Jump to content

Calciomercato Triestina 2019/20


Recommended Posts

15 minuti fa, Guiz ha scritto:

Il problema non sono tanto gli esterni che li trovi, ma i centrocampisti, trovarne che sappiano giocare sia a 2 che a 3 non è facile, mentre quelli che abbiamo in rosa Maracchi, Steffè ma anche Beccaro sono molto più adatti a giocare a 3.

certo, ma tieni anche conto che di esterni da 4-4-2 la triestina non ne ha uno che sia uno, perchè beccaro, procaccio e mensah sono adattati (ed uso un eufemismo)..quindi motivo in più per non puntare su quel modulo, mio ignorantissimo parere

Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, smaramba ha scritto:

certo, ma tieni anche conto che di esterni da 4-4-2 la triestina non ne ha uno che sia uno, perchè beccaro, procaccio e mensah sono adattati (ed uso un eufemismo)..quindi motivo in più per non puntare su quel modulo, mio ignorantissimo parere

A me non piace cmq perchè vai sempre sotto numericamente, cmq Procaccio è adatto, Mensah in condizioni particolari, servirebbe un altro. Ma il problema è il centrocampo, infatti sono i due centrocampisti in mezzo che danno valore agli esterni, ed al momento non ne abbiamo nessuno adatto.

Link to comment
Share on other sites

Guest massi
1 ora fa, Guiz ha scritto:

Domani si deciderà per il bene di tutti, se ci sono le condizioni per andare avanti si andrà avanti, altrimenti amici come prima. L'importante è che si sia convinti al 100% da entrambe le parti, se così non fosse lascerei perdere.  Massimo è un professionista, è giusto che dopo una delusione cocente come quella di domenica scorsa, rifletta e valuti tutte  le possibili variabili, insieme ai suoi agenti. Saranno lui e Milanese insieme ai procuratori di Max a valutare pro e contro e poi vedremo.

Fino a domani sarebbe corretto (non mi riferisco a te) intervenire solo sulle cose si sanno (per ora solo la conferma del tecnico da parte di Milanese) e non partire con critiche alle presunte scelte dell'allenatore veneto senza avere in mano niente... 

E poi finiamola ( e anche in questo caso naturalmente non mi riferisco a te) di dire che Pavanel non ha raggiunto gli obiettivi. Li ha raggiunti alla grande! Solo a causa di un arbitraggio indecente (2 falli da rigore netti che potevano essere due gol) è mancato lo sconto finale dopo un'ottima e abbondante cena. Sei d'accordo?

Link to comment
Share on other sites

17 minuti fa, massi ha scritto:

Fino a domani sarebbe corretto (non mi riferisco a te) intervenire solo sulle cose si sanno (per ora solo la conferma del tecnico da parte di Milanese) e non partire con critiche alle presunte scelte dell'allenatore veneto senza avere in mano niente... 

E poi finiamola ( e anche in questo caso naturalmente non mi riferisco a te) di dire che Pavanel non ha raggiunto gli obiettivi. Li ha raggiunti alla grande! Solo a causa di un arbitraggio indecente (2 falli da rigore netti che potevano essere due gol) è mancato lo sconto finale dopo un'ottima e abbondante cena. Sei d'accordo?

In parte, nel senso che è vero che l'arbitraggio ci ha danneggiato tanto, ma è altrettanto vero che non siamo entrati in campo tranquilli (nel limite del possibile) e non abbiamo giocato come sappiamo. Poi gli obbiettivi li ha sicuramente raggiunti, è mancata la ciliegina. A me, come avrai capito, interessa di più l'idea di gioco che svilupperemo, se sarà con Pava meglio, altrimenti si farà un altro papa.

Link to comment
Share on other sites

Guest massi
12 minuti fa, Erreemme ha scritto:

Massi hai ragione, però anche Guiz ha ragione quando fa notare che nei momenti topici (Pordenone e Pisa in casa) e si trattava di vincere qualcosa nella preparazione mentale alla partita è mancata....

In parte non sono d'accordo. La Triestina in 10 contro 11 è stata più pericolosa del Pisa, vedi i due scandalosi mancati rigori (queste due occasioni le  avevamo create noi pur essendo in inferiorità numerica). Quindi... la ciliegina a noi e Pavanel è stata tolta solo da un arbitro pauroso di darci il secondo rigore sotto la curva dei furbetti.

