Jump to content

Stagione Triestina 2022/23


Recommended Posts

Mi sembra un Comunicato abbastanza onesto. Traspare un cambio progettuale mirato a limitare le perdite economiche ma anche un tentativo di salvare la categoria, intuisco non con giocatori di proprietà il cui valore verrebbe azzerato in caso di retrocessione... bensì prestiti...altri contratti più leggeri....
Come andrà non lo so ma c'è quantomeno un cambio di passo comunicativo.

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

GIACOMINI
 
 
«Non avrei mai immaginato di ritrovarmi qui, con il mio gruppo e dopo pochi mesi, a spiegare questa situazione difficile e dolorosa. Ma molte cose non sono state capite o sono state male interpretate.
Vorrei iniziare precisando che non ho abbandonato nulla. Ma come sapete il calcio ha bisogno di risposte costanti. Non mi sembra di essere venuto meno “Mai” al mio ruolo di Presidente visto che, dopo aver salvato la squadra in sole ventiquattro ore dal fallimento; l’ho allestita, insieme con il direttore sportivo Giancarlo Romairone, cercando di renderla più competitiva possibile, per fare un buon campionato. I titoli dei giornali, locali e nazionali hanno esaltato il nostro calciomercato. Conservo ogni virgola, ogni articolo, ogni parola, ogni entusiasmo condiviso.
Purtroppo il calcio è imprevedibile. In campo i risultati non sono arrivati e me ne prendo ogni responsabilità. In questi mesi dannati ho letto tutto. Non mi sono mai allontanato dal progetto. Mi è stato “rimproverato” anche di non aver confermato i giocatori della vecchia rosa. Ma onestamente con il senno di poi sono discorsi che valgono zero.
Su un fattore però insisto: siamo una società solida che ha sempre pagato regolarmente ogni stipendio, ma soprattutto abbiamo, in pochissimo tempo, risistemato una società allineandola ad un modello sano e funzionale. Abbiamo migliorato la sede, risolto e portato avanti le seguenti situazioni:
-Investito oltre 4 milioni di euro
-Confermato e garantito lavoro a tutti i precedenti dipendenti, assumendoli a tempo indeterminato
-Pagato e spalmato i debiti tributari e fiscali
-Migliorato i rapporti con il settore giovanile locale, come non succedeva da anni
– Realizzato un’ottima campagna abbonamenti per avvicinare i tifosi con prezzi popolari
-Dato in gestione a una nuova società la ristorazione all’interno dello stadio e generato introiti
-Dialogato con le istituzioni in modo costante anche per risolvere contenziosi che erano fermi e in sospeso da anni
– Abbiamo costruito insieme una strepitosa collaborazione tra Stardust e la Barcolana ricevendo complimenti e pacche sulle spalle
-Siamo stati l’unica società di Lega Pro ospite su canali Nazionali (tra Sky e Sport Italia) durante il calcio mercato proprio per la fiducia che si respirava intorno al lavoro fatto
Avremo inoltre voluto sperimentare insieme e con la città il settore legato agli eventi. Ma i risultati in campo non ci hanno permesso, a noi e a voi triestini, di provare alternative che avrebbero generato denaro e posti di lavoro. Insomma da ultimi in classifica non c’era aria e voglia di promuovere altro, proprio per il forte rispetto che abbiamo verso la città.
Attenzione però: il nostro business necessità anche di entrate. Io come ho sempre detto non ho le “spalle” coperte da nessuno. Il mio lavoro è “diversificare”. Per questo oggi sto chiudendo un grande accordo con gli Emirati arabi che negli ultimi mesi mi ha “costretto” a star lontano dall’Italia. I soldi per salvare la squadra li ha messi il sottoscritto e quando fai l’imprenditore se perdi a “sinistra”, devi recuperare a “destra”; per essere chiari e trasparenti.
