Jump to content

Stagione Triestina 2022/23


Recommended Posts

10 minuti fa, forest ha scritto:

Sì, il nome è quello.

Anzi, sono due ma insomma di quello parliamo....

Vedo che l'accoglienza preventiva è ottima: se vengono per progetti che non siano una C ambiziosa meglio che restino là.

Forse questi li dissuadiamo prima ancora che arrivino, chissà....

A parte questo, la domanda che chiunque si pone è perché un venditore di ceramiche interessato al calcio ma dalle possibilità economiche ottime per noi persone comuni, ma certo non tali da spendere cifre iperboliche, dovrebbe buttarsi in una avventura in una società a settecento chilometri da casa con una tifoseria delusa e convinta, almeno in parte, di avere il diritto acquisito di un campionato di vertice.

Può essere legittimo pensare che questi abbiano qualcuno dietro, anche se a dire il vero un ds come Lamazza (il classico profilo che cerca più giovani di prospettiva da far crescere e valorizzare che big da convincere in aste milionarie) mi pare faccia pensare ad obiettivi di un certo tipo.

Boh, questi dovrebbero arrivare fra un paio di giorni e giovedì, nella conferenza stampa, ne sapremo realisticamente di più.

Se a te va bene vivacchiare tra serie D e serie C per il resto dei tuoi giorni va benissimo.

Se permetti a me no e prima di morire mi piacerebbe vedere la Triestina almeno in serie B.

Penso sia un mio diritto poter sperare.

Link to comment
Share on other sites

In tutto questo qualcuno ha capito quale  era la loro idea quando solo 2 mesi fa hanno liquidato pure le quote rimanenti alla famiglia Biasin, cioè il 20% facendo fuori Milanese diventando proprietari al 100%?

Almeno con quel 20% io mi sentivo un minimo al sicuro prima... invece ora😭

Quale era la strategia di questi fenomeni che ora stanno vendendo il prima possibile, ripeto quasi al primo che capita?

Perchè io non ci arrivo magari qualcuno lo potrebbe spiegare...

Grazie

Edited by Manuel90
Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, Manuel90 ha scritto:

In tutto questo qualcuno ha capito quale  era la loro idea quando solo 2 mesi fa hanno liquidato pure le quote rimanenti alla famiglia Biasin, cioè il 20% facendo fuori Milanese diventando proprietari al 100%?

Almeno con quel 20% io mi sentivo un minimo al sicuro prima... invece ora😭

Quale era la strategia di questi fenomeni che ora stanno vendendo il prima possibile, ripeto quasi al primo che capita?

Perchè io non ci arrivo magari qualcuno lo potrebbe spiegare...

Grazie

L'idea iniziale era di mettere su una squadra competitiva che stazionasse fra i primi posti.

Avere in aggiunta agli abbonati almeno altrettanti paganti grazie ai risultati, e guadagnarsi la fiducia dell'ambiente.

Poi, l'anno prossimo, integrare nuovi soci (conoscenze di Giacomini a Dubai avevano mostrato interesse, ma saresti stupito dal giro di conoscenze danarose di Parpiglia) e metter su una squadra da promozione senza se e senza ma, rinforzando lquella attuale che a loro parere sarebbe dovuta essere già competitiva.

Il business?

Ovviamente la visibilità, fondamentale nel loro campo, e più materialmente i concerti.

Tre fra fine giugno e metà luglio, dai un'occhiata a chi è in tour negli stadi italiani in quel periodo e ci arrivi abbastanza facilmente.

Diciamo tre eventi da trentacinquemila paganti a botta, ottanta euro di biglietto medio, i conti falli te.

Poteva funzionare?

Sì.

Hanno completamente cannato?

Altro sì.

Sarei stato più contento se ci avessero riprovato loro invece di metterci in mano ai prossimi con tutte le incognite?

Tutto sommato, per me terzo sì.

Ma visto che così non è andata, incrocio le dita....

Link to comment
Share on other sites

Ognuno la pensi come vuole.

Per me Trieste non è paragonabile a una cittadina di provincia o a un paesotto di campagna.

Trieste ha una storia,anche calcistica e se qui' dovesse arrivare qualcuno per vivacchiare come fosse a Dolo o a Malo per me se ne può stare a casa sua.

