Jump to content

Stagione Triestina 2020/21


Recommended Posts

3 ore fa, Contea di Trieste ha scritto:

Giro in via San SPiridione per Procaccio, grazie.

Se xe vero che el karma esisti, el torna pei playoff e segna de man, in fuorigioco, su papera del portier al novantacinquesimo in nove contro undici el gol che val la B

Firmato TRIESTINA CLUB ARII ALABARDATI 

Link to comment
Share on other sites

certo che a questo punto fare pronostici sul piazzamento finale diventa esercizio totalmente inutile

il focolaio di covid alla vigilia della serie di partite contro le migliori è la classica ciliegina sulla torta di una stagione davvero complicata, segnata da cambio di allenatore, covid e infortuni, ultimi quelli di Petrella e Procaccio destinati a rientrare non si sa quando

verrebbe da dire speriamo che finisca il prima possibile

Link to comment
Share on other sites

Ho seguito le disquisizioni su Pillon e sul parallelismo con le prestazioni di Guatieri.

Io ho l'impressione che a qualcuno sfugga l'enorme differenza che c'è tra l'iniziare la stagione dall'inizio (Guatieri), con un mercato estivo concordato, con un pregresso di mezza stagione in cui si ha avuto modo di conoscere rosa ed ambiente, con una preparazione stilata secondo i propri metodi....e il subentrare in corsa (Pillon), in una situazione non facile, con diverse complicazioni e sfortuna, con una rosa modificata solo a gennaio con 2 nuovi interpreti, con una preparazione tutta da reimpostare, con una situazione spogliatoio non proprio rosea.

Su queste basi riassumere il tutto in "bah, Pillon ha fatto su per giù gli stessi punti di Gautieri" mi sembra troppo superficiale. Io, cmq vada questo campionato, valuterò Pillon il prossimo anno, quando avrà modo di impostare il lavoro a proprio modo e potrà fare qualche innesto per il suo gioco.

Link to comment
Share on other sites

58 minutes ago, Calcio74 said:

Ho seguito le disquisizioni su Pillon e sul parallelismo con le prestazioni di Guatieri.

Io ho l'impressione che a qualcuno sfugga l'enorme differenza che c'è tra l'iniziare la stagione dall'inizio (Guatieri), con un mercato estivo concordato, con un pregresso di mezza stagione in cui si ha avuto modo di conoscere rosa ed ambiente, con una preparazione stilata secondo i propri metodi....e il subentrare in corsa (Pillon), in una situazione non facile, con diverse complicazioni e sfortuna, con una rosa modificata solo a gennaio con 2 nuovi interpreti, con una preparazione tutta da reimpostare, con una situazione spogliatoio non proprio rosea.

Su queste basi riassumere il tutto in "bah, Pillon ha fatto su per giù gli stessi punti di Gautieri" mi sembra troppo superficiale. Io, cmq vada questo campionato, valuterò Pillon il prossimo anno, quando avrà modo di impostare il lavoro a proprio modo e potrà fare qualche innesto per il suo gioco.

Se glielo lasceranno fare, speriamo bene..

Link to comment
Share on other sites

40 minuti fa, gimmi ha scritto:

quindi tutti i milioni di volte che un allenatore subentrato ha salvato una squadra o comunque ha raddrizzato la situazione e fatto meglio del predecessore, dobbiamo parlare di autentico miracolo?

No.

Intanto esistono allenatori molto bravi ad operare da subentrati, da "normalizzatori", altri meno (ma non per questo meno capaci, anzi). Non a caso alcuni big in A non sono disposti a subentrare (non occorre che ti faccia io gli esempi).

Poi molto dipende dall'obiettivo: se è quello di vincere (o arrivare tra le primissime) come il nostro caso, la missione mi sembra molto più complessa rispetto magari a salvare una squadra. Se ci metti poi tutta una serie di complicazioni (covid, infortuni, ecc...) credo che queste vengano amplificate per un subentrante, che deve capire molte cose di ambiente e giocatori per riuscire a superare le difficoltà.

