Jump to content

Triestina - Pordenone sabato 3 settembre ore 21.00 stadio Nereo Rocco


Recommended Posts

Mah, darei il giusto peso a qualcosa accaduto 7 anni fa. Magari ora è fumantino uguale, oppure è stato l'errore di una sera, errore di gioventù, e da quel momento è irreprensibile. Anzi un modello di riabilitazione riuscita.

Vassapere. Non ne ho idea. Ma mi preoccuperei di altri pregiudicati in altri ruoli della nostra società. 

(Anch'io avevo letto tempo fa, ma mi è parsa notizia marginale)

Link to comment
Share on other sites

I commenti pacati dei forensi mi sembra un fatto molto positivo. Tutti capiscono che c'è bisogno ancora di un po' di tempo. Il giudizio generale ritiene un eroore l'impiego di Sabbione in quel ruolo e probabilmente lo è stato. Io ho visto buone qualità in alcuni giocatori come Sottini, Di Gennaro, Mastrantonio in difesa, un Lombardi capace di bellissimi cross, un bravo Pezzella, idem Adorante. Ganz e Minesso da rivedere ma sono già noti per le loro qualità E' mancato il centrocampo. Anche questo mi sembra un giudizio abbastanza comune sul forum. Quello che non ho letto, però, e che secondo me non è irrilevante, è la mancanza quasi totale di pressing nella loro metà di campo. Sarà una scelta dell'allenatore ma a me sembra renda la squadra troppo vulnerabile.

Link to comment
Share on other sites

Eravamo in inferiorità in mezzo al campo, è un problema che con il 4 4 2 avremo spesso, e proprio per questo abbiamo bisogno di tenere il pallino del gioco e aggredire alti. Hai ragione, quindi, secondo me. Squadra bassa e attendista con il risultato che gli esterni si sono sfiancati in un lavoro di contenimento per tutto il primo tempo, lasciando sole le due punte. Anche su questo occorre lavorare.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, GiGi-TO ha scritto:

Mah, darei il giusto peso a qualcosa accaduto 7 anni fa. Magari ora è fumantino uguale, oppure è stato l'errore di una sera, errore di gioventù, e da quel momento è irreprensibile. Anzi un modello di riabilitazione riuscita.

Vassapere. Non ne ho idea. Ma mi preoccuperei di altri pregiudicati in altri ruoli della nostra società. 

(Anch'io avevo letto tempo fa, ma mi è parsa notizia marginale)

Ah certo, lo so bene che molto spesso la società di oggi dà molto peso a "riabilitazioni riuscite" (o presunte tali).....oggigiorno conviene avere una storia di misfatti alle spalle, piuttosto di essere una persona che in tutta la sua vita ha cercato sempre di essere onesta e leale 😉

Poi finisce che personaggi con precedenti sbandierino il proprio nome e cognome ai 4 venti, mentre gente onesta preferisce rimanere nell'ombra e viene additata con "non ci mette la faccia".

Cmq è giusto che Sabbione venga trattato in maniera uguale agli altri giocatori, ci mancherebbe. E' il fatto di innalzarlo a simbolo della squadra che lo trovo fuori luogo...tanto più che non sembra un fenomeno come giocatore, anche da quello che hanno riportato i più esperti.

Edited by Calcio74
Link to comment
Share on other sites

Credo che il fatto di aggredire alti sia da valutare in base all'avversario, perché farlo con il Pordenone vuol dire lasciare più spazio tra difesa e centrocampo e quindi subire di più. Invece farlo con squadre più chiuse o che non lasciano giocare sia un punto a favore. 

Invece nel mio post precedente non ho menzionato il discorso di fare partire l'azione dal basso. Il gol preso è nato tutto da una nostra ripartenza sbagliata ed anche nel primo tempo ci sono stati due nostri errori che potevano portare al peggio.

Secondo me è sbagliato il concetto di farlo sempre e comunque, qualche volta ci sta, farlo 8/10 volte di fila no.

