Jump to content

Allianz Trieste-Germani Brescia (domenica 10 ottobre 2021)


Recommended Posts

Portata a casa,non una bella partita,contro una brutta squadra,ma l'importante era vincere. Troppe palle perse stupidissime,male ai liberi,sotto a rimbalzi,c'è tanto da fare. Per una volta abbiamo tirato bene da3, abbiamo continuato a difendere forte,mi è piaciuto il non voler spremere Banks su della valle sacrificando mian.il che ci ha ripagato in attacco.abbiamo vinto con questo Fernandez, praticamente inguardabile(spero sia acciaccato),con 2/3 giocate importanti di lever e con Sanders che senza tiro da fuori riesce cmq a essere un fattore in attacco. 

Pazzesca esordio di campogrande,non sarà ovviamente sempre questo,ma è una discreta arma in più in ruolo per noi molto delicato

Edited by MangiafuocoMcrae
  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

Dopo Pesaro avevo parlato di due titolari mancanti. Chiaro a tutti Konate, credo che Campogrande abbia dato un segnale sul suo potenziale da quintetto anche visti i limiti si Mian. 

Anch'io condivido con @Flamingil dubbio sulla definizione di squadra mal messa per Trieste. Ha un 2/3 con squadre messe male (almeno per Brindisi quando incontrata, Pesaro e Brescia sono davvero un pianto) ma avesse avuto Konate nelle Marche ora forse saremmo anche 3/3: quindi uno (del gruppo bicchiere mezzo pieno) potrebbe parlare di squadra su cui lavorare ancora molto dato il potenziale.

Sanders continua un percorso molto interessante nel ruolo di play puro, molto interessante. A me Grazulis è invece piaciuto: ancora in difficoltà da 3, ma quella è la ciliegina. Per il resto ha dato davvero tanto anche forte sui cambi. 

Nota per Ciani: sempre posato ma autorevole: lo si vede dal linguaggio del corpo dei giocatori nei cambi, dal modo sereno nello stare in campo anche nelle difficoltà (malgrado i caratterino reattivo di Konate e Fernandez verso gli arbitri). 

Brutta partita, squadra che mi piace sempre più per tratti di gioco e potenziale. 

PS (e mi aspetto già lì strali dell'altro partito) : odio il pensiero unico, ma se auspichiamo più pubblico, proviamo a vedere il lato buono, enfatizzando magari meno le problematiche. Guardiamo in prospettiva e potenziale (il cuore di Cavaliero, i miglioramenti di Banks, le nuove potenzialità con Campogrande, la crescita di Sandres) invece di sottolineare i difetti (il poco che Daniele potrebbe dare, il nervosismo di Konate, abbiamo vinto ma resto perplesso, etc). Tutto è giusto e tutto ha diritto di essere descritto. Ma io penso anche che a pari dignità delle diverse verità, in questo momento sia anche utile dar fuoco all'entusiasmo per supportare un nuovo credito verso il grande pubblico e per maggiore affluenza. Altrimenti essere critici cinici, seppur legittimo, mi pare un pochino distonico.

Edited by GMarco
Link to comment
Share on other sites

17 minuti fa, GMarco ha scritto:

Dopo Pesaro avevo parlato di due titolari mancanti. Chiaro a tutti Konate, credo che Campogrande abbia dato un segnale sul suo potenziale da quintetto anche visti i limiti si Mian. 

Anch'io condivido con @Flamingil dubbio sulla definizione di squadra mal messa per Trieste. Ha un 2/3 con squadre messe male (almeno per Brindisi quando incontrata, Pesaro e Brescia sono davvero un pianto) ma avesse avuto Konate nelle Marche ora forse saremmo anche 3/3: quindi uno (del gruppo bicchiere mezzo pieno) potrebbe parlare di squadra su cui lavorare ancora molto dato il potenziale.

Sanders continua un percorso molto interessante nel ruolo di play puro, molto interessante. A me Grazulis è invece piaciuto: ancora in difficoltà da 3, ma quella è la ciliegina. Per il resto ha dato davvero tanto anche forte sui cambi. 

Nota per Ciani: sempre posato ma autorevole: lo si vede dal linguaggio del corpo dei giocatori nei cambi, dal modo sereno nello stare in campo anche nelle difficoltà (malgrado i caratterino reattivo di Konate e Fernandez verso gli arbitri). 

Brutta partita, squadra che mi piace sempre più per tratti di gioco e potenziale. 

