Jump to content
SandroWeb

Dolomiti Energia Trentino-Allianz Trieste (mercoledì 14 aprile 2021)

Recommended Posts

Pur condividendo le critiche alla squadra,  constato che basta battere Pesaro alla prossima e i playoff dovrebbero essere sicuri.. infatti CR va a BR, e non credo vinca.. per cui dopo Pesaro ci potremmo trovare a 24 punti con la 9a e la 10a 4 punti sotto a 2 giornate dalla fine, e forse con saldo positivo con Pesaro (che alla penultima incontra MI).. con CR abbiamo saldo canestri positivo e quanto a TN, che tanto male ci ha fatto oggi, secondo me non fa più neanche un punto, in quanto la prossima riposa, e poi gioca con BR e la Virtus. Praticamente potremmo arrivare settimi. Ovviamente bisogna battere Pesaro e, comunque, anche perdendo (disastro) basterebbe battere VA o la Effe per andare ai PO.. anche se settimi o ottavi significherebbe incontrare MI (😭) o BR (😭😭)

 

Link to post
Share on other sites

Ma siamo sicuri che ci sia la volontà di arrivare ai PO??

Altre 2 o 3 partite di cui, a seconda dei risultati, 1 o 2 trasferte. Spese da sostenere contro incassi pari a zero. Per poi sapere che, alla fine, non vincerai niente (anche se Ghiacci tempo fa parlava della possibilità di raggiungere altri traguardi).

Pensieri miei, niente di più. Spero solo di essermi sbagliato.

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, uno dei tanti ha scritto:

Ma siamo sicuri che ci sia la volontà di arrivare ai PO??

Altre 2 o 3 partite di cui, a seconda dei risultati, 1 o 2 trasferte. Spese da sostenere contro incassi pari a zero. Per poi sapere che, alla fine, non vincerai niente (anche se Ghiacci tempo fa parlava della possibilità di raggiungere altri traguardi).

Pensieri miei, niente di più. Spero solo di essermi sbagliato.

La volontà ci dovrebbe essere a prescindere,anche solo per attirare qualche sponsor. Uno dovrebbe mettere dei soldi per una società che appena raggiunge la salvezza tira i remi in barca? Ma per quale motivo? Brindisi potrebbe dire la stessa cosa,arrivo primo,tanto esco in semifinale e solo spendo per 2serie di playoff senza pubblico. Se la penso così è meglio che lasci perdere tutto. Non so quanto Allianz o chi per lei possa essere contenta di andare in TV a fare figure di me**a(non perdere,quello ci sta). Non lo scrivo a te personalmente,ma in generale.

Link to post
Share on other sites
7 ore fa, a vanvera ha scritto:

Questo è verissimo e spesso ce lo dimentichiamo e quanto dici nel passaggio successivo è senza dubbio un qualcosa che manca e fa la differenza, soprattutto verso chi è "nuovo" e più solo

Sì, ma questo vale per tutte le squadre,mica solo per Trieste.

Link to post
Share on other sites

Scusate va bene tutto però :

- che difendendo a zona un piccolo si ritrovi contro un lungo a rimbalzo è assolutamente normale

- grazie anche a Ciani sulle rimesse da fondo e laterali per molto tempo abbiamo fatto spesso 1 se non 2 canestri puliti a partita, ossia tantissimo 

- fino alla partita con Milano e poi almeno contro Reggio in attacco c’è stato tutto tranne che improvvisazione 

Qui c’è un drammatico calo negli ultimi 2 mesi/ mese e mezzo non buttiamo il bambino con l’acqua sporca please.

Edited by poli
Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, poli ha scritto:

Scusate va bene tutto però :

- che difendendo a zona un piccolo si ritrovi contro un lungo a rimbalzo è assolutamente normale

- grazie anche a Ciani sulle rimesse da fondo e laterali per molto tempo abbiamo fatto spesso 1 se non 2 canestri puliti a partita, ossia tantissimo 

- fino alla partita con Milano e poi almeno contro Reggio in attacco c’è stato tutto tranne che improvvisazione 

Qui c’è un drammatico calo negli ultimi 2 mesi/ mese e mezzo non buttiamo il bambino con l’acqua sporca please.

