Jump to content
Giova80

Primo turno playoff: U.S. Triestina 1918 - Virtusvecomp Verona (Domenica 16 Maggio ore 17:30 - Stadio Nereo Rocco) - speriamo bene....

Recommended Posts

16 minuti fa, hector ha scritto:

Le scelte di formazione e la gestione delle partite sono solo una piccola parte del lavoro di un allenatore. Da come scrivi tu, sembra invece che l'operato di un allenatore si riduca a schierare la giusta formazione e ad azzeccare i cambi. Chiaramente non mi sono piaciute le scelte di Pillon oggi, ma, al di là delle dichiarazioni di rito (non bisogna giocare per il pareggio, ecc.), credo che qualunque allenatore le avrebbe fatte. Nel calcio di oggi è così: se si vuole mantenere un risultato perché ti basta in relazione al tuo obiettivo, la formazione sarà super difensiva. È brutto ma è così.

Ma il compito più importante di un allenatore è un altro: è quello di dare un'identità alla squadra, di farla giocare bene al calcio. Da questo punto di vista, l'esperienza di Pillon sulla nostra panchina è stata negativa.

Ne ha avuto di tempo per lavorare. La squadra non era certo fortissima ma neanche un insieme di brocchi come li si vuole dipingere. Tanti addetti ai lavori ci indicavano come una delle favorite del torneo. Ecco, non aver ricavato un barlume di identità e di gioco da questa squadra in tanti mesi di lavoro è un brutto demerito, e non è certo quello che ci si aspetta da chi è considerato un allenatore top della categoria.

Non dico che debba andare via, non ho la soluzione in tasca. Ma certamente non si può non constatare che fino a oggi Pillon ha fallito. E in ogni caso, non credo che sia l'unico allenatore possibile.

 

Concordo e le dichiarazioni del Baffo non lasciano presagire nulla di buono, per me la sua avventura è ai titoli di coda.

Edited by atleticoiero
Link to post
Share on other sites
30 minuti fa, hector ha scritto:

Le scelte di formazione e la gestione delle partite sono solo una piccola parte del lavoro di un allenatore. Da come scrivi tu, sembra invece che l'operato di un allenatore si riduca a schierare la giusta formazione e ad azzeccare i cambi. Chiaramente non mi sono piaciute le scelte di Pillon oggi, ma, al di là delle dichiarazioni di rito (non bisogna giocare per il pareggio, ecc.), credo che qualunque allenatore le avrebbe fatte. Nel calcio di oggi è così: se si vuole mantenere un risultato perché ti basta in relazione al tuo obiettivo, la formazione sarà super difensiva. È brutto ma è così.

Ma il compito più importante di un allenatore è un altro: è quello di dare un'identità alla squadra, di farla giocare bene al calcio. Da questo punto di vista, l'esperienza di Pillon sulla nostra panchina è stata negativa.

Ne ha avuto di tempo per lavorare. La squadra non era certo fortissima ma neanche un insieme di brocchi come li si vuole dipingere. Tanti addetti ai lavori ci indicavano come una delle favorite del torneo. Ecco, non aver ricavato un barlume di identità e di gioco da questa squadra in tanti mesi di lavoro è un brutto demerito, e non è certo quello che ci si aspetta da chi è considerato un allenatore top della categoria.

Non dico che debba andare via, non ho la soluzione in tasca. Ma certamente non si può non constatare che fino a oggi Pillon ha fallito. E in ogni caso, non credo che sia l'unico allenatore possibile.

 

Nel marasma di un  chiaro disastro tecnico cerchi basi da cui ripartire. La stagione di Pillon è negativa, ci mancherebbe, ma io mi terrei lui.

La Rosa è disfunzionale e il livello tecnico e atletico molto mediocre. Bisognerebbe fare tabula rasa o quasi ma ovviamente contratto canta...

 

Link to post
Share on other sites

Secondo mi qua xe de tirar una bella riga e impostar con un gruppo de giovani e pazienza se bisognerà aspettare due/tre anni, gavemo visto che cambiando ogni anno ciolendo giogadori disemo anziani sperando de far el colpo no gavemo combinato granché 

Link to post
Share on other sites
49 minuti fa, hector ha scritto:

Le scelte di formazione e la gestione delle partite sono solo una piccola parte del lavoro di un allenatore. Da come scrivi tu, sembra invece che l'operato di un allenatore si riduca a schierare la giusta formazione e ad azzeccare i cambi. Chiaramente non mi sono piaciute le scelte di Pillon oggi, ma, al di là delle dichiarazioni di rito (non bisogna giocare per il pareggio, ecc.), credo che qualunque allenatore le avrebbe fatte. Nel calcio di oggi è così: se si vuole mantenere un risultato perché ti basta in relazione al tuo obiettivo, la formazione sarà super difensiva. È brutto ma è così.

