Jump to content
SandroWeb

Segafredo Virtus Bologna-Allianz Trieste (domenica 11 aprile)

Recommended Posts

2 ore fa, Euskal Herria ha scritto:

curiosità mia; secondo te quale ruolo potrebbe ricoprire extra-head coach?

Direttore Tecnico

Link to post
Share on other sites

Da Dalmassoniano di ferro faccio davvero difficoltà ad immaginare. Anche direttore tecnico potrebbe essere complesso vista la personalità non da compromesso ma da decisionismo...poi dipende da come sia la work description. Da vedere, inoltrebse fosse, chi sia il nuovo head coach. Davvero tante le variabili rispetto ad un suo possibile nuovo ruolo. Tanto carisma e tecnica certo ma tanti "spigoli" o solo forte personalità e monolitica coerenza (gran pregi comunque)

Poi anche la domanda su chi decida cosa e chi sia il capo di chi in una società acefala nella sostanza (mi permetto): soci (capi formali) senza soldi. Ghiacci che dovrebbe rispondere ai capi "travicelli" ma che ha comandato la grande salvezza-Allianz. Dalmasson coach che ha imposto scelte di scouting ai ds ... Insomma prima di capire il futuro (ribadisco eventuale) di Dalmasson, io mi chiedo quale sia il vero modello di governance se ce ne sia uno e non di piccolo cabotaggio.

Link to post
Share on other sites
32 minuti fa, MangiafuocoMcrae ha scritto:

Cioè? Quello che sceglie i giocatori assieme al coach? O quello che organizza le varie attività ?

Quello che organizza le varie attività lato sportivo dalla A alla Z nonché “consulente interno” che male non fa.

Ovviamente in combinazione con un coaching staff giovane...

Edited by poli
Link to post
Share on other sites
3 ore fa, poli ha scritto:

Quello che organizza le varie attività lato sportivo dalla A alla Z nonché “consulente interno” che male non fa.

Ovviamente in combinazione con un coaching staff giovane...

Ok. Faccio però fatica a pensare cosa possa guadagnare un coaching staff giovane con un "ombra" così importante alle spalle,credo che aumenti soltanto la pressione e il "paragone"/eredità diventi davvero pesante. Sul lato organizzativo non saprei e non ci vedo niente di male. Diciamo che il tipo di carattere non lo aiuterebbe molto a lavorare in un team dove le decisioni andrebbero condivise. Io ho un altra idea: una bella festa di ringraziamento per tutto quello fatto (tantissimo,da tutti i punti di vista),una bella targa al dome,e tutti felici.

  • Mi piace 1
Link to post
Share on other sites

Per me si parla del nulla perché Dalmasson verrà riconfermato, stavolta con contratto annuale perché la società non è evidentemente in condizione di impegnarsi per le annualità successive.

Link to post
Share on other sites
55 minuti fa, pinot ha scritto:

giusto voltare pagina ma non mi viene in mente un coach alla nostra portata che sia un sicuro upgrade 

Dipendi cosa intendi per upgrade.

Di sicuro abbiamo un coach che in 3anni di serie A (perché qua semo e de questa  categoria dovemo parlar) è al 44% di vittorie. Degli attuali coach in carica in SerieA solo Galbiati e bulleri hanno una % peggiore,il che non vuol dire che tutti gli altri siano meglio,ma neanche che in giro non trovi di meglio. Bisogna poi considerare il rapporto qualità-prezzo.

Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, MangiafuocoMcrae ha scritto:

Dipendi cosa intendi per upgrade.

Di sicuro abbiamo un coach che in 3anni di serie A (perché qua semo e de questa  categoria dovemo parlar) è al 44% di vittorie. Degli attuali coach in carica in SerieA solo Galbiati e bulleri hanno una % peggiore,il che non vuol dire che tutti gli altri siano meglio,ma neanche che in giro non trovi di meglio. Bisogna poi considerare il rapporto qualità-prezzo.

Ribalto la questione e faccio una domanda, non provocatoria, giusto per capire la tua opinione o quella di altri forumisti che hanno delle idee in merito.

