Jump to content

Situazione manto erboso Stadio Rocco


Recommended Posts

10 minuti fa, numanecia ha scritto:

Io invece non sono sempre convinto che il referendum sia la soluzione giusta per risolvere certi dubbi, anche se a prima vista la più democratica. Mi spiego....... io voto per tizio che in campagna elettorale sosteneva l'ovovia..... bene........ io invece voto per Sempronio che l'ovovia non la vuole......... in buona sostanza il referendum l'ho già fatto. Oltre a questa entra il discorso cultura, nel vero senso della parola. Io delego una persona x a rappresentarmi per prendere decisioni che io non sono in grado di comprendere. Oltre a questo in Italia non esiste un referendum che sia un dictat per il legiferante, ma solo consultivo o abrogativo.  

Solo un piccolo appunto prima delle elezioni il Sindaco non ha mai tirato fuori il discorso dell'ovovia per cui nessun referendum già fatto anzi non è stato possibile farlo altrimenti il pur m...a de sindaco sapeva che non lo vinceva

  • Mi piace 2
Link to comment
Share on other sites

Rispondo a chi ha messo la faccina confuso sul mio post di prima..... mi spiego meglio con un esempio eclatante, ovvero il referendum contro il nucleare....... L'incidente di Three Miles Island negli Stati Uniti che in realtà non provocò nessun danno più Chernobyl, follia da delirio di onnipotenza dell'Ex Unione Sovietica, fecero sì che tale referendum passò senza problemi. La gente, imbonita dai due partiti di maggioranza dell'epoca, DC e PCI che stavano perdendo consensi, votò senza se e senza ma per abolire l'atomo in Italia....... la conseguenza è che importiamo energia elettrica dalla Francia prodotta, vedi un po', da centrali nucleari. Vai tu a spiegare che le centrali nucleari francesi sono sicure dopo il disastro Ucraino. Non voglio scrivere avanti un OT che sarebbe troppo lungo, ma credo che Ndocojo capirà cosa intendo. 

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, numanecia ha scritto:

Rispondo a chi ha messo la faccina confuso sul mio post di prima..... mi spiego meglio con un esempio eclatante, ovvero il referendum contro il nucleare....... L'incidente di Three Miles Island negli Stati Uniti che in realtà non provocò nessun danno più Chernobyl, follia da delirio di onnipotenza dell'Ex Unione Sovietica, fecero sì che tale referendum passò senza problemi. La gente, imbonita dai due partiti di maggioranza dell'epoca, DC e PCI che stavano perdendo consensi, votò senza se e senza ma per abolire l'atomo in Italia....... la conseguenza è che importiamo energia elettrica dalla Francia prodotta, vedi un po', da centrali nucleari. Vai tu a spiegare che le centrali nucleari francesi sono sicure dopo il disastro Ucraino. Non voglio scrivere avanti un OT che sarebbe troppo lungo, ma credo che Ndocojo capirà cosa intendo. 

Credo che ci sia una notevole differenza su un referendum nazionale su questioni di ampio respiro rispetto a uno locale dove la gente è necessariamente più informata. Sull'ovovia per esempio penso che ognuno di noi si sia fatta una sua opinione, indifferentemente da cosa dicono i partiti.

  • Confuso 1
Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, Guiz ha scritto:

Credo che ci sia una notevole differenza su un referendum nazionale su questioni di ampio respiro rispetto a uno locale dove la gente è necessariamente più informata. Sull'ovovia per esempio penso che ognuno di noi si sia fatta una sua opinione, indifferentemente da cosa dicono i partiti.

Per me sei troppo ottimista Guido.........  

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, marcoc ha scritto:

Solo un piccolo appunto prima delle elezioni il Sindaco non ha mai tirato fuori il discorso dell'ovovia per cui nessun referendum già fatto anzi non è stato possibile farlo altrimenti il pur m...a de sindaco sapeva che non lo vinceva

Esatto, non è mai stato dichiarato nel programma, e ha impedito tramite un articolo di legge che glielo consentiva, di bocciare il referendum voluto dai cittadini, perché sapeva benissimo che lo perdeva. Se non è regime questo, poco ci manca.

Edited by Spunk199
Link to comment
Share on other sites

45 minuti fa, numanecia ha scritto:

Rispondo a chi ha messo la faccina confuso sul mio post di prima..... mi spiego meglio con un esempio eclatante, ovvero il referendum contro il nucleare....... L'incidente di Three Miles Island negli Stati Uniti che in realtà non provocò nessun danno più Chernobyl, follia da delirio di onnipotenza dell'Ex Unione Sovietica, fecero sì che tale referendum passò senza problemi. La gente, imbonita dai due partiti di maggioranza dell'epoca, DC e PCI che stavano perdendo consensi, votò senza se e senza ma per abolire l'atomo in Italia....... la conseguenza è che importiamo energia elettrica dalla Francia prodotta, vedi un po', da centrali nucleari. Vai tu a spiegare che le centrali nucleari francesi sono sicure dopo il disastro Ucraino. Non voglio scrivere avanti un OT che sarebbe troppo lungo, ma credo che Ndocojo capirà cosa intendo. 