Ma il compito più importante di un allenatore è un altro: è quello di dare un'identità alla squadra, di farla giocare bene al calcio. Da questo punto di vista, l'esperienza di Pillon sulla nostra panchina è stata negativa.

Ne ha avuto di tempo per lavorare. La squadra non era certo fortissima ma neanche un insieme di brocchi come li si vuole dipingere. Tanti addetti ai lavori ci indicavano come una delle favorite del torneo. Ecco, non aver ricavato un barlume di identità e di gioco da questa squadra in tanti mesi di lavoro è un brutto demerito, e non è certo quello che ci si aspetta da chi è considerato un allenatore top della categoria.

Non dico che debba andare via, non ho la soluzione in tasca. Ma certamente non si può non constatare che fino a oggi Pillon ha fallito. E in ogni caso, non credo che sia l'unico allenatore possibile.

 

Non so se dico una cazzata, ma può essere che lui per primo non avesse fiducia in questa squadra, per il principale motivo di essersela trovata così come se l'è trovata, e con oggettivi problemi non dipendenti da lui, quali:

l'età media avanzata,

moltissimi infortuni nel corso di tutto il campionato,

giocatori presi a inizio anno (o lo scorso anno) per far fare il salto di qualità rivelatisi poi dei flop. Non dimentichiamoci Lodi, arrivato per fare il faro di centrocampo, Sarno che è ridiventato titolare perché è mancato Petrella, Rapisarda altro discorso; -e sono tre-

giocatori che sarebbero dovuti essere cardini di questa squadra che hanno giocato pochissimo (Petrella 18 presenze, Procaccio 12, Paulinho 2); -e sono altri tre- [e a titolo statistico ci sarebbe anche Ioime]

A proposito poi del discorso infortuni generale bisognerebbe ricordarsi delle diverse partite in cui a centrocampo eravamo contati. O anche in difesa, quando Capela assente (parecchio pure lui) ci pensavano ben altri a fare fior di capele. 

Mi sembra che siano importanti elementi che hanno influito molto negativamente sullo svolgimento generale, anche volendoli imputare a errori originari di costruzione e un po' di sfiga, penso che l'allenatore si sia trovato abbastanza in balia di tutto ciò. Qualche errore l'ha fatto anche lui, ma con una situazione così problematica che si è trovato a dover gestire, penso fosse difficile riuscire a fare meglio.

Edited by MericordoMascheroni
Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Roberto24 ha scritto:

Secondo mi qua xe de tirar una bella riga e impostar con un gruppo de giovani e pazienza se bisognerà aspettare due/tre anni, gavemo visto che cambiando ogni anno ciolendo giogadori disemo anziani sperando de far el colpo no gavemo combinato granché 

xe quel che digo zà da tempo, ma tanto non cambierà niente manco qua.

A Trieste no xe pol impostar un discorso del genere me xe sta dito varie volte, non vedo el perchè ma cussì pareria.

 

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Miguel ha scritto:

Purtroppo tutto abbastanza scontato. Con una squadra del genere era difficile ipotizzare qualcosa di meglio. Almeno per chi voleva vedere la realtà anziché fare il saputello con gli altri forumisti blaterando a vanvera di disfattismo e cretinate simili. Del resto anche in campionato con la Virtus abbiamo sempre sofferto. Pensare di vincere questi play off era pura fantascienza. Adesso speriamo in un deciso cambio di rotta perché continuando così la B resterà ahimè una pia illusione anche per i prossimi anni.

Il problema è che, come ha detto già qualcuno, sembra che si continui sempre con gli stessi errori.

Certo che oggi la figuraccia è stata proprio memorabile. Una botta tremenda dalla quale sarà dura riprendersi.
Come dici tu bisognerà invertire la rotta, ma non sarà facile: oggi a parer mio si è toccato il fondo, forse una delle peggiori pagine nella storia dell’Unione. Non tanto per l’eliminazione in sè ma per come è arrivata, contro una squadra che gioca in un campo da oratorio e per di più decimata dalle assenze.

Link to post
Share on other sites

Se non l’abbiamo toccato il fondo.. di certo ci siamo andati molto vicini. Neanche la squadra ci credeva più di tanto  e in campo si è visto bene. E’ bastata  una squadra di modesti corridori per tarparci le ali subito. Ma forse meglio così, non saremmo andati molto più lontano. Almeno ci siamo risparmiati altre incazzature.

Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, MericordoMascheroni ha scritto:

Non so se dico una cazzata, ma può essere che lui per primo non avesse fiducia in questa squadra, per il principale motivo di essersela trovata così come se l'è trovata, e con oggettivi problemi non dipendenti da lui, quali:

l'età media avanzata,

moltissimi infortuni nel corso di tutto il campionato,

giocatori presi a inizio anno (o lo scorso anno) per far fare il salto di qualità rivelatisi poi dei flop,

giocatori che sarebbero dovuti essere cardini di questa squadra che hanno giocato pochissimo (Petrella 18 presenze, Procaccio 12, Paulinho 2).

A proposito di questi ultimi e del discorso infortuni generale bisognerebbe ricordarsi delle diverse partite in cui a centrocampo eravamo contati. O anche in difesa, quando Capela assente (parecchio pure lui) ci pensavano ben altri a fare fior di capele. 

Mi sembra che siano tutti elementi che hanno influito molto negativamente sullo svolgimento generale, anche volendoli imputare a errori originari di costruzione e un po' di sfiga, penso che l'allenatore si sia trovato abbastanza in balia di tutto ciò. Qualche errore l'ha fatto anche lui, ma con una situazione così problematica che si è trovato a dover gestire, penso fosse difficile riuscire a fare meglio.

Non credo sia un discorso 

 

9 minuti fa, MericordoMascheroni ha scritto:

Non so se dico una cazzata, ma può essere che lui per primo non avesse fiducia in questa squadra, per il principale motivo di essersela trovata così come se l'è trovata, e con oggettivi problemi non dipendenti da lui, quali:

l'età media avanzata,

moltissimi infortuni nel corso di tutto il campionato,

giocatori presi a inizio anno (o lo scorso anno) per far fare il salto di qualità rivelatisi poi dei flop,

giocatori che sarebbero dovuti essere cardini di questa squadra che hanno giocato pochissimo (Petrella 18 presenze, Procaccio 12, Paulinho 2).

A proposito di questi ultimi e del discorso infortuni generale bisognerebbe ricordarsi delle diverse partite in cui a centrocampo eravamo contati. O anche in difesa, quando Capela assente (parecchio pure lui) ci pensavano ben altri a fare fior di capele. 

Mi sembra che siano tutti elementi che hanno influito molto negativamente sullo svolgimento generale, anche volendoli imputare a errori originari di costruzione e un po' di sfiga, penso che l'allenatore si sia trovato abbastanza in balia di tutto ciò. Qualche errore l'ha fatto anche lui, ma con una situazione così problematica che si è trovato a dover gestire, penso fosse difficile riuscire a fare meglio.

Non credo che Pillon non avesse fiducia nella squadra. Se fosse stato così, perchè avrebbe dovuto venire qui? 

Forse, e dico forse, si sarebbe aspettato un mercato gennaio diverso, con un centrocampista in più per sopperire la partenza di Boultam.

Link to post
Share on other sites

Solo un edit:

Me son rivisto le immagini. 

Detto che ogni maia ga una disposizion differente de nomi e numeri sul retro (scritta più o meno stacada, più o meno arrotondata, più o meno alta) , la maia de Brivio iera mesa più o meno dritta. Iera solo un'illusione ottica dovuda al bagliore dello spettacolo visto in campo. 

  • Mi piace 1
Link to post
Share on other sites

Pillon per me non sarà riconfermato, e me auguro non più de una decina de giogadori attuali;

oggi semplicemente indegni, tutti.

Si va ben questi ierimo e questi semo, magari perdevimo col Cesena, che vedo parecchio bene in questi playoff, ma perder come  fatto oggi davvero è umiliante, rinunciando a giocare, a battagliare.

Comunque pensando al futuro, seri dubbi, Pillon ha fallito e oggi se l'è cercata, più che un esperto stratega in panca, ci vuole gente che corre, con voglia, con entusiasmo, tutte mancanze di questa orribile e fallimentare stagione.

Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, Michymarty ha scritto:

Non credo che Pillon non avesse fiducia nella squadra. Se fosse stato così, perchè avrebbe dovuto venire qui? 

Parlo di fiducia nella squadra che sarebbe mancata (è un'ipotesi) mano a mano col procedere del campionato, in considerazione dei problemi che ho scritto prima, che sono stati tutti -a parte Lodi e Ioime- problemi sviluppatisi in divenire col procedere del campionato. Quasi niente di tutto ciò si era palesato prima che arrivasse. Quindi all'inizio la fiducia sì che ce l'aveva, ma nel corso del campionato ce ne sono stati di problemi indipendenti dalla sua volontà, direi.

