Jump to content

Situazione manto erboso Stadio Rocco


Recommended Posts

3 ore fa, gimmi ha scritto:

Imsomma, noi in Friul fino a gennaio 2024, e concerti spostadi a Udin? Non ghe credo molto, ma podessi esser el finale

Non ci credo molto neanche io, in fondo.

Ma questo è l'obiettivo che la società cerca di perseguire, mettendo il Comune alle strette.

O, quantomeno, provandoci.

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, GiGi-TO ha scritto:

Maestro di sci d'inverno e green keeper d'estate?

Ripeto, ci sono campi da golf e campi da golf. Finirei l'OT senza parlare di PAN, il "dovere" essere attrattivo del green, controllo infestanti, malattie fungine che non devono diffondersi. Nel mondo ci sono campi da golf molto naturali e sostenibili e discariche di prodotti di sintesi. A Padriciano non so.

Ma dopo la figura che ti sei fatto con il forumista archeologo, non pensi che è possibile che su temi che non conosci, potrebbe esserci chi ne sa abbastanza, o molto, online? O che almeno riporta cose sensate, dette da chi lavora sul campo, come ha fatto @Shatterd Backboard che non devono essere controbattutte d'ufficio  senza saperne in realtà una beneamata?

Sostenere che un campo da golf, con tutti i fitofarmaci che vuoi, è uno tra i posti più inquinati al mondo è semplicemente una sciocchezza, dopodichè a me il golf non piace, ma sono gusti, ci mancherebbe. FINE OT 

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, numanecia ha scritto:

Che noi finiremo a Fontanafredda è pressoché scontato, non credo per le prossime due partita (Coppa e Pro Sesto) e forse nemmeno contro il Padova del 22 dicembre per gli stessi motivi per cui si è giocato qui con il Vicenza. Però che nel frattempo rifacciano il Rocco (3/4 mesi è una cavolata, massimo 2 mesi per fare il tutto) ho dei serissimi dubbi.

Link to comment
Share on other sites

25 minuti fa, Guiz ha scritto:

Che noi finiremo a Fontanafredda è pressoché scontato, non credo per le prossime due partita (Coppa e Pro Sesto) e forse nemmeno contro il Padova del 22 dicembre per gli stessi motivi per cui si è giocato qui con il Vicenza. Però che nel frattempo rifacciano il Rocco (3/4 mesi è una cavolata, massimo 2 mesi per fare il tutto) ho dei serissimi dubbi.

Il piano della Triestina sarebbe questo: restare al Rocco fino alla sosta, finendo in sostanza di disfarlo.

Poi, approfittare almeno in parte della sosta medesima per rifare il campo, tempo previsto fra un mese e mezzo e due mesi.

Dunque alla fine si salterebbero due-tre partite, ma ne varrebbe la pena.

Nel frattempo, alla ripresa del campionato dopo la sosta si andrebbe a Fontanafredda, trasferimento per il quale come si legge nell'articolo c'è già un assenso spostando al Bottecchia la squadra locale.

Indi rientrare al Rocco più o meno a inizio febbraio, e rimanerci per sempre con buona pace dei concerti che la Regione sposterebbe a Udine senza troppi problemi, anzi una volta che ci suona Zucchero tanto vale rientrare dai costi facendo pure gli altri due.

Sulla carta, il progetto ideale.

Nella pratica, ci sono di mezzo le zavorre Dipiazza, Rossi e la Lodi che proveranno a ostacolarlo in ogni modo. 

Link to comment
Share on other sites

In estrema sintesi, a quanto ho capito, le prossime due partite il Fontanafredda gioca in casa, per poi emigrare a Pordenone, il manto del Rocco viene rifatto all'inizio 2024 (non ci credo) e l'Unione se ne va nelle lande friulane fino alla fine dei lavori. Garante di tutto Canciani ( forse un nesso logico coi deliri di Rossi). Dei concerti non se ne parla. Mah...... 

Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, forest ha scritto:

Il piano della Triestina sarebbe questo: restare al Rocco fino alla sosta, finendo in sostanza di disfarlo.

Poi, approfittare almeno in parte della sosta medesima per rifare il campo, tempo previsto fra un mese e mezzo e due mesi.

Dunque alla fine si salterebbero due-tre partite, ma ne varrebbe la pena.

Nel frattempo, alla ripresa del campionato dopo la sosta si andrebbe a Fontanafredda, trasferimento per il quale come si legge nell'articolo c'è già un assenso spostando al Bottecchia la squadra locale.

Indi rientrare al Rocco più o meno a inizio febbraio, e rimanerci per sempre con buona pace dei concerti che la Regione sposterebbe a Udine senza troppi problemi, anzi una volta che ci suona Zucchero tanto vale rientrare dai costi facendo pure gli altri due.

