Jump to content

Il processo...


Guest nikibeach

Recommended Posts

Guest nikibeach

Domani arriverà la notizia della chiusura delle indagini sul fallimento della Triestina, non penso ci saranno sorprese, o almeno ci saranno per qualcuno che difendeva certi personaggi (e non mi riferisco ad Aletti) e molti nodi verranno al pettine. Io so solo che penso me la godrò molto...

Edited by nikibeach
Link to comment
Share on other sites

Dal Piccolo

Sei milioni di euro, un fiume di denaro. Per il pm Federico Frezzaammontano a questa cifra gli affari sporchi di Stefano Fantinel. Soldi che fino alla data del fallimento, il 25 gennaio 2012, sono stati in parte munti dallemammelledella Triestina di cui Fantinel è stato il presidente e poi sono finiti all’estero con giri vorticosi e pagamenti in nero. Con Fantinel sono accusati Giorgio De Giorgis, 57 anni, ex giocatore alabardato, masoprattutto procuratore ovvero manager sia di giocatori importanti che di livello e prezzo

modesto. Indicato in molti casi direttamente o indirettamente come il percettore delle somme uscite dai conti correnti della Triestina e poi svanite. E poi la sorella dell’ex presidente,

Maria Elena Barbara e infine Sergio Aletti, che ha rivestito il ruolo di presidente nella squadra alabardata nella buia stagione del fallimento. Nei giorni scorsi il pm ha formalmente chiuso le indagini e si appresta a chiedere il rinvio a giudizio. Il primo filone è quello della Punto Logistica Distribuzione, amministrata dalla sorella di

Stefano Fantinel, ditta di San Daniele che ha come scopo sociale il trasporto delle merci su strada. E alla Punto Logistica Distribuzione nel settembre 2009 sono arrivati 540mila euro della Triestina. In particolare 240mila per il trasferimento di Marko Stankovic che all’epoca era stato definito come «l’uomo giusto da piazzare alle spalle della prima punta». Altri 300mila euro erano stati pagati in famiglia sempre per il trasferimento di Edmund Hottor, ghanese poi venduto al Milan. Il secondo filone riguarda la società ungherese Rexan che fa riferimento a una fabbrica di /materiale plastico e nessuno è mai riuscito a capire cosa c’entri con i calciatori. Hanno varcato il confine ungherese un milione 200mila euro per l'acquisto dell'attaccante italo uruguaiano Matteo Figoli Martinez poi ceduto per appena 50mila euro. Altri 450 mila euro sono stati pagati sempre alla fabbrica ungherese con riferimento “all'acquisto” di Lucas Longoni giunto da Catanzaro ma rimasto svincolato dopo il fallimento dell'Arezzo e dunque gratis. Poi congedato per non aver dimostrato di essere ancora pronto per disputare un campionato cadetto di buon livello. Un altro bonifico da 200mila euro sempre a favore della Rexan - la fabbrica di plastica ungherese - era stato versato per la cessione del giocatore Olivotto della Sandanielese, società di cui è presidente lo stesso Fantinel.Madai documenti del fallimento è risultato che la cessione era a titolo gratuito. Il terzo capitolo è quello relativo ai versamenti alla società inglese Narita Ltd, sempre per mediazioni e consulenze. Il contratto è quello di Nngulet Foe Yannick, punta senegalese con passaporto francese che ha giocato con la primavera alabardata. Nell'agosto 2006 la società inglese aveva incassato per lui 400mila euro. Stessa storia

e stessa somma per l'uruguaiano Leandro De Los Santos, classe 1989 per il quale, come ha rilevato il pm Frezza, la somma è del tutto spropositata rispetto al costo reale del giocatore. Altro filone è quello della Cp&P Management, anche questa una società inglese. Nel luglio 2009 la Triestina ha versato 400mila euro con riferimento all'acquisto del difensore Rocco Sabato che era anche svincolato. Infine c’è il versamento di 250mila euro a favore della società portoghese Mondofutebol. Main questo caso la causale è diversa. I soldi sono stati pagati per convincere alcuni giocatori della Triestina a rescindere il loro contratto. Ma c’è di più: nella lunga lista di fatture fittizie scovate dai finanzieri compaiono anche quelle della Triestina Camp per prestazioni pubblicitarie ma in realtà inesistenti. Se non altro per il fatto che l’associazione sportiva dilettantistica era inattiva dall’estate del 2006.Manonostante ciò conla sua partita Iva sono state emesse fatture per oltre 600mila euro. Daaggiungere che il denaro (quasi 500mila euro), come è emerso dalle indagini, veniva prelevato dai conti corrente dell’associazione inesistente e consegnato in contanti a Fantinel per le piccole spese.

