Jump to content
gimmi

Coronavirus: le nostre opinioni e la situazione in corso

Recommended Posts

5 minuti fa, Riodario ha scritto:

No perché i dati del cts xe sempre una settimana indrio e noi terapie intensive a parte gavevimo numeri za da arancio. Inoltre una settimana fa non ghe xe stado un netto calo come in questa, se se voleva far la furbada ghe voleva farla prima. 

l'incidenza però xe sui dati fino a ieri.

l'rt poi xe ridicolo, su valori de 2 settimane fa. ma lo ripeto da secoli.

sta settimana con 2 giorni de tamponi inesistenti, xe stada straordinaria, quasi tutti in arancio grazie alla pasqua

Link to post
Share on other sites

Non si ferma l'ondata di contagi di coronavirus in Cile, dove oggi è stato registrato un nuovo record di casi giornalieri, con 9.171 positivi rilevati nelle ultime 24 ore. Lo ha riferito il ministero della Salute nel suo bilancio quotidiano sulla pandemia, riportato dal sito del quotidiano La Tercera. Con queste nuove infezioni, il Paese sudamericano ha raggiunto un totale di 1.060.421 infezioni dall'inizio della pandemia, in un'emergenza che non mostra miglioramenti nonostate la campagna di vaccinazione abbia raggiunto oltre 7,2 milioni di persone immunizzate. Nelle ultime 24 ore, il Dipartimento di statistica e informazione sanitaria Deis ha registrato 129 nuovi decessi per coronavirus, per un totale di 24.108 morti rilevate da marzo 2020. Il ministero della Salute ha riferito che l'occupazione dei letti di terapia intensiva ha raggiunto il 94,91% sul totale di 4.103 posti abilitati su tutto il territorio nazionale. Sono attualmente occupati 3.894 posti letto, di cui 3.075 per pazienti Covid. "Questa situazione ci preoccupa molto, stiamo vivendo un momento critico nell'evoluzione della pandemia", ha dichiarato il ministro della Salute Enrique Paris, commentando i dati. "La parola chiave è prevenire, evitare di entrare nei reparti di terapia intensiva, e anche rispettare la quarantena, ridurre la mobilità", ha aggiunto. "Lancio un appello all'unità della nazione, ad essere coerenti con ciò che tanto predichiamo. Dobbiamo proteggere noi stessi, perché facendolo proteggiamo i nostri cari, la nostra famiglia", ha sottolineato.

Link to post
Share on other sites

Una considerazione: in regione con oltre 100000 contagiati da inizio pandemia e con 280000 dosi già somministrate avremmo già un terzo della popolazione che dovrebbe avere una certa difesa.

Poi bisogna fare i conti con la variante inglese. E tutto va a farsi benedire. 

Infatti, ho avuto conferma che praticamente oramai c'è solo quella, che diversa gente che l'ha presa la prima volta ora lotta contro l'albionica e per ultimo che una buona fetta degli attuali ricoveri sono personale OSS che non si è voluto vaccinare. 

Quest'ultimo punto lo prendo con le pinze però sarebbe un fatto molto grave, inaccettabile. 

Link to post
Share on other sites
51 minuti fa, Riodario ha scritto:

......

Infatti, ho avuto conferma che praticamente oramai c'è solo quella, che diversa gente che l'ha presa la prima volta ora lotta contro l'albionica e per ultimo che una buona fetta degli attuali ricoveri sono personale OSS che non si è voluto vaccinare. 

......

almeno a Trieste non mi risulta

  • Mi piace 1
Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, pinot ha scritto:

almeno a Trieste non mi risulta

La notizia mi è stata riportata da un medico che lavora in ospedale qui a Trieste, volevo proprio il tuo parere  @pinot proprio perchè mi sembrava strana come notizia.

Link to post
Share on other sites
43 minuti fa, Riodario ha scritto:

Una considerazione: in regione con oltre 100000 contagiati da inizio pandemia e con 280000 dosi già somministrate avremmo già un terzo della popolazione che dovrebbe avere una certa difesa.