Questo è quello che penso io.

Link to comment
Share on other sites

32 minuti fa, Cica ha scritto:

Se a te va bene vivacchiare tra serie D e serie C per il resto dei tuoi giorni va benissimo.

Se permetti a me no e prima di morire mi piacerebbe vedere la Triestina almeno in serie B.

Penso sia un mio diritto poter sperare.

Sperare è un diritto di tutti, ma fra le mie speranze c'è quella di vivere sufficientemente da vedere ancora qualche proprietà, e non solo la prossima.

La B l'ho vista in abbondanza: di solito, grande entusiasmo all'inizio e poi assuefazione e via via disaffezione col passare degli anni, eccezion fatta per l'era Berti.

Se la rivedrò bene, altrimenti andrò allo stadio uguale.

Come ho sempre fatto. 

Link to comment
Share on other sites

31 minuti fa, forest ha scritto:

L'idea iniziale era di mettere su una squadra competitiva che stazionasse fra i primi posti.

Avere in aggiunta agli abbonati almeno altrettanti paganti grazie ai risultati, e guadagnarsi la fiducia dell'ambiente.

Poi, l'anno prossimo, integrare nuovi soci (conoscenze di Giacomini a Dubai avevano mostrato interesse, ma saresti stupito dal giro di conoscenze danarose di Parpiglia) e metter su una squadra da promozione senza se e senza ma, rinforzando lquella attuale che a loro parere sarebbe dovuta essere già competitiva.

Il business?

Ovviamente la visibilità, fondamentale nel loro campo, e più materialmente i concerti.

Tre fra fine giugno e metà luglio, dai un'occhiata a chi è in tour negli stadi italiani in quel periodo e ci arrivi abbastanza facilmente.

Diciamo tre eventi da trentacinquemila paganti a botta, ottanta euro di biglietto medio, i conti falli te.

Poteva funzionare?

Sì.

Hanno completamente cannato?

Altro sì.

Sarei stato più contento se ci avessero riprovato loro invece di metterci in mano ai prossimi con tutte le incognite?

Tutto sommato, per me terzo sì.

Ma visto che così non è andata, incrocio le dita....

Se questi se ne vanno è perché il lato sportivo che doveva fare da traino per il resto è andato a puttane,  per colpa di Romairone, a cui loro hanno dato carta bianca e in mano tutta la parte sportiva.

I soci erano per più della metà amici di Parpiglia,personaggi dello spettacolo danarosi e interessati solo al profitto.

Hanno chiuso i rubinetti perché ovviamente, tutto il progetto è ormai andato a remengo.

In ogni caso non avrebbero continuato, anche se ci salveremo perché  hanno capito che qui' a Trieste chi c'e si è fatto terra bruciata intorno e di conseguenza anche il loro show business ormai sarebbe impossibile da realizzare.

 

Link to comment
Share on other sites

Ma scusate un attimo, uno deve essere proprietario di una squadra di calcio di livello infimo e spendere milioni e milioni di euro per tentare di organizzare dei concerti in uno stadio che non sarebbe stato nemmeno di proprietà?

Il sospetto verso i personaggi che acquistano la Triestina deriva dal fatto che l investimento é SEMPRE in perdita. Non capisco perché uno del lazio con la sua attività da 200 dipendenti debba venire a Trieste... É una cosa che mi chiedo da sempre: perché uno dovrebbe buttare nel cesso i suoi soldi invece di investirli, che ne so, nel potenziare la sua azienda, in azioni... 

Il sistema offre evidentemente delle possibilità poco limpide

Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, forest ha scritto:

L'idea iniziale era di mettere su una squadra competitiva che stazionasse fra i primi posti.

Avere in aggiunta agli abbonati almeno altrettanti paganti grazie ai risultati, e guadagnarsi la fiducia dell'ambiente.

Poi, l'anno prossimo, integrare nuovi soci (conoscenze di Giacomini a Dubai avevano mostrato interesse, ma saresti stupito dal giro di conoscenze danarose di Parpiglia) e metter su una squadra da promozione senza se e senza ma, rinforzando lquella attuale che a loro parere sarebbe dovuta essere già competitiva.