Link to comment
Share on other sites

Speriamo che non finisca a tarallucci e vino, il passato non si può modificare ma impedire che certi personaggi ne escano con la banda .....va detto che è il sistema che va modificato, di Fantinel ne è pieno il mondo ma va trovata una via strutturata che impedisca a questi cialtroni di entrare nel mondo dello sport e non solo......

Link to comment
Share on other sites

effettivamente un giro vorticoso di soldi, giocatori svincolati venivano pagati quasi 1/2 mln di euro e nessuno se ne accorgeva, mah...

in un altro articolo si parla degli ultimi tragici 2 anni di gestione fantinel, e del fatto che ci sono state 2 ricapitalizzazioni per un totale di 4.5 mln di euro a carico della famiglia fantinel per circa l'80%, non si capisce a carico di chi sia stato il mln che manca visto che soci non c'erano nel 2010

dunque tanto soldi usciti dalle casse della triestina per finire in società di comodo legate ai fantinel - fino alla chicca dei 250000 finiti in una società portoghese per " convincere " alcuni giocatori a rescindere il contratto - ma anche tanti soldi apparentemente immessi nella società per ricapitalizzare le perdite di bilancio

io che di economia ci capisco giusto 0 ho difficoltà a cogliere il senso di questo viavai di denaro

mi rimane il sospetto che queste pratiche siano molto diffuse fra A e B, forse fantinel è solo il fesso che si è fatto beccare

del resto ho sempre avuto il dubbio che non fosse proprio furbissimo

Link to comment
Share on other sites

Caro Pinot quanto dici è corretto,anche se è difficile quantificare/generalizzare, questi strumenti elusivi non sono un esclusiva di Fantinel, anzi corrrettamente come evidenzi è stato banalmente meno bravo di altri, ma in questo c'è continuità, infatti l'incapacità manageriale del personaggio e coerente con quanto accaduto... "un farabutto poco capace è la cosa peggiore che può capitare"... ed è vero a qualunque livello e per qualunque attività".

Moralmente e normativamente vanno censurati entrambi gli "stili", personalmente se provato, vedrei corretto un risarcimento totale dei danneggiati ( che in questo caso è una città intera, sportivamente parlando) e una condanna detentiva importante. Ma siamo in Italia e i ladri di norma vengono eletti e non imprigionati.. :-(

Link to comment
Share on other sites

Su quello hai pienamente ragione Pinot, Fantinel non è certo l'unico a fare queste operazioni nel panorama calcistico nostrano e non solo, ma spesso gli altri abbinavano buoni risultati a loro intrallazzi... in questo casi spesso si è stati quindi più compiacenti .... quello che però balza all'occhio è come questo modus operandi fosse in azione sin dai primi giorni, e qui c'è premeditazione nel delinquere... Va da se che queste pratiche debbano scomparire dal calcio e che gli organi predisposti devono essere molto più rigidi nei loro controlli, sennò di Fantinel che ci giurano che il bilancio è a posto ne sentiremo parlare ancora parecchi...

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Il nero per pagare (buona) parte dei contratti dei giocatori su conti accesi in paradisi fiscali non è proprio solo del calcio e certamente non è fenomeno solo italiano, anzi. E' la prassi in molti Paesi. Ed è anche questa una forma di doping, come sosteneva Gazzoni Frascara (ex Presidente del Bologna) qualche anno fa.

Il ragionamento etico è corretto ma dovrebbero essere le varie Leghe prima ancora della magistratura ordinaria a combattere e reprimere questa autentica truffa.

