Jump to content

Virtus Verona- Triestina, domenica 9 ottobre ore 14.30


Recommended Posts

2 minuti fa, Roberto24 ha scritto:

Spero veramente che non la facciano sta C d'elite... Se oggi abbiamo una possibilità su un milione di salire in B in un girone dove praticamente hai solo il Padova (la vedo in prospettiva eh,per quest'anno ormai la vedo praticamente impossibile), in una C d'elite ti ritrovi tutti gli squadroni del girone sud... Più qualche tosta del girone B... Se invece resta così vero è che c'è un posto solo per salire, ma oggettivamente forse, dico forse, sembra meno una chimera. Se poi, come immagino, diventa solo una questione di prendere più soldi con questa nuova C, allora è un altro paio di maniche. E in ogni caso con questo andazzo faremo fatica pure ad arrivare nelle prime 5?6?non so chi sceglieranno. 

Però ne salirebbero 4 su 20 invece che 4 su 60

Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, forest ha scritto:

Infatti, spesso è così.

Ma se il Padova vince anche quando gioca come noi oggi, mica per questo l'allenatore diventa un fenomeno.

Ha chi gliela risolve col numero, e beato lui....

Però Forest è anche vero che allenatori bravi riescono a far giocare bene, e quindi a vincere, con organici non di nome come quello del Padova. Purtroppo non abbiamo né l'una né l'altra opzione. Questo è. 

Link to comment
Share on other sites

19 minuti fa, hector ha scritto:

L'impressione è che ai nostri giocatori andasse bene questo risultato.

Lo si è notato dalla velocità con cui riprendevano il gioco alle interruzioni.

concordo, mi ha dato la stessa impressione. Un 0-0 che forse andava più bene a noi che a loro. 

Sembra quasi che il mister e la squadra stiano aspettando le prossime settimane dove si spera di aver più gente in forma... Certo è che speravo di vedere un minimo di gioco, almeno, ma invano.

 

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, Roberto24 ha scritto:

Però Forest è anche vero che allenatori bravi riescono a far giocare bene, e quindi a vincere, con organici non di nome come quello del Padova. Purtroppo non abbiamo né l'una né l'altra opzione. Questo è. 

Per ora no, indubbiamente.

Ma resto convinto che sarebbe assurdo non dare qualche mese a Bucchi prima di valutarlo seriamente.

Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, forest ha scritto:

Bene l'intero primo tempo a Padova, tutta la gara col Lecco, solo a sprazzi a Sesto e domenica scorsa.

Abbiamo una concezione diversa di bene evidentemente , con la prosesto buono solo il risultato e di domenica scorsa con l'albinoleffe francamente ricordo una fase difensiva da museo degli orrori e veramente poco altro di buono . Anche oggi l'atteggiamento è stato di una squadra a cui il punticino contro la penultima in classifica andava più che bene , credo che gli obbiettivi iniziali  fossero un po' diversi .

Link to comment
Share on other sites

14 minuti fa, forest ha scritto:

Per ora no, indubbiamente.

Ma resto convinto che sarebbe assurdo non dare qualche mese a Bucchi prima di valutarlo seriamente.

Ottima l'idea di sviare il discorso sul Padova come se con Pavanel (traspare il tuo rancore in ogni, tanti, post dove citi il Padova) non avessimo mai giocato un discreto calcio.

Quella Triestina fece anche ottime gare e fu il miglior attacco del campionato pur non avendo il miglior organico del campionato. Solo nei playoff giocò 3 buone partite su 4, ma anche nell'ultima, quella giocata peggio, costruimmo diverse azioni da gol, alcune fermate solo da un arbitraggio insufficiente. 

Chiaro che Bucchi ora non deve essere esonerato, ma il suo bilancio a oggi è molto molto scadente, soprattutto per il gioco espresso. Ora sarà contento per quel punto preso citato nell'intervista prima della gara? 

 

Edited by bananarepublic
Link to comment
Share on other sites

9 minutes ago, LungomareNatisone said:

Quello che ho fatto io

Almeno la nazionale da soddisfazione ed entusiasma

E dire che ai tempi mi svegliavo alle 8 di domenica per andare in Trentino a spareggi salvezza in Serie D... 