Poi bisogna fare i conti con la variante inglese. E tutto va a farsi benedire. 

Infatti, ho avuto conferma che praticamente oramai c'è solo quella, che diversa gente che l'ha presa la prima volta ora lotta contro l'albionica e per ultimo che una buona fetta degli attuali ricoveri sono personale OSS che non si è voluto vaccinare. 

Quest'ultimo punto lo prendo con le pinze però sarebbe un fatto molto grave, inaccettabile. 

Lunedì portiamo mamma a fare la prima dose di Pfizer, a fine settimana la faranno i miei suoceri. Mia mamma a fatica, con il deambulatore, riesce a percorrere i pochi metri tra camera e cucina, per distanze maggiori si muove solo con la sedia a rotelle. Praticamente è chiusa in casa e incontra solo noi 3 figli che pur prestando mille attenzioni potremmo portarle il virus a casa. E' giusto proteggerla, ma non uscendo praticamente di casa non cambia nulla nelle dinamiche di propagazione del virus, lei lo potrebbe subire ma non diffondere. Una buona parte dei vaccini somministrati sino ad ora riguardano casistiche similari, gli ospiti delle RSA non si muovono, tante persone anziane fanno una vita molto riservata e limitata nei movimenti. L'impatto delle prime vaccinazioni tra la gente che si muove di più e maggior veicolo di trasmissione al momento è ancora molto limitato, c'è un netto miglioramento nel contesto sanitario questo sì, ma nei contesti di vita normale non è cambiato quasi nulla.

Link to post
Share on other sites

Verissimo Mario. Discorso che non fa una pecca. Diciamo che gli effetti dei vaccini sulle persone più anziane e fragili che, come dici tu, buona parte non portano in giro il virus, si "vedono" sulla riduzione percentuale di casi gravi e mortalità. Cosa assolutamente non trascurabile. 

Per quanto riguarda il cambio di passo sulla circolazione del virus grazie alle vaccinazioni non credo ci sarà nel breve. Io credo per diversi anni dovremo fare il vaccino ogni anno e metterci il cuore in pace a convivere col virus. 

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Riodario ha scritto:

Verissimo Mario. Discorso che non fa una pecca. Diciamo che gli effetti dei vaccini sulle persone più anziane e fragili che, come dici tu, buona parte non portano in giro il virus, si "vedono" sulla riduzione percentuale di casi gravi e mortalità. Cosa assolutamente non trascurabile. 

Per quanto riguarda il cambio di passo sulla circolazione del virus grazie alle vaccinazioni non credo ci sarà nel breve. Io credo per diversi anni dovremo fare il vaccino ogni anno e metterci il cuore in pace a convivere col virus. 

Certamente! Le mie considerazioni riguardano il fatto che riaprendo il virus circolerebbe ancora quasi come prima dellinizio della campagna vaccinale. Dobbiamo affrettarci a mettere in sicurezza i soggetti più deboli, poi potremmo anche rischiare di far circolare il virus un pò di più senza grossi effetti sul Sistema Sanitario. Ovviamente far circolare il virus non è proprio l'ideale, sarebbe meglio stroncarlo in tutte le fasce di età, ma ci confrontiamo ancora con la scarsità di vaccini. Concordo che ci dovremo convivere  per anni e quindi dobbiamo quasi decuplicare le capacità mondiali di produzioni di vaccini, probabilmente spingendo maggiormente su quelli a mRNA che sembrano più facilmente "riprogrammabili" al mutare degli scenari delle varianti e meno soggetti a potenziali effetti collaterali.

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Riodario ha scritto:

Io credo per diversi anni dovremo fare il vaccino ogni anno e metterci il cuore in pace a convivere col virus. 

Io penso che il problema sarà principalmente il virus di ritorno (e magari mutato) dai paesi del terzo mondo. In molti stati sono in alto mare con le vaccinazioni, quindi quando tra qualche mese riprenderemo la vita normale e viaggeremo, ho paura che potremo portare a casa altre mutazioni.