Evidente che sia così,ma il calo è dovuto a cosa? Che una squadra giochi meglio senza i 2playmaker in campo è assurdo,(-12 di val per loro),che cavaliero giochi 0 e la partita dopo 24min è assurdo uguale. A cosa sia dovuto, veramente non riesco a capire,dopo l'inizio allucinante hanno anche lottato, l'atteggiamento degli Usa è lo stesso di sempre in realtà,che sia un problema prettamente fisico? Delia sembra il fratello scarso,non so quanto sia vero questo o quello visto all'inizio. Gli unici sul pezzo sono da Ros e alviti. Su Daniele il discorso è diverso lo sappiamo già tutti,lui morirebbe per questa maglia e lo dimostra ogni giorno,non ogni partita, lui è TRIESTE,fine.

Link to post
Share on other sites

Ciò che IMHO stona di più è la volontà a parole di tornare a essere uniti, a fare squadra, a tirare fuori il meglio di ognuno... e poi vedere sul campo un atteggiamento completamente opposto. Siamo gli stessi di quella striscia positiva di risultati che ci aveva portati a vincere anche a Milano, non si può certamente parlare di mancanza di obiettivi ancora da perseguire in stagione, credo anche che il team stesso non faccia nulla per mascherare gli ormai evidenti problemi a livello individuale/di gruppo che ci stiamo portando avanti da settimane (quei dieci minuti iniziali di ieri è qualcosa che secondo me va oltre il fatto di un semplice approccio sbagliato alla partita).

In tutto questo trasuda pochissimo orgoglio: iniziare in maniera così deprimente come accaduto ieri è il segnale che, in fondo, più di qualcuno in questa squadra abbia poco in mente il valore di indossare una maglia come quella di Trieste. Al netto di difficoltà trite e ritrite, che solo a nominarle diventano un disco ritto, che non devono però diventare l'unica causa dei nostri mali.

 

Link to post
Share on other sites
42 minuti fa, SandroWeb ha scritto:

Ciò che IMHO stona di più è la volontà a parole di tornare a essere uniti, a fare squadra, a tirare fuori il meglio di ognuno... e poi vedere sul campo un atteggiamento completamente opposto. Siamo gli stessi di quella striscia positiva di risultati che ci aveva portati a vincere anche a Milano, non si può certamente parlare di mancanza di obiettivi ancora da perseguire in stagione, credo anche che il team stesso non faccia nulla per mascherare gli ormai evidenti problemi a livello individuale/di gruppo che ci stiamo portando avanti da settimane (quei dieci minuti iniziali di ieri è qualcosa che secondo me va oltre il fatto di un semplice approccio sbagliato alla partita).

In tutto questo trasuda pochissimo orgoglio: iniziare in maniera così deprimente come accaduto ieri è il segnale che, in fondo, più di qualcuno in questa squadra abbia poco in mente il valore di indossare una maglia come quella di Trieste. Al netto di difficoltà trite e ritrite, che solo a nominarle diventano un disco ritto, che non devono però diventare l'unica causa dei nostri mali.

 

Ma infatti questi due mesi raccontano tante cose sugli uomini prima ancora degli atleti. L’ho già detto? 😆

È come se la miccia emotiva fosse terminata. E qui arriva il mio personalissimo rammarico: questo squadra in un contesto “normale” sarebbe esplosa, il talento c’è secondo me è venuta meno spinta agonistica e gambe allo stesso momento

Link to post
Share on other sites

3 sono gli elementi che secondo me al momento stanno causando maggiori problemi:

1- il roster "corto" in termini di prestanza fisica sotto canestro che vede(va) il solo Grazulis poter contrastare efficacemente giocatori forti fisicamente in avvicinamento a canestro.  Inoltre ne' Delia ne' Upson sono in grado di fermare dei centri di peso avendo caratteristiche fisiche di snellezza simili (in tal senso il cambio Udanoh - Delia sarebbe stato perfetto se al posto di Upson avessimo avuto già un buon difensore atletico - vedi un Mosley - in grado di far sentire la propria presenza sotto canestro).

Questo problema, fino a quando la squadra era fisicamente a posto e riusciva a lavorare bene sui cambi e raddoppi difensivi, lo si notava poco. Ora che le gambe e la concentrazione non ci sono più è esploso in tutta la sua gravità.

2 - la flessione atletica importante dell'ultimo periodo, sicuramente figlia dei postumi Covid e dell'obbligo di modificare la preparazione atletica, ha comportato che tutto il gioco corale andasse in crisi, essendo la nostra una squadra "di sistema" che non si affida al classico go to guy.