 

Emozioni zero nella partita dell'Unione. Senza se e senza ma.

Sul fatto che le partite le vivevi in modo diverso cinque anni fa il fattore eta' e' piuttosto fondamentale. Per tutti, nessuno escluso.

Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, bananarepublic ha scritto:

Ottima l'idea di sviare il discorso sul Padova come se con Pavanel (traspare il tuo rancore in ogni, tanti, post dove citi il Padova) non avessimo mai giocato un discreto calcio.

Quella Triestina fece anche ottime gare e fu il miglior attacco del campionato pur non avendo l'organico del campionato. Solo nei playoff gioco 3 buone partite su 4, ma anche nell'ultima, quella giocata peggio, costruimmo diverse azioni da gol fermato solo da un arbitraggio insufficiente. 

 

No, piano.

Ai playoff c'ero di persona, non dirmi ti prego che a Salò abbiamo giocato bene.

Per il concetto di bene che ha Goffi, non giocammo bene neanche al ritorno, ma siamo in C e mi accontento.

Ti confermo, comunque, che Pavanel non mi piace per nulla.

Non parlo della persona, rispettabilissima e degna di stima, ma del gioco.

L'anno scorso la Feralpi venne qua a mettere dieci giocatori dietro la linea della palla, per dire...

Giustamente tu mi dirai che Bucchi non sta certo mostrando calcio champagne, e come darti torto?

Ma ne ha giocate appena otto, tutte con la squadra falcidiata dalle assenze.

Può abbondantemente dimostrare di essere migliore di così.

Se poi nol lo dimostra, non avrò nessun problema a dirlo.....

 

Link to comment
Share on other sites

21 minuti fa, SergioZ ha scritto:

 

Emozioni zero nella partita dell'Unione. Senza se e senza ma.

Sul fatto che le partite le vivevi in modo diverso cinque anni fa il fattore eta' e' piuttosto fondamentale. Per tutti, nessuno escluso.

Si, ma non esageriamo. Avevo 40 anni con la Triestina di Rossi, eppure mi divertivo e mi emozionavo anche più che con quella di Buffoni vent'anni prima. Le ultime partite dell'Unione sono roba da cloroformio, mi sa che l'età conti poco.

Link to comment
Share on other sites

45 minuti fa, bananarepublic ha scritto:

 

Quella Triestina fece anche ottime gare e fu il miglior attacco del campionato pur non avendo il miglior organico del campionato. Solo nei playoff giocò 3 buone partite su 4, ma anche nell'ultima, quella giocata peggio, costruimmo diverse azioni da gol, alcune fermate solo da un arbitraggio insufficiente. 

e anche da una lettura della partita insufficiente

ancora oggi ho gli incubi, tipo quei che iera in Vietnam

Link to comment
Share on other sites

5 minutes ago, gimmi said:

Si, ma non esageriamo. Avevo 40 anni con la Triestina di Rossi, eppure mi divertivo e mi emozionavo anche più che con quella di Buffoni vent'anni prima. Le ultime partite dell'Unione sono roba da cloroformio, mi sa che l'età conti poco.

Partite come cura all'insonnia. Vero.

Pero' una cosa e' parlare di emozioni e qualita' di gioca della Triestina di Rossi e quella di Buffon  ed un'altra di motivazioni, passione ed attesa per trasferte in serie D o le "partitaccie" degli ultimi tempi in serie C.

Link to comment
Share on other sites

Premesso che sono assolutamente d'accordo riguardo al dare ancora tempo a Bucchi (anche perché la Triestina non si può permettere di avere 4 allenatori sotto contratto), sono anch'io dell'opinione che di squadre buone in serie c (e direi addirittura in C2) e comunque molto migliori di questa attuale (quanto meno sotto il profilo del gioco) la Triestina le abbia avute. Non si può far altro che pazientare cercando nel contempo di non rovinarsi il fegato guardando le misere prestazioni della squadra. 

