Jump to content

Stagione Triestina 2022/23


Recommended Posts

37 minuti fa, Playmo ha scritto:

Con voi che lo avete deriso.

Si è fatto già abbastanza deridere da solo. Poi ognuno è giusto che la pensa come vuole. Ma quel che è certo è che il capitolo Milanese/Biasin è terminato, nel bene (dei primi 3 anni) e nel male (ultimi 3). Adesso si è svoltato e speriamo di poter migliorare giorno dopo giorno, mese dopo mese, questa stagione e tutte quelle a venire.

  • Grazie 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Playmo ha scritto:

Con voi che lo avete deriso.

Penso di aver visto raramente nella storia del calcio un vertice di una società godere di così ampio e acritico appoggio come Milanese e dilapidare tutto non per errori a livello sportivo, ma per una smodata incapacità di relazionarsi con un pubblico che lo adorava. 

 

  • Mi piace 1
  • Grazie 1
Link to comment
Share on other sites

A MM vanno riconosciuti 2 grandissimi meriti, che passano troppo sotto traccia secondo me in maniera abbastanza ingenerosa, ossia l’inizio e la fine.

2 salvezze ai miei occhi da fallimento pressoché certo riuscendo a mantenere le categorie di partenza. 2 mezzi miracoli. E considerando il contesto di Trieste questo è tantissima roba.

Doveva essere un punto di partenza il play out con la Liventina ma non lo è mai diventato.  Bene / benino per un po’ e poi un mezzo disastro tra parte sportiva e non. 
Rimarrà uno dei più grandi “What if” della storia alabardata non tanto per Pisa e dintorni ma più che altro al pensiero di cosa sarebbe potuta essere l’Unione se MM avesse saputo capitalizzare in modo diverso sul credito (economico e di consenso) di cui godeva.

 

  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

tra l'altro el merito della prima salvezza va un po' anche condiviso con el giudice fallimentare

perchè quella busta presentada non andava ben, e se magari te trovavi qualcuno più "scassamaroni" (e/o un tifoso dell'Udinese anche 😅) in sede de accettazione mi non so come finiva...

 

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, poli ha scritto:

A MM vanno riconosciuti 2 grandissimi meriti, che passano troppo sotto traccia secondo me in maniera abbastanza ingenerosa, ossia l’inizio e la fine.

2 salvezze ai miei occhi da fallimento pressoché certo riuscendo a mantenere le categorie di partenza. 2 mezzi miracoli. E considerando il contesto di Trieste questo è tantissima roba.

Doveva essere un punto di partenza il play out con la Liventina ma non lo è mai diventato.  Bene / benino per un po’ e poi un mezzo disastro tra parte sportiva e non. 
Rimarrà uno dei più grandi “What if” della storia alabardata non tanto per Pisa e dintorni ma più che altro al pensiero di cosa sarebbe potuta essere l’Unione se MM avesse saputo capitalizzare in modo diverso sul credito (economico e di consenso) di cui godeva.

 

Ci sta, in linea di massima concordo. Come diceva ndocojo, non si è mai visto un presidente dilapidare un simile consenso plebiscitario e una simile fiducia incondizionata e totale.

Però il "What if" vero per me è la finale col Pisa, perché è da lì in poi che Milanese è andato in tilt facendo diventare un ossessione quell'obiettivo che prima aveva intenzione di raggiungere attraverso un progetto.

Solo un piccolo appunto: la situazione da acqua alla gola finale è però figlia della sua totale opposizione a qualsiasi tipo di trattativa di cessione della società per mantenere la sua gallina dalle uova d'oro. È stato bravo ad asciugare il pavimento, ma la casa l'ha allagata lui...

  • Grazie 1
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

25 minuti fa, LungomareNatisone ha scritto:

Solo un piccolo appunto: la situazione da acqua alla gola finale è però figlia della sua totale opposizione a qualsiasi tipo di trattativa di cessione della società per mantenere la sua gallina dalle uova d'oro. È stato bravo ad asciugare il pavimento, ma la casa l'ha allagata lui...

Ho già detto molte volte che concordo con la pessima gestione degli ultimi tre anni, e pure sugli evidenti limiti di Mauro palesati in svariate circostanze.

Tuttavia, e non avrei davvero nessun motivo per dirti il contrario a babbo morto, ti posso mettere per iscritto mettendoci la faccia che la stragrande maggioranza delle ipotetiche richieste di acquisto erano fuffa.

Dico la stragrande maggioranza perché in un solo caso (che mi tengo per me) si è andati un poco avanti, ma si è arenato poco dopo.