Il business?

Ovviamente la visibilità, fondamentale nel loro campo, e più materialmente i concerti.

Tre fra fine giugno e metà luglio, dai un'occhiata a chi è in tour negli stadi italiani in quel periodo e ci arrivi abbastanza facilmente.

Diciamo tre eventi da trentacinquemila paganti a botta, ottanta euro di biglietto medio, i conti falli te.

Poteva funzionare?

Sì.

Hanno completamente cannato?

Altro sì.

Sarei stato più contento se ci avessero riprovato loro invece di metterci in mano ai prossimi con tutte le incognite?

Tutto sommato, per me terzo sì.

Ma visto che così non è andata, incrocio le dita....

Tra le varie chiacchiere fatte assieme ieri una cosa non l' ho capita e non te l'ho chiesta: cosa impedirebbe comunque, retrocessi o meno, 100 tifosi allo stadio nelle prossime partite o meno, polemiche sui social o meno, a Giacomini & C di organizzare i suddetti concerti questa estate al Rocco con rientro di buona parte dei soldi spesi fino ad ora. E di conservare questo business in futuro e quindi di conseguenza, almeno per l' immediato, non disfarsi della proprietà della Triestina ? Dando risultati tangibili economicamente agli "investitori". Quindi proseguire nei programmi sulla parte prettamente sportiva il prossimo anno, sempre nell' ottica "concerti" ? Il nodo Ferrini ? Non penso. Il Comune non si potrebbe permettere la figuraccia di impedire l' uso (a pagamento) dello stadio a fronte di avere in città tre eventi di calibro. Che porterebbero pure visibilità cittadina ed indotto (ristoranti, hotel ecc) dopo che strombazza inoltre la visione di Trieste città turistica.

Link to comment
Share on other sites

6 hours ago, Cica said:

Se questi se ne vanno è perché il lato sportivo che doveva fare da traino per il resto è andato a puttane,  per colpa di Romairone, a cui loro hanno dato carta bianca e in mano tutta la parte sportiva.

I soci erano per più della metà amici di Parpiglia,personaggi dello spettacolo danarosi e interessati solo al profitto.

Hanno chiuso i rubinetti perché ovviamente, tutto il progetto è ormai andato a remengo.

In ogni caso non avrebbero continuato, anche se ci salveremo perché  hanno capito che qui' a Trieste chi c'e si è fatto terra bruciata intorno e di conseguenza anche il loro show business ormai sarebbe impossibile da realizzare.

 

Qualche nome di questi amici si può fare? Credo che siano dati pubblici se sono soci di una srl. Per curiosità.

Link to comment
Share on other sites

La situazione è molto ingarbugliata in quanto bisogna capire che tipo di vendita sia. Della serie abbiamo sbagliato l'investimento e ci tiriamo fuori non mettiamo più nessun denaro e chi entra praticamente garantisca la gestione e arrivederci a tutti, tra l'altro nella situazione di classifica attuale chi compra una società con un piede e mezzo in serie D dilettanti magari forse proprio per questo conscia che una retrocessione pulisca tutti i contratti e magari va a sapere che poi a luglio inoltrato arrivi il ripescaggio cosa piuttosto frequente nella serie C, insomma di cose chiare qua dentro non ne esiste una, l'unica realtà e che se giochiamo come ieri andiamo giù diretti se giochiamo come contro Feralpi e Renate nonostante due pareggi le sperenze dei play out magari resistono ancora

Link to comment
Share on other sites

53 minuti fa, stets ha scritto:

Da notare che alla conferenza stampa di Pavanel ieri non c'era Parpiglia a fianco del mister ma un'altra persona. Penso, forse sbaglio, sia la prima volta quest'anno che non appare. 

Non c'è piu da un mesetto circa, cioè da quando sono iniziati i primi malumori. Quello presente è l'assistente 

Edited by Sepolfar
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, stets ha scritto:

Da notare che alla conferenza stampa di Pavanel ieri non c'era Parpiglia a fianco del mister ma un'altra persona. Penso, forse sbaglio, sia la prima volta quest'anno che non appare. 

