Jump to content
gimmi

Coronavirus: le nostre opinioni e la situazione in corso

Recommended Posts

1 ora fa, marcoc ha scritto:

Sarebbe il caso di capire come mai l'indice di mortalità nel nostro paese sia il più alto di tutti anche rispetto la Cina, e la scusa che siamo un paese d'anziani non sta tanto in piedi quando vedi che ci sono parecchi tra i 60 e i 70 anni d'accordo ce anche la nonnina di 103 però sapere il perchè abbiamo la media più alta penso che sia il caso di aver più dati possibili e andare a fondo per capire le cause che ci danno primo paese come indice di decessi

Non starà tanto in piedi ma abbastanza. La media età xe decisiva. Poi xe el discorso tamponi, lori gaveva 60000 positivi veri, noi docimila finti, sarà circa ventimila adesso

Link to post
Share on other sites

Sulla mortalità si era espresso Borrelli un paio di giorni fa dicendo che confrontando dati stratificati per fascie di età, senza considerare i più anziani le altre fascie erano allineate con le statistiche cinesi. In Italia ci sono tanti anziani per un insieme di fattori....tra cui il fatto che abbiamo una buona Sanità Pubblica, accessibile a tutti, che consente a tanti di vivere a lungo e di sopravvivere a lungo alle malattie.

Link to post
Share on other sites
Adesso, mario-manzanese ha scritto:

Sulla mortalità si era espresso Borrelli un paio di giorni fa dicendo che confrontando dati stratificati per fascie di età, senza considerare i più anziani le altre fascie erano allineate con le statistiche cinesi. In Italia ci sono tanti anziani per un insieme di fattori....tra cui il fatto che abbiamo una buona Sanità Pubblica, accessibile a tutti, che consente a tanti di vivere a lungo e di sopravvivere a lungo alle malattie.

pagando ciascuno decine de migliaia de euro alle Case farmaceutiche.

Link to post
Share on other sites

Sentito il vicesindaco Polidori a Tele4 poco fa: OVVIAMENTE (e giustamente) ha censurato il comportamento di quelli che hanno quasi affollato Barcola, precisando d'altra parte che ci deve essere buon senso e che se uno va a correre in un posto ISOLATO (chiaramente non Barcola o Napoleonica) o a far due passi (DUE passi, non ore di camminata) senza entrare in contatto con la gente, non commette nessun reato al momento.

Scusatemi, ma a me sembra palese che l'irrigidimento del decreto sia fatto per popoli meno predisposti alle regole (sud Italia ad esempio?) rispetto a friulani e giuliani. Poi chiaro che bisogna cercare di rimanere a casa, ma questo credo alla maggior parte dei triestini ora è chiaro (e speriamo lo capiscano anche gli indisciplinati).

Approfitto per chiedere pubblicamente pure io un po' di moderazione, perchè ormai è da troppi post che leggo termini irripetibili da parte del solito noto, che in questi giorni sta guadagnando le scene e consensi. 

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, luxor ha scritto:

La legge marziale è quella che stai invocando. Non è molto diversa dal modo in cui vuoi limitare al "devi fare" e "non devi fare" le possibilità di azione e pensiero della gente, cambia solo l'ente di controllo.

Non è il modello di Stato cinese che mi dispiace non avere, ma un modello utopistico di civiltà e senso civico diffuso nelle persone. Penso che vivere in un regime totalitario sia una sconfitta della civiltà, non un successo.

Il non pagare le tasse porta inevitabilmente all'essere degli evasori, il fare 4 passi mantenendo le distanze non porta automaticamente al contagio. Ed è un dato di fatto che le due cose non siano quindi paragonabili. Non sarà il corridore solitario e coscienzioso che evita gli altri a diffondere il virus, ma quelli che se ne fregano e che stanno a contatto con gli altri.

Quindi concordo quando leggo che le indicazioni sullo stare a casa siano a scopo precauzionale, in quanto intese ad evitare innanzitutto gli assembramenti. Visto che le indicazioni iniziali non sono state rispettate, sono state inasprite. Resta chiaro che se uno, anche se inconsapevolmente infetto, cammina tutto il giorno per il centro senza avvicinarsi a nessuno, magari va incontro a conseguenze dal punto di vista legale, ma di certo non ha contribuito a diffondere il virus. E anche questa è una cosa che più di qualcuno dovrebbe capire. Se poi vogliamo lapidare tutti i potenziali untori, allora rendiamoci conto che non siamo diversi da quelli che se la prendevano con i cinesi qualche settimana fa. Ma dovremmo, per coerenza, anche condannare tutti gli uomini perché potenziali stupratori, tutte le donne perché potenziali fonte di gelosie, e tutti - ma proprio tutti - perché prima o poi potrebbero fare qualcosa di male. Abbassiamo i toni e cerchiamo di non confondere il potenziale con il reale, per favore, perché questo modo di pensare potrebbe (condizionale) fare più danni del virus stesso.

