Jump to content

Trento-Triestina Sabato 24 settembre ore 14.30


Recommended Posts

ad ogni modo il richiamo alle partenze dell’Unione negli ultimi campionati oltre che di cattivo gusto è stato pure un po’ maldestro

l’anno scorso avevamo effettivamente 5 punti dopo 5 giornate ma l’anno prima 9 e addirittura 12 dopo 6 partite

ancor più maldestro il richiamo al 2019-20 nel quale avevamo gli stessi punti dopo 5 giornate e infatti Pavanel venne esonerato….

se devo fare un raffronto Bucchi mi risultava assai più simpatico e mi sembrava onesto nelle sue analisi, per quanto può esserlo un allenatore che deve difendere il suo lavoro a fronte di risultati insoddisfacenti

questi mi sembrano tutti abbastanza antipatici, l’allenatore che sciorina una terminologia molto tecnica, da addetto ai lavori per rimarcare la sua competenza e una capacità di analisi che i mortali non possono avere, l’addetto stampa che riporta il messaggio di Cobram/Giacomini soddisfatto per una partita che, ci giurerei, non ha visto e si è fatto raccontare

la figura dell’addetto stampa mi ricorda quella del commissario del popolo nell’URSS staliniana, osserva, annota, controlla, pronto a bannare il primo pseudo giornalista che fa la domanda ritenuta scomoda o poco rispettosa

e infatti nessuno si sogna di farla, la conferenza risulta quanto di più “ istituzionale “ si possa immaginare, la presenza dei giornalisti mi pare davvero superflua

un bel monologo e via, del resto per buoni 5 minuti lo è già stato

  • Mi piace 4
Link to comment
Share on other sites

Premessa: facciamo discretamente schifo. Molto semplice.

 Le conferenze stampa non mi interessano, per me parla sempre e solo il campo.
 Ciò detto: e tutte le professioni di fede, di entusiasmo, la pazienza, va bene anche un anno di transizione, grazie che ci hanno salvato, etc. etc?

Tutto dimenticato? Perché qua siamo già all’ esonero come diritto costituzionale, al mi prende per il c**o, società di incompetenti, Romairone odiato a Bari etc. etc.

E poi ci diciamo da soli di essere una grande tifoseria….l’attaccamento si vede  nella difficoltà non quando va tutto bene.

Inoltre ultima battuta un po cinica: MM era quello che era (ossia pessimo nel secondo triennio) ma pare evidente che assemblare squadre vincenti non sia esercizio semplice, anche col DG, DS, etc. etc…

Link to comment
Share on other sites

21 minutes ago, poli said:

Premessa: facciamo discretamente schifo. Molto semplice.

 Le conferenze stampa non mi interessano, per me parla sempre e solo il campo.
 Ciò detto: e tutte le professioni di fede, di entusiasmo, la pazienza, va bene anche un anno di transizione, grazie che ci hanno salvato, etc. etc?

Tutto dimenticato? Perché qua siamo già all’ esonero come diritto costituzionale, al mi prende per il c**o, società di incompetenti, Romairone odiato a Bari etc. etc.

E poi ci diciamo da soli di essere una grande tifoseria….l’attaccamento si vede  nella difficoltà non quando va tutto bene.

Inoltre ultima battuta un po cinica: MM era quello che era (ossia pessimo nel secondo triennio) ma pare evidente che assemblare squadre vincenti non sia esercizio semplice, anche col DG, DS, etc. etc…

Condivido totalmente, le mie forti perplessità riguardano per ora solo il mister, che andrebbe sostituito istantaneamente perché totalmente inadeguato e in stato confusionale, non il ds, dg, proprietà, ecc, che al momento, seppur con evidenti segni di inesperienza, non è fortunatamente paragonabile a quella precedente. L’unico forte dubbio che ho è che questo nome sia stato imposto da qualcuno a cui non si può dire di no, i suoi trascorsi Juve potrebbero essere un indizio importante, e fosse inesonerabile, ma spero che il masochismo non arrivi a tali livelli. Staremo a vedere.

