Jump to content

Stagione Triestina 2022/23


Recommended Posts

21 minuti fa, ndocojo ha scritto:

Di norma questi 'incontri' hanno un copione ben delineato. 

Un portavoce che fa radunare i calciatori sotto la tribunetta, due parole sul valore della maglia, sulla necessità di sputare sangue, fora i cojoni, l'Unione semo noi ecc ecc. E i giocatori che ascoltano in religioso silenzio equamente divisi tra 'ci servirà da sprone' e 'speriamo finisca presto che non lo sopporto'. 

Purtroppo  tutto vero, un rito inutile col copione già scritto. Non serve a nulla. 

Link to comment
Share on other sites

Sconfitta pesantissima quella di ieri.

Tira davvero aria pesante dentro e fuori dal campo; squadra in ritiro (si sa dove?) e Pavanel momentaneamente confermato.

Se fino adesso è stato sbagliato tutto o quasi tutto, e mi auguro in buona fede, ora la società e soprattutto il presidente devono metterci la faccia;

Il primo che caccerei è Parpiglia, dopo il suo "vulcanico" e indegno intervento di ieri, tutto ha un limite, ma ieri questo brutto personaggio ha esagerato nei modi e nei termini, Parpiglia out! Non si può vedere né sentire.

Capitolo Romairone: ormai è chiaro e lampante che di errori ne ha commessi; con la squadra in questa situazione dovrebbe dimettersi, ma di sicuro non lo farà. Vedremo se confermato, cosa riuscirà a fare col mercato di gennaio, attenzione però perché temo che quello di uscita sarà più complicato di quello in entrata; piazzare certi pseudo giocatori sarà impresa ardua.

Pavanel: purtroppo la realtà sta tanto nei numeri che nel suo scoramento, uso un termine usato da lui...lacerante; è riuscito a fare peggio del suo dilettantistico predecessore, non ha saputo dare alcun miglioramento né sul piano agonistico, né sul piano psicologico, anzi.Trovo che anche lui oramai sia alla canna del gas; mi aspettavo le sue dimissioni ieri sera per palese impotenza e rassegnazione. Probabilmente il suo carattere,il suo orgoglio, il suo attaccamento a squadra e città lo spingono oltre ad ogni ostacolo, anche quando la ragione e la logica consiglierebbero di chiamarsi fuori da una situazione sportiva catastrofica.

Squadra: andate a lavorare; fallimento totale dal quale salvo personalmente soltanto entrambi i portieri, e Felici. 

Tutto il resto della difesa, centrocampo e attacco sono assolutamente e gravemente scarsi, chi più chi meno, indegni, impresentabili.

Mercoledì si va a Piacenza: con la coperta cortissima a centrocampo, e una situazione che definire bollente in spogliatoio è dir poco. Da tifoso spero sempre in un cambio di passo e una scalata in classifica che ci porti fuori da questo incubo, ma realisticamente mettendo insieme quanto sopra riportato vedo poche possibilità di salvezza sul campo, a meno di stravolgimenti a gennaio.

Per ora, questi siamo dentro e fuori dal campo.

Ultima chiosa finale sui soliti giornalisti in sala stampa: ma un po' di dignità e orgoglio non ce l'avete proprio? Vi siete fatti letteralmente ca***e in testa tanto da Romairone che da quello squallido di Parpiglia: vergognatevi voi quanto chi vi ha tenuti a bocca chiusa e vi ha letteralmente umiliati senza che voi batteste ciglio. Penosi.

  • Mi piace 2
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Lorenzo72 ha scritto:

Ultima chiosa finale sui soliti giornalisti in sala stampa: ma un po' di dignità e orgoglio non ce l'avete proprio? Vi siete fatti letteralmente ca***e in testa tanto da Romairone che da quello squallido di Parpiglia: vergognatevi voi quanto chi vi ha tenuti a bocca chiusa e vi ha letteralmente umiliati senza che voi batteste ciglio. Penosi.

salvo alcuni doverosi distinguo, non i ga mai brillado per acume, sagacia e puntutezza

ma za dai tempi de Pontrelli

Link to comment
Share on other sites

A mente fredda, dopo due giorni di pausa riflessione devo scrivere quanto segue;

Tornando al teatrino di domenica scorsa con la conferenza stampa post partita, e più precisamente allo show di quel brutto personaggio che porta il nome e cognome di Gabriele Parpiglia, vorrei precisare una cosa: caro Parpiglia, sciacquati la bocca quando parli di Unione/Disunione. In primis perché tu con l'Unione non centri un ca**o ( uso termini volgari con i quali ti trovi a meraviglia); sei qua da pochi mesi e non ne capisco il motivo e parli di Unione! Chiamala "semplicemente" Triestina per cortesia, perché per noi tifosi Triestini "Unione" è qualcosa che faccio fatica anche a spiegarti quanto sia speciale, caro Parpiglia, quanto significhi e quanto valga e rappresenta per noi l'Unione.