Io non voglio dubitare della buona fede di chi metteva in giro le voci, ma il fatto che quando una trattativa (anzi due) c'è stata davvero, tutta Trieste (illustri politici compresi) sopeva che ci avrebbero comprati.... i Della Valle, ti fa capire l'attendibilità di certe informazioni e la velocità con cui girano.

Ultima cosa: un giorno, forse, uscirà la verità vera sugli ultimi giorni, sulle quote dei Biasin e su alcune cose che sorprenderebbero molti ma non posso certo essere io a divulgare.

Quando e se accadrà, una certa riabilitazione del personaggio MM (le cui manchevolezze sono state comunque evidenti, lo sottolineo ancora) secondo me ci potrebbe essere, almeno da parte di chi non ha posizioni preconcette.

Ma adesso che abbiamo voltato definitivamente pagina, è del tutto inutile tornarci su.

  • Mi piace 1
  • Grazie 2
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Vedi Lungomare, poi il problema vero è che questi non sono argomenti da forum.

Perché su un forum puoi trovare le persone intelligenti e acritiche con cui discuti cercando di portare un contributo, per quel che pensi di poter fare e ovviamente sugli argomenti che ritieni di conoscere.

Senza alcuna pretesa di avere ragione, evidentemente, ma mettendoci la faccia su cose che sai essere vere.

Ma poi trovi sempre il co****ne che senza sapere un ca**o di niente ti mette la faccina che ride, perché lui è così furbo che crede invece di sapere tutto.

E allora che senso ha?

  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

23 minuti fa, forest ha scritto:

Ma poi trovi sempre il co****ne che senza sapere un ca**o di niente ti mette la faccina che ride, perché lui è così furbo che crede invece di sapere tutto.

Ti capisco perché succede anche a me con un utente che sulla carta d'identità ha 48 anni ma cerebralmente forse 12...

Che ci vuoi fare, si sa benissimo in quali bocche abbonda il riso

  • Grazie 1
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, LungomareNatisone ha scritto:

Ci sta, in linea di massima concordo. Come diceva ndocojo, non si è mai visto un presidente dilapidare un simile consenso plebiscitario e una simile fiducia incondizionata e totale.

Però il "What if" vero per me è la finale col Pisa, perché è da lì in poi che Milanese è andato in tilt facendo diventare un ossessione quell'obiettivo che prima aveva intenzione di raggiungere attraverso un progetto.

Solo un piccolo appunto: la situazione da acqua alla gola finale è però figlia della sua totale opposizione a qualsiasi tipo di trattativa di cessione della società per mantenere la sua gallina dalle uova d'oro. È stato bravo ad asciugare il pavimento, ma la casa l'ha allagata lui...

Mah sulla casa allagata abbiamo opinioni diverse, Forest ha riportato un suo pensiero che mi sembra una ricostruzione completamente condivisibile.

Sul resto siamo sostanzialmente d’accordo, sebbene non abbia capito perché tutta questa ira e rabbia nei suoi confronti, al di là della comprensibile delusione per i risultati sportivi per lo più deludenti.

Ps. Pisa per me non è tanto una sliding doors, MM si è dimostrato inadeguato nel fare mercato non riesco ad immaginarmi come in serie B sarebbe potuto passare da incapace a capace e allestire un organico da salvezza.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, poli ha scritto:

.......sebbene non abbia capito perché tutta questa ira e rabbia nei suoi confronti, al di là della comprensibile delusione per i risultati sportivi per lo più deludenti.

Perché non vivi qua.

E diciamo che certi atteggiamenti sopra le righe di MM, certamente prima avvenuti e poi, come sempre avviene, enormemente ingigantiti per il fenomeno del telefono senza fili, non hanno giovato (direi giustamente) alla sua immagine.

Lui non è riuscito a capire che nel momento in cui diventi un personaggio pubblico, a maggior ragione in una piccola città come Trieste dove tutti conoscono tutti e dove ognuno non vede l'ora di offrire lo scoop del giorno, il tuo comportamento deve essere irreprensibile.

E il suo non sempre, onestamente, lo è stato.

Dopodiché, sai bene che MM visto alticcio a una festa privata diventa nel giro di poche ore MM ubriaco perso che sniffa cocaina in una convention di prostitute.

Funziona così, e lui doveva saperlo ed evitare le occasioni per essere additato.

Non c'è riuscito.

Sulle sue capacità di ds, paradossalmente ho sempre pensato che fosse molto bravo a muoversi sottotraccia ma non altrettanto a individuare gli obiettivi giusti.

