Jump to content

Mezzocorona - Triestina


Recommended Posts

Signori il Campionato! Come siamo messi? Pagheranno i debiti o siamo sull’orlo del baratro? abbiamo una squadra competitiva o ci stanno prendendo in giro? Sono gente di calcio che pensa di fare affari con il calcio e noi con loro o trappoleri che pensano di fare affari alla faccia nostra? In questo momento tutte queste ombre miste a speranze si dissolvono e lasciano spazio al giudice unico: il campo. E di questo parleremo. La prima partita ci vede a Mezzocorona, con una squadra ancora in formazione e con una condizione atletica ancora in embrione, ma già tosta in quel di Chioggia. La sorte ci riserva una squadra perlomeno abbordabile, non certo una delle corazzate del Campionato, ottima per capire un po’ meglio come siamo messi.

Mezzocorona – Triestina i precedenti

Assai poco da dire, i precedenti si limitano al pareggio del campionato scorso, un buon 1-1.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 106
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

L’ultima partita dei nostri avversari:

Dro - Mezzocorona 2-1

RETI: 9' pt Colpo (D), 22' st rig. Bertoldi (D), 30' st Baldi (M)

DRO (4-3-3): Bordignon; Chesani (1' st Dal Fiume), Serrano, Ischia, Ciurletti; Bazzanella, Colpo (16' st Bertoldi), Grossi (16' st Ruaben); Donati, Bortolotti, Ajdarovski. All. Manfioletti

MEZZOCORONA (4-2-3-1): Zomer; Magnanelli, Appiah, Zentil (24' st Gironimi), Baldi; Folla, Lorenzi; Alouani, Minati (27' st Filippin), Baltieri (12' st Holler); Bentivoglio. All. Lomi

ARBITRO: Capovilla di Verona (Faggian di Mestre e Pologrillo di Pordenone)

NOTE: spettatori 200, terreno di gioco in ottime condizioni. Ammoniti Bazzanella, Serrano (D), Zentil, Lorenzi (M). Recupero tempo pt 2' st 3'. Angoli 2-5

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Dopo aver sconfitto il Mori Santo Stefano nella prima gara ufficiale della propria seconda stagione di Serie D, il Dro fa il bis nel nuovo derby (stavolta ad Oltra era ospite il Mezzocorona) guadagnando così l'accesso al secondo turno di Coppa Italia, previsto mercoledì 10 settembre. Tra gli avversari possibili, anche la nobile decaduta Biancoscudati Padova: un eventuale accoppiamento con i patavini, porterebbe quindi i gialloverdi a giocare nel prestigioso teatro dello Stadio Euganeo, oltre sei mesi prima della trasferta nella Città del Santo di campionato.


Tornando al match odierno, c'è da dire innanzitutto che mister Stefano Manfioletti ha mescolato le carte rispetto a sette giorni fa, così da testare la condizione di altri elementi in vista dell'atteso esordio in campionato, previsto domenica prossima con l'Union Ripa La Fenadora. Pronti-via ed al 9' Mirko Colpo sblocca il risultato: il centrocampista gialloverde si incarica di battere una punizione dai venti metri, spedendo la palla all'incrocio con un gran sinistro. Cinque minuti dopo il "Mezzo" reagisce, con Baltieri che salta Bordignon, ma ci pensa poi Ischia a salvare a pochi centimetri dalla linea di porta. Al 19' il Dro va vicinissimo al raddoppio, con Donati che non sfrutta l'ottima "spizzata" di Bortolotti, fallendo un facile tocco ravvicinato. Al 27' è ancora Baltieri a farsi vedere tra i rotaliani, con Bordignon che però è tempestivo in uscita. Al 36' altra punizione per i padroni di casa, con Donati che vede il proprio tiro respinto dalla barriera ospite.


La ripresa comincia con un'occasionissima per il Mezzocorona. Il giovanissimo Grossi sgambetta ingenuamente Alouani, l'arbitro concede il rigore ma Bordignon con l'aiuto del palo respinge il tiro di Minati. Al 22' altro penalty, ma stavolta per il Dro, visto che è Zentil ad atterrare Bortolotti: dagli undici metri Luca Bertoldi spiazza Zomer, portando i padroni di casa sul 2-0. Tutto finito? Niente affatto, visto che al 30' Alouani si inserisce alla perfezione, sfruttando al meglio un traversone di Zentil, deviato in rete di testa. Al 32' Ciurletti serve Donati, che di testa non riesce a concretizzare un'ottima opportunità. Nel finale il Dro tiene a bada gli avversari, rendendosi pericoloso con un paio di punizioni di Ruaben, sulla seconda delle quali è imperioso lo stacco di Bortolotti, con la palla che si perde di poco a lato. Finisce 2-1, l'avventura gardesana in Coppa continua.


Link to comment
Share on other sites

Stasera la presentazione del Mezzocorona, ora che sono riuscito ad avere qualche dato in più.