Detto ciò, in questo momento così sportivamente negativo, proprio tu caro Gabriele Parpiglia vieni a fare la morale ai tifosi, proprio tu che dell'Unione, della storia dell'Unione non solo non sai nulla, o molto poco perché forse hai letto qualcosa su Wikipedia stando seduto sulla tazza del cesso, tu che con quella faccia, quel tuo orrido, arrogante e insopportabile modo di fare, rappresenti al meglio la parte più brutta e impresentabile di questa società.

Caro Gabriele Parpiglia, prima di parlare di Dis-Unione, vorrei ricordarti che siete stati Voi a tenere nascosta la squadra ai tifosi durante il precampionato, organizzando partite quasi di nascosto e facendo ancora ad oggi allenamenti chiusi al pubblico e conferenze esclusive per gli addetti ai lavori (quei quattro giornalai che hai zittito nel tuo squallido monologo), e aggiungendo i pessimi risultati della squadra legati a prestazioni orribili e inaccettabili anche talvolta sotto il profilo di un palese menefreghismo (Vicenza??) , e aggiungendo una tua ( e non solo tua) arroganza di cui noi triestini ne faremmo volentieri a meno.

Vedi caro Gabriele Parpiglia, anche se con prezzi molto bassi e convenienti, i triestini hanno risposto presente in quanto abbonamenti, e nessuno poteva darlo per scontato caro Parpiglia, perché sono 20 anni, stagione della famosa finale persa col Pisa a parte, sono 20 lunghissimi anni che noi tifosi Triestini non vinciamo sul campo, quel famoso 2002 dove gli eroi di Lucca ci hanno fatto piangere di gioia caro Parpiglia, perché loro si che avevano il senso di Unione, di appartenenza a quel simbolo che si chiama Alabarda e che per noi triestini vale molto di più che un tuo assurdo, ingiustificato e maleducato monologo in difesa di semi sconosciuto ragazzo (Lovisa) colpevole, forse, di aver accennato un sorriso dopo la batosta di Vicenza davanti ai propri tifosi.

Caro Gabriele Parpiglia, ai tifosi Triestini è molto facile entrare nel cuore; ci vuole appunto il cuore, sia di chi dovrebbe sudare e correre e lottare in campo, che onestà intellettuale e serietà fuori dal campo, eh aimé sia a te che a quasi tutti i giocatori mancano le qualità di cui sopra.

Ai tifosi Triestini purtroppo non serve Zico in campo per venire allo stadio, ma piuttosto un gruppo unito, che può anche retrocedere sul campo, ma con onore e dignità lotta per vincere. Poi sul campo si può anche perdere caro Gabriele Parpiglia, ma fuori dal campo bisogna avere rispetto.

Caro Gabriele Parpiglia con tutto il rispetto che posso, va in mona de tu mare.

Forza Unione sempre e comunque.

Lorenzo 

 

  • Mi piace 8
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, smaramba ha scritto:

quindi passiamo da un esordiente ad un esperto, per poi tornare ad un altro esordiente

Beh questo ha fatto 2 apparizioni in C , in entrambi i casi esonerato .Potrebbe essere il profilo perfetto per darci il colpo di grazia .

Link to comment
Share on other sites

"Alcuni giocatori non stanno giocando a calcio, ci sono alcune mele marce che sappiamo già che manderemo via"...

Queste sopra citate sono le parole che più mi hanno colpito dell'intervista del presidente Giacomini riportata oggi sul quotidiano locale; a ciò, aggiungo le parole di Pavanel dopo la vergognosa prestazione di Piacenza: "io vado avanti per primo, chi vuole stare con me mi segua"

Io non so esattamente chi e quante siano le mele marce, ma loro si; e allora mi chiedo perché non metterle fuori rosa subito e piuttosto fare giocare davvero qualche ragazzino della primavera finché queste mele marce non verranno buttate a gennaio; tanto in questa situazione non credo si faranno altri punti, se l'andazzo è quello di Vicenza che fa rima con Piacenza...

E poi, si possono sapere davvero chi sono queste mele marce? Perché a vedere la situazione in casa alabardata di mele buone forse riesco a contarle sulle dita di una mano.