PS (e mi aspetto già lì strali dell'altro partito) : odio il pensiero unico, ma se auspichiamo più pubblico, proviamo a vedere il lato buono, enfatizzando magari meno le problematiche. Guardiamo in prospettiva e potenziale (il cuore di Cavaliero, i miglioramenti di Banks, le nuove potenzialità con Campogrande, la crescita di Sandres) invece si sottolineare i difetti (il poco che Daniele potrebbe dare, il nervosismo di Konate, etc). Tutto è giusto e tutto ha diritto di essere descritto. Ma io penso anche che a pari dignità delle diverse verità, in questo momento è anche utile dar fuoco all'entusiasmo per supportare un nuovo credito verso il grande pubblico e per maggiore affluenza. Altrimenti essere critici cinici, seppur legittimo, mi pare un pochino distonico.

Credo,ma spero di sbagliarmi,che la squadra di quest'anno,sarà sempre vista con occhio critico,anche se raggiungerà i playoff. Il modus operandi della società verso le tante "bandiere"(ED,coronica,da Ros,pecile)non è piaciuto a tantissimi,e questo sta creando un distaccamento e una criticità verso la squadra che obbiettivamente non c'entra niente. Ai nuovi non viene e non verrà perdonato niente,basti pensare allo scetticismo dopo la presa Banks,dopo che in quel ruolo abbiamo avuto Sanders,Justice e Doyle. Al preconcetto che la squadra non può difendere,cosa finora che non si è vista. Sanders non è un play,non ha tiro,ecc..ma quasi nessuno né loda l'atteggiamento, l'impegno,il fatto che gioca sempre prima per gli altri e non per se stesso.avesse il linguaggio del corpo del Fernandez di queste ultime2 partite sarebbero già tutti a dire che va cambiato,anzi qualcuno diceva dopo PS che forse bisognava già correggere qualcosa. La squadra ha dei difetti,ovvio...ma paga un momentaneo disinnamoramento e scetticismo,di cui non ha nessuna colpa.

Edited by MangiafuocoMcrae
  • Mi piace 2
  • Grazie 1
Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, MangiafuocoMcrae ha scritto:

Credo,ma spero di sbagliarmi,che la squadra di quest'anno,sarà sempre vista con occhio critico,anche se raggiungerà i playoff. Il modus operandi della società verso le tante "bandiere"(ED,coronica,da Ros,pecile)non è piaciuto a tantissimi,e questo sta creando un distaccamento e una criticità verso la squadra che obbiettivamente non c'entra niente. Ai nuovi non viene e non verrà perdonato niente,basti pensare allo scetticismo dopo la presa Banks,dopo che in quel ruolo abbiamo avuto Sanders,Justice e Doyle. Al preconcetto che la squadra non può difendere,cosa finora che non si è vista. Sanders non è un play,non ha tiro,ecc..ma quasi nessuno né loda l'atteggiamento, l'impegno,il fatto che gioca sempre prima per gli altri e non per se stesso.avesse il linguaggio del corpo del Fernandez di queste ultime2 partite sarebbero già tutti a dire che va cambiato,anzi qualcuno diceva dopo PS che forse bisognava già correggere qualcosa. La squadra ha dei difetti,ovvio...ma paga un momentaneo disinnamoramento e scetticismo,di cui non ha nessuna colpa.

Ovviamente condivido e lo faccio con la mente serena di chi ha amato tanto Dalmasson e a cui la forma (più che il contenuto) del modo di operare della società questa estate ha dato tantissimo fastidio. Ma malgrado ciò ritengo ingeneroso verso i giocatori e il coach certe critiche. Anche giuste da un certo di vista, ma di parte. 

Link to comment
Share on other sites

io riporto quello che ho visto ieri al pala e nelle precedenti partite a cui ho assistito

mi pare che le problematiche siano evidenti, ammesso che si vogliano vedere

ed anche i punti di forza che ho evidenziato

le 2 vittorie mi rendono felice ma ho una memoria ancora discreta e non mi dimentico che 2 anni fa dopo 5 giornate eravamo 2/3

le 2 vittorie erano state niente meno che a Sassari e, guarda caso, con Brescia all’AD

delle successive 9 partite ne vincemmo una

ieri un Campogrande on fire ci ha consentito nel secondo quarto di scavare il solco del + 16 dopo un primo quarto decisamente scadente

nel secondo tempo il parziale per BS è stato un terrificante 32-14 in una galleria degli orrori sia in attacco sia in difesa

poi il finale ci ha premiato grazie alla ditta Banks-Sanders

questo è, non c’è nessun bicchiere mezzo vuoto ma una squadra che a mio parere è mediocre e in 2 ruoli - 3 e 4 - più debole di quella della scorsa stagione