Se ora ci mettiamo a mettere in discussione Pillon, secondo me possiamo tranquillamente chiudere baracca e seguire l'Inter ?

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Calcio74 ha scritto:

Ho seguito le disquisizioni su Pillon e sul parallelismo con le prestazioni di Guatieri.

Io ho l'impressione che a qualcuno sfugga l'enorme differenza che c'è tra l'iniziare la stagione dall'inizio (Guatieri), con un mercato estivo concordato, con un pregresso di mezza stagione in cui si ha avuto modo di conoscere rosa ed ambiente, con una preparazione stilata secondo i propri metodi....e il subentrare in corsa (Pillon), in una situazione non facile, con diverse complicazioni e sfortuna, con una rosa modificata solo a gennaio con 2 nuovi interpreti, con una preparazione tutta da reimpostare, con una situazione spogliatoio non proprio rosea.

Su queste basi riassumere il tutto in "bah, Pillon ha fatto su per giù gli stessi punti di Gautieri" mi sembra troppo superficiale. Io, cmq vada questo campionato, valuterò Pillon il prossimo anno, quando avrà modo di impostare il lavoro a proprio modo e potrà fare qualche innesto per il suo gioco.

Concordo, i miglioramenti con Pillon ci sono stati: è la squadra ad essere da 5° posto e non di più. 

Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, Calcio74 ha scritto:

 

Se ora ci mettiamo a mettere in discussione Pillon, secondo me possiamo tranquillamente chiudere baracca e seguire l'Inter ?

Non mettermi in bocca cose che non ho detto, però, perché  è un modo di discutere che odio. Ho scritto chiaramente cosa penso di Pillon. Lo stimo e non c'è alcun dubbio che si tratti di hn upgrade rispetto a Gautieri. Il quale, secondo me, é stato messo in croce prematuramente, è stato ampiamente sottostimato, e gli sono state affibbiate colpe nettamente superiori a quelle che aveva, come, sempre a mio modesto ed ignorante avviso, dimostrano oggi i risultati ottenuti da un Pillon, non da un Carneade qualsiasi.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Calcio74 ha scritto:

Ho seguito le disquisizioni su Pillon e sul parallelismo con le prestazioni di Guatieri.

Io ho l'impressione che a qualcuno sfugga l'enorme differenza che c'è tra l'iniziare la stagione dall'inizio (Guatieri), con un mercato estivo concordato, con un pregresso di mezza stagione in cui si ha avuto modo di conoscere rosa ed ambiente, con una preparazione stilata secondo i propri metodi....e il subentrare in corsa (Pillon), in una situazione non facile, con diverse complicazioni e sfortuna, con una rosa modificata solo a gennaio con 2 nuovi interpreti, con una preparazione tutta da reimpostare, con una situazione spogliatoio non proprio rosea.

Su queste basi riassumere il tutto in "bah, Pillon ha fatto su per giù gli stessi punti di Gautieri" mi sembra troppo superficiale. Io, cmq vada questo campionato, valuterò Pillon il prossimo anno, quando avrà modo di impostare il lavoro a proprio modo e potrà fare qualche innesto per il suo gioco.

non sono tanto d’accordo

si cambia l’allenatore nella speranza che faccia meglio e chi arriva sa che troverà una rosa costruita sulle idee di chi lo ha preceduto

se accetta l’incarico pensa di poter fare bene con quei giocatori, magari solo con qualche aggiustamento a meno che proprietario non sia Berlusconi che può rivoltare la rosa a gennaio prendendo una decina di giocatori nuovi

Pillon ha avuto sicuramente sfiga con i molti infortunati, onestamente c’è da dire che con la rosa dall’età media più alta in C questo non è del tutto sorprendente

ma complessivamente ha fatto meno di quello che tutti noi ci auguravamo, questo mi pare indiscutibile, sia sul piano dei risultati sia su quello del gioco e dell’organizzazione

dopo un inizio molto promettente a dicembre di passi avanti se ne sono visti pochi, in tutta franchezza