Link to comment
Share on other sites

La squadra pare avere giocatori di un certo livello quindi forse cambiando guida tecnica si potrebbe svoltare. 

L'avvio di campionato è lo specchio dell'inesperienza della società. Il tutto doveva essere bilanciato da Romairone ma la bilancia pende sempre dalla parte di chi mette i soldi, soprattutto quando le cose vanno male. É stato sbagliato, con una società alle prime armi, prendere un allenatore alle prime armi.

Sono preoccupato dalla società, dal suo essere viscida e dai suoi modi arroganti incarnati da Parpiglia, personaggi che credono di avere la verità in tasca e di fartela sempre sotto il naso.

Il fatto di essere sempre presente in conferenza poi non lo vedo come un 'ti siamo vicini', quanto più a una forma di morboso controllo della situazione, come già segnalato da qualche utente.

Per ora, ciacole no fa fritole.

 

  • Mi piace 2
Link to comment
Share on other sites

46 minuti fa, poli ha scritto:

Premessa: facciamo discretamente schifo. Molto semplice.

 Le conferenze stampa non mi interessano, per me parla sempre e solo il campo.
 Ciò detto: e tutte le professioni di fede, di entusiasmo, la pazienza, va bene anche un anno di transizione, grazie che ci hanno salvato, etc. etc?

Tutto dimenticato? Perché qua siamo già all’ esonero come diritto costituzionale, al mi prende per il c**o, società di incompetenti, Romairone odiato a Bari etc. etc.

E poi ci diciamo da soli di essere una grande tifoseria….l’attaccamento si vede  nella difficoltà non quando va tutto bene.

Inoltre ultima battuta un po cinica: MM era quello che era (ossia pessimo nel secondo triennio) ma pare evidente che assemblare squadre vincenti non sia esercizio semplice, anche col DG, DS, etc. etc…

Mai pensato che siamo una grande tifoseria. Per fortuna.

Perché una "grande tifoseria" come forse la vedi tu sarebbe una tifoseria con un doppio strato di prosciutto sugli occhi.

Si. Le dichiarazioni di Bonatti sembrano una presa per il c...o.

Punto.

Lui avrà fatto il corso di Coverciano. Io no. Lui dice che dobbiamo crescere di sistema. Io dico che forse potrebbe dire che non è ancora riuscito ad amalgamare gli uomini a sua disposizione (compito suo, non certo dei tifosi).

Tifosi che dopo cinque (non una o due) giornate di campionato in cui hanno visto il nulla come gioco possono anche esprimere un loro parere.

O debbono prendere sempre per oro colato le sciocchezze che un mister appena arrivato nel calcio professionistico le propina. Con a fianco un personaggio come addetto stampa.

Perché se è così, inutile un forum, inutile una qualsiasi discussione tra tifosi nel bar sotto casa, inutile qualsiasi commento.

Hanno ragione loro. Chiudiamo tutto, guardiamo solo i risultati e la classifica sul giornale il giorno dopo. In silenzio bevendo un caffè. E dopo parliamo di donne e non di calcio..........

PS: Mai pensato che assemblare squadre vincenti sia facile. Se lo fosse tutte vincerebbero il loro rispettivo campionato, a pari punti, con promozioni decise con sorteggio.

Edited by stets
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, poli ha scritto:

Inoltre ultima battuta un po cinica: MM era quello che era (ossia pessimo nel secondo triennio) ma pare evidente che assemblare squadre vincenti non sia esercizio semplice, anche col DG, DS, etc. etc…

Ma infatti al momento, come DS Milanese batte Romairone, senza dubbio.

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Ricordarsi anche che il primo anno di Tanjevic alla Stefanel Trieste portò alla retrocessione in B1. Ma, nonstante tutto, non fu esonerato. Neppure nel primo anno in B1 quando perse i playoff con Arese.

Se pensiamo pure a Bucchi l’altro anno che i gol li faceva quasi tutti da punizioni e corner con Ligi e Rapisarda tra i migliori marcatori.