Link to comment
Share on other sites

27 minuti fa, Calcio74 ha scritto:

Cmq è giusto che Sabbione venga trattato in maniera uguale agli altri giocatori, ci mancherebbe. E' il fatto di innalzarlo a simbolo della squadra che lo trovo fuori luogo...tanto più che non sembra un fenomeno come giocatore, anche da quello che hanno riportato i più esperti.

Perché per essere capitano bisogna essere un fenomeno? Sai bene che non è così. Ci sono dinamiche di spogliatoio e decisioni di allenatore e suoi collaboratori che hanno logiche diverse.

Se sai il francese e trovi in rete (ho provato  senza successo, avevo letto il cartaceo) l'intervista chilometrica a Deschamps lo scorso giugno della rivista So foot su come gestire spogliatoio, organizzare equipe tecnica, prendere decisioni condivise e non, leggeresti cose interessanti.

A dire che Sabbione non va bene per una condanna per quel tipo di problema (non parliamo di uno Sculli), semplifichi. (Ribadisco, di Sabbione giocatore so poco, come persona ancor meno.... a me basta che questa scelta non dia problemi di libertà decisionale a Bonatti)

Edited by GiGi-TO
  • Mi piace 1
  • Grazie 1
Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, forest ha scritto:

In compenso su Trieste Prima, nelle  altrettanto imperscrutabili pagelle da sempre motivo di ilarità per il sottoscritto, Mastrantonio prende 5,5 nonostante un commento positivo, ma Sabbione se ne esce con un 6,5!!!!

Forse li sottovaluto, e hanno già capito tutto :)

 

Le pagelle di Trieste Prima mi sorprendono sempre anche perchè sono scritte da una persona di un intelligenza finissima, con un ottima penna e soprattutto che ha conosciuto campi da calcio veri cioè il direttore Nicolò Giraldi.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, GiGi-TO ha scritto:

Mah, darei il giusto peso a qualcosa accaduto 7 anni fa. Magari ora è fumantino uguale, oppure è stato l'errore di una sera, errore di gioventù, e da quel momento è irreprensibile. Anzi un modello di riabilitazione riuscita.

Vassapere. Non ne ho idea. Ma mi preoccuperei di altri pregiudicati in altri ruoli della nostra società. 

(Anch'io avevo letto tempo fa, ma mi è parsa notizia marginale)

Sarei curioso di sapere se chi ha ripescato la notizia magari chiede a gran voce che diventi allenatore un ex capitano che a suo tempo fu protagonista di un caso di cronaca simile (fortunatamente per lui finito senza condanna). Visto che fra il pubblico degli "amici degli amici" è uno che va per la maggiore...

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, ndocojo ha scritto:

Le pagelle di Trieste Prima mi sorprendono sempre anche perchè sono scritte da una persona di un intelligenza finissima, con un ottima penna e soprattutto che ha conosciuto campi da calcio veri cioè il direttore Nicolò Giraldi.

Non mi permetterei mai di dare giudizi sulla persona, che peraltro non conosco e non discuto sia degna della massima stima.

Ma ti confermo che rimango sempre basito davanti a ragionamenti del tipo: "bene il portiere, ma se prende due gol ovviamente non può avere la sufficienza", che trovo lunari.

Forse Maignan ieri nel derby non meritava la sufficienza?

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, forest ha scritto:

Non mi permetterei mai di dare giudizi sulla persona, che peraltro non conosco e non discuto sia degna della massima stima.

Ma ti confermo che rimango sempre basito davanti a ragionamenti del tipo: "bene il portiere, ma se prende due gol ovviamente non può avere la sufficienza", che trovo lunari.

Forse Maignan ieri nel derby non meritava la sufficienza?

Ti dico, quando le leggo sorprendono anche me. E mi sorprendono di più perchè conosco (non benissimo) e leggo (più spesso) l'autore di quelle pagelle.

Cioè, mi sorprenderebbero di meno se le scrivessero (se sapessero scrivere...) su Trieste Cafè.