Questo mi ha portato alla ricerca di un partner che possa mettere la Triestina al primo posto come core business. Infatti oggi comunichiamo ufficialmente che la Atlas Consulting S.R.L. ha iniziato la fase relativa al percorso di cessione quote della proprietà della U.S. Triestina Calcio 1918 S.R.L.
L’operazione si concluderà entro il 31 gennaio, 2023.
Per me non sono professionisti “sconosciuti”, ma stiamo parlando di un gruppo di amici romani e tengo a precisare che come imprenditori hanno attività solide, strutturate ed economicamente stabili.
Manterrò il ruolo di Presidente. E nel gruppo entreranno Piergiorgio Crosti, mio amico di lunga data, mentre il nuovo amministratore delegato sarà Antonino Scaramozzino, uomo di fiducia. Il resto della società rimane intatto. E ribadisco io avrò una quota importante.
Non andrò via ma rimarrò in carica come Presidente e attualmente non voglio sentir parlare di cessione ma di ingresso di un nuovo gruppo. Rimango e non mollo perché mi sono innamorato del progetto, della città ma soprattutto del tifo… sperando di ritrovare i sorrisi in campo e fuori.
Prima di essere Presidente sono un tifoso, capisco benissimo il pensiero della piazza e comprendo la sofferenza per la posizione in classifica. Ma vorrei che le persone, tifosi, giornalisti, uomini che sparano contro la società a prescindere; si possano rendere conto che ci abbiamo provato con tutte le nostre forze e le nostre energie. La squadra sulla carta, ripeto, era molto forte e come dissi nella prima conferenza stampa purtroppo la palla è rotonda e le cose non sono andate come speravamo. Aggiungo: in campo non giochiamo noi.
Ripeto: non molliamo, faremo delle cessioni perché alcuni giocatori, duole ammetterlo, non sono riusciti ad esprimere il loro potenziale. Cessioni mirate e rinforzi altrettanto ponderati e pensati per raggiungere l’obiettivo salvezza.
Vorrei che i tifosi capissero che non è mia intenzione retrocedere: ho investito 4 milioni e retrocedendo perderei tutto. Anche perché alcuni giocatori che hanno un buon valore di crescita ma arrivando ultimi in classifica, rischieremo di perderli a parametro a zero.
Mi scuso se ho dato comunicazioni solo ora, ma sono avvenuti imprevisti su cui non voglio tornare; nonostante tutto questo caos non bisogna sottovalutare l’esborso per Malomo e Germano, altri due giocatori acquistati sotto la nostra proprietà. E ho adempiuto ad ogni pagamento nei confronti di ogni iscritto e dipendente della Triestina. La fiducia degli sponsor, che in un momento così complesso, sono accanto a noi è un segnale di grande generosità e a loro va il mio ringraziamento incondizionato. Anzi aggiungo che il prossimo anno la Triestina in supporto come sponsor avrà nuovamente “Stardust”.
Presenterò ufficialmente il nuovo gruppo ma come ho già detto io rimarrò come Presidente. Questo perché non sono abituato a mollare quando la barca affonda. Idem le persone che lavorano con me. Ringraziamo le forze dell’ordine sempre a nostro supporto.
E questa barca non sta affondando! Ha solo imbarcato un po’ troppa acqua per via della classifica. La società è sana e questo dopo l’estate scorsa, dopo un fallimento alle porte; dopo un salvataggio quasi impossibile, doveva essere la prima cosa a cui ogni giorno bisognerebbe pensare. Ogni giorno. Grazie.
Il Presidente
Link to comment
Share on other sites