Da nuclearista convinto non posso non condividere. 

Però c'è una differenza tra una scelta di sviluppo industriale ed energetico che garantiva energia sicura e sostanzialmente pulita per l'autosufficienza del Paese nei successivi decenni (oltre al disastro causato dal punto di vista di know how per ricerca e gestione sul nucleare ecc ecc) con una discutibile infrastruttura che ben che nella migliore delle ipotesi decongestionerà un po' il traffico cittadino. Per capirci, secondo me i referendum servono per dirimere grandi temi etici (aborto, divorzio, eutanasia ecc ecc) e questioni di becera politica locale, non questioni di così ampia importanza in prospettiva. 

Direi che siamo ampiamente OT però. 

Edited by ndocojo
Link to comment
Share on other sites

33 minuti fa, ndocojo ha scritto:

Da nuclearista convinto non posso non condividere. 

Però c'è una differenza tra una scelta di sviluppo industriale ed energetico che garantiva energia sicura e sostanzialmente pulita per l'autosufficienza del Paese nei successivi decenni (oltre al disastro causato dal punto di vista di know how per ricerca e gestione sul nucleare ecc ecc) con una discutibile infrastruttura che ben che nella migliore delle ipotesi decongestionerà un po' il traffico cittadino. Per capirci, secondo me i referendum servono per dirimere grandi temi etici (aborto, divorzio, eutanasia ecc ecc) e questioni di becera politica locale, non questioni di così ampia importanza in prospettiva. 

Direi che siamo ampiamente OT però. 

Non esistono referendum di serie a, b, c, d, ecc. Ci possono e devono essere i referendum per temi e questioni di importanza Internazionale, nazionale, regionale e locale, tutti sono importanti, perché riguardano la vita di tutti e di noi qui in particolare che abitiamo sulla Terra, in Italia, nel Friuli Venezia Giulia e a Trieste, giù, giù fino alle assemblee condominiali, che in fondo non sono altro che dei piccolissimi referendum anche quelle. Si chiama democrazia.

Edited by Spunk199
Link to comment
Share on other sites

14 minuti fa, Spunk199 ha scritto:

Non esistono referendum di serie a, b, c, d, ecc. Ci possono e devono essere i referendum per temi e questioni di importanza Internazionale, nazionale, regionale e locale, tutti sono importanti, perché riguardano la vita di tutti e di noi qui in particolare che abitiamo sulla Terra, in Italia, nel Friuli Venezia Giulia e a Trieste, giù, giù fino alle assemblee condominiali, che in fondo non sono altro che dei piccolissimi referendum anche quelle. Si chiama democrazia.

Temo tu stia facendo confusione tra la democrazia diretta, in cui tutti decidono su praticamente  tutte le questioni, e la democrazia rappresentativa, in cui si delegando degli eletti per decidere. 

La prima forma sarebbe anche più avanzata dell'altra, ma in un paese di 60 milioni di abitanti permettimi di considerarla poco più di un'utopia. 

  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

46 minuti fa, Cica ha scritto:

Russo oggi ha dichiarato che l'iter per l'inizio dei lavori sul campo del Rocco potrebbe frenare in quanto la lega nazionale dilettanti non sarebbe nelle facolta' di poter gestire il finanziamento della regione.

Mai pensato che i lavori inizino prima di gennaio.

Firmerei subito per la garanzia di avere il Rocco a marzo.

Altre date sono, a mio parere, fumo negli occhi.

Link to comment
Share on other sites

1 hour ago, ndocojo said:

referendum servono per dirimere grandi temi etici (aborto, divorzio, eutanasia ecc ecc)

Assolutamente d'accordo. Il signor Mario con la sua sensibilità può avere un opinione su questi temi, mentre con la sua ignoranza non può esprimersi su temi squisitamente tecnici. In questi casi il referendum serve solamente a chi dovrebbe decidere di lavarsene le mani.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Unione91 ha scritto:

Assolutamente d'accordo. Il signor Mario con la sua sensibilità può avere un opinione su questi temi, mentre con la sua ignoranza non può esprimersi su temi squisitamente tecnici. In questi casi il referendum serve solamente a chi dovrebbe decidere di lavarsene le mani.

Non mi pare che il nucleare sia stato un tema etico, ma tecnico, e infatti abbiamo visto cosa è stato votato. Abbiamo una centrale nucleare in Slovenia a pochi chilometri e ci tocca acquistare energia dalle centrali nucleari in Francia, come già stato detto. Per non parlare dell’inquinamento di una centrale termoelettrica, neanche paragonabile a una nucleare. Poi sempre il signor Mario vota dei rappresentanti politici che decidono su cose tecniche e se vota persone come le attuali, vediamo che disastri tecnici combinano. Gira e rigira caschiamo sempre lì.