Edited by ndocojo
Link to comment
Share on other sites

38 minuti fa, GiGi-TO ha scritto:

Perché per essere capitano bisogna essere un fenomeno? Sai bene che non è così. Ci sono dinamiche di spogliatoio e decisioni di allenatore e suoi collaboratori che hanno logiche diverse.

Se sai il francese e trovi in rete (ho provato  senza successo, avevo letto il cartaceo) l'intervista chilometrica a Deschamps lo scorso giugno della rivista So foot su come gestire spogliatoio, organizzare equipe tecnica, prendere decisioni condivise e non, leggeresti cose interessanti.

A dire che Sabbione non va bene per una condanna per quel tipo di problema (non parliamo di uno Sculli), semplifichi. (Ribadisco, di Sabbione giocatore so poco, come persona ancor meno.... a me basta che questa scelta non dia problemi di libertà decisionale a Bonatti)

Ho scritto che un giocatore deve essere un fenomeno per diventare capitano? Non mi sembra. Ma neppure uno dei pochi acquisti tecnicamente criticati su questo forum.

A dire che Sabbione non va bene non è una semplificazione, ma semplicemente una mia opinione. Potrei dire che anche tu semplifichi parlando di una condanna...ma hai letto tutte le perle? Anche dello stripetease? Ma non scendiamo nei particolari, che è meglio.

A te piacciono i modelli di riabilitazione, a me no. Rispetto la tua opinione, ma non la condivido. E non è che farò drammi per Sabbione capitano eh...ma era giusto che si sapesse e ho detto la mia. 

 

Link to comment
Share on other sites

20 minuti fa, ndocojo ha scritto:

Sarei curioso di sapere se chi ha ripescato la notizia magari chiede a gran voce che diventi allenatore un ex capitano che a suo tempo fu protagonista di un caso di cronaca simile (fortunatamente per lui finito senza condanna). Visto che fra il pubblico degli "amici degli amici" è uno che va per la maggiore...

Ma ti riferisci a me?

Perchè io non sono amico di nessuno in questi ambienti.

Link to comment
Share on other sites

18 ore fa, forest ha scritto:

Una cosa però non mi è andata veramente giù.

Capisco l'arroganza romana. Il pago e cago e la totale assenza di qualsiasi tipo di sensibilità.

Tuttavia, una foto di Mario Biasin sullo schermo con un grazie, non a Milanese o altri ma semplicemente all'uomo morto pochi mesi fa in incidente d'auto dopo aver salvato la Triestina dal fallimento e averci messo dentro una ventina abbondante di milioni di tasca sua, mi sarebbe sembrato il minimo.

Applauso, si chiudeva col passato e benvenuta nuova proprietà.

Non averlo ricordato neanche per un secondo, né alla festa né oggi, mi è sembrato di una cafonaggine indefinibile.

concordo in pieno, grandissima mancanza di stile

p.s. il "pago e cago" funziona se ottieni risultati, altrimenti...

Link to comment
Share on other sites

18 ore fa, forest ha scritto:

Di positivo una tecnica decente quasi in tutti gli interpreti, una squadra messa bene in campo, qualche bel fraseggio, l'idea che si possa tirar fuori qualcosa di buono, un attacco che sembra avere mezzi promettenti.

Di negativo un solo tiro in porta nei 40' passati in svantaggio, un gioco perennemente sotto ritmo.

Chiacchieravo a fine primo tempo con Guiz e Contea, eravamo tutti d'accordo su come sarebbe finita.

Cioè come è finita.

Una cosa però non mi è andata veramente giù.

Capisco l'arroganza romana. Il pago e cago e la totale assenza di qualsiasi tipo di sensibilità.

Tuttavia, una foto di Mario Biasin sullo schermo con un grazie, non a Milanese o altri ma semplicemente all'uomo morto pochi mesi fa in incidente d'auto dopo aver salvato la Triestina dal fallimento e averci messo dentro una ventina abbondante di milioni di tasca sua, mi sarebbe sembrato il minimo.

Applauso, si chiudeva col passato e benvenuta nuova proprietà.

