Jump to content

Coppa del Mondo 2022


Recommended Posts

Apro la discussione sui mondiali, ben sapendo che c'è in giro una buona parte di tifosi che "se no xe l'Italia no me interessa".

A me, invece, da appassionato di calcio (ben prima che della nazionale) il mondiale non può non interessare, in quanto massima rappresentazione calcistica esistente.

C'è il meglio del meglio, Italia a parte, ma si potrebbe obiettare che se non ci siamo vuol dire che di quel meglio del meglio non facciamo parte.

In realtà, credo che il caso c'entri parecchio, e che come una serie di circostanze fortunate (ma la fortuna bisogna anche meritarsela) ci aveva resi campioni d'Europa quando certamente non avevamo i migliori giocatori del continente, così un'altra serie di circostanze (stavolta sfigate) ha fatto sì che non ci qualificassimo, perché va bene tutto ma onestamente non posso dire che nei due scontri diretti la Svizzera si sia rivelata superiore all'Italia.

Il fatto che fra noi e la qualificazione si siano messi in mezzo, fra le altre cose, due rigori sbagliati (non uno, due!!!) da uno che prima e dopo di quelli si è sempre rivelato nel suo club uno specialista letteralmente infallibile, conferma che quando non è destino....

In questo genere di manifestazioni, piaccia o no, il caso conta parecchio, e la Francia che da favorita dell'attuale edizione si ritrova con un gruppo di big incredibilmente tutti infortunati nello stesso periodo (Maignan, Benzema, Pogba, Nkunku, Kante' e Kimpembe sono tutti rotti) ne è solo l'ennesima dimostrazione.

Dunque non mi avventuro in pronostici, ci sono a mio modo di vedere una decina di squadre che hanno i mezzi per arrivare in fondo, vedremo come gli girerà quando sarà un'inezia a deciderne la qualificazione o meno al turno successivo.

Ma resta una roba bella da vedere, e in questa impronosticabilita' sta in fondo anche il suo fascino: quanti ci avrebbero mai pronosticati vincitori prima dell'82 o del 2006?

La prima fase, quella a gironi, rischia di essere anche la più noiosa, paradossalmente proprio perché il fatto che non si decida tutto in gara secca, ma in un girone di tre gare, rende più difficili le sorprese.

E sono pochi i gironi a non avere due chiare favorite.

Ma dopo, dagli ottavi, entrano in ballo mille fattori: gli accoppiamenti, gli infortuni, le squalifiche, gli errori arbitrali, la differenza di centimetri fra un palo e un gol, le gare decise ai rigori, il tiro da trenta metri che finisce nel sette o quello che il portiere parerebbe bendato ma una deviazione sfigata trasforma in imparabile.

Insomma, inizia il divertimento vero.

Oggi, con alcuni amici calciofili, abbiamo deciso un ritrovo con pizza per Qatar-Ecuador.

Pura questione di principio, della partita ovviamente frega nulla a nessuno, ma il mondiale è sempre il mondiale e il suo inizio va festeggiato a dovere :)

 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, forest ha scritto:

Apro la discussione sui mondiali, ben sapendo che c'è in giro una buona parte di tifosi che "se no xe l'Italia no me interessa".

 

segnalo come questo mondiale sia "the last dance" per giocatori come Lewandoski, Modric, CR7, Messi, Hazard, Neymar e Bale (e chissà chi mi scordo)

Giocatori così non ce ne saranno piu'

Ce ne saranno - magari anche piu' forti - ma diversi

Link to comment
Share on other sites

21 minuti fa, Riodario ha scritto:

Peccato che in porta siamo coperti perchè il portiere quatariota mi sembra promettente 

Ritrovo con amici alle 16.50.

Schermo da 65 pollici, mega pizzone, clima decisamente goliardico, tutti in piedi per gli inni.

L'esordio del portiere che saltella di qua e di là per l'area piccola in cerca della palla vale tutta la serata :)

Il mondiale resta una figata....

Link to comment
Share on other sites

sul campo non ce stata proprio partita, mi aspettavo che il Qatar magari spinto dall'entusiasmo iniziale della prima gara potesse addirittura strappare il pari(con fortuna) e invece si sono proprio bloccati, i sudamericani hanno messo in chiaro fin da subito che erano nettamente superiori.

Chissà se riescono a fare almeno un gol tra Olanda e Senegal... di fare punti la vedo dura.