In questi 3 anni, potenzialmente, un allenatore "migliore", a che percentuale di vittorie sarebbe potuto arrivare con i 3 roster che abbiamo avuto?

Per quanto sia difficile e teorico fare questi ragionamenti e sapendo che con un altro allenatore sarebbero stati messi insieme dei roster diversi, con altre logiche

Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, GiGi-TO ha scritto:

Ribalto la questione e faccio una domanda, non provocatoria, giusto per capire la tua opinione o quella di altri forumisti che hanno delle idee in merito.

In questi 3 anni, potenzialmente, un allenatore "migliore", a che percentuale di vittorie sarebbe potuto arrivare con i 3 roster che abbiamo avuto?

Per quanto sia difficile e teorico fare questi ragionamenti e sapendo che con un altro allenatore sarebbero stati messi insieme dei roster diversi, con altre logiche

Bella domanda.forse essendo un allenatore che sceglie anche i giocatori sarebbe più corretto chiedersi se con il budget a disposizione si sarebbe potuto fare meglio in questi 3anni. Difficile da dire, personalmente credo che il primo anno sia stato raccolto troppo poco in rapporto agli investimenti fatti da alma,e anche lo scorso anno qlche partita in più si poteva vincere, quest'anno credo siamo in linea con le aspettative. Opinione personale, ovviamente. In ogni caso ribadisco che gli obbiettivi sono sempre stati portati a casa. Si parla giusto per disquisire su qlcosa

Link to post
Share on other sites

Secondo me, come già scritto, non si sta ragionando con la giusta prospettiva.

Nel 2019 con lo scandalo Scavone c'è mancato poco che la società facesse il botto e ci si è salvati finanziariamente solo grazie a degli extrasforzi economici da parte degli sponsor, dei soci e dei tifosi.

Gli ultimi due anni sono stati altrettanto difficili nel mantenere economicamente la barra dritta e ovviamente il tutto si è ripercosso sull'allestimento degli ultimi 2 roster. Quest'anno, inoltre, anche in previsione del venir meno degli abbonamenti (circa il 30% del budget), si è deciso di optare per un parsimonioso 5+5 puntando sugli italiani e non prendendo di certo delle stelle ex NBA come stranieri.

A poche partite dalla fine, dopo tutti i casini dovuti al Covid e agli infortuni, all'impossibilità di fare una preparazione atletica programmata come Dio comanda, siamo ancora lì a giocarcela per un posto nei PO, io non me la sento di criticare la squadra, la società e soprattutto l'allenatore.

Comprendo la frustrazione nel veder certe giocate o palle perse "oscene", capisco che adesso la squadra non giri e sembri reagire poco in partita, ma cerchiamo di essere anche obiettivi su quanto di buono fatto. Il momento è difficile, lo stesso Fernandez in un'intervista di alcune settimane fa ha ammesso la stanchezza fisica (e direi anche mentale) della squadra e le prestazioni non certo sufficienti di alcuni giocatori.

Stringiamo i denti, che il gruppo ritrovi la sua coesione - cosa fondamentale proprio nei momenti difficili - e speriamo che la condizione fisica sia almeno decente.

 

Edited by Orgoglio Triestino
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, MangiafuocoMcrae ha scritto:

Ok. Faccio però fatica a pensare cosa possa guadagnare un coaching staff giovane con un "ombra" così importante alle spalle,credo che aumenti soltanto la pressione e il "paragone"/eredità diventi davvero pesante. Sul lato organizzativo non saprei e non ci vedo niente di male. Diciamo che il tipo di carattere non lo aiuterebbe molto a lavorare in un team dove le decisioni andrebbero condivise. Io ho un altra idea: una bella festa di ringraziamento per tutto quello fatto (tantissimo,da tutti i punti di vista),una bella targa al dome,e tutti felici.

Ma sai dipende tutto dall'intelligenza e dalla attitudine delle persone.

La si puo vedere come un ombra oppure come un professionista (che tra l'altro se non ricordo male ha anche un ruolo nel settore squadre nazionali o almeno ha avuto) e che quindi si suppone qualcosa sappia dare.