Sono tuttavia pessimista riguardo a un miglioramento del gioco: è vero che Bucchi alcuni giocatori li ha avuti a disposizione solo a inizio settembre, ma gli altri si allenavano già da tempo e in ogni caso mi sento di affermare che un mese dovrebbe essere sufficente a dei professionisti per far intravvedere dei progressi, che io con tutta la più buona volontà non ho visto. Ci sono state, è vero, le partite contro il Lecco e contro il Padova che hanno offerto uno spettacolo migliore ( o meno peggio, ognuno decida per sé), però mi sembrano piuttosto frutto del caso, visto che, a mio avviso, non direi di di aver visto un progresso costante nell'arco delle otto partite+Coppa Italia, bensì un altalenarsi di prestazioni più o meno brutte (o più o meno buone). L'unica caratteristica di gioco mi sembra il lancio lungo (sbagliato per la gran parte). I moduli 4-2-4. 4-3-2-1 o quelli che volete, di cui ogni tanto si parla dovrebbero essere la caratteristica di squadre votate all'attacco, quindi squadre che costruiscono molto, magari sbagliando sottoporta. Invece.......direi che una delle caratteristiche della squadra, oltre al lancio lungo, è la scarsità di situazioni pericolose in area. Una buona percentuale di situazioni pericolose è dovuta ai calci piazzati (questi sì sicuramente migliori rispetto all'anno passato).

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, SergioZ ha scritto:

Partite come cura all'insonnia. Vero.

Pero' una cosa e' parlare di emozioni e qualita' di gioca della Triestina di Rossi e quella di Buffon  ed un'altra di motivazioni, passione ed attesa per trasferte in serie D o le "partitaccie" degli ultimi tempi in serie C.

Sì però, con tutto il bene che voglio a Ezio, e ricordando che spettacolo era l'Unione da ottobre a gennaio di quel primo anno in B, ricordiamoci anche che l'Unione di Ezio è stata anche quella di partite ben più che soporifere. Solo che non erano su elevensport e solo chi andava allo stadio le vedeva. Io che per motivi di distanza ne vedevo poche, e forse per questo me le ricordo, ti potrei dire che un Pro Vercelli - Triestina 0-1 grazie a papera di Di Sarno era ne più né meno della partita di oggi. A tutti i livelli.

Ciononostante poi siamo saliti, 2 volte. Il che non vuol dire che Bucchi ci porta filati in A, intendiamoci, ma solo che il calcio champagne lo abbiamo visto in ben determinati periodi... 

Link to comment
Share on other sites

Queste le dichiarazioni di Cristian Bucchi dopo Virtus Verona – Triestina: “Risultato giusto? Sì per quello che si è visto in campo. E’ stata una partita durissima, credo ci siano state pochissime situazioni da gol. E’ stata una partita spigolosa, fatta di seconde palle, rimbalzi e mischie. Era la partita che ci aspettavamo, ma vanno spezzate con un episodio e le squadre sono state brave a cercarlo, meno a trovarlo. Sapevamo che la Virtus riesce a mettere in difficoltà gli avversari, soprattutto in casa, col campo che dà l’impressione di essere più stretto. Noi abbiamo approcciato bene ma nella ripresa non abbiamo avuto la forza mentale e fisica oltre che di qualità per vincerla, un po’ per i nostri errori tecnici un po’ per il campo. Assenze? Non ne ho parlato perché oramai ci conviviamo dall’inizio, stiamo vivendo una cosa paradossale: non ho mai vissuto una stagione così complicata, abbiamo avuto tanti infortuni strani, traumatici, un perone, un menisco, traumi cranici, lesioni muscolari, un tendine d’Achille, conviviamo con queste cose e dispiace non avere la rosa al completo. All’ultimo giorno di mercato abbiamo rivoluzionato la squadra, cambiando la storia di questo gruppo per iniziare un percorso nuovo, questo determina un partire da zero, ma tutto è rallentato dal fatto che molti non ci sono. Siamo in una fase di transizione. Come accolgo il punto? In modo positivo, in altre partite abbiamo fatto meglio, ma almeno siamo stati in grado di portarlo via. Dobbiamo però crescere in tutto, dobbiamo migliorare la qualità, le letture dei momenti. Un aspetto piacevole e l’aver messo dentro Iacovoni che ha fatto bene, in un momento di necessità ed opportunità ci ha permesso di valorizzare i nostri giovani. La classifica non ci soddisfa, ma a volte un punto può essere importante anche se non ci rende giustizia: abbiamo lasciato per strada troppi punti, colgo l’occasione per invitare i nostri tifosi allo stadio, anche di fischiarci se è necessario ma di farci sentire la loro vicinanza. So che vogliono di più, come lo vogliamo noi. Anche i fischi sono una forma d’amore”.