Tutta questa vicenda spero che almeno ci farà riflettere sul fatto che viviamo tutti sullo stesso pianeta. Non è più tollerabile lasciare indietro certi paesi, non solo per un fattore umano, ma perché appunto se capitano queste cose diventa un problema per tutti.

Link to post
Share on other sites

Ho una piccola curiosità. Ora hanno aperto le prenotazioni per la fascia 60-69. Secondo voi ci sarà ancora uno step tipo 50-59, oppure il prossimo sarà il definitivo "aperto a tutti"?

Link to post
Share on other sites
Il 10/4/2021 at 09:58, Riodario ha scritto:

Per quanto riguarda il cambio di passo sulla circolazione del virus grazie alle vaccinazioni non credo ci sarà nel breve.

Ne dubito fortemente anche mi. Anzi credo/temo che 'sta chiavica de Covid continuerà a romperne le bale.

 

Il 10/4/2021 at 09:58, Riodario ha scritto:

Io credo per diversi anni dovremo fare il vaccino ogni anno e metterci il cuore in pace a convivere col virus. 

Convivere. Ecco una delle parole chiavi future, secondo mi.
Convivere come però ?!? Mi volessi sperar che in questa primavera-estate vegni gettade delle forti basi a livello istituzionale, affinchè el prossimo autunno, la convivenza sia decisamente diversa. Perchè pensar de strassinarse avanti così come questa stagion, penso sia folle e masochistico!

Tra le varie, alcune tra le prime robe da metter in chiaro, a mio parer xe:
- non pensabile che alcune categorie vegni dilaniade ed altre addirittura se "arricchisi" causa Covid
- non pensabile che el "carico" de salvaguardar la situazion generale de contagi & propagazion del virus, gravi per lo più solo su una parte de persone. Ovvero quelle che ga scelto de accettar ed osservar le regole.
Idee chiare e patti chiari per tutti, caro Governo, se no la polveriera el prossimo inverno podessi esploder.
(visione tendente al negativo-pessimistico, me rendo conto, eppur me sembra de esser stado ancora anche troppo poco realista)

Edited by chompo
Link to post
Share on other sites
18 ore fa, chompo ha scritto:

Convivere. Ecco una delle parole chiavi future, secondo mi.
Convivere come però ?!? Mi volessi sperar che in questa primavera-estate vegni gettade delle forti basi a livello istituzionale, affinchè el prossimo autunno, la convivenza sia decisamente diversa. Perchè pensar de strassinarse avanti così come questa stagion, penso sia folle e masochistico!

Secondo me convivere con il virus significa ritornare alle nostre esistenze abituali, senza più alcuna limitazione salvo qualche misura di prevenzione in specifici reparti ospedalieri e similari. Quando ogni persona potrà ricevere in tempi rapidi un vaccino dal SSN, ovvero sceglierselo a pagamento nel privato, potremo riaprire tutto! Il virus potrà circolare ancora poco e blandamente tra i vaccinati, poco ma più forte tra chi rifiuta la vaccinazione, il tutto con un impatto similare alle influenze stagionali, con periodi di quasi assenza e altri di ritorno. Il virus resterà ancora in circolazione nel mondo ma per chi avrà i vaccini non riguarderà più le masse, per cui si potrà tornare alla vita pre-covid. Io me l'immagino così!

Notevole l'India che ieri ha fatto segnare un altro record con 170 mila contagi, superando il Brasile.

Mediamente la Francia conta il doppio dei nostri contagi e la metà dei nostri decessi... o il nostro SSN vale 1/4 di quello francese o possiamo moltiplicare per 4 i contagi che registriamo giornalmente.

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, mario-manzanese ha scritto:

Mediamente la Francia conta il doppio dei nostri contagi e la metà dei nostri decessi... o il nostro SSN vale 1/4 di quello francese o possiamo moltiplicare per 4 i contagi che registriamo giornalmente.

Più facile che sia la prima. In Italia siamo convinti di avere il migliore sistema sanitario al mondo, ma questo semplicemente non corrisponde al vero. Sono almeno 25 anni che TUTTI i governi hanno tagliato sulla sanità, ora si vedono i risultati.

