Jump to content

Il futuro della Pallacanestro Trieste (pensieri in libertà)


Recommended Posts

10 ore fa, El mulon ha scritto:

El tuo problema sa inveze quale xe? che l'italiano non te sa cosa sia, punteggiatura e virgole in primis. Indi per cui non se capisi nulla. Quindi fa poco el sboron con sti post ridicoli. Ciolte el libro de grammativa delle elementari, e poi forsi te poderà essere al mio livel.

Giusto per porme al livel del tuo post. 

Tanti saluti e addio.

 

Pienamente d'accordo che l'italian non fa per mi infatti zerco de scriver in triestin visto che xe un forum triestin, go meso la virgola dovesi esser giusto spero, comunque go colpido visto che basta quattro righe per metterte all'angolo senza minimamente offenderte non te rivi proprio a tegnir el dialogo se uno non la pensa come ti. Infine non me interessa esser al tuo livello in quanto irragiungibile per mi e altri comuni frequentatori del forum anzi spero che se el Piccolo fa assunzioni nella pagina sportiva del basket me auguro con tutto il cuor de poderte legger ma adesso che penso basta che el Piccolo fazi assunzioni visto che te ga la conoscenza de tutti gli argomenti del mondo te pol scriver de tutto te son un enciclopedia aperta. Spero tanto de poder dialogar con ti niente saluti e addio 

  • Mi piace 1
  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Dunque Luca Bonetta: dunque la persona che sostituirà nel ruolo pieno il prof. Paoli, Bonetta che entra al posto del percorso che avevo capito fosse stato costruito per Coronica. Scelte della società, una certa responsabilità anche se da fuori non si capirà mai se sia scelta giusta: come misurare la preparazione atletica? O eventuali infortuni o recuperi? Per lo meno rispetto a il lavoro di un coach o di un giocatore più palese sul campo. 

Certo dispiace per Coronica e spero nulla sia rimasto in sospeso con Paoli o sia accaduto che lui non abbia condiviso.

In bocca al lupo a Bonetta. 

Link to comment
Share on other sites

Dunque Luca Bonetta: dunque la persona che sostituirà nel ruolo pieno il prof. Paoli, Bonetta che entra al posto del percorso che avevo capito fosse stato costruito per Coronica. Scelte della società, una certa responsabilità anche se da fuori non si capirà mai se sia scelta giusta: come misurare la preparazione atletica? O eventuali infortuni o recuperi? Per lo meno rispetto a il lavoro di un coach o di un giocatore più palese sul campo. 
Certo dispiace per Coronica e spero nulla sia rimasto in sospeso con Paoli o sia accaduto che lui non abbia condiviso.
In bocca al lupo a Bonetta. 

Mi permetto di dire però che Bonetta è lì da un po’, ha seguito un percorso di affiancamento con Paoli per anni. Trovo sinceramente giusto sia stato dato a lui quel ruolo piuttosto che a Coronica. Grande stima del giocatore e dell’uomo però Bonetta ha fatto tutta la trafila, sarebbe stato poco meritocratico se nn fosse andato a lui.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, Flaming ha scritto:

Mi permetto di dire però che Bonetta è lì da un po’, ha seguito un percorso di affiancamento con Paoli per anni. Trovo sinceramente giusto sia stato dato a lui quel ruolo piuttosto che a Coronica. Grande stima del giocatore e dell’uomo però Bonetta ha fatto tutta la trafila, sarebbe stato poco meritocratico se nn fosse andato a lui.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Giustissimo, in più Coronica quest'anno giocherà a monfalcone per cui non avrebbe potuto prendere il posto di Paoli. Diciamo che un domani sarebbe più corretto che Coronica facesse il vice di Bonetta e non il contrario.

Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk
 

Edited by sir_john
Link to comment
Share on other sites

Giustissimo, in più Coronica quest'anno giocherà a monfalcone per cui non avrebbe potuto prendere il posto di Paoli. Diciamo che un domani sarebbe più corretto che Coronica faccesse il vice di Bonetta e non il contrario.

Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk


Assolutamente d’accordo! Inoltre mi permetto di aggiungere, collegandomi a quanto detto ma che nulla a che vedere con questo discorso, che troppo spesso, parlo in generale nel mondo della pallacanestro italiana, vengono dati ruoli di responsabilità nelle società agli ex giocatori. Talvolta si pesca bene e l’esperienza maturata da giocatore insieme a spiccate doti manageriali creano un mix perfetto, ma secondo me proprio questa consuetudine è una delle cause dei problemi del basket in Italia. Ci sono troppi pochi manager di professione che ruotano intorno a questo mondo e l’imprenditorialità di questo settore ne risente tantissimo. Alla fine nella mia squadra voglio un giocatore di professione, così come vorrei un manager che ha studiato per quel mestiere. Poi nulla vieta ad un ex giocatore di studiare per questo e intraprendere un percorso di affiancamento per diventare un dirigente nel mondo sportivo…ma dargli, come spesso accade, dei ruoli chiave da subito mi sembra più un “pizzo” da pagare piuttosto che un operato corretto volto al bene della società.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Flaming ha scritto:


Assolutamente d’accordo! Inoltre mi permetto di aggiungere, collegandomi a quanto detto ma che nulla a che vedere con questo discorso, che troppo spesso, parlo in generale nel mondo della pallacanestro italiana, vengono dati ruoli di responsabilità nelle società agli ex giocatori. Talvolta si pesca bene e l’esperienza maturata da giocatore insieme a spiccate doti manageriali creano un mix perfetto, ma secondo me proprio questa consuetudine è una delle cause dei problemi del basket in Italia. Ci sono troppi pochi manager di professione che ruotano intorno a questo mondo e l’imprenditorialità di questo settore ne risente tantissimo. Alla fine nella mia squadra voglio un giocatore di professione, così come vorrei un manager che ha studiato per quel mestiere. Poi nulla vieta ad un ex giocatore di studiare per questo e intraprendere un percorso di affiancamento per diventare un dirigente nel mondo sportivo…ma dargli, come spesso accade, dei ruoli chiave da subito mi sembra più un “pizzo” da pagare piuttosto che un operato corretto volto al bene della società.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Giusto anche questo

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Flaming ha scritto:


Assolutamente d’accordo! Inoltre mi permetto di aggiungere, collegandomi a quanto detto ma che nulla a che vedere con questo discorso, che troppo spesso, parlo in generale nel mondo della pallacanestro italiana, vengono dati ruoli di responsabilità nelle società agli ex giocatori. Talvolta si pesca bene e l’esperienza maturata da giocatore insieme a spiccate doti manageriali creano un mix perfetto, ma secondo me proprio questa consuetudine è una delle cause dei problemi del basket in Italia. Ci sono troppi pochi manager di professione che ruotano intorno a questo mondo e l’imprenditorialità di questo settore ne risente tantissimo. Alla fine nella mia squadra voglio un giocatore di professione, così come vorrei un manager che ha studiato per quel mestiere. Poi nulla vieta ad un ex giocatore di studiare per questo e intraprendere un percorso di affiancamento per diventare un dirigente nel mondo sportivo…ma dargli, come spesso accade, dei ruoli chiave da subito mi sembra più un “pizzo” da pagare piuttosto che un operato corretto volto al bene della società.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Ricordo Cittadini che sinceramente non si è mai capito che ruolo avesse in società... sembrava comunque un pesce fuor d'acqua.

  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

Arrivato anche Banks, e si respira un aria diversa secondo me... più rilassata e trasparente, grande comunicazione da parte del coach, niente segreti stile Unione Sovietica e, mi sembra, allenamenti a porte aperte. So che mi attirerò gli strali di più di qualcuno, ma ci voleva!

Link to comment
Share on other sites

30 minuti fa, Orgoglio Triestino ha scritto:

Perchè gli strali?

Se i risultati arriveranno e la squadra farà pure un bel gioco, ben vengano i cambiamenti e un clima maggiormente partecipativo da parte del coach.

L'importante alla fine sono, come sempre, i risultati.

Si e no... i risultati contano sicuramente, ma l'atmosfera che si respirava attorno alla squadra non mi piaceva per nulla, tanto e vero che l'anno scorso nonostante il risultato ottimo mi sono divertito poco (ma questa è una cosa solo mia).

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, sir_john ha scritto:

Arrivato anche Banks, e si respira un aria diversa secondo me... più rilassata e trasparente, grande comunicazione da parte del coach, niente segreti stile Unione Sovietica e, mi sembra, allenamenti a porte aperte. So che mi attirerò gli strali di più di qualcuno, ma ci voleva!