Non averlo ricordato neanche per un secondo, né alla festa né oggi, mi è sembrato di una cafonaggine indefinibile.

Diciamo che pure gli ultras un "Mario Mario" potevano lanciarlo. 

De due non te fa un... 

Link to comment
Share on other sites

Tornando al discorso  più "da campo" un'investitura da Capitano come quella cui abbiamo assistito si fa per un giocatore che è leader e trascinatore certo, ma soprattutto sicuro titolare. Quindi Sabbione ha probabilmente il carattere giusto, ma tecnicamente dubito possa essere la prima scelta in difesa, visti Di Gennaro e Sottini. Sicuramente non può esserlo a centrocampo, visto Il Pezzella subentrato e il Gori uscito non si sa perchè. 

Quello che giustamente, a mio avviso, qualche utente ha sottolineato è il fatto che il Mister non abbia voluto toccare nulla dell'assetto tattico anche una volta passati in svantaggio... e anche in questo caso, ammesso e non concesso che il 4 4 2 sia un dogma intoccabile, era proprio Sabbione con le sue caratteristiche difensive il primo indiziato per il cambio. 

Insomma, a me della sconfitta interessa il giusto e la davo quasi per scontata, non pretendo nulla in questo momento dalla squadra. Pretenderei invece dal Mister scelte tattiche chiare e semplici, quelle necessarie ad una squadra che deve impararare a conoscersi. Non vorrei che ci fosse dietro un Diktat societario (Romairone, in questo caso) anche se francamente non ne vedrei motivo.

Edited by gimmi
Link to comment
Share on other sites

13 minuti fa, gimmi ha scritto:

Tornando al discorso  più "da campo" un'investitura da Capitano come quella cui abbiamo assistito si fa per un giocatore che è leader e trascinatore certo, ma soprattutto sicuro titolare. Quindi Sabbione ha probabilmente il carattere giusto, ma tecnicamente dubito possa essere la prima scelta in difesa, visti Di Gennaro e Sottini. Sicuramente non può esserlo a centrocampo, visto Il Pezzella subentrato e il Gori uscito non si sa perchè. 

Quello che giustamente, a mio avviso, qualche utente ha sottolineato è il fatto che il Mister non abbia voluto toccare nulla dell'assetto tattico anche una volta passati in svantaggio... e anche in questo caso, ammesso e non concesso che il 4 4 2 sia un dogma intoccabile, era proprio Sabbione con le sue caratteristiche difensive il primo indiziato per il cambio. 

Insomma, a me della sconfitta interessa il giusto e la davo quasi per scontata, non pretendo nulla in questo momento dalla squadra. Pretenderei invece dal Mister scelte tattiche chiare e semplici, quelle necessarie ad una squadra che deve impararare a conoscersi. Non vorrei che ci fosse dietro un Diktat societario (Romairone, in questo caso) anche se francamente non ne vedrei motivo.

Bonatti xe un po’ in version Escobar: plata (e cioè shiftar ad un 4-3-3 sfruttando i esterni e zercando de rinforzar quantitativamente e qualitativamente el centrocampo) o plomo (andar avanti con el 4-4-2)

Link to comment
Share on other sites

19 minutes ago, gimmi said:

Tornando al discorso  più "da campo" un'investitura da Capitano come quella cui abbiamo assistito si fa per un giocatore che è leader e trascinatore certo, ma soprattutto sicuro titolare. Quindi Sabbione ha probabilmente il carattere giusto, ma tecnicamente dubito possa essere la prima scelta in difesa, visti Di Gennaro e Sottini. Sicuramente non può esserlo a centrocampo, visto Il Pezzella subentrato e il Gori uscito non si sa perchè. 

Quello che giustamente, a mio avviso, qualche utente ha sottolineato è il fatto che il Mister non abbia voluto toccare nulla dell'assetto tattico anche una volta passati in svantaggio... e anche in questo caso, ammesso e non concesso che il 4 4 2 sia un dogma intoccabile, era proprio Sabbione con le sue caratteristiche difensive il primo indiziato per il cambio. 