Link to comment
Share on other sites

52 minuti fa, Manuel90 ha scritto:

sul campo non ce stata proprio partita, mi aspettavo che il Qatar magari spinto dall'entusiasmo iniziale della prima gara potesse addirittura strappare il pari(con fortuna) e invece si sono proprio bloccati, i sudamericani hanno messo in chiaro fin da subito che erano nettamente superiori.

Chissà se riescono a fare almeno un gol tra Olanda e Senegal... di fare punti la vedo dura.

Io qualche domanda ce l'avrei.

Ad esempio, questa: se quel che abbiamo visto all'opera è il portiere più forte del Qatar, come sono quelli scarsi?

Poi però mi ricordo che parliamo di un posto che ha gli abitanti di un quartiere di Roma, e che al di là del riuscire a organizzare (per quello basta pagare, e loro lo hanno fatto in abbondanza) poi arriva il campo a dare le sentenze.

E se da una parte c'è una squadra che schiera comunque giocatori con esperienza in campionati seri e dall'altra undici che in vita mia prima di stasera non avevo mai sentito nominare, può finire solo in un modo.

Link to comment
Share on other sites

16 minuti fa, forest ha scritto:

Io qualche domanda ce l'avrei.

Ad esempio, questa: se quel che abbiamo visto all'opera è il portiere più forte del Qatar, come sono quelli scarsi?

Poi però mi ricordo che parliamo di un posto che ha gli abitanti di un quartiere di Roma, e che al di là del riuscire a organizzare (per quello basta pagare, e loro lo hanno fatto in abbondanza) poi arriva il campo a dare le sentenze.

E se da una parte c'è una squadra che schiera comunque giocatori con esperienza in campionati seri e dall'altra undici che in vita mia prima di stasera non avevo mai sentito nominare, può finire solo in un modo.

si si certo hai ragione ovviamente... e considera che non giocano da mesi nel loro campionato(e tutti provengono da quel torneo) proprio per prepararsi a questo torneo, in pratica sono in ritiro da 6 mesi circa e si son visti i risultati sul campo stasera:lol:

Comunque notavano che è la prima volta che la squadra del paese ospitante perde nella gara d'esordio.

Poi si sul campo non si sarebbero mai qualificati alla fase finali, io ancora mi chiedo come abbiano fatto a vincere la Coppa d'Asia(dominando) nel 2019, un miracolo...

ps, l'Ecuador è una buonissima squadra, sfruttano alla grande quel meraviglioso progetto che da anni ha messo su l'Independiente del Valle, che di recente ha nuovamente vinto l'equivalente dell'Europa League, ma fanno benissimo da tempo pure con le squadre giovanili, diversi giocatori che poi arrivano in Europa vengono da quel club e non è un caso!

 

 

Link to comment
Share on other sites

Non so neanche come è finita, ho visto di sfuggita chi giocava, non sapevo nemmeno l'orario... insomma mi spiace ma senza l'Italia non me ne può fregare di meno, anzi sto Mondiale è per me una rottura perché giocarlo adesso interrompendo tutti i campionati in Europa per più di un mese solo perché sti arabi mega corruttori con tutti i miliardi che hanno si sono comprati tutto l'establishment della Fifa, altra genia che raccomando,beh....anche no grazie.Per ora solo Triestina... purtroppo. 

 

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, LungomareNatisone ha scritto:

Credo che le operazioni di naturalizzazione le abbia gestite Romairone in persona.

Ottime prestazioni di Al-Lolo, Al-Sabyon e Al-Ghanz, che nel finale ha anche sfiorato il gol

Purtroppo in mezzo a quella cisturia Al-Sabyon predicava nel deserto...

  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, forest ha scritto:

Io qualche domanda ce l'avrei.

Ad esempio, questa: se quel che abbiamo visto all'opera è il portiere più forte del Qatar, come sono quelli scarsi?

Poi però mi ricordo che parliamo di un posto che ha gli abitanti di un quartiere di Roma, e che al di là del riuscire a organizzare (per quello basta pagare, e loro lo hanno fatto in abbondanza) poi arriva il campo a dare le sentenze.

E se da una parte c'è una squadra che schiera comunque giocatori con esperienza in campionati seri e dall'altra undici che in vita mia prima di stasera non avevo mai sentito nominare, può finire solo in un modo.

 

Discutibile o meno dal punto di vista etico, il Qatar ha messo su una struttura di pianificazione sportiva negli ultimi 20 anni da controcazzi.