Sulla carta, il progetto ideale.

Nella pratica, ci sono di mezzo le zavorre Dipiazza, Rossi e la Lodi che proveranno a ostacolarlo in ogni modo. 

Più che altro Dipiazza e Rossi, la Lodi è una mera esecutrice maldestra di quello che le viene detto di fare, non ha una mente macchiavellica.

Link to comment
Share on other sites

9 minuti fa, andreis ha scritto:

È più pericoloso lo

scemo o lo scemo che lo

segue?

 

Scemo e inadeguato sono due cose diverse. Io non mi reputo scemo come penso non lo sei anche te, però se andassimo a un convegno di ingegneria quantistica lo sembreremmo. E non sono per nulla scemi neppure gli altri due, anzi, verrebbe da dire purtroppo, perché gli scemi sono più facili da manipolare.

Link to comment
Share on other sites

28 minuti fa, Guiz ha scritto:

Scemo e inadeguato sono due cose diverse. Io non mi reputo scemo come penso non lo sei anche te, però se andassimo a un convegno di ingegneria quantistica lo sembreremmo. E non sono per nulla scemi neppure gli altri due, anzi, verrebbe da dire purtroppo, perché gli scemi sono più facili da manipolare.

Sicuramente hai ragione.

il termine scemo non è corretto, e  credo che ci potrebbero essere altri termini più pertinenti e magari più pericolosi da citare. 
 

dovremmo riflettere sul perché a Trieste c’è il motto del nosepol……cosa blocca una imprenditoria sana che si insedia nella città…..cosa rende i politici così poco lungimiranti se non in apparenza scemi o inadeguati?

 per me dp si fa portavoce di interessi che sfociano in qualcosa d’altro……che nulla ha a che vedere con gli interessi della cittadinanza.

le cose che ho sentito me le tengo per me potrebbero essere solo supposizioni sebbene le abbia colte da qualcuno che conta più del 2  di picche 

la Lodi invece la vedo una mera esecutrice priva di qualsiasi potere decisionale. 
 

su questa storia non sono ottimista questi non molleranno non per i proventi dei concerti ma per altri motivi ….che li porterà a mettere a prescindere il bastone tra le ruote.

potrebbe essere che vedano Ben come un pericolo ……politico …….finanziario …….altrimenti non resta altro che pensare siano proprio scemi o inadeguati 


 

 

 

Edited by andreis
Link to comment
Share on other sites

21 minuti fa, andreis ha scritto:

……

potrebbe essere che vedano Ben come un pericolo ……politico …….finanziario …….altrimenti non resta altro che pensare siano proprio scemi o inadeguati 

 

il pericolo del complotto pippo-pluto-giudaico-massonico !

e’ evidente !

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

OT, almeno in parte, metto le mani avanti

io ho la mia idea su quanto succede qua

il primo punto è che la classe politica di questa città, senza distinzione di schieramento, è di una mediocrità assoluta

culturale ma non solo, la cultura no xe roba che se magna o che se compra al Conad ma se non c’è o è davvero poca governare diventa esercizio svantaggioso per lo sviluppo delle città o delle regioni

se la politica diventa un modo per sistemarsi economicamente, puntando agli stipendi stratosferici di Regione e Parlamento Nazionale, ciò che prevarrà sarà sempre la ricerca del consenso anziche’ l’interesse dei cittadini

il secondo punto è la competenza nell’assegnazione dei ruoli di responsabilità 

laddove prevalgono logiche di appartenenza e fedeltà anziché di competenza la gestione della cosa pubblica diventa precaria e i nodi alla lunga vengono al pettine

se uno che vendeva motociclette è ora assessore all’ambiente c’è qualcosa che non va, per capirsi

per cui quanto sta accadendo al Rocco si inserisce secondo me in un discorso generale più ampio e non può suscitare chissà quale sorpresa

Link to comment
Share on other sites

34 minuti fa, pinot ha scritto:

OT, almeno in parte, metto le mani avanti

io ho la mia idea su quanto succede qua

il primo punto è che la classe politica di questa città, senza distinzione di schieramento, è di una mediocrità assoluta

culturale ma non solo, la cultura no xe roba che se magna o che se compra al Conad ma se non c’è o è davvero poca governare diventa esercizio svantaggioso per lo sviluppo delle città o delle regioni

se la politica diventa un modo per sistemarsi economicamente, puntando agli stipendi stratosferici di Regione e Parlamento Nazionale, ciò che prevarrà sarà sempre la ricerca del consenso anziche’ l’interesse dei cittadini

il secondo punto è la competenza nell’assegnazione dei ruoli di responsabilità 

laddove prevalgono logiche di appartenenza e fedeltà anziché di competenza la gestione della cosa pubblica diventa precaria e i nodi alla lunga vengono al pettine

se uno che vendeva motociclette è ora assessore all’ambiente c’è qualcosa che non va, per capirsi

per cui quanto sta accadendo al Rocco si inserisce secondo me in un discorso generale più ampio e non può suscitare chissà quale sorpresa

Io invece non penso siano mediocri inadeguati  o scemi.

quindi non so cosa sono …..senza essere complottista mi limito a dire: mah ….