Quello di ieri è il suo tirapiedi,un ragazzo,uno stagista fino a poco tempo fa ed è colui che scrive i comunicati.

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, forest ha scritto:

L'idea iniziale era di mettere su una squadra competitiva che stazionasse fra i primi posti.

Avere in aggiunta agli abbonati almeno altrettanti paganti grazie ai risultati, e guadagnarsi la fiducia dell'ambiente.

Poi, l'anno prossimo, integrare nuovi soci (conoscenze di Giacomini a Dubai avevano mostrato interesse, ma saresti stupito dal giro di conoscenze danarose di Parpiglia) e metter su una squadra da promozione senza se e senza ma, rinforzando lquella attuale che a loro parere sarebbe dovuta essere già competitiva.

Il business?

Ovviamente la visibilità, fondamentale nel loro campo, e più materialmente i concerti.

Tre fra fine giugno e metà luglio, dai un'occhiata a chi è in tour negli stadi italiani in quel periodo e ci arrivi abbastanza facilmente.

Diciamo tre eventi da trentacinquemila paganti a botta, ottanta euro di biglietto medio, i conti falli te.

Poteva funzionare?

Sì.

Hanno completamente cannato?

Altro sì.

Sarei stato più contento se ci avessero riprovato loro invece di metterci in mano ai prossimi con tutte le incognite?

Tutto sommato, per me terzo sì.

Ma visto che così non è andata, incrocio le dita....

Si potevano riprovarci concordo, perchè arrendersi alle difficoltà dopo solo 6 mesi mi pare assurdo e senza senso, ma questi stanno letteralmente scappando o sbaglio?

Non scapperanno in auto economica stile Aletti, magari con dei Mercedes ma la sensazione pare questa, ripeto disfarsene il prima possibile quasi ai primi che capita.

E' un errore se sono erano convinti del progetto perchè acquistare interamente il 100% delle quote non ha altro senso altrimenti, non è che 2 mesi fa la squadra andasse meglio o sbaglio? eppure anche li hanno sborsato altri soldi per il restante in mano a Biasin-Milanese...

L'idea del loro business di per sè non era manco male concordo con te, l'errore è stato affidare interamente la parte sportiva a quello scemo di Romairone!!! ... e a questo punto @forest ti chiedo, ma non era più semplice tagliare fuori lui, mettere uno serio e bravo per raddrizzare la baracca, salvare la stagione e rifare bene la squadra in vista del prossimo anno?

Perchè tenerlo, dargli le chiavi per fare la squadra, buttare milioni su milioni a un incompetente? 

Il colpevole per me è lui e meno loro, perchè gli hanno affidato soldoni, non spiccioli per il progetto e li ha bruciati totalmente per manifesta incapacità, un fenomeno che l'altro giorno rideva come un ebete mentre faceva una riunione di mercato con Pavanel e company.

Era obbligatorio da contratto prendere i suoi pipponi fedelissimi avuti già in precedenza come Sabbione e Sarzi?? Era obbligatorio cambiare 24 giocatori su 25 totali(ma dove si è mai visto in una sola sessione di calciomercato???) 

Era obbligatorio cacciare un Gomez ad esempio per poi cercare di prendere 6 mesi dopo la sua riserva? Perchè Berardotto questo è... 

Eppure lui sta li che gli frega, tanto un contratto pesante garantito ce l'ha!

Pure Parpiglia, perchè da un mese a questa parte si è letteralmente volatilizzato? Gli danno fastidio le critiche ma penso siano normali visti i risultati... se era intelligente poteva cercare di cambiare la situazione, cacciando sto fenomeno e migliorando la situazione sportiva, che comunque con ancora 5 mesi di campionato e metà torneo da giocare è ancora salvabile alla fine, o no?

Dispiace se dovesse finire così, ma valle a capire certe dinamiche... per me scappare via in sto modo non è normale.

Perchè questo penso dirà Giacomini(che anche lui è praticamente sparito) giovedì in conferenza stampa, oppure potrebbe sorprendere e rilanciare?

In ogni caso chissà il pensiero di Milanese che comunque ritengo anche lui responsabile perchè chi è proprietario prima per me ha comunque responsabilità su chi acquista.

Situazione che definire particolare è poco...