Per quel che ci riguarda probabile conferma dell’undici di Chioggia, con il possibile inserimento di Ventura (96) a terzino sinistro in modo da poter schierare un altro esterno al posto di Nuzzi, possibili alternative Fabbri (favorito), Pontrelli o Giordano. Dubbio anche tra Gasparotto ed Amadio. Quindi:

Di Piero

Arvia Piscopo Fiore Celli (Ventura)

Sittaro Proia Gasparotto (Amadio)

Manzo Bez Nuzzi (Fabbri)

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Il Mezzocorona sul suo campo piccolo e sintetico, dove si può fare sponda col muretto per le rimesse laterali, nel bel mezzo di un oratorio, è sempre una brutta gatta da pelare, ma quest’anno ha passato un estate che definire travagliata è un eufemismo. Fino all’ultimo non si sapeva se sarebbero riusciti ad iscriversi al campionato, e quello che preoccupava di più il pubblico trentino è stato il mutismo della società, fattasi viva solo con uno scarno comunicato sul loro sito in giugno, che da quel dì non ha più pubblicato nulla. Una cosa è certa partiranno da -4 per decisione della CovisoD. Quello che è emerso col tardivo raduno è che il presidente Alberto Grassi (architetto ed imprenditore immobiliare, nonché ex assessore comunale) ed il capace DS Danilo Tarter hanno affidato al nuovo Mister Luca Lomi - storico secondo di Sannino, ma bandiera come giocatore dell’Alto Adige, che vanta pure presenze in B con il Como ed il Verona tra le altre - è una bella scommessa. Smantellata la squadra dell’anno scorso, salvatasi miracolosamente ai play out, ci sono stati solo 3 arrivi di rilievo dal mercato e non molte riconferme, il resto è stato affidato alla juniores campione d’Italia dilettanti 2 anni fa, ma anche li qualche gioiellino ha dovuto fare le valigie. Di amichevoli ne hanno fatte poche, un torneo triangolare locale contro Virtus Don Bosco e Neugries vinto a fatica, ma poi hanno sorprendentemente superato ai rigori in Coppa Italia (0-0 i tempi regolamentari) il neopromosso Villafranca Veronese (ora nel girone B della serie D) per poi perdere un tignoso derby col Dro per 2-1 al secondo turno. Da queste ultime 2 partite cercherò di dare un idea di come potrebbero schierarsi domenica prossima contro di noi. Premesso che Mister Lomi è per natura un difensivista, il suo 4-2-3-1 è reale solo sulla carta, in realtà nelle sue intenzioni c’è un 4-5-1 ed anche ben abbottonato, ha funzionato col Villafranca, molto meno a Dro quando le sue balde truppe una volta in svantaggio sono partite all’arrembaggio lasciando però voragini dietro, che solo l’imprecisione degli attaccanti avversari non hanno trasformato in una severa lezione, per fortuna che Mister Lomi non ha più la splendente bionda chioma dei bei tempi così non ha potuto strapparsi i capelli… Detto questo solo un rigore sbagliato gli ha impedito di raggiungere il pareggio. Andiamo ad analizzare la rosa:

In porta è rimasto il veterano Davide Zomer (77) al secondo anno del suo deja vu rotaliano, dopo un illustre carriera tra serie B e C, l’anno scorso in certe occasioni è parso addirittura insuperabile ed una grande parte della salvezza fu dovuta alle sue parate, sarà lui il capitano e condottiero principe della banda gialloverde. Difesa a 4 dicevamo. Terzino destro Alberto Magnanelli (96), dalla juniores, un vero cavallo da corsa sulla fascia ma a volte le sue sgroppate tendono a portarlo fuori posizione; a sinistra probabile l’impiego di Francesco Baltieri (93), 6 presenze col Mantova in C 2, meno esuberante del suo dirimpettaio a destra ma più diligente in entrambe le fasi; centrali dovrebbero giostrare il più esperto Marco Zentil (89) alla sua seconda stagione al Mezzo, anche se l’anno scorso è stato spesso relegato tra le riserve, in precedenza al Pizzighettone in D ma anche qualche presenza in C 2 con Rodengo Saiano ed Alghero, si tratta di centrale arcigno, ma anche parecchio falloso e Simone Folla (94), friulano, l’anno scorso alla Virtus Entella, dove però non ha mai giocato in prima squadra, in precedenza alla Sacilese, buon difensore sull’uomo ma non velocissimo sul breve. Valutando la difesa nel suo assieme si può dire che siano un po’ inesperti e spesso alla ricerca della posizione giusta, ma che possono avvalersi dell’esperienza di capitan Zomer nel guidarli. Centrocampo ancorato dal nuovo acquisto il ghanese Kevin Appiah (93), che nella sua carriera ha giocato con Rossano, Marchesane, Mussolente, fino all’approdo in serie D nel 2012 con il Giorgione con cui ha totalizzato 26 presenze in serie D, nella passata stagione ha militato tra le fila dell’Union Quinto nel massimo torneo regionale veneto, enforcer del centrocampo, ma con piede non malvagio, a lui sono affidati tutti i calci piazzati, ad affiancarlo il suo partner dovrebbe essere Federico Lorenzi (95) il “Pirlo trentino” ma per questa gara sarà squalificato quindi, con grande probabilità, troveremo Simone Gironimi (96) dalla juniores, bel giocatorino con buone geometrie. I 3 uomini dietro l’unica punta (ma abbiamo già visto che spesso rientrano per formare un centrocampo a 5) saranno Gianluca Bentivoglio (95) rimasto dall’anno scorso dove marcò 18 presenze, che può giocare sia da dietro la punta che partire dalla fascia e dispone di un discreto tiro dalla media distanza; Adel Alouani (96), altro ex juniores, che di talento ne ha da vendere ma è molto impulsivo e non ama rientrare in copertura; e probabilmente l’ultimo arrivato Manuel Caridi (93) in assoluto il giocatore più forte della rosa, ex Sambonifacese e Virtus Vecomp in C2, molto veloce, ama partire dalla sinistra per poi stringere verso il centro, ma può farlo anche a fasce invertite essendo ambidestro; per il ruolo di centravanti penso il prescelto sarà Erik Holler (94) di ritorno da un prestito al Lavis, forte soprattutto di testa. Questa formazione escluderebbe Emanuele Minati (95) anche lui nella rosa della scorsa stagione con 10 presenze, che potrebbe essere preso in considerazione forse per Alouani, se Lomi vorrà dare un pizzico di esperienza in più ma anche levare un po’ di virtuosismo, od addirittura per Holler, come “falso nueve". Potrebbero subentrare a partita in corsa il terzino sinistro Armando Baldi (96) ex juniores, anche lui molta energia sulla fascia ma non grandissima qualità, l’ attaccante Joey Filippin (94), tre gol in Eccellenza col San Giorgio, e Stefan Andreatta (94) esterno di origini serbe.

Concludendo, anche se sembra incredibile nella nostra situazione, questa è una partita da vincere assolutamente perché le probabilità che i draghi diventino la cenerentola del campionato sono molte e noi non possiamo permetterci neppure adesso passi falsi contro delle dirette concorrenti.

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Sarà possibile seguire la partita in diretta o si potrà seguire solo il risultato tramite siti sportivi come data sport?

Al momento non è prevista neppure una radiocronaca, non avendo Radio Attività ancora raccolto i fondi necessari per assicurarsi il servizio, quindi o siti specializzati oppure aggiornamenti su facebook di chi va in trasferta.

Link to comment
Share on other sites

Bel lavoro, Guiz.

Sulla carta è un'occasione, che permetterebbe di affrontare la prossima (che è dura) con relativa tranquillita' e con un bel supporto di tifosi a Monfalcone

Speriamo bene.

Mi incuriosisce il nostro atteggiamento: chissa' se si va decisi a vincere o se le nostre traversie suggeriscono prudenza...

Link to comment
Share on other sites

Bel lavoro, Guiz.

Sulla carta è un'occasione, che permetterebbe di affrontare la prossima (che è dura) con relativa tranquillita' e con un bel supporto di tifosi a Monfalcone

Speriamo bene.

Mi incuriosisce il nostro atteggiamento: chissa' se si va decisi a vincere o se le nostre traversie suggeriscono prudenza...

Ma quindi con la Sacilese è ufficiale a Monfalcone?

Link to comment
Share on other sites

Ma quindi con la Sacilese è ufficiale a Monfalcone?

No, di sicuro non è al Rocco, per me è più facile che sia a Sacile non essendo lo stadio del Monfalcono idoneo per la D (hanno smontato la tribunetta ospiti)

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

(hanno smontato la tribunetta ospiti)

nooooooo.......go dei ricordi incancellabili de quella tribunetta: un per de scarpe tipo carroarmato finide in scovazon, una colorazion corporea variegata a seconda della stoffa a contatto nei vari punti , una giacca a vento dal peso decuplica'..... :pianto:

de mezzocorona inveze me ricordo solo una magnum de marzemino che son riva' a tegnir chiusa do anni prima de farla fora in un'occasion giusta

Edited by fp17
Link to comment
Share on other sites

Per favore chi va a Trento , aggiorni il risultato su questa pagina......GRAZIE

Il consiglio è di andare su Facebook sulla pagina del caffè dello sport che manterrà un costante aggiornamento, dalla settimana prossima poi riprenderanno le radiocronache su Radio Attività visto che si è trovato un accordo. Personalmente durante la partita son troppo preso per mettermi a scrivere, ma manderò un breve resoconto a Forest nel post partita, che, bontà sua, riporterà sul sito.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×