Link to comment
Share on other sites

Comunque sia, almeno adesso le carte sono tutte in tavola.

Dopo la partita col Vicenza, e i due infortuni, in società era scattato un istintivo "basta col Rocco", nella convinzione che si potesse andare a Lignano.

Invece non solo a Lignano non si può andare, ma una analisi più attenta della situazione ha fatto capire che mollare il Rocco subito non avrebbe alcun senso.

Perché i lavori comunque non partono domani, perché il campo è brutto e sarà sempre peggio ma non è ancora disastroso, perché andarsene da subito avrebbe voluto dire altre sei-sette trasferte per gli abbonati, perché col Padova giocare al Rocco è obbligatorio, perché la sosta viene incontro e va sfruttata.

Da lì, l'idea di tirare avanti fino al Padova, e quindi emigrare a Fontanafredda fino a metà febbraio, con un disagio limitato dalla sosta.

Sulla carta, un piano inattaccabile e che se non altro mette il Comune con le spalle al muro.

Vedremo cosa si inventeranno, e soprattutto vedremo se salterà fuori ufficialmente il vero ostacolo, che è quello dei concerti.

Ma è chiaro che nel frattempo la Triestina si è mossa con la FIGC e con la Regione, ottenendo Fontanafredda come alternativa certa e creando una situazione per cui spostare a Udine i concerti sarebbe addirittura conveniente per Pozzo che gestisce lo stadio.

Bramo che quando si aprirà un dibattito pubblico, probabilmente televisivo, ci sia qualcuno disposto a fare le domande che a questo punto vanno fatte:

1.Chi, nome e cognome, ha organizzato i concerti durante i playoff calpestando i diritti della Triestina?

2. Visto che i concerti si possono spostare, cosa osta il rifacimento a gennaio per il quale ci sono già i fondi?

3. Come si può pensare di invertire le priorità in uno stadio nato per il calcio e intitolato a un personaggio del calcio e non certo della musica?

4. Come si giustificano le parole "il campo è perfetto, adesso non è più un problema mio" davanti all'evidenza dei fatti?

5. Come vogliamo definire la procedura secondo cui a dichiarare agibile il campo è uno stipendiato dal Comune?

6. Come si possono sostenere impunemente sciocchezze come "ho proposto di fare i concerti in piazza Unità col palco in mare" oppure "basta mettere a norme il Grezar" facendo finta di non conoscere la cifra che servirebbe per renderlo agibile per i playoff, col rischio di farlo inutilmente se la Triestina vincesse il campionato?

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, forest ha scritto:

Comunque sia, almeno adesso le carte sono tutte in tavola.

Dopo la partita col Vicenza, e i due infortuni, in società era scattato un istintivo "basta col Rocco", nella convinzione che si potesse andare a Lignano.

Invece non solo a Lignano non si può andare, ma una analisi più attenta della situazione ha fatto capire che mollare il Rocco subito non avrebbe alcun senso.

Perché i lavori comunque non partono domani, perché il campo è brutto e sarà sempre peggio ma non è ancora disastroso, perché andarsene da subito avrebbe voluto dire altre sei-sette trasferte per gli abbonati, perché col Padova giocare al Rocco è obbligatorio, perché la sosta viene incontro e va sfruttata.

Da lì, l'idea di tirare avanti fino al Padova, e quindi emigrare a Fontanafredda fino a metà febbraio, con un disagio limitato dalla sosta.

Sulla carta, un piano inattaccabile e che se non altro mette il Comune con le spalle al muro.

Vedremo cosa si inventeranno, e soprattutto vedremo se salterà fuori ufficialmente il vero ostacolo, che è quello dei concerti.

Ma è chiaro che nel frattempo la Triestina si è mossa con la FIGC e con la Regione, ottenendo Fontanafredda come alternativa certa e creando una situazione per cui spostare a Udine i concerti sarebbe addirittura conveniente per Pozzo che gestisce lo stadio.

Bramo che quando si aprirà un dibattito pubblico, probabilmente televisivo, ci sia qualcuno disposto a fare le domande che a questo punto vanno fatte:

1.Chi, nome e cognome, ha organizzato i concerti durante i playoff calpestando i diritti della Triestina?