In particolare intendevo, dicendo che non avrebbe avuto fiducia in questa squadra, che essa sia mancata proprio verso le ultime giornate, tornando all'elenco degli (ancora) assenti. Solo dal punto di vista delle potenzialità offensive sono mancati Petrella, Procaccio e Litteri. A me non sembra poco.

Edited by MericordoMascheroni
Link to post
Share on other sites
27 minuti fa, Roberto24 ha scritto:

Secondo mi qua xe de tirar una bella riga e impostar con un gruppo de giovani e pazienza se bisognerà aspettare due/tre anni, gavemo visto che cambiando ogni anno ciolendo giogadori disemo anziani sperando de far el colpo no gavemo combinato granché 

 

Non li vinci i campionati con i giovani, e una piazza come la nostra non ha tempo di aspettare ulteriori 2/3 anni, figuriamoci. 

Basta vedere le rose delle squadre che hanno vinto i campionati precedenti per rendersene conto.  

Svecchiare la rosa attuale questo si, mantenendo alcuni giocatori attuali, e pescando dei giovani con un minimo di esperienza di serie C. 

Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Roberto24 ha scritto:

Guarda me vien in mente la Juve de Trapattoni con lArsenal in semifinale de coppa coppe, 1 a 1 fora, ga giogado per el 0 a 0 a Torino a 3 minuti dalla fine ga ciapado el pero e via a casa... Ma ande' tutti a cagar😡

Me ricordo anche mi quela partida......

Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, MericordoMascheroni ha scritto:

Parlo di fiducia nella squadra che sarebbe mancata (è un'ipotesi) mano a mano col procedere del campionato, in considerazione dei problemi che ho scritto prima, che sono stati tutti -a parte Lodi e Ioime- problemi sviluppatisi in divenire col procedere del campionato. Quasi niente di tutto ciò si era palesato prima che arrivasse. Quindi all'inizio la fiducia sì che ce l'aveva, ma nel corso del campionato ce ne sono stati di problemi indipendenti dalla sua volontà, direi.

Certo, messa cosi può essere una spiegazione condivisibile. 

Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, stets ha scritto:

Me ricordo anche mi quela partida......

Gol de Vaessen all 87 de testa su corner...me ricordo come se fossi ieri guarda...

Link to post
Share on other sites
4 ore fa, LungomareNatisone ha scritto:

Ciamila festa, a vivacchiar in C con una gestion societaria segnada dall'improvvisazion e dal dilettantismo.. 

Perché dici ciò ? Abbiamo visto quest'anno la nostra squadra sfoggiare sei o sette mute diverse. Robe che neanche in Champions i se Pol permetter.....altro che dilettanti ah ! 😂

Edited by stets
Link to post
Share on other sites

Per me come titolari bisognerebbe cambiare (vado in ordine di formazione) Lambrughi, forse Lopez, e Rizzo, e alcuni non titolari non vederli più.

Non sono d'accordo per niente per una rifondazione totale, secondo me un'ottima base da cui partire ci sarebbe già, la squadra si conoscerebbe e basterebbe inserire qualcuno. Quest'anno i problemi principali (mentalità a parte) sono stati: difensori centrali, centrocampo drammaticamente corto e qualche infortunato importante troppo di lungo corso.

Secondo me la squadra potrebbe essere benissimo composta da Offredi, Lepore, Capela, ? , Lopez?, Giorico, Paulinho, Calvano, Petrella, Gomez, Litteri? .  Procaccio in alternativa a Petrella, o insieme cambiando modulo; riserve da tenere Tartaglia, Rapisarda, Rizzo, Sarno.

Edited by MericordoMascheroni
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, poli ha scritto:

Rubo l'incipit all'amico @julian dalla sezione basket: non serviva la barzelletta di questo pomeriggio per aggiungere la parola disastro alla parola fallimentare. Di questo si tratta, nettamente la peggior stagione dell'era Biasin / Milanese.

Onestamente non ha tanto senso entrare nel fatto tecnico, basta guardare il gol da polli che una volta di + abbiamo preso stasera, un copia-incolla di non so quanti precedenti, per vedere in un attimo la mancanza di coesione, le carenze individuali tecniche e tattiche, la mancanza di gamba e aggressività riassunte in un unico flash. Penoso. Come è stato penoso arrivare sesti e non quinti (cambiava niente ma almeno non facevamo questa figura veramente da cioccolotai), come è stato penoso per lo + il calcio proposto dalla nostra squadra durante l'anno.