Il Pisa ci ha battuto con una squadra che faceva dell'esperienza la sua caratteristica migliore, lui ne ha tratto la conclusione che quello fosse il modus operandi da seguire.

Sbagliando, molto probabilmente.

Ha anche sbagliato nel non riconoscere i propri limiti e non circondarsi di una struttura professionale, ritenendo di poter fare tutto da solo o quasi.

Va anche detto che in alcune cose non è stato neanche fortunato, perché ad esempio al di là degli episodi indubbiamente girati male (Triestina-Pisa è stato l'esempio più clamoroso), la quantità irreale di infortuni traumatici, e non muscolari, nella stagione scorsa ha pesato, e soprattutto il Covid è stato economicamente una mazzata spaventosa fra incassi azzerati e sponsor comprensibilmente in fuga.

L'opinione pubblica, in generale, è molto ben disposta a farsi trascinare.

Lui ha avuto per tre anni una sorta di plebiscito popolare certamente esagerato e totalmente a lui asservito, poi al contrario è diventato il capro espiatorio anche di cose delle quali non era colpevole.

Per colpe sue, ma non solo.

Io penso che la B avrebbe portato non solo i contributi economici di TV e sponsor certamente più interessati che alla terza serie, ma anche un tale entusiasmo (anche in Mario) che avrebbe davvero potuto farci sognare.

Ma come sarebbe finita, ovviamente, nessuno può saperlo.

Mauro è stato lontanissimo dall'essere un dirigente modello, posso dirti però che mai avrebbe lasciato la Triestina in mani non sicure, al contrario ad esempio di quanto fece il pur ottimo Berti nominando Tonellotto "il presidente che vi meritate", e questo glielo riconosco volentieri.

Tirando le somme, non è e non sarà mai uno stinco di santo, ma alla Triestina ti posso garantire che ci teneva.

Link to comment
Share on other sites

Vero tutto forest, ma va anche detto che i comportamenti che hanno alienato le simpatie verso MM erano quelli pubblici, piuttosto che i risibili riscontri sulla vita privata. 

Le interviste in cui faceva la guerra ai tifosi, i toni trionfalistici dopo vittorie insulse contro squadroni come Legnano o Arzignano, i dissidi palesi contro i tecnici, l'isolamento mediatico, la pacchiana gestione dei rapporti con sponsor e autorità sono stati i suoi grandi errori. 

 

Edited by ndocojo
Link to comment
Share on other sites

31 minuti fa, ndocojo ha scritto:

Vero tutto forest, ma va anche detto che i comportamenti che hanno alienato le simpatie verso MM erano quelli pubblici, piuttosto che i risibili riscontri sulla vita privata. 

Le interviste in cui faceva la guerra ai tifosi, i toni trionfalistici dopo vittorie insulse contro squadroni come Legnano o Arzignano, i dissidi palesi contro i tecnici, l'isolamento mediatico, la pacchiana gestione dei rapporti con sponsor e autorità sono stati i suoi grandi errori. 

 

Naturalmente, è vero.

Ma quel tipo di esternazioni egoriferite sono state le stesse nella prima parte del suo periodo da ad e pure nella seconda.

Diciamo che nella prima i risultati del campo, l'aver salvato la società da un fallimento ormai certo, un entusiasmo generalizzato perché ogni anno si saliva di un gradino, rendevano tutti molto più accondiscendenti anche se le cose su cui discutere (a volerle cercare) non sarebbero mancate.

Anzi, chi criticava (qualcuno c'era) veniva zittito dalla maggioranza indignata, e lui di questo consenso popolare ha certamente approfittato a favore suo e della Triestina, anche nei rapporti con i media o col Comune.

Poi le cose si sono invertite, e lui non e' stato bravo a capire che essendo cambiato il vento sarebbe dovuto cambiare anche il suo atteggiamento.

Ma permaloso lo è sempre stato, e dunque paradossalmente le cose nei rapporti con media, tifosi, autorità ecc. sono cambiate in peggio, al punto da far diventare i detrattori la larga maggioranza.

Credo che la verità stesse un po' nel mezzo, non era un eroe senza macchia prima e non era la causa di tutti i mali dopo.