Eugenio ha un modo di concepire il basket secondo molto più moderno di quanto alcuni critici gli muovono, e secondo me (personalissima sensazione a pelle magari sto cannando completamente la valutazione) capace di trasmettere, valori tecnici e morali.

Parliamo inoltre di un signore di 64 anni che magari via da qua potrebbe non avere tantissimi estimatori (leggi opportunità) nè magari tantissima voglia di rimettersi in gioco con progetti poco chiari o in categorie inferiori.

Se fossi un dirigente della Pallacanestro Trieste mi piacerebbe cercare di trattenere in casa un asset quale quello rappresentato dalla sua professionalità, ma in un modo che gli dia poteri e ampiezza ma più distante dal campo.

Su un possibile successore: onestamente io ho un nome in testa da almeno 3 anni ormai, Vertemati secondo me sarebe perfetto per la cultura cha abbiamo creato in squadra, con capacità e ambizioni per aprire un nuovo ciclo.

Molto probabilmente però accadrà quello che prefigura @julian avanti con ED ancora per 1 anno e poi si vedrà.

 

Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Orgoglio Triestino ha scritto:

Secondo me, come già scritto, non si sta ragionando con la giusta prospettiva.

Nel 2019 con lo scandalo Scavone c'è mancato poco che la società facesse il botto e ci si è salvati finanziariamente solo grazie a degli extrasforzi economici da parte degli sponsor, dei soci e dei tifosi.

Gli ultimi due anni sono stati altrettanti difficili nel mantenere economicamente la barra dritta e ovviamente il tutto si è ripercosso sull'allestimento degli ultimi 2 roster. Quest'anno, inoltre, anche in previsione del venir meno degli abbonamenti (circa il 30% del budget), si è deciso di optare per un parsimonioso 5+5 puntando sugli italiani e non prendendo di certo delle stelle ex NBA come stranieri.

A poche partite dalla fine, dopo tutti i casini dovuti al Covid e agli infortuni, all'impossibilità di fare una preparazione atletica programmata come Dio comanda, siamo ancora lì a giocarcela per un posto nei PO, io non me la sento di criticare la squadra, la società e soprattutto l'allenatore.

Comprendo la frustrazione nel veder certe giocate o palle perse "oscene", capisco che adesso la squadra non giri e sembri reagire poco in partita, ma cerchiamo di essere anche obiettivi su quanto di buono fatto. Il momento è difficile, lo stesso Fernandez in un'intervista di alcune settimane fa ha ammesso la stanchezza fisica (e direi anche mentale) della squadra e le prestazioni non certo sufficienti di alcuni giocatori.

Stringiamo i denti, che il gruppo ritrovi la sua coesione - cosa fondamentale proprio nei momenti difficili - e speriamo che la condizione fisica sia almeno decente.

 

Ovvia standing ovation. Concordo su tutta la linea, cionondimeno per una volta sono leggermente più critico non tanto con lo staff (quello mai 😁) ma con i giocatori, al 31 Gennaio la squadra non era cotta eppure c'è stata una inversione di tendenza chiara a partire da quel momento, un vero peccato...

Link to post
Share on other sites
25 minuti fa, poli ha scritto:

Ma sai dipende tutto dall'intelligenza e dalla attitudine delle persone.

La si puo vedere come un ombra oppure come un professionista (che tra l'altro se non ricordo male ha anche un ruolo nel settore squadre nazionali o almeno ha avuto) e che quindi si suppone qualcosa sappia dare.

Eugenio ha un modo di concepire il basket secondo molto più moderno di quanto alcuni critici gli muovono, e secondo me (personalissima sensazione a pelle magari sto cannando completamente la valutazione) capace di trasmettere, valori tecnici e morali.

Parliamo inoltre di un signore di 64 anni che magari via da qua potrebbe non avere tantissimi estimatori (leggi opportunità) nè magari tantissima voglia di rimettersi in gioco con progetti poco chiari o in categorie inferiori.

Se fossi un dirigente della Pallacanestro Trieste mi piacerebbe cercare di trattenere in casa un asset quale quello rappresentato dalla sua professionalità, ma in un modo che gli dia poteri e ampiezza ma più distante dal campo.