E mi spiace che gli amici @gimmi e @forest si siano fatti prendere da questa idea del "giochiamocela" comunque, in fondo con le grandi..., in fondo se recuperiamo tutti...etc: non c'era niente da giocare, la stagione aveva sentenziato verdetti chiari. In altri luoghi sono stato severo critico della Juve fin da Settembre, allo stesso modo (meno lucido certamente) lo devo essere anche qui: non puoi pensare che i problemi fisici, di forma, di compattezza spariscano nel giro di qualche notte, sono percorsi lunghi che si costruiscono su basi tecniche e morali solide, che non abbiamo mai avuto. Abbiamo rincorso queste chimere del recupero degli infortunati, dei play off, ma la pochezza tecnica (relativamente a mezzi investiti e ambizioni) è stato davanti ai nostri occhi praticamente per tutto l'anno.

E mi permetto di indirizzare un pensiero speciale all'amico @forest che ci ha messo sempre la faccia o quasi: sei sempre stato intellettualmente straonesto e integro ma sei troppo coinvolto, credo che un mezzo passo indietro ti farebbe bene se lo ritenessi opportuno, perchè  ti esponi poi ai veleni dei poveretti che oltre al "posto ergo sum" niente altro hanno da dare. E non te lo meriti e mi dispiace.

Ora non ho voglia sinceramente di leggermi le decine di messaggi velenosi su Pillon e Milanese, mi e vi chiedo quali elementi abbiamo per giudicare davvero Pillon da un lato, 15 minuti a Perguia, 20 e passa partite, oggi pomeriggio forse? Non lo so, avrà fatto degli errori, ma anche lui è una variabile, come lo sono stati Andreucci, Sannino, Pava, Gautieri (Princi) etc, quando la costante è altrove. Onestamente me lo terrei strettissimo, nel panorama del calcio di terza serie continua a sembrarmi un lusso.

E d'altra parte mi chiedo perchè dovrei sputare veleno su chi ci permette di restare ad un livello almeno visibile nel mondo pallone. Alternative serie non mi sembrano ne esistano, parliamo di Trieste e conosciamo le sue (in)capacità e prospettive economiche. Milanese ha al mio sguardo molti meriti che probabilmente nessuno ricorda, il Ferrini e il settore giovanile in primis, degli elementi secondari ma perniciosi (la comunicazione, ma non quella web, sai quanto me ne frega della pagine facebook....) e sostanzialmente delle gravi incapacità, quella nell'assemblare le squadre e ancora prima scegliere gli uomini. Problemino non esattamnete secondario per chi ha ambizione di fare (anche) il DS. Perchè qua a parte rare eccezioni si continuano a prendere mezzi giocatori e ancor più grave uomini per un quarto se mi passate l'amara battuta. Ma poichè (consentitemi la metonimia familiare) paga di tasca sua i suoi errori, perchè dovrei sparargli addosso il veleno da tifoso frustrato?

Al contrario MM e Mario Biasin (Santo Subito) me li tengo strettissimi con però una nota decisiva: questo disastro sportivo non servirà a nulla se non porterà alla luce il fatto che per risolvere un problema bisogna cominciare ad ammettere di averne uno. Se MM ripartirà dalla strada delle ultime due campagne estive tra 12 mesi il rischio di ritrovarci qui a scrivere le stesse cose sarà altissimo.

Usiamo questa grave sconfitta sportiva per fare un grosso bagno d'umiltà, uscire dalle zone di comfort, rivedere il proprio metodo di lavoro e ripartire su nuove basi o tutto sarà vano.

Certo che sono coinvolto, ci mancherebbe.

E figurati se mi volto indietro per i post dei fenomeni: di solito tendo a tirar l'acqua senza soffermarmi sull'aspetto estetico del prodotto.

Del resto, quando gente che spesso neanche vede le partite si dimentica di scrivere infastidita se si vince e inonda invece di guano il sito tutta contenta appena usciamo, perché loro lo avevano previsto, perché perdere tempo?

Ma so bene che il web funziona così, quattro post se avessimo passato il turno e il sito che va in crash se ci eliminano....

Mi piace analizzare, lo sai, e avendo avuto la gran fortuna di poter allenare una trentina d'anni prima che il lavoro mi impedisse di continuare a farlo, un minimo di competenza spero sinceramente di averla acquisita, Il che non mi rende neanche vagamente portatore di certezze calcistiche, se mai ne esistono.