Edited by massi
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, massi ha scritto:

In parte non sono d'accordo. La Triestina in 10 contro 11 è stata più pericolosa del Pisa, vedi i due scandalosi mancati rigori (queste due occasioni le  avevamo create noi pur essendo in inferiorità numerica). Quindi... la ciliegina a noi e Pavanel è stata tolta solo da un arbitro pauroso di darci il secondo rigore sotto la curva dei furbetti.

concordo...i 2 episodi da rigore (oltre a quello nel primo tempo e quello nel supplementare su costantino) sono stati il frutto di belle azioni costruite...non era il mani in area su spiovente da 50 metri alla viva il parroco per intenderci... c'è anche da dire però che è sotto gli occhi di tutti che sono state toppate le uniche 2 partite che bisognava vincere (visto che il turno precedente con la feralpi bastava il pari)

Link to comment
Share on other sites

Guest massi
14 ore fa, Scrooge ha scritto:

concordo...i 2 episodi da rigore (oltre a quello nel primo tempo e quello nel supplementare su costantino) sono stati il frutto di belle azioni costruite...non era il mani in area su spiovente da 50 metri alla viva il parroco per intenderci... c'è anche da dire però che è sotto gli occhi di tutti che sono state toppate le uniche 2 partite che bisognava vincere (visto che il turno precedente con la feralpi bastava il pari)

Però i conti o si fanno bene oppure è meglio non farli. Non abbiamo toppato due partite, ma perso due partite. È diverso.Nella prima abbiamo fatto un ottimo secondo tempo e avremmo meritato il pari, mentre nella seconda, senza evidentissime penalizzazioni arbitrali, ora saremmo ancora in festa per la promozione. Quindi riferendomi al topic sul calciomercato e sulla conferma di Pavanel, penso che il mister non abbia toppato nessun big match. Anzi a Pisa abbiamo tenuto più che bene (in molti che scrivono nel forum dopo aver battuto il Salò, avevano paura di prendere un'imbarcata in toscana) in casa è successo quel che è successo e con il Pordenone siamo stati sconfitti da quella che si è dimostrata la miglior squadra del campionato. Almeno... io vedo questo risultato dopo aver fatto i conti alla stagione di Pavanel e la sua squadra. 

Link to comment
Share on other sites

Secondo me questa storia che bisogna essere convinti al 100% vale in amore, non certamente nel professionismo. E molti di voi "purtroppo" ragionano da tifosi innamorati....lo fan capire chiaramente frasi del tipo "o el xè convinto al 100% o el pol andar". Un professionista mette sui piatti della bilancia aspetti positivi e negativi di una scelta, guardando poi da che lato pende di più...per me basta che sia convinto al 70%.

Credo sia fondamentale la continuità, per cui sarei contento in ogni caso di una riconferma di Pavanel. Ha chiaramente raggiunto gli obiettivi prefissati ad inizio stagione, probabilmente ora sta solo curando i propri interessi, situazione che ha ben descritto Forest nel suo lungo post.

Sono dispiaciuto per Petrella, giocatore capace di dare imprevedibilità all'attacco. Forse paga quella scelta di assistere alla nascita del figlio, in un momento cruciale della stagione. Poi chiaro che la continuità non è mai stato un suo cavallo di battaglia.

Link to comment
Share on other sites

52 minuti fa, Calcio74 ha scritto:

Sono dispiaciuto per Petrella, giocatore capace di dare imprevedibilità all'attacco. Forse paga quella scelta di assistere alla nascita del figlio, in un momento cruciale della stagione. Poi chiaro che la continuità non è mai stato un suo cavallo di battaglia.

secondo me paga il fatto di non essere stato minimamente costante e di essere sparito nella fase decisiva della stagione, fermo restando che magari può essere lui stesso a volersene andare, essendo originario di altri lidi

Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, Plissken ha scritto:

Una domanda per Guido: ti risulta un interesse da parte della società per Nicola Bellomo?....

 

Non che io sappia, ma questo non vuol dire che non ci sia stato un interesse. Giocatore incostante, ma di indubbie qualità.

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Calcio74 ha scritto:

Secondo me questa storia che bisogna essere convinti al 100% vale in amore, non certamente nel professionismo. E molti di voi "purtroppo" ragionano da tifosi innamorati....lo fan capire chiaramente frasi del tipo "o el xè convinto al 100% o el pol andar". Un professionista mette sui piatti della bilancia aspetti positivi e negativi di una scelta, guardando poi da che lato pende di più...per me basta che sia convinto al 70%.

Credo sia fondamentale la continuità, per cui sarei contento in ogni caso di una riconferma di Pavanel. Ha chiaramente raggiunto gli obiettivi prefissati ad inizio stagione, probabilmente ora sta solo curando i propri interessi, situazione che ha ben descritto Forest nel suo lungo post.

Sono dispiaciuto per Petrella, giocatore capace di dare imprevedibilità all'attacco. Forse paga quella scelta di assistere alla nascita del figlio, in un momento cruciale della stagione. Poi chiaro che la continuità non è mai stato un suo cavallo di battaglia.

i campionati li vinci se sei convinto, …..come sistema……, che va dal magazziniere al centravanti.

Il Pisa e il Trapani, hanno vinto per questo…..,hanno trovato quell'alchimia necessaria di cui l'ingrediente convinzione è il principale.

E poi, tecnicamente, la convinzione influenza la vision (l'obiettivo), ovvero l'immaginazione che è l'elemento che attiva la volontà.   

Ci è mancato qualcosa per la promozione, perché essere più forti non basta, ...poco da fare.