  • Mi piace 2
Link to comment
Share on other sites

33 minuti fa, pinot ha scritto:

io riporto quello che ho visto ieri al pala e nelle precedenti partite a cui ho assistito

mi pare che le problematiche siano evidenti, ammesso che si vogliano vedere

ed anche i punti di forza che ho evidenziato

le 2 vittorie mi rendono felice ma ho una memoria ancora discreta e non mi dimentico che 2 anni fa dopo 5 giornate eravamo 2/3

le 2 vittorie erano state niente meno che a Sassari e, guarda caso, con Brescia all’AD

delle successive 9 partite ne vincemmo una

ieri un Campogrande on fire ci ha consentito nel secondo quarto di scavare il solco del + 16 dopo un primo quarto decisamente scadente

nel secondo tempo il parziale per BS è stato un terrificante 32-14 in una galleria degli orrori sia in attacco sia in difesa

poi il finale ci ha premiato grazie alla ditta Banks-Sanders

questo è, non c’è nessun bicchiere mezzo vuoto ma una squadra che a mio parere è mediocre e in 2 ruoli - 3 e 4 - più debole di quella della scorsa stagione

Pinot questa è la tua rispettevole opinione, però non puoi venderla come dato oggettivo.

Attenzione a come si vogliono far passare le statistiche, perchè due anni fa eravamo 0-3 nelle prime tre partite, lo scorso anno 2-1 come quest'anno. Se poi vuoi analizzare le prime 5 partite allora due anni fa eravamo come lo  scorso anno ovvero 2-3. Però a seconda del messaggio che vuoi veicolare prendi il campione e il confronto che più comoda. Quest'anno abbiamo iniziato, per ora, come lo scorso anno.

Secondo me è vero, siamo al momento più deboli nel ruolo di 3 e 4, ma soprattutto nel 4 Lever sta crescendo quindi possiamo ancora crescere. Quest'anno invece, a mio avviso, siamo più forti in 1, 2 e 5.

Secondo me in generale dobbiamo ancora da digerire un nuovo sistema di gioco che è poco dalmassoniano. Il gioco di Dalmasson è sempre stato caratterizzato da grandi vittorie e grandi batoste, della serie, quando le cose giravano eravamo un rullo compressore, quando invece il sistema si inceppava faticavamo ad uscire dalle sabbie mobili. Quest'anno, per ora, la vedo completamente diversa. Ci troviamo di fronte ad un gioco più tradizionale, maggiormente orientato al tatticismo e meno alle libertà dei singoli, che non permette di divagare mostrando un basket spumeggiante ma che permette di vincere anche in partite dove le cose non sempre girano bene. Non so dire per certo quale tipo di basket sia migliore, l'idea che mi son fatto io è che il gioco di Dalmasson permetteva di avere più ondate positive e negative durante la stagione, mentre quello di Ciani sarà potenzialmente più imprevedibile. Tireremo, in tal senso, le somme alla fine della stagione

Link to comment
Share on other sites

Detto da uno che non ha visto la partita con Brescia ma si immagina la faccenda da quanto letto e che ha visto Brindisi e Pesaro a babbo stramortissimo: finora si è giocato discretamente male secondo me, vincendo contro due squadre che hanno giocato peggio di noi (meriti e demeriti da posizionare seconndo orientazioni fideistiche ottimisti vs pessimisti). Le 2 vittorie sono grasso che stra cola.

Non credo di dire una bestialità dicendo che la squadra di quest'anno ha meno talento di quella dello scorso anno, ma mi sembra abbastanza evidente che qua ci sono dei margini da esplorare discretamente interessanti (Lever, Konate su tutti ma anche Sanders). Inoltre il talento da solo non basta come si è pure visto lo scorso anno in qualche discreto passaggio a vuoto che pure c'è stato.

Cosa resta? Tanto lavoro da fare cercando di far lievitare la torta con gli ingredienti che ci sono, che non sono eccessivamente malvagi ma di qualità globale inferiore di quelli dello scorso anno. Ciani mi sembra la persona adatta per lavorare in profondità sull'organico a disposizione per far rendere al massimo le risorse a propria disposizione. Non si può fare a meno di questo passaggio per immaginarsi allora un campionato discretamente tranquillo, altrimentio ci sarà da battagliare palla su palla per stare a galla.

Nota personale: la difesa e Sanders non mi sembrano davvero un problema, anzi finora al netto di qualche sciocchezza ampiamente evitabile ci esprimiamo nettamente meglio con Sanders in campo che con i resti di un Fernandez sostanzialemente inguardabile.

Tutto ciò molto laicamente detto continuerò silenziosamente a non capire mai coloro che non esitano un attimo ad affibbiare patenti di mediocrità ed inadeguatezza a piè sospinto guardandosi bene dal fare altrettanto sugli evidenti aspetti positivi presenti in questo nuovo gruppo. Nuovo appunto....

Link to comment
Share on other sites

8 minuti fa, Flaming ha scritto:

Pinot questa è la tua rispettevole opinione, però non puoi venderla come dato oggettivo.