E se pensiamo di salvarci in questa situazione o con gli eventuali ritorni di Mensah e Procaccio siamo completamente fuori strada; se sarà ancora Pavanel l'allenatore o chi per lui (onestamente non lo vedo bene...in due mesi è invecchiato di dieci anni oltre a fare risultati da esonero certo) , da gennaio riparte un altro campionato per noi se si cambiano 10 dei 20 giocatori attualmente in rosa.

E arrivare ai playout sarà comunque impresa ardua.

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

13 minuti fa, Lorenzo72 ha scritto:

"Alcuni giocatori non stanno giocando a calcio, ci sono alcune mele marce che sappiamo già che manderemo via"...

Queste sopra citate sono le parole che più mi hanno colpito dell'intervista del presidente Giacomini riportata oggi sul quotidiano locale; a ciò, aggiungo le parole di Pavanel dopo la vergognosa prestazione di Piacenza: "io vado avanti per primo, chi vuole stare con me mi segua"

Io non so esattamente chi e quante siano le mele marce, ma loro si; e allora mi chiedo perché non metterle fuori rosa subito e piuttosto fare giocare davvero qualche ragazzino della primavera finché queste mele marce non verranno buttate a gennaio; tanto in questa situazione non credo si faranno altri punti, se l'andazzo è quello di Vicenza che fa rima con Piacenza...

E poi, si possono sapere davvero chi sono queste mele marce? Perché a vedere la situazione in casa alabardata di mele buone forse riesco a contarle sulle dita di una mano.

E se pensiamo di salvarci in questa situazione o con gli eventuali ritorni di Mensah e Procaccio siamo completamente fuori strada; se sarà ancora Pavanel l'allenatore o chi per lui (onestamente non lo vedo bene...in due mesi è invecchiato di dieci anni oltre a fare risultati da esonero certo) , da gennaio riparte un altro campionato per noi se si cambiano 10 dei 20 giocatori attualmente in rosa.

E arrivare ai playout sarà comunque impresa ardua.

 

 

 

beh, che Lombardi sia una delle “ mele marce “ mi pare scontato 

probabilmente al momento la dotazione di mele è così scarsa che bisogna farsi andar bene anche le marce, come in guerra

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, pinot ha scritto:

beh, che Lombardi sia una delle “ mele marce “ mi pare scontato 

probabilmente al momento la dotazione di mele è così scarsa che bisogna farsi andar bene anche le marce, come in guerra

pecà che el marzo principale sia ancora là... fora i c..oni presidente,se ti li gà, e manda el romaimerdone a netar i cessi

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, rudy ha scritto:

pecà che el marzo principale sia ancora là... fora i c..oni presidente,se ti li gà, e manda el romaimerdone a netar i cessi

varda per mi semplicemente Romairone xe stado imposto dai soci con sede a Dubai, o almeno voio crederlo perchè altrimenti come mai sia ancora in carica xe difficile capirlo, e con el mercato de gennaio alle porte...

Comunque iera ora che el presidente rilassasi un intervista

Link to comment
Share on other sites

Presidente che tra l'altro dovrebbe presenziare domenica pomeriggio al Rocco per vedere di persona l'ennesima sconfitta, perché allo stato attuale non vi è partita, che poi il pallone è rotondo si sa, ma da agosto sono molte le volte che si infila sempre e sottolineo sempre dentro la nostra porta e praticamente mai o quasi mai in quella degli avversari, se poi aggiungiamo fragilità, emotività, psico drammi, lotte intestine, antipatie, giocatori scarsi di loro, chi rema contro....

Curioso di vedere lo schieramento iniziale.

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Lorenzo72 ha scritto:

"Alcuni giocatori non stanno giocando a calcio, ci sono alcune mele marce che sappiamo già che manderemo via"...

Queste sopra citate sono le parole che più mi hanno colpito dell'intervista del presidente Giacomini riportata oggi sul quotidiano locale; a ciò, aggiungo le parole di Pavanel dopo la vergognosa prestazione di Piacenza: "io vado avanti per primo, chi vuole stare con me mi segua"

Io non so esattamente chi e quante siano le mele marce, ma loro si; e allora mi chiedo perché non metterle fuori rosa subito e piuttosto fare giocare davvero qualche ragazzino della primavera finché queste mele marce non verranno buttate a gennaio; tanto in questa situazione non credo si faranno altri punti, se l'andazzo è quello di Vicenza che fa rima con Piacenza...

E poi, si possono sapere davvero chi sono queste mele marce? Perché a vedere la situazione in casa alabardata di mele buone forse riesco a contarle sulle dita di una mano.