3 - il sistematico approccio rilassato alle partite, privo di quella convinzione e cattiveria agonistica, che comporta un primo quarto disastroso e l'inevitabile rincorrere gli avversari nel punteggio, con uno spreco di energie che porta alla fine della partite all'inevitabile sconfitta. E in questo solco si inseriscono le sottoperformance di giocatori come Laquintana, Henry e Doyle che, oltre ad un evidente calo fisico, non riescono più a trovare un equilibrio mentale quando scendono in campo, commettendo errori di superficialità e pressapochismo che si vedono solo nel minibasket.

Uniche soluzioni, il recupero atletico anche parziale di alcuni giocatori fondamentali - e in quest'ottica un maggior utilizzo di Cavaliero potrebbe aiutare a distribuire meglio gli sforzi fisici di Fernandez e Doyle - e un reset mentale che faccia cambiare l'approccio nelle ultime gare in programma.

Nulla è ancora perso, ma tutti devono dare qualcosa in più.

Edited by Orgoglio Triestino
Link to post
Share on other sites
28 minuti fa, Orgoglio Triestino ha scritto:

3 sono gli elementi che secondo me al momento stanno causando maggiori problemi:

1- il roster "corto" in termini di prestanza fisica sotto canestro che vede(va) il solo Grazulis poter contrastare efficacemente giocatori forti fisicamente in avvicinamento a canestro.  Inoltre ne' Delia ne' Upson sono in grado di fermare dei centri di peso avendo caratteristiche fisiche di snellezza simili (in tal senso il cambio Udanoh - Delia sarebbe stato perfetto se al posto di Upson avessimo avuto già un buon difensore atletico - vedi un Mosley - in grado di far sentire la propria presenza sotto canestro).

Questo problema, fino a quando la squadra era fisicamente a posto e riusciva a lavorare bene sui cambi e raddoppi difensivi, lo si notava poco. Ora che le gambe e la concentrazione non ci sono più è esploso in tutta la sua gravità.

2 - la flessione atletica importante dell'ultimo periodo, sicuramente figlia dei postumi Covid e dell'obbligo di modificare la preparazione atletica, ha comportato che tutto il gioco corale andasse in crisi, essendo la nostra una squadra "di sistema" che non si affida al classico go to guy.

3 - il sistematico approccio rilassato alle partite, privo di quella convinzione e cattiveria agonistica, che comporta un primo quarto disastroso e l'inevitabile rincorrere gli avversari nel punteggio, con uno spreco di energie che porta alla fine della partite all'inevitabile sconfitta. E in questo solco si inseriscono le sottoperformance di giocatori come Laquintana, Henry e Doyle che, oltre ad un evidente calo fisico, non riescono più a trovare un equilibrio mentale quando scendono in campo, commettendo errori di superficialità e pressapochismo che si vedono solo nel minibasket.

Uniche soluzioni, il recupero atletico anche parziale di alcuni giocatori fondamentali - e in quest'ottica un maggior utilizzo di Cavaliero potrebbe aiutare a distribuire meglio gli sforzi fisici di Fernandez e Doyle - e un reset mentale che faccia cambiare l'approccio nelle ultime gare in programma.

Nulla è ancora perso, ma tutti devono dare qualcosa in più.

Il punto 1 che sottolinei giustamente, è davvero allucinante, se scegliamo giocatori "soft"/tecnici , e poi inutile ad ogni partita rivendicare la mancanza di fisicità. I prox anni spero di vedere 6 Javonte Green/Mosley, che non sappiano giocare a basket,ma che almeno quando entrano in campo gli altri si caghino addosso. L'esempio è Williams di Trento,non mi direte che è un fenomeno,non è grande,non è grosso,non è tecnico,non tira se non è in area. Sa fare 3robe(raccogliere i piedi velocemente,saltare,e tirare in controtempo in traffico),ma è messo nella situazione di poterle fare al meglio.è atletico,reattivo e in Italia domina. Lo scorso anno ha giocato in korea e 4 partite in Grecia,uno sconosciuto.possiamo trovarlo uno così,che non ci faccia soffrire fisicamente ad ogni partita? Speremo.

Link to post
Share on other sites

Ritorniamo al fatto che sbagliamo spesso stranieri.

Ah comunque, visto che ero stato cazziato per questo, rivendico la mia opinione sul fatto che Henry e Doyle sono giocatorini, niente da spartire con quelli che ho nominato spesso in passato e che sono stati azzeccati da altre squadre.