 

Ic

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, El mulon ha scritto:

Salgono a 205 i casi positivi al
coronavirus in Friuli Venezia Giulia, con un aumento di 79
persone rispetto all'ultima comunicazione. Sono due i decessi
registrati in più rispetto alla giornata di ieri, che portano a 8
il numero totale di morti per Covid-19.

Ad aggiornare sulla situazione è la Regione attraverso il
vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia,
Riccardo Riccardi, dalla sede della Protezione Civile a Palmanova.

Riccardi rende noto che sono 23 i ricoverati nei reparti di
infettologia e 10 i pazienti in terapia intensiva nelle strutture
ospedaliere della regione. Finora sono stati effettuati 2.604
tamponi.

 

 

butta mal me sa

No, se i numeri xe giusti, non xe nuovi tamponi e i 79 (tra i 287 che ieri mancava) xe normali considerando che le assistenti che puliva in casa serena ga portà el virus dovunque, e quindi i tamponi ai contatti xe stadi enormi in quanto a percentuali de positivi. Però domani sarà peggio (120 nuovi?) e dopodomani peggio ancora. Poi pian pian diminuirà.. E i problemi sarà comunque urgenti, perchè mantenirlo a quei livelli fino a farlo scomparir richiedessi mesi de misure insostenibili. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, mario-manzanese ha scritto:

Sulla mortalità si era espresso Borrelli un paio di giorni fa dicendo che confrontando dati stratificati per fascie di età, senza considerare i più anziani le altre fascie erano allineate con le statistiche cinesi. In Italia ci sono tanti anziani per un insieme di fattori....tra cui il fatto che abbiamo una buona Sanità Pubblica, accessibile a tutti, che consente a tanti di vivere a lungo e di sopravvivere a lungo alle malattie.

Lo ha ripetuto anche oggi a domanda di un giornalista. Ma mi chiedo el giornalista non sapeva della risposta data alcuni giorni prima come lo so io e lo sai tu? Non potevo porgere una qualsiasi altra domanda per saperne di più? 

Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, Riodario ha scritto:

Ma a che ora lo fanno "Conte" stasera in TV? 

Cit. 

Grande, Dario B--)

 

Stasera el xe leggermente raffredda'.

E siccome no vol che la gente ciapi paura, ne ga incarica' al Mulon e a mi de annunciar le sanzioni per chi non rispetta i divieti.

Andemo in onda fra mezz'ora.

  • Grazie 1
Link to post
Share on other sites
50 minuti fa, gimmi ha scritto:

Non starà tanto in piedi ma abbastanza. La media età xe decisiva. Poi xe el discorso tamponi, lori gaveva 60000 positivi veri, noi docimila finti, sarà circa ventimila adesso

Uno dei problemi xe appunto la grande differenza de misurazione tra paese e paese. Una Germania che ga 5 morti per Coronavirus xe assurdo

Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, andyball ha scritto:

Grande, Dario B--)

 

Stasera el xe leggermente raffredda'.

E siccome no vol che la gente ciapi paura, ne ga incarica' al Mulon e a mi de annunciar le sanzioni per chi non rispetta i divieti.

Andemo in onda fra mezz'ora.

Spete de scoprir el parente segreto dei soliti ignoti come lui ieri sera? 

 

Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, Euskal Herria ha scritto:

Uno dei problemi xe appunto la grande differenza de misurazione tra paese e paese. Una Germania che ga 5 morti per Coronavirus xe assurdo

Difficile anche correre dietro ai dati. Stando a dati che ho trovato, ma di cui non garantisco la veridicità, in Italia, di media, muoiono più di 1800 persone al giorno, in Germania probabilmente di più. I decessi per covid sono fortunatamente troppo pochi per riuscire a modificare le statistiche in modo visibile, quindi è quasi impossibile capire se stanno conteggiando le morti in modo diverso, a meno che non lo ammettano.