-Milano-


– 13 gennaio-



Comunicato del Presidente della Triestina calcio Simone Giacomini

«Non avrei mai immaginato di ritrovarmi qui, con il mio gruppo e dopo pochi mesi, a spiegare questa situazione difficile e dolorosa. Ma molte cose non sono state capite o sono state male interpretate.



Vorrei iniziare precisando che non ho abbandonato nulla. Ma come sapete il calcio ha bisogno di risposte costanti. Non mi sembra di essere venuto meno “Mai” al mio ruolo di Presidente visto che, dopo aver salvato la squadra in sole ventiquattro ore dal fallimento; l’ho allestita, insieme con il direttore sportivo Giancarlo Romairone, cercando di renderla più competitiva possibile, per fare un buon campionato. I titoli dei giornali, locali e nazionali hanno esaltato il nostro calciomercato. Conservo ogni virgola, ogni articolo, ogni parola, ogni entusiasmo condiviso.



Purtroppo il calcio è imprevedibile. In campo i risultati non sono arrivati e me ne prendo ogni responsabilità. In questi mesi dannati ho letto tutto. Non mi sono mai allontanato dal progetto. Mi è stato “rimproverato” anche di non aver confermato i giocatori della vecchia rosa.  Ma onestamente con il senno di poi sono discorsi che valgono zero.



Su un fattore però insisto: siamo una società solida che ha sempre pagato regolarmente ogni stipendio, ma soprattutto abbiamo, in pochissimo tempo, risistemato una società allineandola ad un modello sano e funzionale. Abbiamo migliorato la sede, risolto e portato avanti le seguenti situazioni:



-Investito oltre 4 milioni di euro 



-Confermato e garantito lavoro a tutti i precedenti dipendenti, assumendoli a tempo indeterminato 



-Pagato e spalmato i debiti tributari e fiscali 



-Migliorato i rapporti con il settore giovanile locale, come non succedeva da anni 




- Realizzato un’ottima campagna abbonamenti per avvicinare i tifosi con prezzi popolari 



-Dato in gestione a una nuova società la ristorazione all’interno dello stadio e generato introiti




-Dialogato con le istituzioni in modo costante anche per risolvere contenziosi che erano fermi e in sospeso da anni



-Abbiamo costruito insieme una strepitosa collaborazione tra Stardust e la Barcolana ricevendo complimenti e pacche sulle spalle



-Siamo stati l’unica società di Lega Pro ospite su canali Nazionali (tra Sky e Sport Italia) durante il calcio mercato proprio per la fiducia che si respirava intorno al lavoro fatto 




Avremo inoltre voluto sperimentare insieme e con la città il settore legato agli eventi. Ma i risultati in campo non ci hanno permesso, a noi e a voi triestini, di provare alternative che avrebbero generato denaro e posti di lavoro. Insomma da ultimi in classifica non c’era aria e voglia di promuovere altro, proprio per il forte rispetto che abbiamo verso la città.



Attenzione però: il nostro business necessità anche di entrate. Io come ho sempre detto non ho le “spalle” coperte da nessuno. Il mio lavoro è “diversificare”. Per questo oggi sto chiudendo un grande accordo con gli Emirati arabi che negli ultimi mesi mi ha “costretto” a star lontano dall’Italia. I soldi per salvare la squadra li ha messi il sottoscritto e quando fai l’imprenditore se perdi a “sinistra”, devi recuperare a “destra”; per essere chiari e trasparenti.



Questo mi ha portato alla ricerca di un partner che possa mettere la Triestina al primo posto come core business. Infatti oggi comunichiamo ufficialmente che la Atlas Consulting S.R.L. ha iniziato la fase relativa al percorso di cessione quote della proprietà della U.S. Triestina Calcio 1918 S.R.L. 
L’operazione si concluderà entro il 31 gennaio, 2023.



Per me non sono professionisti “sconosciuti”, ma stiamo parlando di un gruppo di amici romani e tengo a precisare che come imprenditori hanno attività solide, strutturate ed economicamente stabili.





Manterrò il ruolo di Presidente. E nel gruppo entreranno Piergiorgio Crosti, mio amico di lunga data, mentre il nuovo amministratore delegato sarà Antonino Scaramozzino, uomo di fiducia. Il resto della società rimane intatto. E ribadisco io avrò una quota importante.



Non andrò via ma rimarrò in carica come Presidente e attualmente non voglio sentir parlare di cessione ma di ingresso di un nuovo gruppo. Rimango e non mollo perché mi sono innamorato del progetto, della città ma soprattutto del tifo… sperando di ritrovare i sorrisi in campo e fuori.