Link to post
Share on other sites

Sul discorso che il covid andrà avanti per anni e dovremo (meglio o peggio) conviverci, dico che credo sia impossibile sapere come si evolverà la situazione nei prossimi anni, quindi penso che le nostre previsioni possano essere dettate solo dalla nostra impronta filosofica, magari più ottimistica (tipo me) o pessimistica. Ripeto, non credo che i vaccini siano l'unica soluzione....ora probabilmente sì, Ma in futuro ci possono essere farmaci (nessuno ha accennato ad esempio allo studio di Mauro Giacca proprio qui a TS su un farmaco antiparassitario che potrebbe essere utile contro il covid) o anche tamponi molto rapidi ed efficaci per identificare i contagiati.

Sul discorso Sardegna, può essere benissimo che la zona bianca (diventata ora rossa) sia stata una grande gaffe del governo....però io non escludo a priori che possa essere stato semplicemente un esperimento (ben circoscritto, è un'isola) per capire cosa succede se apriamo in maniera più netta le attività. E se così fosse, certo non te lo vengono a dire....

Su quanto vale il nostro sistema sanitario credo sia difficile esprimersi, è un discorso complesso. Anche perchè una cosa è valutarlo in una situazione normale, un'altra in una situazione di emergenza. Poi il rilevamento dei contagi è solo un'infinitesimale parte del ruolo che svolge il SSN....chiaro che il nostro sistema non sia il migliore al mondo, ma nemmeno così pessimo credo.

 

Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Stefano79 ha scritto:

Più facile che sia la prima. In Italia siamo convinti di avere il migliore sistema sanitario al mondo, ma questo semplicemente non corrisponde al vero. Sono almeno 25 anni che TUTTI i governi hanno tagliato sulla sanità, ora si vedono i risultati.

La mia opinione è quasi diametralmente opposta alla tua: ci sta che non abbiamo sufficienti risorse per implementare il numero dei tamponi, ma sulle cure alle persone penso venga fatto tutto il possibile. Se in Italia si muore di più ritengo sia dovuto fondalmentalmente da un numero di contagiati maggiore...che proporzionalmente determina più casi gravi etc.etc.

Link to post
Share on other sites
16 ore fa, mario-manzanese ha scritto:

La mia opinione è quasi diametralmente opposta alla tua: ci sta che non abbiamo sufficienti risorse per implementare il numero dei tamponi, ma sulle cure alle persone penso venga fatto tutto il possibile. Se in Italia si muore di più ritengo sia dovuto fondalmentalmente da un numero di contagiati maggiore...che proporzionalmente determina più casi gravi etc.etc.

Ma certo, non era mia intenzione additare i sanitari, che al contrario si fanno in quattro, ma con poche risorse non si può fare più di tanto. Nel corso degli anni hanno tagliato non so quanti posti letto; non vogliono sfornare più medici perché non abbiamo risorse per formarli; addirittura i sanitari aspettano ancora gli straordinari per quest'ultimo anno di turni massacranti.

Siamo alla frutta.