2. Visto che i concerti si possono spostare, cosa osta il rifacimento a gennaio per il quale ci sono già i fondi?

3. Come si può pensare di invertire le priorità in uno stadio nato per il calcio e intitolato a un personaggio del calcio e non certo della musica?

4. Come si giustificano le parole "il campo è perfetto, adesso non è più un problema mio" davanti all'evidenza dei fatti?

5. Come vogliamo definire la procedura secondo cui a dichiarare agibile il campo è uno stipendiato dal Comune?

6. Come si possono sostenere impunemente sciocchezze come "ho proposto di fare i concerti in piazza Unità col palco in mare" oppure "basta mettere a norme il Grezar" facendo finta di non conoscere la cifra che servirebbe per renderlo agibile per i playoff, col rischio di farlo inutilmente se la Triestina vincesse il campionato?

Forest, da vari commenti precedenti, si diceva che se il clima è rigido e gela non è pensabile rifare il campo in quelle condizioni

cos‘è cambiato e soprattutto cosa succede se si decide di rifarlo nella pausa invernale e il tempo non lo permette? Evidentemente Rocco finché tiene e poi fontanafredda ma a quel punto il rischio è di andare avanti così fino in primavera, a meno di attendere la prima data utile di clima migliore e saltare qualche partita in più di quelle previste a gennaio 

ma più tempo passa e più questo va a favore della giunta 

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, pinot ha scritto:

 

culturale ma non solo, la cultura no xe roba che se magna o che se compra al Conad ma se non c’è o è davvero poca governare diventa esercizio svantaggioso per lo sviluppo delle città o delle regioni

se la politica diventa un modo per sistemarsi economicamente, puntando agli stipendi stratosferici di Regione e Parlamento Nazionale, ciò che prevarrà sarà sempre la ricerca del consenso anziche’ l’interesse dei cittadini

il secondo punto è la competenza nell’assegnazione dei ruoli di responsabilità 

laddove prevalgono logiche di appartenenza e fedeltà anziché di competenza la gestione della cosa pubblica diventa precaria e i nodi alla lunga vengono al pettine

se uno che vendeva motociclette è ora assessore all’ambiente c’è qualcosa che non va, per capirsi

per cui quanto sta accadendo al Rocco si inserisce secondo me in un discorso generale più ampio e non può suscitare chissà quale sorpresa

Quoto e ricordo che uno che vendeva bibite allo stadio era ministro degli Esteri e vice presidente del consiglio 

Link to comment
Share on other sites

nel periodo che va dal 22/12 ( gara interna con il PD ) al 3/3 ( gara interna con il Legnago ) l’Unione ha in mezzo 4 partite in casa

il Piccolo parla di 50-60 gg per riavere a disposizione il terreno in perfette condizioni, tempi assicurati da ditte specializzate in questo genere di interventi 

con il cambiamento climatico parlare di inverno rigido fa ridere, basti pensare agli ultimi da queste parti

se al Friuli si fa un concerto immagino se ne possano fare 3, tanto il terreno è da rifare e con qualche trucco contabile ci penserà la regione che sponsorizza pure l’Udinese

ecco che, almeno sulla carta, la soluzione appare a portata di mano, terreno rifatto, 4 partite a Fontanafredda, concerti spostati

se non viene percorsa non resta che spiegare il perché, si oppone la lobby di pizzerie e bar ? Perché dubito che i fan di Pezzali e Ultimo dimorino ai Duchi e cenino all’Harry’s Piccolo, dunque questo gran danno milionario alla città per i mancati concerti da dove proverrebbe ?

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, pinot ha scritto:

nel periodo che va dal 22/12 ( gara interna con il PD ) al 3/3 ( gara interna con il Legnago ) l’Unione ha in mezzo 4 partite in casa

il Piccolo parla di 50-60 gg per riavere a disposizione il terreno in perfette condizioni, tempi assicurati da ditte specializzate in questo genere di interventi 

con il cambiamento climatico parlare di inverno rigido fa ridere, basti pensare agli ultimi da queste parti

se al Friuli si fa un concerto immagino se ne possano fare 3, tanto il terreno è da rifare e con qualche trucco contabile ci penserà la regione che sponsorizza pure l’Udinese

ecco che, almeno sulla carta, la soluzione appare a portata di mano, terreno rifatto, 4 partite a Fontanafredda, concerti spostati

se non viene percorsa non resta che spiegare il perché, si oppone la lobby di pizzerie e bar ? Perché dubito che i fan di Pezzali e Ultimo dimorino ai Duchi e cenino all’Harry’s Piccolo, dunque questo gran danno milionario alla città per i mancati concerti da dove proverrebbe ?

Forse dalle penali?

Oltre al mancato incasso…

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×