Io l'unico che confermerei è Grazulis (sperando che i problemi fisici siano stati un'eccezione e non la regola, altrimenti pure lui è da valutare).

Ho dei grossi dubbi anche su Delia, specie col 5+5.

Gli altri, tanti saluti. Che continuino le loro mediocri carriere da altre parti.

 

Link to post
Share on other sites

In ogni caso, nonostante la brutta sconfitta di ieri sera, e nonostante la squadra sia "inchiodata" da 4 partite (dopo l'ultima vittoria fuori casa a RE), ribadisco che siamo ancora agganciati al treno playoff che sarebbero praticamente matematici battendo Pesaro domenica prossima.

Certo che andare ai PO così servirebbe solo a rimediare altre figuracce, considerando che ci toccherà 1 tra BR, MI o BOV.. (forse sarebbe meglio MI visto che l'abbiamo già battuta a casa sua 😅 .. scherzi a parte, sono tutte e tre oltre le ns. possibilità attuali)..

Link to post
Share on other sites

Faccio fatica a commentare 

L'anno scorso siamo stati a lungo impotenti perché scarsi. Però la voglia la si vedeva...

Quest'anno livello senz'altro superiore, campionato ottimo fino s qualche giornata fa , poi tutti in vacanza. Dispiace perché stiamo rovinando quanto di buono avevamo fatto. 

Io confesso che faccio fatica a guardarli... 

  • Mi piace 1
Link to post
Share on other sites

Il commento del coach sul piccolo, se possibile, mi fa girare ancora di più... si, è vero abbiamo reagito dopo il primo quarto, ma lo schifo visto in precedenza oscura quanto di "buono" fatto dopo, ed il discorso sulla superiore fisicità avversaria veramente non si può più sentire. Il Poz quando perde si assume tutte le responsabilità... ED no, ne prendiamo atto.

Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

  • Mi piace 2
Link to post
Share on other sites

sono passate 24 ore ed a mente fredda ho cercato di razionalizzare quanto più possibile la mia delusione.

Il vergognosi rimane, come giocatori e come uomini, salverei davvero poche persone di questa stagione, perchè se (sulla carta) la squadra potesse valere, in fin dei conti ho visto diverse volte giocare da "scazzati" (perdonatemi il termine). Tolti i vecchi Fernandez, Cavaliero, Da Ros gli unici che farei rimanere, oltre loro 3, sono Delia o Grazulis ed Alviti. Tutti gli altri sono sincero, non voglio più vederli con la nostra casacca. Sono belle figurine ma 0 personalità.

E sono rimasto molto deluso, sono sincero, anche dall'intervista di Dalmasson, c'è stata una buona reazione ed ho visto la squadra ricompattarsi, prendiamo quello che di buono abbiamo creato nel saper stare insieme. Ma che partita hai visto mi chiedo? Era la nuova puntata di scherzi a parte?

  • Mi piace 2
Link to post
Share on other sites
2 ore fa, sir_john ha scritto:

Il commento del coach sul piccolo, se possibile, mi fa girare ancora di più... si, è vero abbiamo reagito dopo il primo quarto, ma lo schifo visto in precedenza oscura quanto di "buono" fatto dopo, ed il discorso sulla superiore fisicità avversaria veramente non si può più sentire. Il Poz quando perde si assume tutte le responsabilità... ED no, ne prendiamo atto.

Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk
 

Non una novità,lo scorso anno fece lo stesso,assumersi le responsabilità nelle sconfitte non lo fa mai. Le dichiarazioni di repesa dopo l'ultima sconfitta sono di altra pasta (ho nominato repesa solo perché le ho lette su Sportando,non per paragonare i 2 nello specifico).

Link to post
Share on other sites

Comunque nel gruppo di quelli che sino sempre sbattuti io Upson ce lo metterei. Potremo discutere (forse c"è poco da discutere) su fisico e tecnica. Ma è molto migliorato, l'ho sempre visto concentrato ed impegnato da quando ha un ruolo preciso nel dopo-Udanoh. Il suo ruolo è tra i più dipendenti dagli altri: se i piccoli non passano sotto, se non aprono sotto tirando da tre, se non chiudono i P&R. Ma lui non ha mai smesso di fase i blocchi, di concentrarsi in difesa, spesso anche nei missmatch quando si è trovato sui piccoli. A me è piaciuto sempre come detto da quando non è stato più in discussione. Per un 5+5 vedo ovviamente difficile la sua conferma, ma per me come uomo massima stima.