 

Link to comment
Share on other sites



A MM vanno riconosciuti 2 grandissimi meriti, che passano troppo sotto traccia secondo me in maniera abbastanza ingenerosa, ossia l’inizio e la fine.
2 salvezze ai miei occhi da fallimento pressoché certo riuscendo a mantenere le categorie di partenza. 2 mezzi miracoli. E considerando il contesto di Trieste questo è tantissima roba.
Doveva essere un punto di partenza il play out con la Liventina ma non lo è mai diventato.  Bene / benino per un po’ e poi un mezzo disastro tra parte sportiva e non. 
Rimarrà uno dei più grandi “What if” della storia alabardata non tanto per Pisa e dintorni ma più che altro al pensiero di cosa sarebbe potuta essere l’Unione se MM avesse saputo capitalizzare in modo diverso sul credito (economico e di consenso) di cui godeva.
 


Se la memoria non mi inganna, a Febbraio 2016 anche Alma presentatò una offerta, poi ritirata prima dell'asta a favore Biasin e Milanese, quindi dire che fummo salvati da fallimento certo non è corretto perché se nessun altro si fosse presentato, l'offerta "a garanzia" della società sarebbe rimasta sul piatto.
È probabile che Schiavone avrebbe investito i proventi delle sue evasioni anche nel calcio per portare la squadra almeno in C. Da lì in poi col declino di Alma non possiamo sapere cosa sarebbe successo ed in mano a chi saremmo finiiti.
Non è che con questo voglio togliere meriti a Milanese visto che tutti eravamo contentissimi del suo arrivo ed anzi, a causa dell'offerta di Alma naque una mezza polemica perché fu vista da molti tifosi come un tentativo di intrusione, però ripeto n, non mi sembra corretto parlare di salvataggio da un fallimento certo.

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk

Link to comment
Share on other sites

Diciamo che nella nostra piccola città, come dice giustamente Forest, tante volte la mentalità è quella di un paesetto di provincia, non da capoluogo metropolitano. Mi ricordo di una bufala fatta uscire su internet di un sicuro incontro tra Agroppi e Berti per il dopo Rossi..... il giorno dopo tale bufala è apparsa sul Piccolo. Detto questo, senza voler fare il processo a nessuno, il più grosso errore di MM è stato quello di diventare sostanzialmente antipatico ai tifosi. Purtroppo si sentiva troppa gente comune uscirsene con frasi di questo tipo: "Finchè xe quel mi in satdio no vado...... el se fa dar le mandole dai procuratori...... usa i soldi della Triestina per farse la casa nova dove far festini con puttane e coca......." ecc ecc.  Ovviamente aprendo la bocca solo perchè sta notizia è uscita in Osteria de Tony dalla sicurissima fonte Ciano de Giarizzole che ga el cugin che ga el fio che fa el dirigente coi pulcini.  Ma sempre al punto cruciale si torna, ovvero i risultati sportivi. Se MM ci avesse portato in serie B tutte ste voci sarebbero passate in sordina e cassate come brusio del popolo, ma purtroppo non è andata così. 

Link to comment
Share on other sites

19 ore fa, forest ha scritto:

Perché non vivi qua.

E diciamo che certi atteggiamenti sopra le righe di MM, certamente prima avvenuti e poi, come sempre avviene, enormemente ingigantiti per il fenomeno del telefono senza fili, non hanno giovato (direi giustamente) alla sua immagine.

Lui non è riuscito a capire che nel momento in cui diventi un personaggio pubblico, a maggior ragione in una piccola città come Trieste dove tutti conoscono tutti e dove ognuno non vede l'ora di offrire lo scoop del giorno, il tuo comportamento deve essere irreprensibile.

E il suo non sempre, onestamente, lo è stato.

Dopodiché, sai bene che MM visto alticcio a una festa privata diventa nel giro di poche ore MM ubriaco perso che sniffa cocaina in una convention di prostitute.

Funziona così, e lui doveva saperlo ed evitare le occasioni per essere additato.

Non c'è riuscito.

Sulle sue capacità di ds, paradossalmente ho sempre pensato che fosse molto bravo a muoversi sottotraccia ma non altrettanto a individuare gli obiettivi giusti.

Il Pisa ci ha battuto con una squadra che faceva dell'esperienza la sua caratteristica migliore, lui ne ha tratto la conclusione che quello fosse il modus operandi da seguire.

Sbagliando, molto probabilmente.

Ha anche sbagliato nel non riconoscere i propri limiti e non circondarsi di una struttura professionale, ritenendo di poter fare tutto da solo o quasi.

Va anche detto che in alcune cose non è stato neanche fortunato, perché ad esempio al di là degli episodi indubbiamente girati male (Triestina-Pisa è stato l'esempio più clamoroso), la quantità irreale di infortuni traumatici, e non muscolari, nella stagione scorsa ha pesato, e soprattutto il Covid è stato economicamente una mazzata spaventosa fra incassi azzerati e sponsor comprensibilmente in fuga.