Attenzione a come si vogliono far passare le statistiche, perchè due anni fa eravamo 0-3 nelle prime tre partite, lo scorso anno 2-1 come quest'anno. Se poi vuoi analizzare le prime 5 partite allora due anni fa eravamo come lo  scorso anno ovvero 2-3. Però a seconda del messaggio che vuoi veicolare prendi il campione e il confronto che più comoda. Quest'anno abbiamo iniziato, per ora, come lo scorso anno.

Secondo me è vero, siamo al momento più deboli nel ruolo di 3 e 4, ma soprattutto nel 4 Lever sta crescendo quindi possiamo ancora crescere. Quest'anno invece, a mio avviso, siamo più forti in 1, 2 e 5.

Secondo me in generale dobbiamo ancora da digerire un nuovo sistema di gioco che è poco dalmassoniano. Il gioco di Dalmasson è sempre stato caratterizzato da grandi vittorie e grandi batoste, della serie, quando le cose giravano eravamo un rullo compressore, quando invece il sistema si inceppava faticavamo ad uscire dalle sabbie mobili. Quest'anno, per ora, la vedo completamente diversa. Ci troviamo di fronte ad un gioco più tradizionale, maggiormente orientato al tatticismo e meno alle libertà dei singoli, che non permette di divagare mostrando un basket spumeggiante ma che permette di vincere anche in partite dove le cose non sempre girano bene. Non so dire per certo quale tipo di basket sia migliore, l'idea che mi son fatto io è che il gioco di Dalmasson permetteva di avere più ondate positive e negative durante la stagione, mentre quello di Ciani sarà potenzialmente più imprevedibile. Tireremo, in tal senso, le somme alla fine della stagione

io semplicemente invito a prendere con la giusta cautela queste 2 importantissime vittorie senza trarre affrettate conclusioni sulla competitività della squadra

non sto paragonando questa squadra a quella della stagione 2019-20, sto paragonando i 2 inizi di campionato ricordando assai bene che qualche forumista dopo quelle 2 consecutive vittorie scrisse che la squadra era più forte di quella dell’anno prima

poi e’ chiaro che la fama di menagramo me la porto dietro e non so cosa farci, io scrivo quello che penso, se poi si rivela sbagliato meglio

Link to comment
Share on other sites

8 minuti fa, poli ha scritto:

Detto da uno che non ha visto la partita con Brescia ma si immagina la faccenda da quanto letto e che ha visto Brindisi e Pesaro a babbo stramortissimo: finora si è giocato discretamente male secondo me, vincendo contro due squadre che hanno giocato peggio di noi (meriti e demeriti da posizionare seconndo orientazioni fideistiche ottimisti vs pessimisti). Le 2 vittorie sono grasso che stra cola.

Non credo di dire una bestialità dicendo che la squadra di quest'anno ha meno talento di quella dello scorso anno, ma mi sembra abbastanza evidente che qua ci sono dei margini da esplorare discretamente interessanti (Lever, Konate su tutti ma anche Sanders). Inoltre il talento da solo non basta come si è pure visto lo scorso anno in qualche discreto passaggio a vuoto che pure c'è stato.

Cosa resta? Tanto lavoro da fare cercando di far lievitare la torta con gli ingredienti che ci sono, che non sono eccessivamente malvagi ma di qualità globale inferiore di quelli dello scorso anno. Ciani mi sembra la persona adatta per lavorare in profondità sull'organico a disposizione per far rendere al massimo le risorse a propria disposizione. Non si può fare a meno di questo passaggio per immaginarsi allora un campionato discretamente tranquillo, altrimentio ci sarà da battagliare palla su palla per stare a galla.

Nota personale: la difesa e Sanders non mi sembrano davvero un problema, anzi finora al netto di qualche sciocchezza ampiamente evitabile ci esprimiamo nettamente meglio con Sanders in campo che con i resti di un Fernandez sostanzialemente inguardabile.

Tutto ciò molto laicamente detto continuerò silenziosamente a non capire mai coloro che non esitano un attimo ad affibbiare patenti di mediocrità ed inadeguatezza a piè sospinto guardandosi bene dal fare altrettanto sugli evidenti aspetti positivi presenti in questo nuovo gruppo. Nuovo appunto....

Di solito non lo sono,ma stavolta sono D'accordo con te in tutto, soprattutto su Sanders/Fernandez... Non so se non gradisce il ruolo,se è fuori condizione o qualsiasi altra cosa ,ma il lobito delle ultime 2 partite è veramente un giocatore in difficoltà. Lo conosciamo e bisogna dargli tempo,sperando torni il giocatore che sappiamo tutti.aggiungobl che  Forse la squadra ha meno talento,resta sempre il fatto che 2/5 dello starting5 dello scorso anno, quest'anno partono dalla panchina, il che potenzialmente può essere un bel vantaggio.