Su un possibile successore: onestamente io ho un nome in testa da almeno 3 anni ormai, Vertemati secondo me sarebe perfetto per la cultura cha abbiamo creato in squadra, con capacità e ambizioni per aprire un nuovo ciclo.

Molto probabilmente però accadrà quello che prefigura @julian avanti con ED ancora per 1 anno e poi si vedrà.

 

Vertemati quest'annofa l'assistente di trinchieri al Bayern,quindi livello top di Eurolega .chissà cosa farà il prox anno, trinchieri non so se ha rinnovato o aspetta panchina ancor più pesanti(la Virtus in caso di Eurolega?).... Potendolo prendere lo farei subito.

Tra l'altro anche coach della nazionale under20

Edited by MangiafuocoMcrae
Link to post
Share on other sites
2 ore fa, MangiafuocoMcrae ha scritto:

Io ho un altra idea: una bella festa di ringraziamento per tutto quello fatto (tantissimo,da tutti i punti di vista),una bella targa al dome,e tutti felici.

👏👏👏👏

Link to post
Share on other sites

Io comunque sono dell'idea che un allenatore o fa l'allenatore oppure in società, nella migliore delle ipotesi, non serve a nulla... nella peggiore fa danni.

In pratica se si vuole continuare con Dalmasson, deve essere come allenatore. L'alternativa è quella di Mangiafuoco.

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, MangiafuocoMcrae ha scritto:

Vertemati quest'annofa l'assistente di trinchieri al Bayern,quindi livello top di Eurolega .chissà cosa farà il prox anno, trinchieri non so se ha rinnovato o aspetta panchina ancor più pesanti(la Virtus in caso di Eurolega?).... Potendolo prendere lo farei subito.

Tra l'altro anche coach della nazionale under20

beh, più pesante....il Bayern è arrivato quinto in EL con gli stessi punti di Milano, dubito che BOV possa fare altrettanto.....società solidissima che punta al top, se non è pesante quella.....

Link to post
Share on other sites
39 minuti fa, pinot ha scritto:

beh, più pesante....il Bayern è arrivato quinto in EL con gli stessi punti di Milano, dubito che BOV possa fare altrettanto.....società solidissima che punta al top, se non è pesante quella.....

Hai ragione,meglio del Bayern ce ne sono solo 4. Ma il prox anno i pezzi pregiati difficilmente li potrà tenere(lucic,reynolds,Baldwin) e ripartirà con un roster abbastanza diverso. La stagione in corso è un miracolo. Penso a bov come progetto,potrebbe tornare in Italia e allenare una squadra con un blasone(e un budget) che il Bayern non ha. Del resto quest'anno ha rinunciato ai soldi del partizan per allenare in Eurolega a meno soldi,il coraggio nelle scelte non gli manca di sicuro. E onestamente tra allenare il Bayern o la Virtus non so quanti allenatori sceglierebbero i tedeschi. Poi queste sono miei supposizioni inventate sul nulla.

Edited by MangiafuocoMcrae
Link to post
Share on other sites
5 ore fa, GiGi-TO ha scritto:

Ribalto la questione e faccio una domanda, non provocatoria, giusto per capire la tua opinione o quella di altri forumisti che hanno delle idee in merito.

In questi 3 anni, potenzialmente, un allenatore "migliore", a che percentuale di vittorie sarebbe potuto arrivare con i 3 roster che abbiamo avuto?

Per quanto sia difficile e teorico fare questi ragionamenti e sapendo che con un altro allenatore sarebbero stati messi insieme dei roster diversi, con altre logiche

Un allenatore " migliore" di Dalmasson sarebbe stato esonerato 3 volte!!!

Link to post
Share on other sites
11 ore fa, julian ha scritto:

Io comunque sono dell'idea che un allenatore o fa l'allenatore oppure in società, nella migliore delle ipotesi, non serve a nulla... nella peggiore fa danni.

In pratica se si vuole continuare con Dalmasson, deve essere come allenatore. L'alternativa è quella di Mangiafuoco.

Una tua opinione rispettabilissima che non mi trova d'accordo.