E i risultati a livello calcistico non sono mancati, infatti sono Campioni d'Asia in carica.

Che mi dirai: e sti ca**i?

In realtà hanno battuto sia Corea del Sud che Giappone, dominando in largo e in lungo.

E sudcoreani e giapponesi ne hanno di ottimi calciatori, che non sfigurerebbero contro l'Ecuador, tutt'altro.

E col Qatar giocano un paio di giocatori che secondo me non sono niente male, anzi: il sudanese Almoez è forte forte, Abdelkarim dietro anche.

In questo sghiribizzo di pianificazione assoluta (hanno raccattato ragazzini in giro per l'Africa a 12/13 anni e li hanno dati in mano al capo della Cantera del Barca con progetti ricchissimi a lunghissima scadenza...) mi domando chi ca**o ha avuto l'idea di portarli in ritiro per 6 mesi?

Come poteva pensare di affrontare squadre rodate, con ritmo di gioco, annebbiando i suoi con metà stagione a ritmi d'allenamento?

E rispondo a @Manuel90: la Coppa d'Asia la vinsero dominando tatticamente e soprattutto FISICAMENTE qualsiasi squadra avversaria. Correvano come dannati. Oggi camminavano.

Incredibile come metti soldi, tanti soldi, per progetti decennali e poi li mandi in me**a con decisioni cervellotiche al momento clou... boh.

 

Edited by ndocojo
Link to comment
Share on other sites

solo per far fapuntismo (😅) Colomer (quel che ga creado la Aspire Academy) più che capo della Masia in toto iera "solo" capo scout della Masia (sui giornali effettivamente spesso i lo scambia per capo della Masia ma ok), e secondo mi el progetto xe più vizin alla Clairefontaine Academy che alla Masia, ma de fatto xe un progetto maestoso (che poi...co te ga schei xe un po' piu' facile far progetti maestosi...) e molto ben costruido.

unico problema: in Qatar vivi 3 milioni scarsi de persone, e trovar un market pool de gente brava nata quatariota xe complicato...se pol far ma ghe vol anni (un esempio: la Slovenia...ma non xe una roba nata in 2 giorni...xe proprio una cultura permeada) e comunque te pol arrivar fino ad un certo punto... ma l'idea de base iera un po' più vasta che "crear boni zogadori" (se voleva proprio crear un movimento sportivo, i bimbi qatarioti iera cicciotti e sedentari, e iniziava ad esser un problema). Mutaz Essa Barshim se volemo non xe un caso e xe el capostipite...

in Italia una roba così non se podessi far, non tanto per i soldi (che non xe, e anche se ghe fossi non i vegniria investidi così) ma perchè ghe saria qualche fenomeno a invocar el determinismo personale de scelta e el diritto de ognuno nel non far sport ma piuttosto de spaccarse sul divano con netflix...

Edited by Euskal Herria
Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, Roberto24 ha scritto:

Non so neanche come è finita, ho visto di sfuggita chi giocava, non sapevo nemmeno l'orario... insomma mi spiace ma senza l'Italia non me ne può fregare di meno, anzi sto Mondiale è per me una rottura perché giocarlo adesso interrompendo tutti i campionati in Europa per più di un mese solo perché sti arabi mega corruttori con tutti i miliardi che hanno si sono comprati tutto l'establishment della Fifa, altra genia che raccomando,beh....anche no grazie.Per ora solo Triestina... purtroppo. 

 

Legittimo, se sei semplicemente un tifoso e basta.

Cosa che, ovviamente, ognuno ha il diritto di essere.

Se invece sei un appassionato di calcio, il mondiale è imperdibile.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Euskal Herria ha scritto:

solo per far fapuntismo (😅) Colomer (quel che ga creado la Aspire Academy) più che capo della Masia in toto iera "solo" capo scout della Masia (sui giornali effettivamente spesso i lo scambia per capo della Masia ma ok), e secondo mi el progetto xe più vizin alla Clairefontaine Academy che alla Masia, ma de fatto xe un progetto maestoso (che poi...co te ga schei xe un po' piu' facile far progetti maestosi...) e molto ben costruido.

unico problema: in Qatar vivi 3 milioni scarsi de persone, e trovar un market pool de gente brava nata quatariota xe complicato...se pol far ma ghe vol anni (un esempio: la Slovenia...ma non xe una roba nata in 2 giorni...xe proprio una cultura permeada) e comunque te pol arrivar fino ad un certo punto... ma l'idea de base iera un po' più vasta che "crear boni zogadori" (se voleva proprio crear un movimento sportivo, i bimbi qatarioti iera cicciotti e sedentari, e iniziava ad esser un problema). Mutaz Essa Barshim se volemo non xe un caso e xe el capostipite...

in Italia una roba così non se podessi far, non tanto per i soldi (che non xe, e anche se ghe fossi non i vegniria investidi così) ma perchè ghe saria qualche fenomeno a invocar el determinismo personale de scelta e el diritto de ognuno nel non far sport ma piuttosto de spaccarse sul divano con netflix...