Un esonero non avrebbe nessun senso. Tutti gli ultimi esoneri hanno cambiato poco o nulla. Se non mantenere la posizione o perderne una. 

Questo per la Triestina probabilmente sarà un anno di transizione. Cerchiamo, per quanto possibile, di stare vicino alla squadra e lasciarli crescere. Vederli crescere. Non mi pare nemmeno di aver visto bel gioco dalle nostre avversarie eccettuato per la Pro Vercelli.

Parere personale si intende. 

 

  • Mi piace 1
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

36 minuti fa, Playmo ha scritto:

Ricordarsi anche che il primo anno di Tanjevic alla Stefanel Trieste portò alla retrocessione in B1. Ma, nonstante tutto, non fu esonerato. Neppure nel primo anno in B1 quando perse i playoff con Arese.

Se pensiamo pure a Bucchi l’altro anno che i gol li faceva quasi tutti da punizioni e corner con Ligi e Rapisarda tra i migliori marcatori.

Un esonero non avrebbe nessun senso. Tutti gli ultimi esoneri hanno cambiato poco o nulla. Se non mantenere la posizione o perderne una. 

Questo per la Triestina probabilmente sarà un anno di transizione. Cerchiamo, per quanto possibile, di stare vicino alla squadra e lasciarli crescere. Vederli crescere. Non mi pare nemmeno di aver visto bel gioco dalle nostre avversarie eccettuato per la Pro Vercelli.

Parere personale si intende. 

 

Guarda, il discorso potrebbe anche starci qualora si facesse una analisi lucida e vera della realtà.
Andare a far un tale teatrino in sala stampa, ben descritto da pinot, mi dà l'idea di qualcuno che non è assolutamente pronto a lavorare in certi contesti. Non è che con Bucchi si vedesse calcio champagne, ma perlomeno c'era la capacità di vedere pregi e difetti della squadra da parte del mister e la voglia di provare a incidere.
Qua, mi pare, siamo dinanzi a un encefalogramma piatto: avessimo avuto gli stessi punti a fronte di un paio di partite gagliarde, i commenti sarebbero ben diversi.

Non si può chiosare una conferenza stampa degna del Minculpop con la dichiarazione finale da parte dell'addetto stampa che riporta il commento del presidente "Grandissima partita".

Almeno non venir presi per il c**o, non chiediamo di più.
 

Edited by Contea di Trieste
  • Mi piace 4
Link to comment
Share on other sites

33 minuti fa, Playmo ha scritto:

Ricordarsi anche che il primo anno di Tanjevic alla Stefanel Trieste portò alla retrocessione in B1. Ma, nonstante tutto, non fu esonerato. Neppure nel primo anno in B1 quando perse i playoff con Arese.

Se pensiamo pure a Bucchi l’altro anno che i gol li faceva quasi tutti da punizioni e corner con Ligi e Rapisarda tra i migliori marcatori.

Un esonero non avrebbe nessun senso. Tutti gli ultimi esoneri hanno cambiato poco o nulla. Se non mantenere la posizione o perderne una. 

Questo per la Triestina probabilmente sarà un anno di transizione. Cerchiamo, per quanto possibile, di stare vicino alla squadra e lasciarli crescere. Vederli crescere. Non mi pare nemmeno di aver visto bel gioco dalle nostre avversarie eccettuato per la Pro Vercelli.

Parere personale si intende. 

 

La Triestina di Bucchi indubbiamente non giocava bene (quasi nessuna gioca bene in questa categoria), ma aveva l'ambizione di dominare le partite e vincerle. Ci provava fino all'ultimo minuto. Perdeva anche contro squadre di bassa classifica, ma al termine di partite in cui si percepiva comunque che eravamo noi la squadra più forte.

Infatti non condividevo commenti come "semo de playout", perché non rispecchiavano l'effettivo valore della squadra, anche in rapporto alla competenza dell'allenatore.

Fino a oggi, invece, la Triestina di Bonatti si è dimostrata inferiore a Novara e Pro Vercelli e circa al livello di Arzignano e Trento. Abbiamo 4 punti ma ne meritiamo 2.