Link to comment
Share on other sites

21 minuti fa, MangiafuocoMcrae ha scritto:

Di solito non lo sono,ma stavolta sono D'accordo con te in tutto, soprattutto su Sanders/Fernandez... Non so se non gradisce il ruolo,se è fuori condizione o qualsiasi altra cosa ,ma il lobito delle ultime 2 partite è veramente un giocatore in difficoltà. Lo conosciamo e bisogna dargli tempo,sperando torni il giocatore che sappiamo tutti.aggiungobl che  Forse la squadra ha meno talento,resta sempre il fatto che 2/5 dello starting5 dello scorso anno, quest'anno partono dalla panchina, il che potenzialmente può essere un bel vantaggio.

io vedo Lobito non in condizione, appesantito, ben presto in riserva di fiato

ieri ha avuto anche quello scatto di nervi che gli è costato il tecnico e secondo me era dovuto alla frustrazione per il fatto che non gli riusciva niente

non credo che il ruolo di secondo play gli pesi anche perché non è il secondo di nessuno, abbiamo 2 play di caratteristiche diverse e sta in campo chi è più utile in funzione dell’avversario e della freschezza

non dimentichiamo che contro Brindisi il coach nel finale ha puntato su di lui

non so se con ED ci fosse più sintonia, stesso discorso per Delia che ieri al momento del cambio si è incazzato con la panchina, cosa che non gli ho mai visto fare con Dalmasson

sicuramente in grande difficoltà è Mian che mi pare sfiduciato al massimo, quello che ha combinato all’esordio Campogrande non deve aver aumentato la sua autostima

in difficoltà in difesa, ieri Della Valle lo ha sverniciato nel primo quarto, in difficoltà in attacco dove rifiuta tiri aperti per mancanza di fiducia e si avventura in improbabili iniziative personali che non sa fare, rimediando figuracce

se in giornata lui è un tiratore e stop mentre in difesa può far valere la sua fisicità ma a ali rapide e atletiche non prende nemmeno la targa

c’e’ poi il consueto inizio di campionato di Grazulis che fa tante cose utili ma da 3 non la mette mai, quest’anno un po’ meglio del precedente, siamo a 1/10 anziché a 0/non ricordo quanto, forse 18

infine Lever, impalpabile fino alla tripla fondamentale nell’ultimo quarto

bello da vedere, bel fisico, movimenti eleganti ma tutti gli saltano sulla testa, anche le guardie avversarie

gioca timoroso, senza personalità

migliorera’ ? chissà, non ne ho la più pallida idea, atleticamente quello è 

è certo che nel backup del 4 finora abbiamo perso il 50% rinunciando a Da Ros

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, MangiafuocoMcrae ha scritto:

Di solito non lo sono,ma stavolta sono D'accordo con te in tutto, soprattutto su Sanders/Fernandez... Non so se non gradisce il ruolo,se è fuori condizione o qualsiasi altra cosa ,ma il lobito delle ultime 2 partite è veramente un giocatore in difficoltà. Lo conosciamo e bisogna dargli tempo,sperando torni il giocatore che sappiamo tutti.aggiungobl che  Forse la squadra ha meno talento,resta sempre il fatto che 2/5 dello starting5 dello scorso anno, quest'anno partono dalla panchina, il che potenzialmente può essere un bel vantaggio.

Posto che di lavoro da fare ce n'è tantissimo e sarebbe poco realistico non vedere le cose negative che molti evidenziano , non comprendo perchè si continua a dire che questa squadra ha meno talento di quella dello scorso anno. Intendo, analizzando gli uscenti e gli entranti non vedo questa grande differenza di talento rispetto lo scorso anno, poi secondo il mio giudizio  siamo un pelo meglio, ma se vogliamo mediare penso che non scontentiamo nessuno se diciamo che siamo sostanzialmente uguali. Però sono curioso di sapere chi la pensa diversamente , dove vede il downgrade e dove è così pesante da compromettere il giudizio globale sul talento della squadra. Sotto riporto la mia vista. Poi se questa squadra riuscirà ad avere gli stessi risultati, migliori o peggiori rispetto alla squadra dello scorso anno, è tutto da vedere.