Grazie per la segnalazion fapuntista, me la ricordavo cussi, ma nel concetto poco cambia. 

Sul resto concordo (non gavevo intenzione de far paragoni con la Madia) e in parte concorda anche i Emiri visto che con la Aspire i ga deciso de 'aumentar' el potenziale bacino de popolazion calcistica qatariota prendendo a prestito muletti da 16 nazioni africane, in una sorta de Reality Show alla Ciccio Graziani. 

Un progetto faraonico e visionario, che travalica ampiamente la linea dell'etica, sportiva e umana (sui 'fallimenti' de questi adolescenti arrivadi in Qatar xe sta scritto un libro illuminante qualche anno fa... Non chiederme el titolo perché non me lo ricordo). 

Ma che a mio modo de veder ga prodotto risultati ben più alti de quel messo in mostra ieri pomeriggio. 

I gaverà pagà lo scotto dell'esordio e della follia dei 6 mesi de ritiro, ma el Qatar lo go visto zogar più volte e i val de più. 

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, forest ha scritto:

Legittimo, se sei semplicemente un tifoso e basta.

Cosa che, ovviamente, ognuno ha il diritto di essere.

Se invece sei un appassionato di calcio, il mondiale è imperdibile.

Ma sai Forest per quanto uno possa essere appassionato, la fede calcistica per questo evento sportivo qatariota è stata messa veramente a durissima prova.

Per chi è sensibile a queste cose le condizioni lavorative di chi ha tirato su questi stadi non sono immaginabili per chi in penisola arabica non c'è mai stato. Ho avuto la fortuna di visitare l'Oman, stato laico e tra meno oppressivi e già si percepivano chiaramente i sintomi di questa moderna schiavitù. Difficile passare sopra cosi a cuor leggere su un vera tema etico di fondo, il tutto per cosa? Per far girare i miliardi di dollaroni della Fifa e compiacere noi pubblico occidentale per lo +?

Parliamo poi della votazione credo più corrotta della storia, per giocare in un paese senza nessuna storia e modesta passione calcistica, in un periodo inconsueto in un contesto fittizio, tra aria condizionata, finti tifosi, pochi tifosi veri e tifosi locali "forzati"...

Un contesto attorno al campo che trasmette pochissimo, e temo che andremo incontro ad uno spettacolo tecnico anche molto modesto, tantissimi infortuni e pochisima preparazione di squadra.

Su questa basi difficile appassionarsi temo. Molto difficile. Personalmente seguirò ma credo distrattamente.

Credo al contrario di te che ci saranno sorprese nei gironi, sorprese importanti, sebbene per ora i maledetti zozzoni stiano impallinando un Iran davvvero impresentabile.

Credo vincerà qualcuna che non ha mai vinto prima, staremo a vedere...

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, ndocojo ha scritto:

I gaverà pagà lo scotto dell'esordio e della follia dei 6 mesi de ritiro, ma el Qatar lo go visto zogar più volte e i val de più. 

È possibile, confesso la mia ignoranza in materia.

Ieri, la sensazione che dopo mezz'ora l'Ecuador si sia fermato ce l'ho avuta tutta.

Ma ho appena scoperto che l'Iran, del quale l'Inghilterra sta facendo polpette, è ventesimo nel ranking mondiale.

E questo mi lascia il sospetto che qualche rappresentante europea in più avrebbe certamente squilibrato il mondiale dal punto di vista dell'universalità delle rappresentanti, ma avrebbe nel contempo alzato il livello tecnico.

Perché se l'Iran è ventesimo e va al mondiale tutte le volte, significa che le gare di qualificazione probabilmente le vince tutte o quasi, cosa non certo impossibile contro Emirati Arabi, Iraq, Siria, Libano e Corea.