  • Grazie 1
Link to post
Share on other sites

fra le scorie della partitaccia di Trento c'è anche l'infortunio muscolare di Fernandez che probabilmente non tornerà in campo in questa stagione

oggi viene valutato da Rocchi ma dall'articolo del Piccolo traspare estremo pessimismo

Link to post
Share on other sites
33 minuti fa, pinot ha scritto:

fra le scorie della partitaccia di Trento c'è anche l'infortunio muscolare di Fernandez che probabilmente non tornerà in campo in questa stagione

oggi viene valutato da Rocchi ma dall'articolo del Piccolo traspare estremo pessimismo

ottima notizia, così almeno (forse) si fa qualche minuto in più Laquintana e qualche minutino lo strappa anche Arnaldo, tutto ciò a beneficio del premio di 89.500 Euro, perchè, ai fini del risultato, pare sia di poco conto.

1024 TS
978 TV
867 BOF
336 VA
Edited by a vanvera
Link to post
Share on other sites

a me pare che ognuno abbia una sua teoria per giustificare questo crollo nelle prestazioni della squadra, al momento sicuramente la più mal messa in A

ma solo chi sta nel gruppo sa esattamente cosa sta avvenendo

da fuori l'impressione è che ci sia un insieme di fattori alla base di questa defaillance, peraltro comune ad altre squadre in questo stranissimo campionato

Brescia ha perso le ultime 6 partite, Pesaro finalista di CI ha perso 7 volte nelle ultime 9 partite

un insieme di fattori, dunque, che vanno da una condizione scadente generale e di alcuni giocatori in particolare, ad una sorta di demotivazione sopraggiunta dopo il raggiungimento della salvezza che forse non era così scontata a dicembre

per passare ad uno scollamento fra giocatori americani e staff tecnico, divenuto sempre più marcato con il passare del tempo, dubito che Doyle e Henry possano anche solo prendere in considerazione un altro anno alle dipendenze di Dalmasson ergo la loro esperienza triestina può dirsi chiusa

per giungere infine allo strano mood del coach, così diverso da quello di un anno fa

anche allora aveva perso il controllo del gruppo e perdeva quasi sempre ma reagiva in modo brusco, rispondeva con stizza alle domande nelle interviste postpartita o non si presentava proprio, insomma dimostrava energia emotiva nelle difficoltà

ora appare tranquillo anche a fronte di batoste in serie, fa dichiarazioni tutto sommato sorprendenti nella loro serenità, appare vuoto, anergico

l'impressione da fuori è quella di un gruppo arrivato al capolinea, pochi uomini legati alla società e all'ambiente che non riescono a scuotere gli altri totalmente indifferenti a quanto sta succedendo e desiderosi solo di andarsene quanto prima

ovviamente per noi tifosi che abbiamo conosciuto ben altre situazioni questa non è Trieste, la nostra Trieste che malgrado poco talento sul parquet gettava sempre il 101%

il più grande rischio in questo momento non è perdere altre partite ma la stima dei tifosi, unico vero patrimonio su cui la società può sempre e comunque contare

Link to post
Share on other sites

In quintetto partirà Laquintana anche per andare in marcatura sul folletto Robinson, con Cavaliero come cambio.

Secondo me potrebbe essere l'occasione per capire se c'è effettiva volontà di partecipare ai playoff. Vedremo infatti se verrà dato spazio ad Arnaldo oppure se Dalmasson inserirà Coronica per far rifiatare Doyle/Cavaliero .

Link to post
Share on other sites
59 minuti fa, pinot ha scritto:

l'impressione da fuori è quella di un gruppo arrivato al capolinea

L'impressione mia (e la speranza a questo punto) è quella che stiamo assistendo alla fine di un ciclo.

Edited by sir_john
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Orgoglio Triestino ha scritto:

In quintetto partirà Laquintana anche per andare in marcatura sul folletto Robinson, con Cavaliero come cambio.

Secondo me potrebbe essere l'occasione per capire se c'è effettiva volontà di partecipare ai playoff. Vedremo infatti se verrà dato spazio ad Arnaldo oppure se Dalmasson inserirà Coronica per far rifiatare Doyle/Cavaliero .

Forse ciolemo qlcuno a gettone. 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


  • advertisement_alt
  • advertisement_alt
  • advertisement_alt


×
×
  • Create New...