qua niente de scandaloso,anzi.  Lo "scandalo" xe che invece de far El bene della società,della pall.trieste e della città xe 2 "fazioni" contrapposte che vol comandar e se fa la "guerra" a scapito del bene comune. Questo xe ovviamente El mio pensiero, che non se scosta tanto dalla realtà.

Mmmm... no so... lo scazzo dei tifosi xe precedente a sta estate. Se strasina da molto prima, me par.
 

Edited by Bubnic
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Bubnic ha scritto:

Pol esser la veciaia... ma la veciaia abbinada ai social xe la pezo roba. Oltre all'effetto bar sport che ga i social
el brontolar vivi de vita propria, all'interno de una bolla. Se vedi solo brontoloni e se se accoda al brontolar.
Se leggi el Piccolo brontolando, se va in palazzetto e se brontola col vicin.
Infatti mi me chiedo spesso (non solo qua sia ben chiaro, anche su altri social)... "ma sti qua tifa Trieste o cossa?"
e vedo che le varie bolle reagissi... per no sciopar.
 

Ah, mi me par che dopo el buso lassà con la fine ingloriosa de Alma... (e nel mezzo xe sta el covid!)
La società ga pensà a sanar el bilancio. No lassar busi... esser appetibili per eventuali compratori o ingressi in società.
Za nissun investi a Trieste e in generale nissun investi nel basket, che no ga alcun ritorno.
Se in più una società ga busi... campa caval.

L'austerity no piasi a nissun... Comunque qualche risultato sportivo se lo ga ottenudo.
La crescita xe stada costante dai tempi de Dalmasson... all'insegna della continuità: da coach, a vice coach promosso a coach.
I nomi dello staff e in società xe più o meno sempre quei, senza scassoni e spargimenti de sangue.
Gavemo giovani italiani bravi che xe rimasti e altri che iera troppo bravi per rivar a tegnirseli.
Forsi la mentalità xe da squadra de provincia, non diversa da molte altre. Partimo ogni anno con
l'obiettivo salvezza. Poi quel che riva xe tutto ciapà.
Volemo restar nello show...

Se questo porta disafezion, no go idea
Go capì el tuo punti de vista, ma xe effettivamente quel?
Tutta sta voia de cambiamenti de aria... e arrivi de chi sa chi... buh?
 

Mmmm... no so... lo scazzo dei tifosi xe precedente a sta estate. Se strasina da molto prima, me par.
 

Si lo scazzo è iniziato quando la società ha detto che se i tifosi volevano il rimborso dovevano rinunciare ad essere considerati "vecchi abbonati" nel 2020. Io non me la sono presa ma ho sentito più di qualcuno dire: finché restano questi non mi abbono. Poi, dopo una stagione a porte chiuse e una a porte quasi chiuse, senza far mai sapere se avevano un progetto per il dopo Allianz hanno deciso di presentare una campagna abbonamenti in cui i vecchi abbonati non usufruiscono di nessuno sconto e hanno mandato a presentarla  un "fine locutore" che, scazzato delle domande, ha risposto in serie 1) i presidenti servono solo per gli auguri 2) stiamo lavorando 3) puntiamo a 4000 abbonati e allo scudetto. Insomma ha fatto lo spiritoso senza esserne capace. Inoltre ha fatto passare quasi sotto silenzio l'entrara di un nuovo socio. Finalmente abbiamo capito dove sta il problema nella dirigenza. E da quel giorno il silenzio è continuato. 

Spero tanto che la nuova proprietà, se ci sarà davvero questo rinnovamento, abbia maggiore considerazione dei tifosi. 

  • Mi piace 3
Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, Torniamo su ha scritto:

Si lo scazzo è iniziato quando la società ha detto che se i tifosi volevano il rimborso dovevano rinunciare ad essere considerati "vecchi abbonati" nel 2020. Io non me la sono presa ma ho sentito più di qualcuno dire: finché restano questi non mi abbono. Poi, dopo una stagione a porte chiuse e una a porte quasi chiuse, senza far mai sapere se avevano un progetto per il dopo Allianz hanno deciso di presentare una campagna abbonamenti in cui i vecchi abbonati non usufruiscono di nessuno sconto e hanno mandato a presentarla  un "fine locutore" che, scazzato delle domande, ha risposto in serie 1) i presidenti servono solo per gli auguri 2) stiamo lavorando 3) puntiamo a 4000 abbonati e allo scudetto. Insomma ha fatto lo spiritoso senza esserne capace. Inoltre ha fatto passare quasi sotto silenzio l'entrara di un nuovo socio. Finalmente abbiamo capito dove sta il problema nella dirigenza. E da quel giorno il silenzio è continuato. 

Spero tanto che la nuova proprietà, se ci sarà davvero questo rinnovamento, abbia maggiore considerazione dei tifosi. 


Xe vero gavevo senti anche mi discorsoni, gente che brontolava. Ma iera una pandemia mondiale tutti serai in casa, no go da sai peso. Ma semo pur sempre una città piena de istriani... la gente ga visto i suoi soldi sparir senza gaver in cambio le partide. Capibile, si

Voler i bori del rimborso... e la prelazion sull'anno successivo, iera una richiesta da botte piena e moglie imbriaga, dal mio punto de vista. Perché chiedendo el rimborso se gaveria fatto un danno alla società, che ga visto tutte le entrate de un anno bloccade a causa pandemia mondiale, pur gavendo le stesse spese... e poi voler anche restar buoni abbonati, fidelizzati... 
Far un danno, ma da amicone...
"Rivoio i miei soldi!!! Ma prossimo anno... sconticino?"

De solito quei con cui parlavo me rispondeva "Mi son abbonado dal '38!"
No funziona cusì... me dispiasi. La società pol andar a gambe per aria una volta sola.

Comunque si, comprendo che parte dei tifosi se ga piccado da là...

 

 

 

Edited by Bubnic
Link to comment
Share on other sites

https://ilpiccolo.gelocal.it/sport/2022/09/11/news/pallacanestro_trieste_prove_di_futuro_proprieta_accordo_in_fase_di_definizione_presto_due_marchi-8659872/

Direi intervista parecchio importante che fa intendere, che se tutto va come sembra stia andando, nn si lotterà più per una salvezza/ottava posizione. Direi che nn può che regalare un sorriso questa intervista, ancor più in una giornata come oggi dove l’Italia ha reso possibile l’impossibile….a testimonianza del fatto che a volte i sogni diventano realtà!!


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  • Grazie 1
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...