1) SANDERS vs Laquintana [Meglio]

2) MIAN vs Henry [Peggio di abbastanza]

3) BANKS vs Doyle [Meglio]

4) KONATE vs Upson [Meglio di abbastanza]

5)  LEVER vs DaRos [Peggio, ma il giudizio potrebbe cambiare nel corso dell'anno, quel che è certo è che ad adesso è peggio]

6) CAMPOGRANDE vs Alviti [Potenzialmente uguali, Il primo ha maggiore capacità di crearsi un tiro da solo mentre Alviti indubbiamente era più presente in difesa]

Edited by Flaming
Link to comment
Share on other sites

13 minuti fa, Flaming ha scritto:

Posto che di lavoro da fare ce n'è tantissimo e sarebbe poco realistico non vedere le cose negative che molti evidenziano , non comprendo perchè si continua a dire che questa squadra ha meno talento di quella dello scorso anno. Intendo, analizzando gli uscenti e gli entranti non vedo questa grande differenza di talento rispetto lo scorso anno, poi secondo il mio giudizio  siamo un pelo meglio, ma se vogliamo mediare penso che non scontentiamo nessuno se diciamo che siamo sostanzialmente uguali. Però sono curioso di sapere chi la pensa diversamente , dove vede il downgrade e dove è così pesante da compromettere il giudizio globale sul talento della squadra. Sotto riporto la mia vista. Poi se questa squadra riuscirà ad avere gli stessi risultati, migliori o peggiori rispetto alla squadra dello scorso anno, è tutto da vedere.

1) SANDERS vs Laquintana [Meglio]

2) MIAN vs Henry [Peggio di abbastanza]

3) BANKS vs Doyle [Meglio]

4) KONATE vs Upson [Meglio di abbastanza]

5)  LEVER vs DaRos [Peggio, ma il giudizio potrebbe cambiare nel corso dell'anno, quel che è certo è che ad adesso è peggio]

6) CAMPOGRANDE vs Alviti [Potenzialmente uguali, Il primo ha maggiore capacità di crearsi un tiro da solo mentre Alviti indubbiamente era più presente in difesa]

Infatti,io ho scritto FORSE ha meno talento. Individualmente secondo me ne ha di più. Ma la somma dei singoli non fa quasi mai il totale. Non sono d'accordo solo su campogrande-alviti, non li vedo alla pari. Alviti lo scorso anno ha fatto una grande stagione.

Link to comment
Share on other sites

57 minuti fa, pinot ha scritto:

io vedo Lobito non in condizione, appesantito, ben presto in riserva di fiato

ieri ha avuto anche quello scatto di nervi che gli è costato il tecnico e secondo me era dovuto alla frustrazione per il fatto che non gli riusciva niente

non credo che il ruolo di secondo play gli pesi anche perché non è il secondo di nessuno, abbiamo 2 play di caratteristiche diverse e sta in campo chi è più utile in funzione dell’avversario e della freschezza

non dimentichiamo che contro Brindisi il coach nel finale ha puntato su di lui

non so se con ED ci fosse più sintonia, stesso discorso per Delia che ieri al momento del cambio si è incazzato con la panchina, cosa che non gli ho mai visto fare con Dalmasson

sicuramente in grande difficoltà è Mian che mi pare sfiduciato al massimo, quello che ha combinato all’esordio Campogrande non deve aver aumentato la sua autostima

in difficoltà in difesa, ieri Della Valle lo ha sverniciato nel primo quarto, in difficoltà in attacco dove rifiuta tiri aperti per mancanza di fiducia e si avventura in improbabili iniziative personali che non sa fare, rimediando figuracce

se in giornata lui è un tiratore e stop mentre in difesa può far valere la sua fisicità ma a ali rapide e atletiche non. prende nemmeno la targa

c’e’ poi il consueto inizio di campionato di Grazulis che fa tante cose utili ma da 3 non la mette mai, quest’anno un po’ meglio del precedente, siamo a 1/10 anziché a 0/non ricordo quanto, forse 18

infine Lever, impalpabile fino alla tripla fondamentale nell’ultimo quarto

bello da vedere, bel fisico, movimenti eleganti ma tutti gli saltano sulla testa, anche le guardie avversarie

gioca timoroso, senza personalità

migliorera’ ? chissà, non ne ho la più pallida idea, atleticamente quello è 

è certo che nel backup del 4 finora abbiamo perso il 50% rinunciando a Da Ros

Ti do ragione su mian,non me lo aspettavo così poco in fiducia,volevo solo sottolineare che per me 2triple di della valle nel 1quarto sono colpa di konate che resta dentro sul pnr. Cosa che mi ha fatto dubitare un po' sul maliano(ok non conoscere i giocatori,ma basta leggere gli scouting report che ti vengono dati dagli assistenti,non credo che ci sia stato scritto"RESTIAMO DENTRO SU DELLA VALLE"). Su lever-daros concordo(al momento),ma bisogna vedere anche il lato economico dell'operazione,se rinunciando a da Ros mi permetto konate al posto di upson allora lo faccio subito. Avere Delia dalla panchina, al netto di ieri,può essere un fattore importante.