Se da parte mia fossero attesi, nulla da eccepire, noto anch'io un clima diverso da parte del coach che ha uno stile comunicativo totalmente diverso da Dalmasson (immagino anche una personalità diversa). Io resto infastidito dallo stile di Ghiacci, troppo autoincensante quando non si capisce se stia suonando il violino sul Titanic mentre si sta schiantando sull'ultimo anno dello sponsor Allianz. Ma questo è un altro discorso. 

  • Mi piace 2
Link to comment
Share on other sites

17 minuti fa, ReaLeg ha scritto:

ma direi che i vari pluriennali che hanno fatto quest'estate scongiurano questo rischio.

Ma neanche tanto. Faccio il pluriennale, constato che non ce la faccio, la lega/fip mi consente di autodeclassarmi in un campionato non considerato professionistico e la mia obbligazione del pluriennale decade. 

Link to comment
Share on other sites

penso all'agente di Lever, che immagino fosse alla ricerca di un progetto di crescita per il suo assistito e a cui offerte da parte di squadre del nostro livello non mancavano, e credo si sia fatto rassicurare un attimo sul futuro della Società prima di firmarci un triennale.

Edited by ReaLeg
Link to comment
Share on other sites

Ho letto l'intervista di Banks sul sito della Lega A, curioso vedere come un giocatore che ti stava sulle palle perchè ti giocava contro, improvvisamente ti diventa simpatico quando gioca per te...

 

Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Ho letto l'intervista di Banks sul sito della Lega A, curioso vedere come un giocatore che ti stava sulle palle perchè ti giocava contro, improvvisamente ti diventa simpatico quando gioca per te...
 
Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk
 
 
 
 

Classico giocatore che odi quando ti gioca contro e che ami quando gioca per te!


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Link to comment
Share on other sites

Io tutto sto odio per Banks non l'ho mai capito. E' uno che ha sempre interpretato il gioco in modo gioioso e magari non mancava di esultare quando gli girava bene, ma sempre in modo scanzonato e divertente. Nulla a che vedere con Amici, Guarino, Giampiero Savio ecc....

  • Mi piace 2
Link to comment
Share on other sites

Io tutto sto odio per Banks non l'ho mai capito. E' uno che ha sempre interpretato il gioco in modo gioioso e magari non mancava di esultare quando gli girava bene, ma sempre in modo scanzonato e divertente. Nulla a che vedere con Amici, Guarino, Giampiero Savio ecc....

Intendevo un “odio” genuino. Quello che puoi provare verso un giocatore forte avversario che te ne consegna sempre 20


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, Flaming ha scritto:


Intendevo un “odio” genuino. Quello che puoi provare verso un giocatore forte avversario che te ne consegna sempre 20


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Già, infatti... odio per modo di dire... 

Link to comment
Share on other sites

39 minuti fa, Flaming ha scritto:


Intendevo un “odio” genuino. Quello che puoi provare verso un giocatore forte avversario che te ne consegna sempre 20


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Quindi speriamo di essere tanto odiati nella prossima stagione.:bandieraalabarda:

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, ivoivo ha scritto:

Io tutto sto odio per Banks non l'ho mai capito. E' uno che ha sempre interpretato il gioco in modo gioioso e magari non mancava di esultare quando gli girava bene, ma sempre in modo scanzonato e divertente. Nulla a che vedere con Amici, Guarino, Giampiero Savio ecc....

tipo quando mi pare 2 anni fa hanno vinto qui con Brindisi e ha fatto gestacci al pubblico a fine partita?

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, GiGi-TO ha scritto:

La partita di fine dicembre, se non sbaglio anno

la partita non mi ricordo la data, ma vinsero nel finale se non sbaglio. di sicuro mi ricordo i gestacci visto che li fece a pochi metri dal sottoscritto e altre decine di persone.

ah, che sia chiaro, frega un ca**o, per me i giocatori sono tutti uguali e si sa, che tranne rare eccezioni, vanno e vengono continuamente.

ma leggere di banks scanzonato divertente e simpatico, ricordando quel gesto, mi pare un po' fuori dalla realtà.

che poi non sia un disagiato totale tipo amici mi pare evidente, ma li rientriamo in casi limite.

Link to comment
Share on other sites

io ricordo lui che mette un paio di canestri più che importanti e guardando il pubblico si batte due dita sul polso ad indicare un orologio immaginario come a dire che quando conta c'è, puntuale.

Non il primo che ho visto esultare così, anche se il nostro primo cittadino forse non la prese bene.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...