Allora forse sarebbe il caso di mescolare i gironi e mandare al mondiale le più forti, indipendentemente dai criteri geografici.

Perché l'Inghilterra è forte, per l'amor di Dio, ma ma ho il dubbio che contro decine di squadre sotto il ventesimo posto sei gol giocando in surplace non li avrebbe fatti......

Edited by forest
Link to comment
Share on other sites

45 minuti fa, poli ha scritto:

Ma sai Forest per quanto uno possa essere appassionato, la fede calcistica per questo evento sportivo qatariota è stata messa veramente a durissima prova.

Per chi è sensibile a queste cose le condizioni lavorative di chi ha tirato su questi stadi non sono immaginabili per chi in penisola arabica non c'è mai stato. Ho avuto la fortuna di visitare l'Oman, stato laico e tra meno oppressivi e già si percepivano chiaramente i sintomi di questa moderna schiavitù. Difficile passare sopra cosi a cuor leggere su un vera tema etico di fondo, il tutto per cosa? Per far girare i miliardi di dollaroni della Fifa e compiacere noi pubblico occidentale per lo +?

Parliamo poi della votazione credo più corrotta della storia, per giocare in un paese senza nessuna storia e modesta passione calcistica, in un periodo inconsueto in un contesto fittizio, tra aria condizionata, finti tifosi, pochi tifosi veri e tifosi locali "forzati"...

Un contesto attorno al campo che trasmette pochissimo, e temo che andremo incontro ad uno spettacolo tecnico anche molto modesto, tantissimi infortuni e pochisima preparazione di squadra.

Su questa basi difficile appassionarsi temo. Molto difficile. Personalmente seguirò ma credo distrattamente.

Credo al contrario di te che ci saranno sorprese nei gironi, sorprese importanti, sebbene per ora i maledetti zozzoni stiano impallinando un Iran davvvero impresentabile.

Credo vincerà qualcuna che non ha mai vinto prima, staremo a vedere...

Sul discorso etico concordo, ovviamente, ma per una volta Infantino l'ha detta giusta: "Se è di diritti umani che parliamo, l'Europa dovrebbe passare i prossimi tremila anni a scusarsi per quanto combinato negli ultimi tremila".

Sullo spettacolo ho scritto sopra, inizierà ragionevolmente dagli ottavi in poi quando avremo il dentro e fuori e gare più equilibrate delle due viste finora.

La manifestazione è importantissima e rimane tale indipendentemente dal fatto che l'Italia vi partecipi o meno, per qualsiasi giocatore è uno degli appuntamenti della vita e dunque ha un'aura che ai miei occhi rimane intatta.

E posso garantirti che non sono occhi ingenui....

Su chi vince mi sono già espresso: la formula lascia troppo spazio al caso, in fondo è anche il suo fascino ma parlando di una decina di possibili squadre vincitrici probabilmente mi sono tenuto basso.

Chiunque passa ha una chance, perché la verità è che bastano due pareggiotti e che i rigori ti vadano per il verso giusto per ritrovarsi in semifinale e a quel punto avere per forza una chance.....

Che poi, fuori l'Italia  io tifi gli inglesi, non credo sia una notizia :)

Link to comment
Share on other sites

Fuori le mie nazionali di riferimento (ho tanti amici in Colombia), mi stavo appassionando al Senegal. Infatti 0-2 subito, punteggio complessivamente troppo largo con secondo gol subito in contropiede al 98' quando ormai si campeggiava nella metà campo avversaria a cercare di pareggiare. 

Considerata la frequenza con cui perde chi seguo, ho appena sottoscritto abbonamento a Udinese Channel

  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

L'Olanda mi sembra una squadra completamente snaturata nei suoi principi, non a caso hanno richiamato in panchina la mummia Van Gaal perché dopo il 2010 hanno ottenuto risultati solo con lui. Cruijff nella sua autobiografia è stato a dir poco profetico a riguardo e vedo che in pochi lo hanno ascoltato in patria...

A mio avviso la crisi di Italia e Olanda, due nazioni calcistiche che si sono completamente snaturate nell'ultimo decennio, hanno curiose radici in comune: probabilmente noi come loro abbiamo smesso di insegnare gli autentici fondamentali del calcio, in Olanda declinati in senso collettivistico e "totale", da noi in senso più iperspecialistico e tatticistico. In poche parole sia noi che i batavi non coltiviamo più talenti puri...

 

Edited by atleticoiero
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...