Link to comment
Share on other sites

17 minuti fa, pinot ha scritto:

non sono tanto d’accordo

si cambia l’allenatore nella speranza che faccia meglio e chi arriva sa che troverà una rosa costruita sulle idee di chi lo ha preceduto

se accetta l’incarico pensa di poter fare bene con quei giocatori, magari solo con qualche aggiustamento a meno che proprietario non sia Berlusconi che può rivoltare la rosa a gennaio prendendo una decina di giocatori nuovi

Pillon ha avuto sicuramente sfiga con i molti infortunati, onestamente c’è da dire che con la rosa dall’età media più alta in C questo non è del tutto sorprendente

ma complessivamente ha fatto meno di quello che tutti noi ci auguravamo, questo mi pare indiscutibile, sia sul piano dei risultati sia su quello del gioco e dell’organizzazione

dopo un inizio molto promettente a dicembre di passi avanti se ne sono visti pochi, in tutta franchezza

Io voglio essere sincero; non mi piaceva affatto Gautieri, le sue interviste poi...

Concordo però, che di Pillon abbiamo visto un buonissimo inizio, soprattutto il ciclo iniziale terribile con le più forti, con Boultam vertice alto, squadra corta, compatta, aggressiva; poi, sarà un caso, con la cessione di Boultam, ma anche un pelino prima se non sbaglio, un passo indietro notevole che in alcune occasioni mi riportano ai tempi di Gautieri; certo tra covid e infortuni  entrambi sfortunati, speriamo meglio per l'anno prossimo, perché personalmente per questa stagione non mi aspetto miracoli, anzi come ho già scritto recentemente, suggerisco tutti a Barbana

Link to comment
Share on other sites

46 minuti fa, pinot ha scritto:

non sono tanto d’accordo

si cambia l’allenatore nella speranza che faccia meglio e chi arriva sa che troverà una rosa costruita sulle idee di chi lo ha preceduto

se accetta l’incarico pensa di poter fare bene con quei giocatori, magari solo con qualche aggiustamento a meno che proprietario non sia Berlusconi che può rivoltare la rosa a gennaio prendendo una decina di giocatori nuovi

Pillon ha avuto sicuramente sfiga con i molti infortunati, onestamente c’è da dire che con la rosa dall’età media più alta in C questo non è del tutto sorprendente

ma complessivamente ha fatto meno di quello che tutti noi ci auguravamo, questo mi pare indiscutibile, sia sul piano dei risultati sia su quello del gioco e dell’organizzazione

dopo un inizio molto promettente a dicembre di passi avanti se ne sono visti pochi, in tutta franchezza

Certo, credo che tutti ci aspettassimo di più, ma noi siamo tifosi....

Penso che a Milanese sia ben chiaro il fatto che non sempre è facile invertire la rotta da subentrante, soprattutto in tempo di vacche magre (economicamente) e di covid.

Una cosa è "pensare di fare bene con quei giocatori" non conoscendoli affatto o superficialmente, un'altra trovarsi quei giocatori davanti ed allenarli ogni giorno. Magari uno si aspetta un Calvano ed un Litteri sani, idem per Lambrughi e Maracchi....ma ormai è palese che tutti lori qualche acciacco lo hanno, probabilmente anche permanente.

Io credo che Pillon abbia deciso di scendere in C soprattutto con la promessa di poter programmare per la prossima stagione, cercando (ovviamente) di fare il meglio possibile questo, ma senza pressioni eccessive.

Edited by Calcio74
Link to comment
Share on other sites

20 minuti fa, Calcio74 ha scritto:

Certo, credo che tutti ci aspettassimo di più, ma noi siamo tifosi....

Penso che a Milanese sia ben chiaro il fatto che non sempre è facile invertire la rotta da subentrante, soprattutto in tempo di vacche magre (economicamente) e di covid.

Una cosa è "pensare di fare bene con quei giocatori" non conoscendoli affatto o superficialmente, un'altra trovarsi quei giocatori davanti ed allenarli ogni giorno. Magari uno si aspetta un Calvano ed un Litteri sani, idem per Lambrughi e Maracchi....ma ormai è palese che tutti lori qualche acciacco lo hanno, probabilmente anche permanente.