Link to comment
Share on other sites

21 minuti fa, MangiafuocoMcrae ha scritto:

Infatti,io ho scritto FORSE ha meno talento. Individualmente secondo me ne ha di più. Ma la somma dei singoli non fa quasi mai il totale. Non sono d'accordo solo su campogrande-alviti, non li vedo alla pari. Alviti lo scorso anno ha fatto una grande stagione.

Mi son collegato al tuo post per porre il quesito. Alviti lo scorso anno ha fatto sicuramente una grande stagione, però ai nastri di partenza potenzialmente l'avrei definito simile a Campogrande. Vediamo se Luca saprà consolidarsi ad alti livelli come fece Alviti, oppure no. Speriamo in questo caso che il buongiorno si veda dal mattino 😉

Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, Flaming ha scritto:

Mi son collegato al tuo post per porre il quesito. Alviti lo scorso anno ha fatto sicuramente una grande stagione, però ai nastri di partenza potenzialmente l'avrei definito simile a Campogrande. Vediamo se Luca saprà consolidarsi ad alti livelli come fece Alviti, oppure no. Speriamo in questo caso che il buongiorno si veda dal mattino 😉

Decisamente nessuno pensava potesse fare una stagione del genere,e in realtà campogrande nello spezzone a Roma ha fatto anche meglio(ma in una squadra disastrata e disastrosa). Per me è un ottimo acquisto,in attacco fa 2/3 cose ma le fa benissimo,in difesa magari è "scarso", ma ha comunque un atteggiamento super aggressivo,che magari fa vedere meno le sue lacune. 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, pinot ha scritto:

Delia che ieri al momento del cambio si è incazzato con la panchina

Non ho visto, ma l'ho già letto da qlc parte. Non vedo il motivo però o almeno non quello dato solo dal fatto di essere panchinato; se non ricordo male, al momento del cambio era in campo da parecchio.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Flaming ha scritto:

Posto che di lavoro da fare ce n'è tantissimo e sarebbe poco realistico non vedere le cose negative che molti evidenziano , non comprendo perchè si continua a dire che questa squadra ha meno talento di quella dello scorso anno. Intendo, analizzando gli uscenti e gli entranti non vedo questa grande differenza di talento rispetto lo scorso anno, poi secondo il mio giudizio  siamo un pelo meglio, ma se vogliamo mediare penso che non scontentiamo nessuno se diciamo che siamo sostanzialmente uguali. Però sono curioso di sapere chi la pensa diversamente , dove vede il downgrade e dove è così pesante da compromettere il giudizio globale sul talento della squadra. Sotto riporto la mia vista. Poi se questa squadra riuscirà ad avere gli stessi risultati, migliori o peggiori rispetto alla squadra dello scorso anno, è tutto da vedere.

1) SANDERS vs Laquintana [Meglio]

2) MIAN vs Henry [Peggio di abbastanza]

3) BANKS vs Doyle [Meglio]

4) KONATE vs Upson [Meglio di abbastanza]

5)  LEVER vs DaRos [Peggio, ma il giudizio potrebbe cambiare nel corso dell'anno, quel che è certo è che ad adesso è peggio]

6) CAMPOGRANDE vs Alviti [Potenzialmente uguali, Il primo ha maggiore capacità di crearsi un tiro da solo mentre Alviti indubbiamente era più presente in difesa]

non diamo per scontato che Fernandez e Delia rendano allo stesso modo partendo dalla panchina però

Link to comment
Share on other sites

Io non credo che la squadra attuale sia meno talentuosa, rispetto a quella della passata stagione, ma diciamo pure che sia così.

Qualcuno ricorda forse quante partite ha fatto Doyle con aria scazzata, lasciando il suo talento nello spogliatoio?

Oppure quando il talentuoso Henry era fisicamente presente  ma con la testa chissà dove?

Con questo voglio solo dire che oltre al talento ci vuole il senso di appartenenza, in po' di umiltà e il massimo impegno. Tutte cose che lo scorso anno sono venute meno più  volte, nei due giocatori sopra citati.

La mia ignorante opinione, mi fa preferire il roster di quest'anno, rispetto a quello della passata stagione.

 

 

  • Grazie 1
Link to comment
Share on other sites

50 minuti fa, alvin66 ha scritto:

Doyle scazzato mai...visto che difendeva molto piu' di Banks..inefficiente in attacco, si'...qualche volta..

Esatto,Doyle sembrava scazzato,per il suo linguaggio del corpo,ma non si è mai tirato indietro. Forse l'inefficienza offensiva alle volte era dovuta anche al fatto di non risparmiarsi mai in difesa. Discorso diverso per Henry. Infatti basta guardare i minutaggi dei 2.