 

 

Forse e dico forse che centri il NON avere un campo sportivo/centro d'allenamento adatto per una squadra professionistica con ambizione? no eh... si spendono soldoni per il Ferrini quando a livelli di campi non risolverà praticamente nulla o quasi visto che lo spazio per forza di cose è ridotto...:rolleyes: però oh, vuoi mettere la cosa figa dell'avere un impianto a 2 passi dalle Torri, relativamente in centro e ben servito piuttosto che andare sull'altipiano dove magari potevi fare un centro sportivo adatto e più grande?

Boh a me pare che tipo il Milan si allena a Milanello(provincia di Varese) la stessa Juve a Vinovo(città metropolitana di Torino) dubito che la distanza sia un problema irrisolvibile, si è scelta la strada di farlo in centro e allenarsi al Grezar, quindi per il mio modestissimo parere devi mettere in conto gli infortuni se ti alleni su un campo non perfetto per il calcio, forse era meglio spendere meno per pseudo fenomeni in questi anni e investire in strutture.

Perchè non riesco proprio a capire il senso di spendere soldoni per giocatori(anche buoni per la categoria specie gli ultimi arrivati) che poi arrivano qua e puntualmente sono indisponibili per infortuni vari...  non sarà mica sempre sfiga no?

Sul discorso tifosi=tornare allo stadio, non saranno certe ste partite a far venire voglia alla gente di tornare ad andare allo stadio, che specie per chi non è vaccinato porta inoltre ulteriori spese dopo il  costo del biglietto del match...

Dubito che a breve torni il tifo organizzato ad esempio e il clima tra società, prestazioni scarse, e tifoseria organizzata certo non aiuta in questo.

Insomma mi pare si navighi a vista.

Link to comment
Share on other sites

20 minuti fa, Manuel90 ha scritto:

 

Dubito che a breve torni il tifo organizzato ad esempio e il clima tra società, prestazioni scarse, e tifoseria organizzata certo non aiuta in questo.

 

Boh, siamo una delle pochissime piazze dove il tifo organizzato decide di stare ancora fuori.

Inoltre il tifo organizzato in senso strettissimo (gruppi della curva?) Sono forse quelli che hanno meno fastidi nei confronti di milanese..

Decidessero di tornare sarebbe sempre ora, ma mi sa che stanno fuori più per motivi legati a vaccini, green pass e robe varie che per altre questioni..

Edited by Stefanuzzo
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Manuel90 ha scritto:

Queste le dichiarazioni di Cristian Bucchi dopo Virtus Verona – Triestina: “Risultato giusto? Sì per quello che si è visto in campo. E’ stata una partita durissima, credo ci siano state pochissime situazioni da gol. E’ stata una partita spigolosa, fatta di seconde palle, rimbalzi e mischie. Era la partita che ci aspettavamo, ma vanno spezzate con un episodio e le squadre sono state brave a cercarlo, meno a trovarlo. Sapevamo che la Virtus riesce a mettere in difficoltà gli avversari, soprattutto in casa, col campo che dà l’impressione di essere più stretto. Noi abbiamo approcciato bene ma nella ripresa non abbiamo avuto la forza mentale e fisica oltre che di qualità per vincerla, un po’ per i nostri errori tecnici un po’ per il campo. Assenze? Non ne ho parlato perché oramai ci conviviamo dall’inizio, stiamo vivendo una cosa paradossale: non ho mai vissuto una stagione così complicata, abbiamo avuto tanti infortuni strani, traumatici, un perone, un menisco, traumi cranici, lesioni muscolari, un tendine d’Achille, conviviamo con queste cose e dispiace non avere la rosa al completo. All’ultimo giorno di mercato abbiamo rivoluzionato la squadra, cambiando la storia di questo gruppo per iniziare un percorso nuovo, questo determina un partire da zero, ma tutto è rallentato dal fatto che molti non ci sono. Siamo in una fase di transizione. Come accolgo il punto? In modo positivo, in altre partite abbiamo fatto meglio, ma almeno siamo stati in grado di portarlo via. Dobbiamo però crescere in tutto, dobbiamo migliorare la qualità, le letture dei momenti. Un aspetto piacevole e l’aver messo dentro Iacovoni che ha fatto bene, in un momento di necessità ed opportunità ci ha permesso di valorizzare i nostri giovani. La classifica non ci soddisfa, ma a volte un punto può essere importante anche se non ci rende giustizia: abbiamo lasciato per strada troppi punti, colgo l’occasione per invitare i nostri tifosi allo stadio, anche di fischiarci se è necessario ma di farci sentire la loro vicinanza. So che vogliono di più, come lo vogliamo noi. Anche i fischi sono una forma d’amore”.