Io credo che Pillon abbia deciso di scendere in C soprattutto con la promessa di poter programmare per la prossima stagione, cercando (ovviamente) di fare il meglio possibile questo, ma senza pressioni eccessive.

può essere, spero che sia così, Pillon è la nostra ultima speranza in un mercato estivo in controtendenza rispetto agli ultimi 2, a mio parere disastrosi

sono però convinto che Pillon è venuto qua a fine novembre per vincere il campionato non per programmare la prossima stagione

non dimentichiamo che al momento della sosta natalizia eravamo a soli 5 punti dalle 3 prime

speriamo che un eventuale finale negativo di stagione non incrini i rapporti fra Milanese e Pillon, perderlo sarebbe una mezza sciagura

Link to comment
Share on other sites

Credo che Pillon goda di un credito dato dalla sua carriera che GAutieri non aveva minimamente.

Sono d'accordo sia con Pinot sia con Gimmi: Gautieri non ha fatto benissimo, ma non era sto imbecille che motli dipingono. Pillon non sta facendo benissimo nemmeno lui e non è il messia della panchina. Come sempre manca , non qui, misura nell'analisi. Fiducia a Pillon, ci mancherebbe, ha mille attenuanti: avrei solo voluto he almeno un centinaio di quelle mille fossero state concesse a Gautieri...

Edited by Contea di Trieste
Link to comment
Share on other sites

Ma infatti nemmeno io credo che Gautieri fosse un incompetente....come spesso qui dentro succede, molti esagerano nelle valutazioni. Ma che Pillon sia 2 spanne avanti a Gautieri lo dice la carriera, poi questo non significa che qui a Trieste farà bene.

Ho trovato fuori luogo questa difesa a Gautieri in questo momento, visto che poi a pensar male ci si mette un attimo.

Link to comment
Share on other sites

Secondo me, proprio il fatto che Pillon è riconosciuto come un ottimo allenatore riabilita il lavoro di Gautieri, che non sarà un guru della panchina ma ha fatto il meglio che ha potuto. 

Si può obiettare che la squadra l'ha fatta lui, ma siamo proprio sicuri che sia così visto che ad aprile sono 5 anni di Milanese ds e tutte le cinque rose avevano limiti strutturali più o meno grosse? 

Link to comment
Share on other sites

24 minuti fa, pinot ha scritto:

speriamo che un eventuale finale negativo di stagione non incrini i rapporti fra Milanese e Pillon, perderlo sarebbe una mezza sciagura

poco ma sicuro..poi chiaro, sarebbe da capire se quando milanese dice che la squadra non ha difetti e che la ritiene forte, lo fa solo per difendere il proprio operato o se ne è davvero convinto

Link to comment
Share on other sites

mi "intrometto" nella discussione:

io vado invece contro corrente, reputo Gautieri un mediocre allenatore, dove in tutta la sua carriera non ha fatto nulla (tranne che una brevissima parentesi all'inizio) ed anche qui a Trieste ha dimostrato poco, non mi interessa la fase gennaio-febbraio dello scorso anno ma durante i playoff in cui abbiamo giocato 2 partite buone. 2 partite non 10 che gli hanno dato un credito per questo campionato, ed infatti quest'anno, invece, la squadra sotto la sua ala ha avuto prestazioni altamente insufficienti, nel gioco in primis e comunque nei risultati.

Pillon lo reputo non 2 spanne, ma 10 sopra, e se nei risultati posso anche davi ragione, bene o male siamo lì, sicuramente no nelle prestazioni. Ho visto un miglioramento della squadra in diverse occasioni e se compariamo l'ultima partita con il Carpi (dove abbiamo giocato oggettivamente male) a quella con il Gubbio di Gautieri (tanto per citarne una, ma potrei elencarne altre) per me rimane comunque migliore quella con Pillon. Poi ognuno la vede diversamente, ma Gautieri per me ha avuto sfiga, sicuramente, ma anche molto credito per quello che ha espresso, ovvero lo 0 assoluto. Vediamo quante belle prestazioni ha disputato la squadra con Gautieri prima e con Pillon poi.

 

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×