Prima di essere Presidente sono un tifoso, capisco benissimo il pensiero della piazza e comprendo la sofferenza per la posizione in classifica. Ma vorrei che le persone, tifosi, giornalisti, uomini che sparano contro la società a prescindere;  si possano rendere conto che ci abbiamo provato con tutte le nostre forze e le nostre energie. La squadra sulla carta, ripeto, era molto forte e come dissi nella prima conferenza stampa purtroppo la palla è rotonda e le cose non sono andate come speravamo. Aggiungo: in campo non giochiamo noi.




Ripeto: non molliamo, faremo delle cessioni perché alcuni giocatori, duole ammetterlo, non sono riusciti ad esprimere il loro potenziale. Cessioni mirate e rinforzi altrettanto ponderati e pensati per raggiungere l’obiettivo salvezza.



Vorrei che i tifosi capissero che non è mia intenzione retrocedere: ho investito 4 milioni e retrocedendo perderei tutto. Anche perché alcuni giocatori che hanno un buon valore di crescita ma arrivando ultimi in classifica, rischieremo di perderli a parametro a zero. 


Mi scuso se ho dato comunicazioni solo ora, ma sono avvenuti imprevisti su cui non voglio tornare; nonostante tutto questo caos non bisogna sottovalutare l’esborso per Malomo e Germano, altri due giocatori acquistati sotto la nostra proprietà. E ho adempiuto ad ogni pagamento nei confronti di ogni iscritto e dipendente della Triestina. La fiducia degli sponsor, che in un momento così complesso, sono accanto a noi è un segnale di grande generosità e a loro va il mio ringraziamento incondizionato. Anzi aggiungo che il prossimo anno la Triestina in supporto come sponsor avrà nuovamente “Stardust”. 





Presenterò ufficialmente il nuovo gruppo ma come ho già detto io rimarrò come Presidente. Questo perché non sono abituato a mollare quando la barca affonda. Idem le persone che lavorano con me. Ringraziamo le forze dell’ordine sempre a nostro supporto. 



E questa barca non sta affondando! Ha solo imbarcato un po’ troppa acqua per via della classifica. La società è sana e questo dopo l’estate scorsa, dopo un fallimento alle porte; dopo un salvataggio quasi impossibile, doveva essere la prima cosa a cui ogni giorno bisognerebbe pensare. Ogni giorno. Grazie.»





Il Presidente

Simone Giacomini

Link to comment
Share on other sites

26 minutes ago, ndocojo said:

Singolare che al comunicato che si potrebbe definire come un tentativo di riallacciare i rapporti, mettendo in piazza quanto hanno fatto, si arriva dopo due giorni di delirio social contro tutti e tutto. 

 

Me venissi da pensar che Parpiglia ed eventuali soci portadi da lui, esci dalla società (anche se non ufficilamente perchè le quote iera tutte de Atlas) e sti novi romani entra.

E chi xè in uscita ga zercado de crear scompiglio in tutti i modi come se fossì 2 fazioni contro.

Almeno questa xè la mia impresion...magari completamente sbagliada.

Link to comment
Share on other sites

19 minuti fa, Giova80 ha scritto:

Ripeto: non molliamo, faremo delle cessioni perché alcuni giocatori, duole ammetterlo, non sono riusciti ad esprimere il loro potenziale. Cessioni mirate e rinforzi altrettanto ponderati e pensati per raggiungere l’obiettivo salvezza.



Bah ... a sto punto non costa nulla aspettare il 31 gennaio (tanto ci siamo abituati che tutto succede alle 18.57 di tale giorno ...) per vedere dove (e se) la Triestina giocherà la prossima stagione. 

Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, Genzo ha scritto:

Me venissi da pensar che Parpiglia ed eventuali soci portadi da lui, esci dalla società (anche se non ufficilamente perchè le quote iera tutte de Atlas) e sti novi romani entra.

E chi xè in uscita ga zercado de crear scompiglio in tutti i modi come se fossì 2 fazioni contro.

Almeno questa xè la mia impresion...magari completamente sbagliada.

pol eser,e che el famoso buono sia per qualchedun all'interno.

intanto volesi veder altri acquisti decenti e no solo cessioni de zogadori utili

Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, Bunk ha scritto:

Bah ... a sto punto non costa nulla aspettare il 31 gennaio (tanto ci siamo abituati che tutto succede alle 18.57 di tale giorno ...) per vedere dove (e se) la Triestina giocherà la prossima stagione. 