Pensare che quello professionistico sia ancora sport, a mio insulso parere, è parecchio da ingenui.

Link to comment
Share on other sites

Il nero per pagare (buona) parte dei contratti dei giocatori su conti accesi in paradisi fiscali non è proprio solo del calcio e certamente non è fenomeno solo italiano, anzi. E' la prassi in molti Paesi. Ed è anche questa una forma di doping, come sosteneva Gazzoni Frascara (ex Presidente del Bologna) qualche anno fa.

Il ragionamento etico è corretto ma dovrebbero essere le varie Leghe prima ancora della magistratura ordinaria a combattere e reprimere questa autentica truffa.

Pensare che quello professionistico sia ancora sport, a mio insulso parere, è parecchio da ingenui.

Non confondiamo però il nero per pagare i contratti dei giocatori, cosa che Fantinel, come altri, regolarmente faceva, ma par il quale non sembra essere indagato, con le distorsioni di denaro per l'acquisto degli stessi, si tratta di 2 reati diversi ed il secondo secondo me è molto più grave.

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

molto semplice, usava la Triestina per portare i soldi della famiglia all'estero in paradisi fiscali, ricapitalizzava ed esportava, intanto la Triestina era sempre in bolletta e doveva vendere immediatamente i giocatori migliori per acquistare mezzi giocatori o giocatori fasulli come fossero campioni e pagarli alla sorella in ungheria; riguardo al nero sarà anche vero che lo faranno molti ma il fanti lo faceva massicciamente tanto che i numerosi rifiuti di giocatori a venire a Trieste era dovuto propio a questo in quanto veniva loro offerto l'80 per cento in nero senza alcuna gasranzia del pagamento; se penso a cellino in canon me chiedo quali santi in paradiso gà el pursit de san daniel, comunque i tifosi organizzati dovrebbero costituirsi parte civile, noi c'eravamo

Edited by albicocca marza
Link to comment
Share on other sites

Aletti xe irrivalutabile...fa parte dello stesso piano che prevedeva la "soluzione finale" per la US Triestina.

Piuttosto me domando come mai quel "familiare" molto vicino a Stefano la gabbi tanto con Trieste e la Triestina, visto che ghe ga permesso de sguazzar anche a ela... Ah saperlo...

Ps:

Link to comment
Share on other sites

Guiz e Albicocca, avete perfettamente ragione entrambi. Per me, però, non fa così tanta differenza se il denaro saprisce illegalmente per pagare, altrettanto illegalmente, giocatori e procuratori oppure se finisce, dopo lunghi e sempre più illegali giri, nuovamente nelle tasche del proprietario.

E' l'illegalità nello sport che va combattuta di per sé, a mio ingenuo parere.

Link to comment
Share on other sites

non è che quel fiume di soldi all'estero finiva poi nelle tasche dei giocatori anzichè della famiglia fantinel ?

sempre reato sarebbe, ma di evasione fiscale, non di furto

e che senso avrebbe avuto fare tutto sto giro? bisogna poi considerare che fantinel di soldi "legali" ne ga incassati tanti, tra vendite, abbonamenti, tv, sponsor, contributi lega etc. etc. se non li usava per pagar i zogadori dove xe finidi?

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

beh guiz, se tu dai 50 in chiaro e 50 in nero in modo da pagare la metà delle tasse previste, quei 50 " sommersi " devono avere una difficile tracciabilità, no ? così, in linea di principio e senza accusare nessuno perchè niente so....

basta pagarli in contanti....

Link to comment
Share on other sites

non è che quel fiume di soldi all'estero finiva poi nelle tasche dei giocatori anzichè della famiglia fantinel ?

sempre reato sarebbe, ma di evasione fiscale, non di furto

e che senso avrebbe avuto fare tutto sto giro? bisogna poi considerare che fantinel di soldi "legali" ne ga incassati tanti, tra vendite, abbonamenti, tv, sponsor, contributi lega etc. etc. se non li usava per pagar i zogadori dove xe finidi?

Quei in ciaro in scarsela sua diretti mentre gli altri nella sua scarsela dopo un giro per l'estero!!!!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×