Ma questo lo sai già, così come sai che il tifo porta a vedere il bicchiere mezzo pieno, di che stupirsi?

So di aver sempre parlato di possibilità infinitesimali nei playoff, e ci mancherebbe, ma è chiaro che dovendo attaccarsi a qualcosa (sempre tifosi siamo) era logico aggrapparsi ai buoni risultati con le big, e a che cosa sennò?

E del resto, di esempi di squadre affatto perfette che per una serie di circostanze favorevoli hanno fatto bingo è piena la storia del calcio.

Sperare che uscisse il nostro, di numerino, non era vietato.

Ho scritto ieri, e confermo stasera, che uscire al primo turno dopo un campionato mediocre avrebbe rappresentato la certificazione di un fallimento.

Questo e' stato, evidentemente.

Temevo questa partita, perché il meccanismo dei playoff lo conosco e la quantità di vittorie esterne ne conferma le caratteristiche.

Sperare che la Virtus non corresse era ovviamente illusorio, allenarsi a gruppi non impedisce certo il lavoro atletico, le assenze "vere'" erano tre o massimo quattro contro le.nostre due, dunque che sarebbe stata facile non l'ho mai minimamente pensato, anche se pur non avendo letto i post precedenti a parte quelli di coloro la cui opinione mi interessa, di solito in questi casi qualcuno che scrive che loro erano dimezzati e senza allenamento si trova sempre.

Speravo avessimo l'esperienza e la personalità da sapere che arrivare pari al 70' significa giocarsi la qualificazione quasi alla lotteria: gli altri la forzano, si aprono gli spazi, un gol bene o male salta fuori quasi sempre.

Se lo fai tu passi, se lo sbagli (Gomez, santo Dio....) segnano gli altri.

Ma ovviamente a quel punto non bisognava arrivarci, e invece siamo stati timidi e per nulla propositivi, a partire dalla formazione in poi.

Poteva andarci bene, certamente, ma abbiamo fatto.troppo poco per attaccarci a questo.

Su Mario e Mauro posso dire poco, prima di tutto perché non tutto si può scrivere e per dare giudizi bisognerebbe buttare sul tavolo tutte le tesserine del puzzle.

Tuttavia, che Mauro abbia dei limiti è evidente, che sia molto (ma molto) meno incompetente di come a volte viene dipinto, te lo posso solo garantire.

Resta il fatto che errori sono stati evidentemente commessi, e neanche pochi, anche se la logica di buttare il bambino con l'acqua sporca non riuscirò mai a capirla, e anche le cose positive di cui parli sono (o dovrebbero essere) lì da vedere.

Poi sai, se il calcio fosse una scienza esatta saremmo tutti ds, invece evidentemente così non è, fermo restando che di certi difetti strutturali della rosa mi pare ne abbiamo parlato a lungo e ben prima di oggi.

E dunque?

E dunque, dopo che il Milan ha completato poco fa una domenica di me**a come poche, dimostrando per l'ennesima volta che il calcio della logica sulla carta è ben lontano da far scopa col calcio del campo (ed è questo il suo fascino) trovo che l'unico aspetto positivo.dell'essere usciti subito sia di guadagnare un mese di lavoro.

Si ripartirà da zero, spero naturalmente come te che si faccia tesoro degli errori, e in ogni caso ad agosto sarò al mio posto al Rocco, come sempre.

Che altro potrei fare, caro Poli?

Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Michymarty ha scritto:

Si, ovviamente ha ancora un anno di contratto e per logica si dovrebbe ripartire da lui come si è sempre detto. 

Però, dopo quello che ho visto oggi, ed aggiungo anche l'ultimo quarto d'ora di Perugia dove abbuamo letteralmente regalato la vittoria con una gestione dei cambi molto discutibile, comincio ad avere qualche dubbio su di lui.

Certo è che tutti gli allenatori possono  commettere degli  errori, nessuno è infallibile, ci mancherebbe, però in una partita secca di playoff così importante come quella di oggi, con due risultati su tre a disposizione, non mi sarei mai aspettato  un modulo e un atteggiamento della squadra di questo tipo. E tale modulo e il conseguente atteggiamento, è figlio delle scelte di chi va in panchina. 

Per quanto riguarda la Virtus, presentandosi al Rocco con una squadra quasi al completo visto le sole 3 assenze titolari, ha fatto la partita che doveva fare, meritando la vittoria perchè ci ha creduto visto che di fronte aveva una squadra di belle statuine. 