Edited by Manuel90
Link to comment
Share on other sites

4 hours ago, stets said:

Tra le varie chiacchiere fatte assieme ieri una cosa non l' ho capita e non te l'ho chiesta: cosa impedirebbe comunque, retrocessi o meno, 100 tifosi allo stadio nelle prossime partite o meno, polemiche sui social o meno, a Giacomini & C di organizzare i suddetti concerti questa estate al Rocco con rientro di buona parte dei soldi spesi fino ad ora. E di conservare questo business in futuro e quindi di conseguenza, almeno per l' immediato, non disfarsi della proprietà della Triestina ? Dando risultati tangibili economicamente agli "investitori". Quindi proseguire nei programmi sulla parte prettamente sportiva il prossimo anno, sempre nell' ottica "concerti" ? Il nodo Ferrini ? Non penso. Il Comune non si potrebbe permettere la figuraccia di impedire l' uso (a pagamento) dello stadio a fronte di avere in città tre eventi di calibro. Che porterebbero pure visibilità cittadina ed indotto (ristoranti, hotel ecc) dopo che strombazza inoltre la visione di Trieste città turistica.

Ma infatti non capisco, c'è gente che organizza eventi e concerti senza essere proprietaria di squadre di calcio. Immagino che basti discuterne con il comune, pagare l'affitto dello stadio che sicuramente sarà inferiore agli 8 milioni di euro spesi fin qua e organizzare l'evento a cui parteciperà gente che del calcio npn può fregarne di meno.

Io sono andato a vedere al Rocco, Vasco, Springsteen e Peal Jam e lo stadio era pieno senza bisogno che gli organizzatori comprassero la Triestina.

Link to comment
Share on other sites

9 minuti fa, Genzo ha scritto:

Ma infatti non capisco, c'è gente che organizza eventi e concerti senza essere proprietaria di squadre di calcio. Immagino che basti discuterne con il comune, pagare l'affitto dello stadio che sicuramente sarà inferiore agli 8 milioni di euro spesi fin qua e organizzare l'evento a cui parteciperà gente che del calcio npn può fregarne di meno.

Io sono andato a vedere al Rocco, Vasco, Springsteen e Peal Jam e lo stadio era pieno senza bisogno che gli organizzatori comprassero la Triestina.

che poi i Pearl Jam xe de Live Nation, e Bruce de Barley Arts

e de solito i se appoggia a Tramontin per gli eventi regionali

Link to comment
Share on other sites

11 ore fa, Manuel90 ha scritto:

In  

 

4 ore fa, stets ha scritto:

Tra le varie chiacchiere fatte assieme ieri una cosa non l' ho capita e non te l'ho chiesta: cosa impedirebbe comunque, retrocessi o meno, 100 tifosi allo stadio nelle prossime partite o meno, polemiche sui social o meno, a Giacomini & C di organizzare i suddetti concerti questa estate al Rocco con rientro di buona parte dei soldi spesi fino ad ora. E di conservare questo business in futuro e quindi di conseguenza, almeno per l' immediato, non disfarsi della proprietà della Triestina ? Dando risultati tangibili economicamente agli "investitori". Quindi proseguire nei programmi sulla parte prettamente sportiva il prossimo anno, sempre nell' ottica "concerti" ? Il nodo Ferrini ? Non penso. Il Comune non si potrebbe permettere la figuraccia di impedire l' uso (a pagamento) dello stadio a fronte di avere in città tre eventi di calibro. Che porterebbero pure visibilità cittadina ed indotto (ristoranti, hotel ecc) dopo che strombazza inoltre la visione di Trieste città turistica.

Ti sei risposto da solo ponendo le tre domande. 

Il Comune dà lo stadio a chi vuole. 

E evidentemente per dare lo stadio a Giacomini per i concerti voleva altro in cambio. 

Tipo la sistemazione del Ferrini a spese di Giacomini. 

Cosa che probabilmente avrebbe fatto con i soldi provenienti da Dubai se le cose fossero andate meglio. 

Ma senza finanziatori, con la squadra ultima, un armamentario di errori senza fine, un'opinione pubblica (giustamente) incazzata ed evidentemente rapporti non ottimali con i rappresentanti del comune hanno fatto desistere il nostro. 