E se pensiamo di salvarci in questa situazione o con gli eventuali ritorni di Mensah e Procaccio siamo completamente fuori strada; se sarà ancora Pavanel l'allenatore o chi per lui (onestamente non lo vedo bene...in due mesi è invecchiato di dieci anni oltre a fare risultati da esonero certo) , da gennaio riparte un altro campionato per noi se si cambiano 10 dei 20 giocatori attualmente in rosa.

E arrivare ai playout sarà comunque impresa ardua.

 

 

 

Solo una cosa.

Non si può parlare seriamente di far giocare i Primavera, se si ha una idea anche vaga del livello del campionato Primavera 4.

Che vale, suppergiu', una prima categoria.

E vero che siamo secondi, ma non vorrei che qualcuno pensasse seriamente che questo significhi essere competitivi in serie C.

A meno che non tiriamo fuori la retorica del "meio de questi i sarà...", che è appunto retorica.

Perché, a oggi, pur non sfuggendomi il livello della nostra prima squadra, una eventuale partita della stessa contro la Primavera (a volte in allenamento capita) non potrebbe che finire con un risultato in doppia cifra.

Non lo dico con una accezione polemica, ma solo per fare presente la realtà: qualcuno potrebbe pensare che la nostra Primavera sia seconda perché fortissima, mentre è seconda perché in quarta serie.

Sia chiaro, è senz'altro migliore delle ultime che abbiamo avuto, ma a stare veramente larghi ci sono (forse) due-tre prospetti che potrebbero essere inseriti col tempo in prima squadra, assai gradualmente perché a oggi pronti non sono neanche loro.

Ma togliere sei o sette "mele marce" e metterci i Primavera significherebbe solamente esporli a una figura che non hanno fatto nulla di male per meritarsi.

  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

Ok Forest, a me già basta quel 6/7 mele marce, che non vuol dire due o tre...6/7 sono tante, se poi ci aggiungiamo altrettanti scarsi o sottoperformanti l'attuale posizione in classifica è capibile e non ci voleva uno scienziato per trovare una motivazione a questo vergognoso campionato.

Lo so che i giocatori della nostra primavera 4 di questa stagione non sono fenomeni da portare in azzurro con Mancini, ma santo cielo siamo veramente "in braghe de tela"

Che poi io personalmente preferirei perdere domenica 4 o 5 a zero con tre o quattro ragazzini in campo, piuttosto che 2 o 3 a zero con i vari fenomeni di cui conosciamo bene i nomi e qualità, non mi cambierebbe assolutamente nulla, e nemmeno a quelle 6/7 mele marce, sono non addirittura 9/10.

Link to comment
Share on other sites

Uno dei misteri più fitti di questa "società" è proprio la figura, a dir poco oscena, di Parpiglia. Io guardo pochissimo la televisione e non avevo mai sentito il suo nome prima del suo arrivo a Trieste, cercando sul web ho notato però un curriculum di tutto rispetto per il personaggio. La mia domanda è che cosa ha da guadagnarsi un "responsabile della comunicazione" a fare certi teatrini squallidi? E' davvero un responsabile della comunicazione (ruolo che per altro sta assolvendo malissimo...) oppure il suo ruolo in società è un pochino più rilevante?

Link to comment
Share on other sites

43 minuti fa, atleticoiero ha scritto:

Uno dei misteri più fitti di questa "società" è proprio la figura, a dir poco oscena, di Parpiglia. Io guardo pochissimo la televisione e non avevo mai sentito il suo nome prima del suo arrivo a Trieste, cercando sul web ho notato però un curriculum di tutto rispetto per il personaggio. La mia domanda è che cosa ha da guadagnarsi un "responsabile della comunicazione" a fare certi teatrini squallidi? E' davvero un responsabile della comunicazione (ruolo che per altro sta assolvendo malissimo...) oppure il suo ruolo in società è un pochino più rilevante?

domanda più che lecita, e che mi sono fatto pure io

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, atleticoiero ha scritto:

Uno dei misteri più fitti di questa "società" è proprio la figura, a dir poco oscena, di Parpiglia. Io guardo pochissimo la televisione e non avevo mai sentito il suo nome prima del suo arrivo a Trieste, cercando sul web ho notato però un curriculum di tutto rispetto per il personaggio. La mia domanda è che cosa ha da guadagnarsi un "responsabile della comunicazione" a fare certi teatrini squallidi? E' davvero un responsabile della comunicazione (ruolo che per altro sta assolvendo malissimo...) oppure il suo ruolo in società è un pochino più rilevante?

Io ho la sensazione che, con un presidente latitante, in società comandi lui.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   1 member

×
×
  • Create New...