 

 

Forse e dico forse che centri il NON avere un campo sportivo/centro d'allenamento adatto per una squadra professionistica con ambizione? no eh... si spendono soldoni per il Ferrini quando a livelli di campi non risolverà praticamente nulla o quasi visto che lo spazio per forza di cose è ridotto...:rolleyes: però oh, vuoi mettere la cosa figa dell'avere un impianto a 2 passi dalle Torri, relativamente in centro e ben servito piuttosto che andare sull'altipiano dove magari potevi fare un centro sportivo adatto e più grande?

Boh a me pare che tipo il Milan si allena a Milanello(provincia di Varese) la stessa Juve a Vinovo(città metropolitana di Torino) dubito che la distanza sia un problema irrisolvibile, si è scelta la strada di farlo in centro e allenarsi al Grezar, quindi per il mio modestissimo parere devi mettere in conto gli infortuni se ti alleni su un campo non perfetto per il calcio, forse era meglio spendere meno per pseudo fenomeni in questi anni e investire in strutture.

Perchè non riesco proprio a capire il senso di spendere soldoni per giocatori(anche buoni per la categoria specie gli ultimi arrivati) che poi arrivano qua e puntualmente sono indisponibili per infortuni vari...  non sarà mica sempre sfiga no?

Sul discorso tifosi=tornare allo stadio, non saranno certe ste partite a far venire voglia alla gente di tornare ad andare allo stadio, che specie per chi non è vaccinato porta inoltre ulteriori spese dopo il  costo del biglietto del match...

Dubito che a breve torni il tifo organizzato ad esempio e il clima tra società, prestazioni scarse, e tifoseria organizzata certo non aiuta in questo.

Insomma mi pare si navighi a vista.

Butti la' una quantità industriale di populismo a buon mercato in mezzo a cose anche giuste.

Hai idea di dove si allenano mediamente le squadre di C?

E non tirarmi fuori le eccezioni, che quelle le conosco anch'io, parlo della normalità.

Se poi mi dici che sarebbe cosa buona e giusta risolvere la questione Grezar, ovviamente concordo.

Idem che sarebbe bello se si potesse usufruire del Rocco, d'accordo anche qua.

Se non sarà Rocco e non sarà Grezar sarà altrove, ma cosa c'entra il Ferrini che fra l'altro sarà in sintetico?

Volevi un centro sportivo a fondo perduto in erba naturale? Pensi sia la norma in C?

Il Ferrini nasce come investimento, per il settore giovanile fra l'altro.

Il senso è che ci deve essere un ritorno economico che giustifichi 11 milioni di uscite, mi pare sia stato spiegato mille volte.

Che ci azzecca la prima squadra?

Ma soprattutto, fra il Ferrini e niente, perché niente abbiamo avuto in un secolo e passa di storia, è meglio niente?

Sul resto, al netto di rotture di peroni (in partita), febbri, otiti e menischi, dare la colpa al campo può essere accettabile forse per un paio di soggetti, oltre non andrei anche se effettivamente sarebbe un comodo alibi.

Sul discorso tifosi, io ho rinunciato da tempo a capire.

Bucchi dice, giustamente, che vengano magari a fischiare ma che vengano.

Per me, gli assenti hanno sempre torto, ma ovviamente è solo la mia opinione.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...