Link to post
Share on other sites

Credo che la più importante notizia di oggi sia la richiesta di sospensione delle Autorità Americane alla somministrazione del vaccino di Johnson & Johnson, che ne ritarderà l'avvio anche in anche in Europa. Negli USA ne hanno somministrati quasi 7 milioni ed hanno avuto 6 casi di donne, tra i 18 ed i 48 anni, che hanno sviluppato delle trombosi, di cui una è deceduta. Non ho idea di quale correlazione ci sia però loro hanno già fatto 85 milioni di dosi di Moderna e 98 milioni di Pfizer senza "grandi casini"... hanno i magazzini pieni e non se le vanno a cercare! Che ci sia una qualche correlazione con i vaccini a vettore virale e l'utilizzo della pillola anticoncezionale? E' solo una mia ipotesi senza conoscere alcun dettaglio. Certo viene il dubbio che somministrandone un gran numero qualche effetto negativo possa emergere da tutti i vaccini a vettore virale, J&J, Astrazeneca, Sputnik... forse se donne di quella fascia di età si facessero in massa l'usuale vaccino antifluenzale potrebbero emergere problemi anche da quelli.  Pensandoci credo sia la prima volta in cui si sottopone a vaccinazioni di massa persone adulte, solitamente ci si vaccina da piccoli e da vecchi, forse si stanno scoprendo degli aspetti che non si conoscevano. E adesso? Un altro vaccino da girare agli over 60? Magari le correlazioni non ci sono ed il tutto rientrerà, però è chiaro che Pfizer e Moderna, ovvero i vaccini ad mRNA, abbiano un profilo di sicurezza più chiaro e che le persone vogliano quello! A torto o a ragione meglio spingere sui vaccini ad mRNA senza perdere tempo in altri vaccini a vettore virale... se il ReiThera vedrà la luce nascerà già vecchio... meglio sprintare con il Curevac tedesco e spingere l'acceleratore sul altri vaccini con la medesima teconologia ad mRNA lasciando perdere quelli a vettore virale.

edit. forse c'è maggiore correlazione tra vaccini a vettore virale e donne in età fertile senza tirare in ballo l'utilizzo della pillola anticoncenzionale... questo dicono.. io riporto e basta prendendo semplicemente atto di ciò che emerge, non ho le conoscenze per dare opinioni sul tema.

Edited by mario-manzanese
Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, mario-manzanese ha scritto:

Credo che la più importante notizia di oggi sia la richiesta di sospensione delle Autorità Americane alla somministrazione del vaccino di Johnson & Johnson, che ne ritarderà l'avvio anche in anche in Europa. Negli USA ne hanno somministrati quasi 7 milioni ed hanno avuto 6 casi di donne, tra i 18 ed i 48 anni, che hanno sviluppato delle trombosi, di cui una è deceduta. Non ho idea di quale correlazione ci sia però loro hanno già fatto 85 milioni di dosi di Moderna e 98 milioni di Pfizer senza "grandi casini"... hanno i magazzini pieni e non se le vanno a cercare! Che ci sia una qualche correlazione con i vaccini a vettore virale e l'utilizzo della pillola anticoncezionale? E' solo una mia ipotesi senza conoscere alcun dettaglio. Certo viene il dubbio che somministrandone un gran numero qualche effetto negativo possa emergere da tutti i vaccini a vettore virale, J&J, Astrazeneca, Sputnik... forse se donne di quella fascia di età si facessero in massa l'usuale vaccino antifluenzale potrebbero emergere problemi anche da quelli.  Pensandoci credo sia la prima volta in cui si sottopone a vaccinazioni di massa persone adulte, solitamente ci si vaccina da piccoli e da vecchi, forse si stanno scoprendo degli aspetti che non si conoscevano. E adesso? Un altro vaccino da girare agli over 60? Magari le correlazioni non ci sono ed il tutto rientrerà, però è chiaro che Pfizer e Moderna, ovvero i vaccini ad mRNA, abbiano un profilo di sicurezza più chiaro e che le persone vogliano quello! A torto o a ragione meglio spingere sui vaccini ad mRNA senza perdere tempo in altri vaccini a vettore virale... se il ReiThera vedrà la luce nascerà già vecchio... meglio sprintare con il Curevac tedesco e spingere l'acceleratore sul altri vaccini con la medesima teconologia ad mRNA lasciando perdere quelli a vettore virale.

prova a dirlo al "generale" con le patacche, i soliti "scienziati" hanno detto tutto e il contrario di tutto e adesso sono pieni di astrazeneca che nessuno, e dagli torto, vuole... solita itaglietta aahhahah

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, rudy ha scritto:

prova a dirlo al "generale" con le patacche, i soliti "scienziati" hanno detto tutto e il contrario di tutto e adesso sono pieni di astrazeneca che nessuno, e dagli torto, vuole... solita itaglietta aahhahah