Non si vedono davvero prospettive di miglioramento della nostra classifica, a meno ovviamente di non cambiare immediatamente la guida tecnica. Ma a quanto pare per Giacomini va tutto bene.

Link to comment
Share on other sites

Se fossi nella Proprietà... e se avessi dei dubbi nella guida tecnica (così ometto mille altre considerazioni sulla scelta..), cercherei di confrontarmi con qualcuno dei giocatori più esperti per capire e valutare. Penso che i giocatori sappiano dare delle valutazioni molto precise, se c'è o meno futuro...

Link to comment
Share on other sites

48 minuti fa, Playmo ha scritto:

Ricordarsi anche che il primo anno di Tanjevic alla Stefanel Trieste portò alla retrocessione in B1. Ma, nonstante tutto, non fu esonerato. Neppure nel primo anno in B1 quando perse i playoff con Arese.

Se pensiamo pure a Bucchi l’altro anno che i gol li faceva quasi tutti da punizioni e corner con Ligi e Rapisarda tra i migliori marcatori.

Un esonero non avrebbe nessun senso. Tutti gli ultimi esoneri hanno cambiato poco o nulla. Se non mantenere la posizione o perderne una. 

Questo per la Triestina probabilmente sarà un anno di transizione. Cerchiamo, per quanto possibile, di stare vicino alla squadra e lasciarli crescere. Vederli crescere. Non mi pare nemmeno di aver visto bel gioco dalle nostre avversarie eccettuato per la Pro Vercelli.

Parere personale si intende. 

 

il cambio di guida tecnica è quasi la regola quando le cose vanno male e la discussione su questo potrebbe andare avanti all’infinito

se le cose migliorano chi può dire se sarebbero migliorate allo stesso modo con l’allenatore esonerato? solo se non migliorano o addirittura peggiorano significa che il problema sta altrove, non nella guida tecnica

2 anni fa Gautieri venne esonerato e arrivò Pillon che nel breve periodo ottenne risultati, battemmo il Perugia, il Sudtirol a Bolzano e a Natale eravamo a 5 punti dalle prime

poi alla lunga il rendimento fu insoddisfacente nel contesto di un’incredibile sequenza di infortuni e di un mercato di gennaio che non portò alcun giovamento, in definitiva il cambio causò una scossa ma esaurita quella fu chiaro che il problema era l’organico scadente

concordo poi con chi scrive che costruire squadre vincenti in C è difficile, ma concordo fino ad un certo punto 

nei campionati minori chi spende molto e lo fa bene ottiene risultati perché il gap con la gran parte delle altre è enorme, se ho 4 volte il budget di Pro Sesto o Arzignano non posso star dietro

e’ come se nel basket Trieste stesse davanti a Milano e Virtus che stanno in fondo alla classifica, impensabile

vogliamo vedere che società sono state promosse in B negli ultimi anni ? o quali sono arrivate in finale PO senza essere state promosse ? Che budget avevano ?

il presidente ha detto che il budget per la squadra è stato di un 20% superiore a quello della scorsa stagione, assolutamente non soddisfacente e conclusa con un quinto posto a 1000 punti dalle prime

ora siamo 15esimi molto più vicini alla coda della classifica che alla vetta e giochiamo partite oscene

se la società ritiene che questo sia assolutamente accettabile nel processo di crescita programmato è giusto che vada avanti così, in caso contrario è opportuno che faccia qualche riflessione con la giusta dose di umiltà 

ad esempio sulla scelta di un allenatore esordiente da parte di un club che vuole primeggiare in campionato, scelta non esattamente fra le più gettonate negli ultimi anni visto che i tecnici alla guida delle squadre più ambiziose sono stati i Di Carlo, Tesser, Baldini, Mignani, Longo, Mandorlini e altri che non ricordo

certo non può pretendere che i tifosi siano soddisfatti del nulla che viene proposto