Condivido. Vediamo come si evolve il tutto. Al momento noi tifosi possiamo "solo" tifare per la squadra e vedere cosa succede. 

Ad ogni modo anch'io penso ci siano due fazioni all'interno della società, ma altrettanto penso che ci dev'essere un marasma assurdo all'interno e ciò non porta comunque niente di buono

Link to comment
Share on other sites

52 minuti fa, mario-manzanese ha scritto:

Mi sembra un Comunicato abbastanza onesto. Traspare un cambio progettuale mirato a limitare le perdite economiche ma anche un tentativo di salvare la categoria, intuisco non con giocatori di proprietà il cui valore verrebbe azzerato in caso di retrocessione... bensì prestiti...altri contratti più leggeri....
Come andrà non lo so ma c'è quantomeno un cambio di passo comunicativo.

In 4 righe non riesco a condividere nulla del tuo pensiero, preferisco il personaggio di Ugo Tognazzi in Amici miei di questo comunicato. 

A buon intenditore...

Comunque domani sarò al mio solito posto, come un mon.a davanti alla tv a tifar Unione. Nonostante lo scappellamento a destra... per due.

Tarapia tapioco a tutti.  

Edited by bananarepublic
Link to comment
Share on other sites

l'unica cosa detta, semprechè sia la verità, è che il "signor" presidente ha messo 4 (quattro) milioni, il resto nn conta niente. Domanda: chi metterà i soldi necessari a liquidare i soci occulti portati secondo il pensiero dei "bene informati" dal parpiglia??? Quanti soldi porteranno in dote i nuovi soci???

Edited by rudy
Link to comment
Share on other sites

Adesso, rudy ha scritto:

l'unica cosa detta, semprechè sia la verità, è che il "signor" presidente ha messo 4 (quattro) milioni, il resto nn conta niente. Domanda: chi metterà i soldi necessari a liquidare i soci occulti??? 

A ti non i te li chiedi, Rudy, sta tranquillo! 😁

L'unica cosa che conta è cercare di tifare, senza stare a farsi troppe seghe mentali che fanno diventare ciechi! 

  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, gimmi ha scritto:

Mi aspetterei qualche "ho parlato troppo presto e a vanvera" ma so che è chiedere troppo.

Io sono uno di quelli che non ha mai scritto nulla, ma questo comunicato non mi piace per niente.

Come non amo la maggior parte dei prodotti proposti dalle televendite in tv.

Comunque le quote saranno cedute a questo fantomatico gruppo romano ( i due personaggi entrati.... non servono altre presentazioni:..) non vedo novità in questa nota stampa volutamente RASSICURANTE.

Si rischia il diabete dopo aver letto le righe presidenziali. 

Edited by bananarepublic
Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, gimmi ha scritto:

A ti non i te li chiedi, Rudy, sta tranquillo! 😁

L'unica cosa che conta è cercare di tifare, senza stare a farsi troppe seghe mentali che fanno diventare ciechi! 

ci mancherebbe!!! certo che da una persona con la testa sul collo come te nn mi aspettavo un panegirico agli IMBONITORI.

Link to comment
Share on other sites

50 minuti fa, Genzo ha scritto:

Me venissi da pensar che Parpiglia ed eventuali soci portadi da lui, esci dalla società (anche se non ufficilamente perchè le quote iera tutte de Atlas) e sti novi romani entra.

E chi xè in uscita ga zercado de crear scompiglio in tutti i modi come se fossì 2 fazioni contro.

Almeno questa xè la mia impresion...magari completamente sbagliada.

Avevo avuto la stessa impressione, poi nelle storie su IG del suo profilo lo spettinato ha pubblicato un video da cui si evincono "4 giorni di lavoro" (sic) per l'uscita del comunicato che lo hanno evidentemente coinvolto.

Resta il fatto che la differenza di toni rispetto agli ultimi due giorni è da bipolarismo comunicativo, soprattutto perché il comunicante è sempre il profilo ufficiale della società (ri-sic)

Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, rudy ha scritto:

ci mancherebbe!!! certo che da una persona con la testa sul collo come te nn mi aspettavo un panegirico agli IMBONITORI.