Gli ordinativi sono stati effettuati tanti mesi fa, con il Governo Conte, quando tra la gente comune c'era più paura di un vaccino a mRNA che potesse "scombussolarti" il DNA, dove comunque l'Italia non ha lesinato ad ordinare anche i vaccini più costosi del Pfizer, lì era stata l'Austria a cannare di brutto destinando un budget irrisorio all'acquisto dei vaccini puntando quasi solo su Astrazeneca.  Astrazeneca e similari comunque non sono dei cattivi vaccini, con il senno di poi si priviligerebbe i nuovi sia come acquisto che come ricerca, però anche questi "vecchi" vaccini fanno tanto! Al limite possiamo destinarli agli over 65, se tutti gli over 65 fossero vaccinati potremmo riaprire tutto, gli Ospedali sarebbero quasi vuoti dai casi Covid.

Noto che l'India ha appena superato i 185 mila nuovi casi giornalieri... ma dove arriveranno? Se gli USA avevano sfiorato i 300 mila casi giornalieri con una popolazione di 330 milioni di abitanti, uno Stato di 1,4 miliardi di persone dove può arrivare? Forse il limite sarà determinato dalla capacità di contarli!

Link to post
Share on other sites
30 minuti fa, mario-manzanese ha scritto:

Noto che l'India ha appena superato i 185 mila nuovi casi giornalieri... ma dove arriveranno? Se gli USA avevano sfiorato i 300 mila casi giornalieri con una popolazione di 330 milioni di abitanti, uno Stato di 1,4 miliardi di persone dove può arrivare? Forse il limite sarà determinato dalla capacità di contarli!

Ma che tu sappia stanno vaccinando qualcosa in India?

Continuo a pesare che a lungo termine avremo problemi proprio per i contagi di ritorno dal terzo mondo, se non riescono a vaccinare.

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Stefano79 ha scritto:

Ma che tu sappia stanno vaccinando qualcosa in India?

Continuo a pesare che a lungo termine avremo problemi proprio per i contagi di ritorno dal terzo mondo, se non riescono a vaccinare.

Si vaccinano, con Astrazeneca e un loro vaccino, il Covaxin, a cui la rivista Lancet attibuisce una copertura dell'81%. Hanno somministrato quasi 110 milioni di dosi.. il problema è che sono in tanti, tanti poveri, impossibilità di effettuare lockdown seri perchè altrimenti la gente muore letteralmente di fame. Da quanto sentivo oggi l'India è tra i maggiori produttori di prodotti farmaceutici... probabilmente per i costi bassi della manodopera e quindi della produzione, ma in mezzo a tanta povertà diffusa credo abbia sviluppato anche delle industrie di eccellenza. Per l'estate volevano arrivare a 300 milioni di somministrazioni... ma anche così rimangono sempre 1,1 miliardi non vaccinati.
Probabilmente con i contagi di ritorno ci confronteremo a lungo, ma chi potrà vaccinare riuscirà a conviverci bene ugualmente.

Link to post
Share on other sites

Record di contagi giornalieri:
vedo che oggi vari Stati fanno segnare i loro record di contagi giornalieri cominciando con l'India che sfiora i 200 mila con 199.569. Record anche per la Turchia con 62.797, record per la Germania con 32.546, l'Argentina il record l'ha fatto ieri con 27.001 ed oggi ha "solo" superato i 25 mila. Anche la Francia con 43.505 "non va male..."! Speriamo che la Pfizer riesca ad inondare il mondo di vaccini! Non so cosa pensare... non riusciamo a svoltare!

Link to post
Share on other sites

In questo momento l'India ha già superato i 197 mila casi odierni... non mi meraviglierei se alla fine superasse i 230 mila! Ho letto qualcosa di una doppia variante...c'è da sperare che non si sia sviluppata una variante diversa che i vaccini non coprono. Hanno una impennata di casi clamorosa che non sembra spiegarsi solo con diverse metodologie di conteggio.  Anche la Germania già oltre i 23 mila a quest'ora non è un bel segnale. Aggiornano più volte fino a tardi... una esplosione là significa che poi arriva anche qua. Mah!

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


  • advertisement_alt
  • advertisement_alt
  • advertisement_alt


×
×
  • Create New...