Insomma, a me della sconfitta interessa il giusto e la davo quasi per scontata, non pretendo nulla in questo momento dalla squadra. Pretenderei invece dal Mister scelte tattiche chiare e semplici, quelle necessarie ad una squadra che deve impararare a conoscersi. Non vorrei che ci fosse dietro un Diktat societario (Romairone, in questo caso) anche se francamente non ne vedrei motivo.

Allora, visto che tutti ne hanno accennato e nessuno lo dice, provo a dirlo io e vediamo se ho interpretato bene. Prima cattiveria della stagione: avranno mica preso un allenatore giovane e con poca esperienza, proprio perché magari più facilmente condizionabile dalla dirigenza? Anche se, come visto nei nostri ultimi anni, non c’è età purtroppo per questo tipo di manipolazioni malsane e ne sono “vittime” anche persone con uno storico alle spalle notevole. L’unico a non accettarle è stato Sannino, mi sembra. Speremo de no.

Link to comment
Share on other sites

la mia impressione e' che Di Carlo abbia dato una lezioncina di tattica a Bonatti, che non ha saputo controbattere cambiando modulo e/o interpreti in corso d'opera, ho visto le linee di difesa e centrocampo molto corte nelle due fasi, non oltrepassando quasi mai la metacampo,con il risultato di lasciare molto spazio tra il centrocampo e le due punte, pochi gli spunti sulle fasce,che quando ci sono riusciti abbiamo creato qualche insidia, non vorrei che l'inesperienza di Bonatti,a certi livelli ci sia dannosa. mia opinione che spero sia smentita al piu' presto

Link to comment
Share on other sites

37 minuti fa, Spunk199 ha scritto:

Allora, visto che tutti ne hanno accennato e nessuno lo dice, provo a dirlo io e vediamo se ho interpretato bene. Prima cattiveria della stagione: avranno mica preso un allenatore giovane e con poca esperienza, proprio perché magari più facilmente condizionabile dalla dirigenza? Anche se, come visto nei nostri ultimi anni, non c’è età purtroppo per questo tipo di manipolazioni malsane e ne sono “vittime” anche persone con uno storico alle spalle notevole. L’unico a non accettarle è stato Sannino, mi sembra. Speremo de no.

Boh, tutto può essere ma tenderei ad escuderlo. Certo il fatto che Romairone abbia già lavorato con Sabbione e che l'investitura a capitano sia stata fatta con tanto di squilli di tromba, qualche dubbio fa venirlo. Mi piace pensare che sia un qualcsoa del tipo "faccio capoclasse il più scapestrato di tutti, magari la responsabilità lo fa stare più calmo". Un classico a scuola anni 60/70, ne so qualcosa..

Edited by gimmi
Link to comment
Share on other sites

13 minuti fa, gimmi ha scritto:

Boh, tutto può essere ma tenderei ad escuderlo. Certo il fatto che Romairone abbia già lavorato con Sabbione e che l'investitura a capitano sia stata fatta con tanto di squilli di tromba, qualche dubbio fa venirlo. Mi piace pensare che sia un qualcsoa del tipo "faccio capoclasse il più scapestrato di tutti, magari la responsabilità lo fa stare più calmo". Un classico a scuola anni 60/70, ne so qualcosa..

nn ci sarà molto da aspettare per vedere quale sia la teoria esatta, di certo se va male addio Bonatti perchè penso che Romairone sia il pupillo di chi caccia la grana. I motivi li sapranno gli interpreti della commedia e direi che di calcistico ci sia molto poco....

Link to comment
Share on other sites

Con il 442, soprattutto contro squadre più forti, devi tenere la linea difensiva altissima e pressare a tutto campo, altrimenti prima o poi pagherai l'inferiorità a centrocampo. Di Carlo ne era un ottimo interprete ai tempi del Vicenza di Guidolin, che giocava 90 minuti in un fazzoletto di campo che pareva una tonnara. Va pure detto che il fallo sulla ripartenza era punito raramente e col giallo. 

Edited by Mex
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...