Link to comment
Share on other sites

6 hours ago, Spunk199 said:

Non mi pare che il nucleare sia stato un tema etico, ma tecnico, e infatti abbiamo visto cosa è stato votato.

Non lo è, sono d'accordo con te. E infatti non doveva essere indetto. Come le separazione delle carriere dei magistrati. Ma cosa ne posso sapere io di una cosa del genere... Va be. Parlemo de erba, semina, lampade, zolle, fondo, riscaldamento. Che gia mi pare assurdo parlare di agraria in un forum come questo...

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, forest ha scritto:

Mai pensato che i lavori inizino prima di gennaio.

Firmerei subito per la garanzia di avere il Rocco a marzo.

Altre date sono, a mio parere, fumo negli occhi.

Non sto parlando di date di inizio o fine lavori ma del finanziamento fatto alla lega nazionale dilettanti da parte della regione per il rifacimento del campo,che a detta di Russo non poteva essere fatto.

Link to comment
Share on other sites

24 minuti fa, Cica ha scritto:

Non sto parlando di date di inizio o fine lavori ma del finanziamento fatto alla lega nazionale dilettanti da parte della regione per il rifacimento del campo,che a detta di Russo non poteva essere fatto.

Non dice che non poteva essere fatto, si domanda se hanno le competenze tecniche per portare a termine i lavori. Poi solleva altre questioni.

Edited by Guiz
Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, Guiz ha scritto:

Non dice che non poteva essere fatto, si domanda se hanno le competenze tecniche per portare a termine i lavori.

in realtà chiede perché non è stato erogato al Comune dal momento che il fantomatico torneo si svolgerà in un impianto di proprietà del Comune di Trieste

immagino che il competente assessorato della Regione spiegherà il perché 

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, pinot ha scritto:

in realtà chiede perché non è stato erogato al Comune dal momento che il fantomatico torneo si svolgerà in un impianto di proprietà del Comune di Trieste

immagino che il competente assessorato della Regione spiegherà il perché 

Più che chiedere suggerisce perché il Comune non ha mai portatalo a termine nessun impegno nei tempi previsti. Insomma fa domanda e risposta. Poi domanda se FIGC regionale ha le competenze. Diciamo che su molti punti ha ragione, ma ha fatto un po' di confusione.

Link to comment
Share on other sites

Adesso, Dino S ha scritto:

ma, a questo punto, chiedere una deroga e giocare a Capodistria? Non è più facile e più economico?

Mettersi a fare prati in gennaio non mi pare molto efficace.

Ancora con l’idea di andare a giocare a Koper? Non si può andare all estero

Edited by tommaso29
Link to comment
Share on other sites

12 ore fa, Spunk199 ha scritto:

Esatto, non è mai stato dichiarato nel programma, e ha impedito tramite un articolo di legge che glielo consentiva, di bocciare il referendum voluto dai cittadini, perché sapeva benissimo che lo perdeva. Se non è regime questo, poco ci manca.

Più che un referendum sulla "ovovia", la preoccupazione è che non facciano una ciofega, come per tram, galleria Foraggi, Rocco,...

Link to comment
Share on other sites

18 minuti fa, Dino S ha scritto:

appunto, si chiede una deroga. Si va a giocare in Arabia e non in Slovenia? Se se vol, se pol.

È stato già ampiamente spiegato che non si può fare. 

Lo impedisce il regolamento. 

Non esiste alcuna possibilità. 

In Arabia ci giocano le Supercoppe in seguito ad accordi economici che coinvolgono anche i governi competenti. 

In questo caso servirebbe anzitutto un accordo tra Roma e Lubiana per la gestione dell'ordine pubblico, ad esempio. E non mi pare che una squadra di Serie C possa muovere le diplomazie di due stati per una questione risolvibile spostandoci a poco più di 100 chilometri. 

 

Link to comment
Share on other sites

35 minuti fa, Guiz ha scritto:

Più che chiedere suggerisce perché il Comune non ha mai portatalo a termine nessun impegno nei tempi previsti. Insomma fa domanda e risposta. Poi domanda se FIGC regionale ha le competenze. Diciamo che su molti punti ha ragione, ma ha fatto un po' di confusione.

beh, la domanda è lecita, la risposta che si da è politica e non serve in termini di comprensione delle motivazioni 

perche’ l’ipotesi che la Regione non abbia erogato il contributo al Comune perché non si fida del sindaco è poco verosimile, ma la domanda sui motivi per cui sia stato erogato al comitato regionale FIGC della LND potrebbe meritare una risposta

Russo avanza il timore che il comitato in questione non disponga della struttura amministrativa idonea a portare a termine l’intervento con conseguente allungamento dei tempi, nel quale peraltro la nostra amministrazione comunale è maestra

io credo che Russo o chi per lui avrebbe dovuto sollevare anche la questione dell’ingente investimento regionale finalizzato al rifacimento di un terreno su cui giocare forse 5 partite + una o due di PO prima di essere devastato di nuovo dai concerti, ma probabilmente questo verrà sollevato in seguito

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×