Nessun panegirico, Rudy, ci mancherebbe.  Le parole sono e restano parole, come credo tu abbia capito, a me piace far parlare i fatti.

E i fatti elencati da Giacomini nel suo comunicato sono realmente avvenuti, e sono incontestabili, inconfutabili e, credo, ben evidenti.

Al termine della campagna acquisti c'erano gli entusiasti come me, i molto contenti ed i soddisfatti. Non ricordo uno che abbia detto " con questi retrocediamo". 

Con un budget secondo o terzo su sessanta squadre di C si è costruita una squadra adesso drammaticamente ultima in classifica. Alcuni se ne vanno, altri entrano nella compagine societaria.

 

Rimane un presidente che ha investito molto e che ha già garantito la sponsorizzazione per il prossimo anno. Che ca**o vogliamo?

Si vendono, sperando di riuscirci, giocatori molto costosi e di buon curriculum o buone prospettive, per cercarne altri e tentare di salvarsi. Non lo faremmo tutti? O preferiremmo di tentare di salvarci con queste belle figurine? 

 

  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

A me è piaciuto il tentativo(magari inutile e tardivo) di provare ad abbassare i toni e le incomprensioni tra tifoseria e società.

Ma se il capo comunicazione cioè Parpiglia con le sue storie su IG o FB sta facendo tutto il contrario di questo e anzi prende in giro non si va da nessuna parte.

In ogni caso rimango moltooooooooo titubante su questi.

Vediamo quali saranno i fatti da qui a fine mese, perchè tira aria di smobilitazione.

Comunque non ha detto nulla sulle scelte estive di Bonatti e Romairone che sono alla base di tutto il fallimento sportivo!!!

Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, gimmi ha scritto:

Nessun panegirico, Rudy, ci mancherebbe.  Le parole sono e restano parole, come credo tu abbia capito, a me piace far parlare i fatti.

E i fatti elencati da Giacomini nel suo comunicato sono realmente avvenuti, e sono incontestabili, inconfutabili e, credo, ben evidenti.

Al termine della campagna acquisti c'erano gli entusiasti come me, i molto contenti ed i soddisfatti. Non ricordo uno che abbia detto " con questi retrocediamo". 

Con un budget secondo o terzo su sessanta squadre di C si è costruita una squadra adesso drammaticamente ultima in classifica. Alcuni se ne vanno, altri entrano nella compagine societaria.

 

Rimane un presidente che ha investito molto e che ha già garantito la sponsorizzazione per il prossimo anno. Che ca**o vogliamo?

Si vendono, sperando di riuscirci, giocatori molto costosi e di buon curriculum o buone prospettive, per cercarne altri e tentare di salvarsi. Non lo faremmo tutti? O preferiremmo di tentare di salvarci con queste belle figurine? 

 

e @gimmi affidi nuovamente il mercato a Romairone dopo che ha bruciato milioni?

Non sarebbe più logico silurarlo e mettere un altro al suo posto come Lamazza di cui si parlava?

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, Manuel90 ha scritto:

e @gimmi affidi nuovamente il mercato a Romairone dopo che ha bruciato milioni?

Non sarebbe più logico silurarlo e mettere un altro al suo posto come Lamazza di cui si parlava?

Perché, cosa pensi si stia facendo?

Link to comment
Share on other sites

Adesso per me deve parlare solo il campo, bisogna fare punti, c'è poco da fare e tentare di arrivare ai play-out perlomeno.La prossima dead line a livello societario sara il 31 gennaio, li vedremo cosa succede. I nomi che ha fatto Giacomini sono quelli che giravano qua sul forum e i loro curricula non sono proprio edificanti. Ripeto, per me ora c'è da tifare la squadra e cercare di tirarci fuori da quest'ultimo posto il prima possibile, cazzarola anche per la legge dei grandi numeri una volta faremo sti tre punti no?