Non so cosa pensare, la certezza che riponevo nella conferma di Pillon, adesso a caldo, un po' vacilla.

Aspetto di sbollire tutta la rabbia e la delusione!😠😠😠

 

 

 

 

Non ti posso non dare ragione. Anch'io comincio ad avere qualche dubbio sul buon Bepi. Ci si aspettava da lui un cambio di rotta ma alla fine la media punti è stata pari od inferiore a quella ottenuta da Gautieri. E questo sul mero riscontro numerico. Sul gioco espresso pure non ho visto quel upgrade sperato.

Sue dichiarazioni post partita: " abbiamo avuto tre o quattro occasioni da rete".... 

Quali ? Io ricordo una sola con Gomez, peraltro estemporanea in quanto frutto di un assist del difendente Virtus.

Ho capito che si è stufato di ripetere il solito " mea culpa " e che non sapeva cosa dire ma inventarsi occasioni da rete a gratis non gli fa onore.

Aggiungo, ma qualcuno qui a Ts può fare il giornalista o può solo fare il favore della società ?

Può chiedere lumi sulla scelta del modulo schierato ? O è lesa maestà ?

 

Link to post
Share on other sites
Non ti posso non dare ragione. Anch'io comincio ad avere qualche dubbio sul buon Bepi. Ci si aspettava da lui un cambio di rotta ma alla fine la media punti è stata pari od inferiore a quella ottenuta da Gautieri. E questo sul mero riscontro numerico. Sul gioco espresso pure non ho visto quel upgrade sperato.
Sue dichiarazioni post partita: " abbiamo avuto tre o quattro occasioni da rete".... 
Quali ? Io ricordo una sola con Gomez, peraltro estemporanea in quanto frutto di un assist del difendente Virtus.
Ho capito che si è stufato di ripetere il solito " mea culpa " e che non sapeva cosa dire ma inventarsi occasioni da rete a gratis non gli fa onore.
Aggiungo, ma qualcuno qui a Ts può fare il giornalista o può solo fare il favore della società ?
Può chiedere lumi sulla scelta del modulo schierato ? O è lesa maestà ?
 
Perché dici inventarsi occasioni da rete?
La punizione di Sarno sull'esterno dell'incrocio, credo sia uscita di 20-30 cm
Lo scambio Gomez Sarno che ha liberato Sarno all'interno dell'area con tiro sul secondo palo parato.
La girata di Gomez anche questa uscita di poco.
L'occasionissima del secondo tempo.
Anche a me non è piaciuta la disposizione iniziale ed il fatto che abbiamo aspettato passivamente la Virtus ma dire che abbiamo avuto 3/4 occasioni non è una falsità

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

le considerazioni di Poli e Forest mi sembrano ineccepibili

anch’io ripartirei da Pillon che però ieri l’ha combinata grossa, non sto a dirvi le imprecazioni che ho tirato giù quando ho visto la formazione

che poi in realtà non ha memmeno fatto cosi male come mi aspettavo, le occasioni le abbiamo avute e ad esempio l’interpretezione del ruolo di terzo di destra di Tartaglia mi è piaciuta, si è creata una buona catena di destra con Lepore

ma era sbagliata proprio concettualmente, secondo me, perché mettere un difensore in più e un attaccante in meno significava dare coraggio a loro, dare un messaggio di paura

ma insomma, è andata a quel modo e non serve ritornarci su

ora a mio parere c’è da capire come si può modificare il trend negativo di questi 2 ultimi anni

dal momento che da Biasin non possiamo prescindere e che Biasin implica Milanese senza se e senza ma cosa deve succedere perché la filosofia perdente che ha contrassegnato gli ultimi mercati possa cambiare ?

qualche mese fa avevo scritto che la speranza risiedeva in Pillon, che però oggettivamente ha perso colpi e non ha fatto bene

ritengo non per colpe sue, o almeno non solo per colpe sue, dal momento che la rosa era davvero costruita male con gente scarsa, logora, mal assemblata

se 2 tecnici, ritengo di buona competenza, hanno fatto male con suppergiù gli stessi giocatori il problema va ricercato al di fuori della guida tecnica

ma appunto la domanda è come invertire questo andazzo

in condizioni normali un DS che ha fallito per 2 anni di fila a fronte di investimenti importanti verrebbe sostituito, ma le condizioni normali non ci sono perché il DS o DG è emanazione diretta della proprietà che non lo mette assolutamente in discussione e a parte questo pare che il ruolo gli piaccia molto