Link to comment
Share on other sites

La presenza di Parpiglia e Giacomini alle partite la vedo invece come una cosa positiva, per lo meno vedono con i loro occhi.
Sul cambio allenatore invece mi tocca essere d'accordo con voi, però Pavanel mi sembra un po' una minestra riscaldata sinceramente

Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, Alessyum ha scritto:

La presenza di Parpiglia e Giacomini alle partite la vedo invece come una cosa positiva, per lo meno vedono con i loro occhi.
Sul cambio allenatore invece mi tocca essere d'accordo con voi, però Pavanel mi sembra un po' una minestra riscaldata sinceramente

premesso che Pavanel xe molto vicino al Mantova, onestamente non so quanto Parpiglia gabbi le competenze (e anche l'attenzion durante la partida...) per dar un giudizio ragionato sulla situazion...

  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Playmo ha scritto:

Ricordarsi anche che il primo anno di Tanjevic alla Stefanel Trieste portò alla retrocessione in B1. Ma, nonstante tutto, non fu esonerato. Neppure nel primo anno in B1 quando perse i playoff con Arese.

 

Tanjevic prima di arrivare a Trieste aveva allenato una quindicina d'anni a livelli altissimi. Nulla di paragonabile.

Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, Euskal Herria ha scritto:

premesso che Pavanel xe molto vicino al Mantova, onestamente non so quanto Parpiglia gabbi le competenze (e anche l'attenzion durante la partida...) per dar un giudizio ragionato sulla situazion...

Parapiglia ha le stesse competenze che abbiamo più o meno tutti noi (chi più chi meno) e che scioriniamo moduli , idee , giudizi positivi o negativi , accuse ecc. al momento il mio unico pensiero va sul campo , sui risultati e sulla possibilità che questa squadra cresca ( molti dubbi su questo ). Ci stiamo invece incanalando molto spesso verso giudizi sulle conferenze stampa , sulla pagina Instagram, sull immagine societaria che secondo me incide poco nulla sulla classifica. 
Nel mio piccolo ho voluto dar fiducia a Bonatti per qualche partita in più di molti utenti che lo volevano fuori già da qualche gara , ora se non si vince la prossima ( e si convince) direi che avevano ragione sul cambio. Spero però non arrivi pavanel ma qualcuno con un profilo più alto 

Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, valderrama ha scritto:

Parapiglia ha le stesse competenze che abbiamo più o meno tutti noi (chi più chi meno) e che scioriniamo moduli , idee , giudizi positivi o negativi , accuse ecc. al momento il mio unico pensiero va sul campo , sui risultati e sulla possibilità che questa squadra cresca ( molti dubbi su questo ). Ci stiamo invece incanalando molto spesso verso giudizi sulle conferenze stampa , sulla pagina Instagram, sull immagine societaria che secondo me incide poco nulla sulla classifica. 
Nel mio piccolo ho voluto dar fiducia a Bonatti per qualche partita in più di molti utenti che lo volevano fuori già da qualche gara , ora se non si vince la prossima ( e si convince) direi che avevano ragione sul cambio. Spero però non arrivi pavanel ma qualcuno con un profilo più alto 

Tipo?? Perché ormai la quasi totalità dei presenti sul forum e immagino anche di molti altri tifosi vanno per un esonero di Bonatti; immagino che allenatore, giocatori, Romairone e presidente si parlino e si confrontino, e pertanto si dovrebbe trovare una soluzione.

La reazione vista ieri dopo lo svantaggio mi è piaciuta, ma tutto quanto visto, anzi, non visto prima, in quella totale apatia, lentezza, mancanza di provare a vincere, mi ha dato l'impressione che davvero i giocatori siano bloccati.

 

Link to comment
Share on other sites

1 hour ago, ndocojo said:

Tanjevic prima di arrivare a Trieste aveva allenato una quindicina d'anni a livelli altissimi. Nulla di paragonabile.

Si, e poi quello fu un progetto rivoluzionario, partendo da giovani promettenti che poi si rivelarono fenomeni, anche grazie al coach. Qua di 'rivoluzionario' xe la pettinatura de Parpiglia.