L'opinione pubblica, in generale, è molto ben disposta a farsi trascinare.

Lui ha avuto per tre anni una sorta di plebiscito popolare certamente esagerato e totalmente a lui asservito, poi al contrario è diventato il capro espiatorio anche di cose delle quali non era colpevole.

Per colpe sue, ma non solo.

Io penso che la B avrebbe portato non solo i contributi economici di TV e sponsor certamente più interessati che alla terza serie, ma anche un tale entusiasmo (anche in Mario) che avrebbe davvero potuto farci sognare.

Ma come sarebbe finita, ovviamente, nessuno può saperlo.

Mauro è stato lontanissimo dall'essere un dirigente modello, posso dirti però che mai avrebbe lasciato la Triestina in mani non sicure, al contrario ad esempio di quanto fece il pur ottimo Berti nominando Tonellotto "il presidente che vi meritate", e questo glielo riconosco volentieri.

Tirando le somme, non è e non sarà mai uno stinco di santo, ma alla Triestina ti posso garantire che ci teneva.

 

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, numanecia ha scritto:

Diciamo che nella nostra piccola città, come dice giustamente Forest, tante volte la mentalità è quella di un paesetto di provincia, non da capoluogo metropolitano. Mi ricordo di una bufala fatta uscire su internet di un sicuro incontro tra Agroppi e Berti per il dopo Rossi..... il giorno dopo tale bufala è apparsa sul Piccolo. Detto questo, senza voler fare il processo a nessuno, il più grosso errore di MM è stato quello di diventare sostanzialmente antipatico ai tifosi. Purtroppo si sentiva troppa gente comune uscirsene con frasi di questo tipo: "Finchè xe quel mi in satdio no vado...... el se fa dar le mandole dai procuratori...... usa i soldi della Triestina per farse la casa nova dove far festini con puttane e coca......." ecc ecc.  Ovviamente aprendo la bocca solo perchè sta notizia è uscita in Osteria de Tony dalla sicurissima fonte Ciano de Giarizzole che ga el cugin che ga el fio che fa el dirigente coi pulcini.  Ma sempre al punto cruciale si torna, ovvero i risultati sportivi. Se MM ci avesse portato in serie B tutte ste voci sarebbero passate in sordina e cassate come brusio del popolo, ma purtroppo non è andata così. 

Vero quello che dici, ma secondo me solo in parte. Anche in C con un comportamento più 'paraculo' ancora oggi Milanese sarebbe amatissimo (al netto del logorio del tempo, fisiologico nei rapporti).

Non furono solo le voci ad affossare quel rapporto. Ma anche, e soprattutto, i suoi modi di fare. 

Ad un certo punto aveva contro tutti: sponsor, tifosi, giornali, autorità (e non solo di Trieste). Non penso fosse colpa solo di Toio de Giarrizzole... 

  • Mi piace 2
Link to comment
Share on other sites

1 hour ago, ndocojo said:

Vero quello che dici, ma secondo me solo in parte. Anche in C con un comportamento più 'paraculo' ancora oggi Milanese sarebbe amatissimo (al netto del logorio del tempo, fisiologico nei rapporti).

Non furono solo le voci ad affossare quel rapporto. Ma anche, e soprattutto, i suoi modi di fare. 

Ad un certo punto aveva contro tutti: sponsor, tifosi, giornali, autorità (e non solo di Trieste). Non penso fosse colpa solo di Toio de Giarrizzole... 

Ciano😅

Link to comment
Share on other sites

19 ore fa, ndocojo ha scritto:

Vero quello che dici, ma secondo me solo in parte. Anche in C con un comportamento più 'paraculo' ancora oggi Milanese sarebbe amatissimo (al netto del logorio del tempo, fisiologico nei rapporti).

Non furono solo le voci ad affossare quel rapporto. Ma anche, e soprattutto, i suoi modi di fare. 

Ad un certo punto aveva contro tutti: sponsor, tifosi, giornali, autorità (e non solo di Trieste). Non penso fosse colpa solo di Toio de Giarrizzole... 

Verissimo, squadre dilettantistiche in primis

Link to comment
Share on other sites

15 minuti fa, Roberto24 ha scritto:

Magari sarà una cazzata,la butto lì, ma non sarà mica che i giocatori non stanno ricevendo gli stipendi?Non so altro cosa pensare viste le figure barbine in serie....

Mi sembra che questa domanda era già stata posta e qualcuno (credo Forest) abbia risposto che non vi erano pendenze alcune.....

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×