Certo che quando metti Giorgi, Rossi, Giacomini e Parpiglia tutti assieme a discutete di qualcosa per il bene della città è altamente probabile che si esca con una soluzione neroniana o con un nulla di fatto. 

Widget blockquote

Edited by ndocojo
  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, ndocojo ha scritto:

 

Ti sei risposto da solo ponendo le tre domande. 

Il Comune dà lo stadio a chi vuole. 

E evidentemente per dare lo stadio a Giacomini per i concerti voleva altro in cambio. 

Tipo la sistemazione del Ferrini a spese di Giacomini. 

Cosa che probabilmente avrebbe fatto con i soldi provenienti da Dubai se le cose fossero andate meglio. 

Ma senza finanziatori, con la squadra ultima, un armamentario di errori senza fine, un'opinione pubblica (giustamente) incazzata ed evidentemente rapporti non ottimali con i rappresentanti del comune hanno fatto desistere il nostro. 

Certo che quando metti Giorgi, Rossi, Giacomini e Parpiglia tutti assieme a discutete di qualcosa per il bene della città è altamente probabile che si esca con una soluzione neroniana o con un nulla di fatto. 

Nulla da aggiungere

Link to comment
Share on other sites

32 minuti fa, Genzo ha scritto:

Ma infatti non capisco, c'è gente che organizza eventi e concerti senza essere proprietaria di squadre di calcio. Immagino che basti discuterne con il comune, pagare l'affitto dello stadio che sicuramente sarà inferiore agli 8 milioni di euro spesi fin qua e organizzare l'evento a cui parteciperà gente che del calcio npn può fregarne di meno.

Io sono andato a vedere al Rocco, Vasco, Springsteen e Peal Jam e lo stadio era pieno senza bisogno che gli organizzatori comprassero la Triestina.

Corsia preferenziale. 

Se la squadra era prima in campionato voglio vedere chi si metteva di traverso. 

Link to comment
Share on other sites

16 minuti fa, Riodario ha scritto:

Bon a quanto pare il signore dei sanitari ha già tirato l'acqua.

Sentite le ultime indiscrezioni, direi che pure il ritorno di @gimmi e della sua contromacumba non ha scaturito nulla di buono.

Prossimo anno le domeniche pomeriggio come le gestimo?

Ritrovo Ikea? Se buttemo sulla Triestina Victory Academy? Qualche altra preferenza?

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Però … vorrei spezzare una lancia a favore di questi imprenditori di cui si fanno i nomi. Ma io mi chiedo, se queste persone sono persone oneste , se provano ad avere più visibilità con i loro brand, se assieme ad un gruppo di soci/amici vogliono provare ad investire nel calcio ma chi cavolo siamo noi per criticare a prescindere??? Abbiamo noi la forza economica per rilevare l Unione ? La competenza ? Non mi pare …

Anche gli Atlas…hanno evidentemente cannato tutto rimettendo o facendo rimettere ai loro investitori vari milioni ma non sono venuti a chiederli a noi sti soldi , non ci hanno portato via nulla dalle tasche mi sembra. Però li trattiamo come i vari Pontrelli , mehmeti ecc…secondo me non è giusto, hanno solo fatto errori …ci può stare .

si fa il nome del sig Flaminia e non va bene perché non ha miliardi anche se è un bravo imprenditore , ma che ne sappiamo noi se magari verrebbe assieme ad altri tre come lui ?? 
 

mi sembra che oltre alla C che stiamo perdendo sul campo noi tifosi stiamo perdendo anche il lume della ragione 

  • Mi piace 4
Link to comment
Share on other sites

30 minutes ago, ndocojo said:

Sentite le ultime indiscrezioni, direi che pure il ritorno di @gimmi e della sua contromacumba non ha scaturito nulla di buono.

Prossimo anno le domeniche pomeriggio come le gestimo?

Ritrovo Ikea? Se buttemo sulla Triestina Victory Academy? Qualche altra preferenza?

Basket e Pallanuoto, altrimenti tornei de PES o FIFA in cui ogniun se crea la propria Triestina, con i zogadori del passato.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×