Link to comment
Share on other sites

Il comunicato è un atto dovuto, evidentemente non scritto dall'addetto stampa perché l'italiano non sarà perfetto ma rispetto alla roba illeggibile partorita dal fenomeno e dal suo tirapiedi siamo almeno a livelli accettabili.

È evidente il tentativo di riavvicinare un minimo la piazza, e sui motivi per i quali Giacomini resta al suo posto ho la mia opinione, qualche forumista che conosco di persona la conosce, per scriverla qua dovrei mettere in piazza cose che non è il caso di rendere pubbliche.

Tuttavia, il Paese delle Meraviglie descritto da Giacomini è ben lontano dalla realtà.

Però è un fatto che per allestire la rosa si è speso e che i giocatori fin qua sono stati tutti regolarmente pagati nei tempi previsti dalle norme, almeno loro diciamo......

La faccenda mi pare chiara, e leggendo fra le righe si intuisce come questi abbiano fatto con tutta evidenza il passo più lungo della gamba.

Nel senso che una volta formata una rosa secondo loro competitiva, alle spese considerevoli dovevano seguire i ricavi.

E quelli non ci sono mai stati: zero pubblico pagante, zero interesse mediatico ma anzi un ritorno ultra-negativo, zero business con gli spettacoli.

Che al mercato in uscita ne segua uno in entrata (e lo farà Romairone solo nominalmente, a sovrintendere sarà un personaggio piuttosto noto e a mio parere capace, che ovviamente tengo per me a meno che non venga ufficializzato) è quel che è stato garantito a Pavanel, che altrimenti avrebbe già salutato.

Cosa che sarebbe avvenuta, credo, anche se non fossero arrivati quantomeno Malomo e Germano.

Fa abbastanza ridere, pur essendo comprensibile, che si attribuiscano le cessioni alla scarsa resa e non alla necessità di abbassare il monte ingaggi (non sono stati certo Felici, Adorante o Paganini i più scadenti....) ma questo fa parte del gioco.

In tutto questo, rimane misterioso il destino di Parpiglia.

Che si è a dir poco esposto negli ultimi giorni, e pur avendo nella faccia tosta una delle sue caratteristiche non può essere onestamente più presentabile.

Credo che leggendo il comunicato si comprenda bene come una conferenza stampa non sarebbe stata neanche ipotizzabile, pena dover rispondere alle domande e alle considerazioni che a chiunque vengono in mente leggendolo.

Di una cosa sono però abbastanza convinto, anche ovviamente di certezze non ne ho neanche mezza: se volevano farla fallire, questa enfasi non ci sarebbe stata

Proveranno a salvarla, credo.

Che poi ci riescano, è tutto da vedere.

Edited by forest
Link to comment
Share on other sites

io penso che bisogna darci un taglio e tentare di salvarsi

il comunicato non è ne’ arrogante ne’ presuntuoso, riconosce gli errori e evidenzia i meriti che ci sono stati

l’impressione è che ci siano due correnti in società e sperabilmente quella di Parpiglia sarà messa fuori gioco

provare a salvarsi è l’unica cosa che conta, tutti dovrebbero convincersene 

  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

Adesso, gimmi ha scritto:

Perché, cosa pensi si stia facendo?

Chi Romairone?

Perchè qualcuno aveva detto che si era rifiutato di vendere giocatori.

La prima cosa da fare sarebbe cacciarlo dopo che ha bruciato milioni che ha portato all'ultimo posto in classifica e a sta spaccatura tra società e tifosi.

Prendi un DS serio se davvero vuoi provare a rimediare.

Ma ripeto al momento sono solo parole...

Link to comment
Share on other sites

Adesso, Manuel90 ha scritto:

Chi Romairone?

Perchè qualcuno aveva detto che si era rifiutato di vendere giocatori.

La prima cosa da fare sarebbe cacciarlo dopo che ha bruciato milioni che ha portato all'ultimo posto in classifica e a sta spaccatura tra società e tifosi.

Prendi un DS serio se davvero vuoi provare a rimediare.

Ma ripeto al momento sono solo parole...

Manuel, ma davvero pensi che ti raccontino tutto quello che sta succedendo?

 

  • Grazie 2
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×