Link to comment
Share on other sites

non so se avete fatto caso ma Lee Moore che ieri ci ha “ deliziato “ per 7 minuti concludendo con una virgola - finora 3.3 p.ti/partita - proviene dal campionato polacco dove viaggiava a 18 p.ti/partita

giusto per contestualizzare le prestazioni di Sanders, che viaggiava in quel campionato a cifre simili o un po’ inferiori

torneo evidentemente particolare, in cui c’è qualche squadra più competitiva ad esempio lo Zielona Gora che fa la VTB e ci sarà pure qualche team che gioca le coppe, ma nell’ambito di un campionato di livello basso

in cui si possono trovare stranieri buoni come Bostic o Chris Wright ma le statistiche per lo più sono da prendere con le pinze

Treviso pescando là Sokolowski ha fatto bingo

ad ogni modo Brescia, che a quanto pare ha uno dei budget più alti in A, vive su una contraddizione, secondo me

hanno il 6+6 ma uno dei 6 stranieri è il 38enne Moss, che sarà anche la bandiera e una gran persona ma insomma mi pare arrivato alla fine di una gloriosa carriera

penso che BS abbia speso tanti soldi per Mitrou-Long, l’ex Pana Gabriel, Petrucelli, Cobbins, Della Valle e Burns, dai quali sta avendo meno di quello che si aspettasse

forse l’arrivo di De Benedetto è stato il colpo di grazia……

Link to comment
Share on other sites

44 minuti fa, pinot ha scritto:

non so se avete fatto caso ma Lee Moore che ieri ci ha “ deliziato “ per 7 minuti concludendo con una virgola - finora 3.3 p.ti/partita - proviene dal campionato polacco dove viaggiava a 18 p.ti/partita

giusto per contestualizzare le prestazioni di Sanders, che viaggiava in quel campionato a cifre simili o un po’ inferiori

torneo evidentemente particolare, in cui c’è qualche squadra più competitiva ad esempio lo Zielona Gora che fa la VTB e ci sarà pure qualche team che gioca le coppe, ma nell’ambito di un campionato di livello basso

in cui si possono trovare stranieri buoni come Bostic o Chris Wright ma le statistiche per lo più sono da prendere con le pinze

Treviso pescando là Sokolowski ha fatto bingo

ad ogni modo Brescia, che a quanto pare ha uno dei budget più alti in A, vive su una contraddizione, secondo me

hanno il 6+6 ma uno dei 6 stranieri è il 38enne Moss, che sarà anche la bandiera e una gran persona ma insomma mi pare arrivato alla fine di una gloriosa carriera

penso che BS abbia speso tanti soldi per Mitrou-Long, l’ex Pana Gabriel, Petrucelli, Cobbins, Della Valle e Burns, dai quali sta avendo meno di quello che si aspettasse

forse l’arrivo di De Benedetto è stato il colpo di grazia……

Ma credo che Moss vale da italiano? O no,perché c'è già burns da italiano?o forse lo confondo con qlcun altro?

Moore era già a brescia un paio di anni fa, tra l'altro anche in doppia cifra.

cmq è vero in quei campionati puoi trovare di tutto:bidoni, giocatori normali,e anche buoni... 

Secondo me,; Brescia ha un allenatore inadeguato, e la squadra costruita male,senza un playmaker(vitali fuori rosa non so perché), e con troppi giocatori che vogliono sempre la palla in mano, della valle in primis. Soldi veramente veramente spesi malissimo.

Edited by MangiafuocoMcrae
Link to comment
Share on other sites

non so se avete fatto caso ma Lee Moore che ieri ci ha “ deliziato “ per 7 minuti concludendo con una virgola - finora 3.3 p.ti/partita - proviene dal campionato polacco dove viaggiava a 18 p.ti/partita
giusto per contestualizzare le prestazioni di Sanders, che viaggiava in quel campionato a cifre simili o un po’ inferiori
torneo evidentemente particolare, in cui c’è qualche squadra più competitiva ad esempio lo Zielona Gora che fa la VTB e ci sarà pure qualche team che gioca le coppe, ma nell’ambito di un campionato di livello basso
in cui si possono trovare stranieri buoni come Bostic o Chris Wright ma le statistiche per lo più sono da prendere con le pinze
Treviso pescando là Sokolowski ha fatto bingo
ad ogni modo Brescia, che a quanto pare ha uno dei budget più alti in A, vive su una contraddizione, secondo me
hanno il 6+6 ma uno dei 6 stranieri è il 38enne Moss, che sarà anche la bandiera e una gran persona ma insomma mi pare arrivato alla fine di una gloriosa carriera
penso che BS abbia speso tanti soldi per Mitrou-Long, l’ex Pana Gabriel, Petrucelli, Cobbins, Della Valle e Burns, dai quali sta avendo meno di quello che si aspettasse
forse l’arrivo di De Benedetto è stato il colpo di grazia……

Mi sa che De Benedetto nn sia proprio un drago con lo scouting


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...