Link to post
Share on other sites

http://www.salute.gov.it/portale/caldo/dettaglioContenutiCaldo.jsp?lingua=italiano&id=4547&area=emergenzaCaldo&menu=vuoto

Qua è interessante il monitoraggio delle morti giornaliere over65 in confronto ai 5 anni precedenti. Sebbene prenda a riferimento un determinato numero di città italiane (i capoluoghi se non sbaglio) all'emissione del bollettino della 10a settimana (quella passata) potremmo avere una prima indicazione. 

 

  • Mi piace 1
Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Riodario ha scritto:

http://www.salute.gov.it/portale/caldo/dettaglioContenutiCaldo.jsp?lingua=italiano&id=4547&area=emergenzaCaldo&menu=vuoto

Qua è interessante il monitoraggio delle morti giornaliere over65 in confronto ai 5 anni precedenti. Sebbene prenda a riferimento un determinato numero di città italiane (i capoluoghi se non sbaglio) all'emissione del bollettino della 10a settimana (quella passata) potremmo avere una prima indicazione. 

 

felice di venir smentito da chi ha trovato dei dati più indicativi dei miei.

Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Riodario ha scritto:

Non credo che ti smentiscano, è un altra lettura. Vedremo però se rileveranno qualcosa. 

 

se non altro la suddivisione in fasce d'età è più indicativa di un semplice totale. Poi si vedrà, ma dubito che sarà molto più di una vaga approssimazione: se apri il file del 2019 vedi che la settimana 9 c'era stato un aumento dei decessi nei 65+, a memoria non ricordo motivi scatenanti. Quindi sarebbe tutto da prendere con le pinze. Inoltre sarebbe interessante paragonarli coi dati analoghi di altri paesi, per capire se stanno conteggiando diversamente i decessi da coronavirus, e comunque le variabili in gioco sono quasi infinite. Ma questo è terreno per gli appassionati di statistica, e non rientro nel gruppo (anche perché sono abbastanza infastidito dal modo attuale di sventolare le statistiche, quasi scandalistico, in cui spesso e volentieri non vengono indicati i parametri di riferimento, e qui non mi riferisco al coronavirus ma all'uso quotidiano che si fa delle statistiche in generale)

Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Giova80 ha scritto:

Finito di lavorare, sono rincasato. Speravo di non vedere tanta gente per strada, invece ho incontrato decine di persone, molte con cane al seguito. E molte auto in via Carducci/Battisti

Purtroppo non ci siamo, la gente se ne frega altamente. Di questo passo non si va da alcuna parte.... Ormai mi son rassegnato, e si arriverà al prossimo step dove si dovrà obbligatoriamente stare a casa ed uscire in determinate ore prefissate (per far la spesa), pena multe salatissime e/o carcere per chi sgarra. E c'è chi si lamentava del modello cinese, di questo passo toccherà a noi far così se vogliamo uscirne definitivamente!

Il modello cinese? Io l'ho invocato dal 21 febbraio. 

Link to post
Share on other sites
5 ore fa, andyball ha scritto:

Poi, scusa, qua te se contraddici assolutamente. 

Misure più blande e passeggiate a Barcola evitando i danni economici de 'sta linea no va molto d'accordo. 

Allora no se capimo.

Ripeto, le misure prese finora xe giustissime. Quindi ritengo giusto consentir de far sport o de camminar mantenindo le distanze de sicurezza. Se qualchedun non lo fa, va punido lui, no che le robe sia più restrittive per tutti. Dove semo, all'asilo, sbaglia uno e tutti in castigo?

Che poi no vedo tutta sta gran gente in giro. Mi stago in Via Commerciale e xe tipo 3 ore che no sento passar nianche un'auto. Xe un'atmosfera da Resident Evil. Diria che pol bastar, no? 

  • Mi piace 1
Link to post
Share on other sites

Mi son pensionato .........oggi go fatto la spesa in supermercato ,go ciolto el pan in panetteria ........e son torna' a casa .I altri giorni fazevo el giretto o in citta' o a barcola .........rischi 0...........me tinivo a distanza de 2 metri e iero solo.I rischi piu' gravi .........al supermercato ciolendo frutta e verdura .........tutti furiosi...... che sburta ..........altro che 1 metro ........veramente la' xe una situazion pericolosa .

Link to post
Share on other sites

P.S. Me son dimenticà una roba. Molti de quei che cammina tacadi xe marì e moglie o moroso con morosa. Xe persone che dormi nello stesso letto. Ga senso impedirghe (o addirittura multarli) se i cammina tacài per strada?
Sarò mi a ragionar mal ah...cosa devo dir.