Nel mondo dell'impresa trovi molto spesso situazioni simili invece in cui cerchi di fare leve su persone di acclarato valore nella tua struttura per non disperderlo e cercare di trasmetterlo ad altri continuando a dare input. Personalmente se a 64 anni mi fosse data una opportunità di fare un mestiere diverso nella mia stessa industria ci penserei attentamente.

Comunque stiamo parlando del nulla, anche e non solo per ragioni di costi immagino.

Link to post
Share on other sites
13 ore fa, MangiafuocoMcrae ha scritto:

Vertemati quest'annofa l'assistente di trinchieri al Bayern,quindi livello top di Eurolega .chissà cosa farà il prox anno, trinchieri non so se ha rinnovato o aspetta panchina ancor più pesanti(la Virtus in caso di Eurolega?).... Potendolo prendere lo farei subito.

Tra l'altro anche coach della nazionale under20

Trinchieri dovrebbe restare al Bayern sicuramente ancora per una stagione (si sussurra che andrebbe via solo in caso di offerte da parte di una vera contender di Euroleague o nel caso di una chiamata da assistente oltreoceano). In Italia per me risponderebbe solo alla chiamata (improbabile però ad oggi) della Dopolavoro Borletti Milano.

poi mi sembra che BOV avrebbe - nel miglior caso possibile - una licenza solo annuale per il Paradiso... 

Edited by Euskal Herria
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, poli ha scritto:

Una tua opinione rispettabilissima che non mi trova d'accordo.

Nel mondo dell'impresa trovi molto spesso situazioni simili invece in cui cerchi di fare leve su persone di acclarato valore nella tua struttura per non disperderlo e cercare di trasmetterlo ad altri continuando a dare input. Personalmente se a 64 anni mi fosse data una opportunità di fare un mestiere diverso nella mia stessa industria ci penserei attentamente.

Comunque stiamo parlando del nulla, anche e non solo per ragioni di costi immagino.

Però non è mica facile fare l'allenatore fino a64 anni ,cambiare e apportare un plus in un "mestiere" che non hai mai fatto. Altrimenti chi lo fa da 30/40 che ci sta a fare. O gli trovi un ruolo che "non esiste" prima, tipo il consulente e robe del genere, altrimenti non so quanto possa essere migliore di chi è già lì. Non so se mi spiego,un esempio assurdo: se lo metto al posto di Dalla costa,non credo sarà migliore di lui.

Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, MangiafuocoMcrae ha scritto:

Però non è mica facile fare l'allenatore fino a64 anni ,cambiare e apportare un plus in un "mestiere" che non hai mai fatto. Altrimenti chi lo fa da 30/40 che ci sta a fare. O gli trovi un ruolo che "non esiste" prima, tipo il consulente e robe del genere, altrimenti non so quanto possa essere migliore di chi è già lì. Non so se mi spiego,un esempio assurdo: se lo metto al posto di Dalla costa,non credo sarà migliore di lui.

Infatti non mi sembra che esista il ruolo del Direttore Tecnico. Qualcuno che si occupi din un inquadramento tecnico complessivo di tutta la filiera Pall. Ts, comprese collaborazioni esistenti e nuove a creare, etc etc con seconda sponda per scambiare idee con un coach giovane ne necessario. Non mi sembra una cosa campata tanto in aria, tra l'altro situazione classica nel mondo slavo dove i vari santoni (Nikolic, Novosel etc) hanno spesso ricoperto ruoli magari non ufficiali ma di questo tipo...

Link to post
Share on other sites

io non credo che la questione cambio di allenatore sia all'ordine del giorno

può pure essere che il main sponsor non la gradisca, ipotizzo

per quanto mi riguarda l'accoppiata Dalmasson-Ciani può anche andare bene, in fondo il campionato in qualunque modo finisca non si può definire negativo

ma mi pare evidente perchè i numeri sono impietosi che il ruolo di manager all'inglese non si addice al nostro coach che negli ultimi 2 anni su un totale di 11 USA arrivati non ne ha imbroccato quasi nessuno

dunque o del mercato USA si occupa qualcun'altro oppure giocatori americani non ne prendiamo più

  • Mi piace 2
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


  • advertisement_alt
  • advertisement_alt
  • advertisement_alt


×
×
  • Create New...