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

1 hour ago, ndocojo said:

Tanjevic prima di arrivare a Trieste aveva allenato una quindicina d'anni a livelli altissimi. Nulla di paragonabile.

Volevo dire la stessa cosa, ma di che cosa stiamo parlando? Ma che paragoni improponibili sono?

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, poli ha scritto:

Premessa: facciamo discretamente schifo. Molto semplice.

 Le conferenze stampa non mi interessano, per me parla sempre e solo il campo.
 Ciò detto: e tutte le professioni di fede, di entusiasmo, la pazienza, va bene anche un anno di transizione, grazie che ci hanno salvato, etc. etc?

Tutto dimenticato? Perché qua siamo già all’ esonero come diritto costituzionale, al mi prende per il c**o, società di incompetenti, Romairone odiato a Bari etc. etc.

E poi ci diciamo da soli di essere una grande tifoseria….l’attaccamento si vede  nella difficoltà non quando va tutto bene.

Inoltre ultima battuta un po cinica: MM era quello che era (ossia pessimo nel secondo triennio) ma pare evidente che assemblare squadre vincenti non sia esercizio semplice, anche col DG, DS, etc. etc…

Non concordo.

La squadra c'è, ed è pure molto forte. A meno che non siano diventati tutti scarsi oltrepassando il lisert, abbiamo in rosa giocatori che hanno vinto il campionato l'anno scorso(Minesso, felici e ciofani), o due anni fa (di gennaro, pisseri e furlan) o anche più volte negli ultimi anni (gli stessi di Gennaro a Livorno e Alessandria o minesso addirittura con tre squadre diverse in quattro anni). E sono tutti o quasi nel pieno della carriera, in alcuni casi addirittura all'inizio e in arrivo da settori giovanili di assoluto spessore. Romairone ha assemblato una rosa nemmeno paragonabile a quelle assemblate da Milanese che si affidava a gente vecchia e sempre già in fase discendente nella propria carriera.

Io accetto l'anno di transizione se la rosa è da anno di transizione e in campo si vedono dei segnali incoraggianti. In questo momento non vedo nessuno dei due elementi: la rosa è da primissimi posti, e in campo si vedono segnali preoccupanti tanto che un utente ieri ha riassunto in tre righe tutte le palle gol create in cinque partite.

Con questa rosa, anno di transizione vuol dire arrivare magari quarti e fare un buon playoff gettando le basi per costruire una corazzata l'anno dopo. Quello che stiamo vedendo ogni sabato è uno spettacolo indecoroso e diventa sempre più difficile accettarlo

Io sono un convinto sostenitore dell'esonero perché ritengo Bonatti non adatto al ruolo che ricopre. Magari tra qualche anno lo sarà (se diventerà un po' meno presuntuoso), ma ora come ora mi pare solo un grande conoscitore di concetti teorici che non ha la minima idea di come si applichino tali concetti al calcio giocato. 

Un esempio banale per spiegare ciò che sostengo: per me, se dovessimo cambiare allenatore, qualsiasi nuovo mister metterebbe pezzella davanti alla difesa con due mezzali a fianco. Poi puoi giocare a tre o a quattro dietro, con il tridente o col trequartista e via dicendo. Ma solo dio sa come si può pensare di giocare a calcio con due medianacci in mezzo al campo...provate a immaginare come sarebbe andato il mondiale 2006 se Lippi avesse deciso che nel suo 442 in mezzo giocavano barone e gattuso...

  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, valderrama ha scritto:

Parapiglia ha le stesse competenze che abbiamo più o meno tutti noi (chi più chi meno) e che scioriniamo moduli , idee , giudizi positivi o negativi , 

Parpiglia ga sicuramente molte competenze, però ecco non me lo vedo parlar de salida lavolpiana o de heat-maps o dell'importanza de aver giocatori mancini in alcune parti del campo...

esattamente come mi magari go più difficoltà a parlar de SEO SEM, cosa che per lui magari xe pane quotidiano

Edited by Euskal Herria
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...