  • Mi piace 1
Link to post
Share on other sites
4 ore fa, andyball ha scritto:

Grande, Dario B--)

 

Stasera el xe leggermente raffredda'.

E siccome no vol che la gente ciapi paura, ne ga incarica' al Mulon e a mi de annunciar le sanzioni per chi non rispetta i divieti.

Andemo in onda fra mezz'ora.

mi scuso per il ritardo. ero a fare le ronde con le guardie padane e mandare gentilmente a casa chi non autorizzato a uscire 😎

Link to post
Share on other sites

Oggi ero a far la spesa al despar in viale XX settembre, son sceso a piedi da S. Luigi. Fino in via Crispi - via Strehler tutto come sempre (cioè non proprio tutto, c'erano decisamente meno macchine in giro, ma comunque via Marchesetti non è mai chissà che trafficata) ma appena ho svoltato in viale la cosa che mi ha colpito di più è stato il colpo d'occhio del viale, lo si vedeva tutto quasi fino all'inizio, vuoto, deserto, mi è rimasto impresso il grigio chiaro della pavimentazione mai così sgombro, fin laggiù. Non avendo capito bene la chiusura/apertura delle varie attività (e anche per fare quattro passi in più - lo ammetto, ma non mi sento in colpa, cerchiamo di rimanere ragionevoli...) sono arrivato al pane quotidiano, ma era chiuso (dovevo comprare pane, giuro) quindi sono risalito fino al despar, e c'era una tale atmosfera di desolazione come non l'ho mai vista in vita mia, perlomeno a Trieste in un giorno qualsiasi verso le quattro. Qualcuno passava, e sembravamo tutti un po' allucinati.

Fuori dal supermercato si aspettava perché facevano entrare quattro o cinque persone alla volta. Le persone fuori con me non stavano a un metro di distanza, ma ben più larghe, comode, diciamo. Tralascio il fatto che, com'è naturale che sia, la gente comincia a chiacchierare, e basta che si tocchino uno o due temi attinenti, che già si sentono opinioni diverse, punti di vista, convinzioni, ma mi sono fatto i fatti miei, mi interessava fare la spesa e tornare a casa. Per farla breve, quel che mi è rimasto di questa esperienza, quasi piatta nei fatti, è stato un senso di stranezza come non l'avevo mai provato prima, ho dei ricordi direi onirici di quell'atmosfera, di quei quattro gatti che eravamo (alcuni dei quali con mascherina), e a parte il coronavirus, a parte tutto, è stato anche molto interessante e mi ha fatto riflettere sul trovarsi in situazioni anomale come forse noi non le abbiamo mai vissute, come la guerra per fare un esempio (fatto salvo naturalmente le persone più anziane che hanno visto la guerra da bambini/ragazzi e persone che la guerra la vivono attualmente in molte altre parti del mondo).

Con questo mi vorrei ricollegare al dibattito di oggi qui sul forum, che prima ho letto, per dire a chi sostiene che le misure non siano abbastanza restrittive, che non sono d'accordo. Condivido l'opinione che, purtroppo, ci sia una quota di gente che non vuole capire/se ne frega/pensa di essere furba, ma sono d'accordo con i punti di vista di Stefano e Luxor. Condivido le misure adottate coi decreti e mi ci attengo ma non è che, se ci sono dei coglioni in giro, devo sentirmi di non poter uscire di casa se lo faccio da solo e sto, per mia scelta, non a uno, ma a due, tre metri di distanza dagli altri. Cioè, dobbiamo fare in modo che il virus non si propaghi, non dobbiamo stare chiusi in casa perché così "hanno ordinato". Ovviamente, più si sta a casa e più diminuiscono tempi luoghi e modalità di contatto con le altre persone. Ma spero manteniamo un minimo di ragionevolezza, se poi ci sono i coglioni, purtroppo non gliela faremo passare la coglionaggine, né con le buone né con le cattive. Allora le misure sono diventate più restrittive perché una parte di gente non è abbastanza civile/intelligente/rispettosa del bene comune, ma non si può neanche impedire a uno Stefano di andare a correre alle 6 di mattina, da solo, dove non c'è praticamente nessuno. Sennò si ragiona da dittatura, ma non mi pare che sia il caso.

Scusate la lunghezza, in questi giorni non avevo scritto niente, così ho scritto tutto in una volta

  • Grazie 1
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


  • advertisement_alt
  • advertisement_alt
  • advertisement_alt


×
×
  • Create New...