Non tutti hanno sposato l'obiettivo, ...qualcuno già pensava di tornare a casa. La chiave di lettura della chiusura con Petrella, è chiaramente questa. Come trattenere un giocatore contro la sua volontà, anche se si tratta di un genio del calcio, è di per sé fallimentare. Come puoi trasformare giocatori demotivati in una società, in elementi cardine in un'altra (Ternana esempio contrario).

Gli stessi infortuni si spiegano nella mancanza di convinzione. Entrare con la gamba molle sul pallone e rompersi i legamenti, è uno standard.

L'antagonista della convinzione è la paura (Ternana).

Milanese dichiarando apertamente che vuole arrivare primo, afferma a tutti che non ha paura……. ora gli altri (giocatori e staff) lo devono seguire se è vero che lui è il leader di questa società e come tale va riconosciuto. Chunque metta in dubbio la sua leadership va allontanato, questo è sano professionismo vincente secondo me  

   

Edited by andreis
Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, andreis ha scritto:

i campionati li vinci se sei convinto …..come sistema…... che va dal magazziniere al centravanti.

Il Pisa e il Trapani hanno vinto per questo…..hanno trovato quell'alchimia necessaria di cui l'ingrediente convinzione è il principale.

E poi tecnicamente la convinzione influenza la vision (l'obiettivo) ovvero l'immaginazione che è l'elemento che attiva la volontà.   

Ci è mancato qualcosa per la promozione perché essere più forti non basta ...poco da fare.

Non tutti hanno sposato l'obiettivo ...qualcuno già pensava di tornare a casa. La chiave di lettura della chiusura con Petrella è chiaramente questa. Come trattenere un giocatore contro la sua volontà anche se si tratta di un genio del calcio è di per sé fallimentare. Come puoi trasformare giocatori demotivati in una società, in elementi cardine in un'altra (Ternana esempio contrario).

Gli stessi infortuni si spiegano nella mancanza di convinzione. Entrare con la gamba molle sul pallone e rompersi i legamenti è uno standard.

L'antagonista della convinzione è la paura (Ternana).

Milanese dichiarando apertamente che vuole arrivare primo dichiara a tutti che non ha paura……. ora gli altri (giocatori e staff) lo devono seguire se è vero che lui è il leader di questa società e come tale va riconosciuto. Chunque metta in dubbio la sua leadership va allontanato….questo è sano professionismo vincente secondo me  

   

Ara...quoto anche le virgole!

Link to comment
Share on other sites

40 minuti fa, andreis ha scritto:

i campionati li vinci se sei convinto …..come sistema…... che va dal magazziniere al centravanti.

Il Pisa e il Trapani hanno vinto per questo…..hanno trovato quell'alchimia necessaria di cui l'ingrediente convinzione è il principale.

E poi tecnicamente la convinzione influenza la vision (l'obiettivo) ovvero l'immaginazione che è l'elemento che attiva la volontà.   

Ci è mancato qualcosa per la promozione perché essere più forti non basta ...poco da fare.

Non tutti hanno sposato l'obiettivo ...qualcuno già pensava di tornare a casa. La chiave di lettura della chiusura con Petrella è chiaramente questa. Come trattenere un giocatore contro la sua volontà anche se si tratta di un genio del calcio è di per sé fallimentare. Come puoi trasformare giocatori demotivati in una società, in elementi cardine in un'altra (Ternana esempio contrario).

Gli stessi infortuni si spiegano nella mancanza di convinzione. Entrare con la gamba molle sul pallone e rompersi i legamenti è uno standard.

L'antagonista della convinzione è la paura (Ternana).

Milanese dichiarando apertamente che vuole arrivare primo dichiara a tutti che non ha paura……. ora gli altri (giocatori e staff) lo devono seguire se è vero che lui è il leader di questa società e come tale va riconosciuto. Chunque metta in dubbio la sua leadership va allontanato….questo è sano professionismo vincente secondo me  

   

I campionati li vinci per una marea di fattori.......bastasse solo la convinzione e la tecnica sarebbe quasi semplice.

Ci sono parecchie dichiarazioni di ex giocatori di alto livello che testimoniano di squadre vincenti, ma in cui nello spogliatoio c'erano fratture o gente che remava contro...

E' che a molti sfugge la differenza tra esser convinti al 70% e non essere convinti. Tra l'altro abbiamo visto che fine ha fatto il matrimonio tra Milanese e Sannino, che credo sia partito con un livello di convinzione molto elevato.

Link to comment
Share on other sites

25 minuti fa, Calcio74 ha scritto:

I campionati li vinci per una marea di fattori.......bastasse solo la convinzione e la tecnica sarebbe quasi semplice.

Ci sono parecchie dichiarazioni di ex giocatori di alto livello che testimoniano di squadre vincenti, ma in cui nello spogliatoio c'erano fratture o gente che remava contro...

E' che a molti sfugge la differenza tra esser convinti al 70% e non essere convinti. Tra l'altro abbiamo visto che fine ha fatto il matrimonio tra Milanese e Sannino, che credo sia partito con un livello di convinzione molto elevato.

Mah... neanche tanto... sempre pessimista e negativo... mai sentito dire siamo forti dobbiamo crederci o cose simili... 

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...