dunque non si vede come uscirne

Link to post
Share on other sites
39 minuti fa, pinot ha scritto:

se 2 tecnici, ritengo di buona competenza, hanno fatto male con suppergiù gli stessi giocatori il problema va ricercato al di fuori della guida tecnica

ma appunto la domanda è come invertire questo andazzo

in condizioni normali un DS che ha fallito per 2 anni di fila a fronte di investimenti importanti verrebbe sostituito, ma le condizioni normali non ci sono perché il DS o DG è emanazione diretta della proprietà che non lo mette assolutamente in discussione e a parte questo pare che il ruolo gli piaccia molto

dunque non si vede come uscirne

Esatto, la squadra è rimasta linearmente uguale a se stessa su per giù, ergo il problema risiede altrove.

Non so Pinot come se ne possa uscire, unica ricetta fare un bel po di debrief sulla stagione scorsa (e quella precedente!!) e passare in rassegna tutti i problemi avuti: dai Di Massimo a Lodi, da Offredi a Ligi, da Rapisarda a Brivio, da Gautieri a Pillon etc etc. etc. e provare a ripennsare a come cambiare il proprio modo di operare. Altro non credo si possa fare.

Pro futuro: non amo buttare il bambino con l'acqua spoorca, ma qua secondo me non c'è praticamente niente da cui ripartire, in un mondo ideale farei saltare quasi tutti ma temo che non sarà possibile.

Mi terrei quindi Lepore e Lopez come possibili titolari assieme a Giorico, Offredi Gomez Tartaglia Calvano e forse Petrella come carne da panchina, il resto aria (incluso il bomber su cui purtroppo non hai nessuna garanzia fisica). Inoltre Di Massimo non mi farebbe schifo dargli un occhiata. Sono già 9 neanche male in fondo. 

Link to post
Share on other sites
40 minutes ago, pinot said:

le considerazioni di Poli e Forest mi sembrano ineccepibili

anch’io ripartirei da Pillon che però ieri l’ha combinata grossa, non sto a dirvi le imprecazioni che ho tirato giù quando ho visto la formazione

che poi in realtà non ha memmeno fatto cosi male come mi aspettavo, le occasioni le abbiamo avute e ad esempio l’interpretezione del ruolo di terzo di destra di Tartaglia mi è piaciuta, si è creata una buona catena di destra con Lepore

ma era sbagliata proprio concettualmente, secondo me, perché mettere un difensore in più e un attaccante in meno significava dare coraggio a loro, dare un messaggio di paura

ma insomma, è andata a quel modo e non serve ritornarci su

ora a mio parere c’è da capire come si può modificare il trend negativo di questi 2 ultimi anni

dal momento che da Biasin non possiamo prescindere e che Biasin implica Milanese senza se e senza ma cosa deve succedere perché la filosofia perdente che ha contrassegnato gli ultimi mercati possa cambiare ?

qualche mese fa avevo scritto che la speranza risiedeva in Pillon, che però oggettivamente ha perso colpi e non ha fatto bene

ritengo non per colpe sue, o almeno non solo per colpe sue, dal momento che la rosa era davvero costruita male con gente scarsa, logora, mal assemblata

se 2 tecnici, ritengo di buona competenza, hanno fatto male con suppergiù gli stessi giocatori il problema va ricercato al di fuori della guida tecnica

ma appunto la domanda è come invertire questo andazzo

in condizioni normali un DS che ha fallito per 2 anni di fila a fronte di investimenti importanti verrebbe sostituito, ma le condizioni normali non ci sono perché il DS o DG è emanazione diretta della proprietà che non lo mette assolutamente in discussione e a parte questo pare che il ruolo gli piaccia molto

dunque non si vede come uscirne

MM potrebbe anche costruire un'ottima squadra questa estate. Io non lo so, e credo nessuno lo sappia. E' ovvio che dopo due campionati mediocri, questo per me certamente fallimentare, i dubbi su questo approccio e sui ruoli in societa sono molti ma non e' detto che non ci possano essere nuove dinamiche o un rapporto diverso tra DG ed allenatore, con peso diverso nelle scelta dei giocatori.  Qualche volta sono sufficienti piccole correzioni. Sara' questo il nosto caso?

Link to post
Share on other sites

per piccole correzioni non intendovo dire che con un paio di nuovi giocatori vinciamo il prossimo campionato. Magari fosse possibile....fantascienza. Riflettevo sul processo decisionale e ruoli e responsabilita' all'interno della societa'.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


  • advertisement_alt
  • advertisement_alt
  • advertisement_alt


×
×
  • Create New...